EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Prothean 2016-11-27T11:24:54+01:00

Aspetto

I Prothean sono l’unica razza insieme ai 

Batarian ad avere 4 occhi, 2 interni e 2 più orientati verso le orecchie.
Non posseggono orecchie, solo delle fessure con dentro dei tessuti muscolari, presenti anche sul collo (come nei
Drell).
Hanno 3 dita come molte altre razze (tra cui
Quarian
Vorcha).
La loro testa è ovale (come una palla da Rugby) propendente all’indietro (come le 
Asari, i Vorcha o i
Turian).

 

Politica e colonie

Erano la specie dominante del proprio ciclo, unirono la galassia annettendo le specie che collaboravano e distruggendo o schiavizzato quelli che si opponevano.
Colonizzarono molti pianeti nella 

Feros e
Ilos.
Si stabilirono anche su Kahje, attuale pianeta natale
Hanar, lasciando molte rovine dopo la loro dipartita
Trovando quelle rovine gli Hanar si convinsero che furono proprio i Prothean a donargli la parola e li venerano come divinità, chiamandoli “Illuminati”.

 

Cultura e religione

I Prothean avevano una forte dedizione all’Impero, un po’ come i Turian del ciclo attuale.
C’erano alcuni individui che venivano considerati “avatar” di una data qualità (intelligenza, forza, vendetta ecc..) e probabilmente diventavano  elementi importanti all’interno della civiltà Prothean (Javik, avatar della vendetta, è diventato il “comandante” di una nave proprio come Shepard).

 

Fisiologia

Tra i Prothean era molto comune scambiarsi informazioni tramite il tocco, un’abilità che nel ciclo attuale non esiste.
Col tempo svilupparono la tecnologia delle sonde per immagazzinare e memorizzare dati, tale tecnologia la conosciamo con il nome di “sonde” (nome attribuito dal ciclo attuale). I Prothean sono dotati di poteri biotici, ma a differenza di tutte le altre razze conosciute il colore dei loro poteri è verde.

Gli Zhatil e la rivolta delle IA

Gli Zhatil erano i 

Geth del ciclo Prothean, i loro creatori corrisponderebbero ai Drell attuali, che inquinarono il proprio pianeta fino a renderlo irrecuperabile. I Creatori allora, si innestarono parti del corpo sintetiche per aumentare le proprie capacità intellettuali, perdendo sempre di più la loro forma organica. A un certo punto però, l’IA degli Zhatil prese possesso dei corpi dei propri creatori, alterandone addirittura il codice genetico.

Dopo poche generazioni, i creatori erano completamente asserviti ai creati e gli Zhatil mirarono a prendere il controllo del resto della galassia.
Per qualche tempo furono respinti, grande sconfitta per loro fù “La battaglia di Metacon”, ma all’arrivo dei

Razziatori collaborarono con loro per l’estinzione degli organici, comportandosi esattamente come i Geth eretici del nostro ciclo.

 

Guerra contro i Razziatori e caduta dell’Impero

Città ProtheanL’inizio devastante dell’invasione cominciò dalla

Cittadella, che in realtà era un gigantesco portale per lo Spazio Oscuro, da lì i Razziatori distrussero il Consiglio dell’epoca e cominciarono a invadere i sistemi vicini. I Prothean condussero una guerra di logoramento che durò secoli, sacrificando interi pianeti per avere il tempo di riorganizzarsi.

Tutte le specie erano unite nell’Impero, seguivano tutti la stessa strategia, quando i Razziatori ne scoprirono i punti deboli ne approfittarono, infliggendo una sconfitta dopo l’altra. Mentre gli anni passavano, si perdevano i contatti con molte specie, che a quel punto erano sole e confuse ad attendere l’avvento dei razziatori nei loro sistemi.

Progetto Ilos

Ilos_project

Le capsule di stasi su Ilos.

A molti anni dall’inizio della guerra le varie cellule della Resistenza si persero di vista appositamente, in questo modo ognuno non sapeva cosa l’altra cellula stesse facendo, e non poteva rivelare i piani dei Prothean superstiti in caso di tradimento o indottrinamento.
Una cellula Prothean su Ilos (che non venne individuata dai Razziatori a causa della distruzione di tutti i dati relativi al pianeta) costruì numerose capsule di stasi per tenere in animazione sospesa per la durata della guerra parte dei superstiti e farli risvegliare solo dopo che i Razziatori se ne fossero andati

Ma i secoli passavano, e i Razziatori rimanevano.

Dopo molti anni non c’era più energia sufficiente ad alimentare tutte le capsule, così che l’IV della base, Vigil, cominciò a spegnere le capsule delle persone più “sacrificabili” in modo da risparmiare energia
Vennero lasciate per ultime le capsule dei più illustri scienziati dell’Impero (12 per la precisione).
Una volta scongelati, i superstiti capirono il vero scopo della Cittadella e idearono il Condotto, un portale galattico in miniatura) per raggiungerla e sabotarla.

Una volta sulla Cittadella i Prothean manomisero i Custodi affinchè non inviassero più il segnale che tramutava la Cittadella in un portale galattico. Non si seppe più nulla dei Prothean sulla Cittadella, probabilmente morirono di stenti sulla fredda e devastata stazione spaziale.

 

Progetto Crucibolo

I Prothean trovarono in qualche modo i progetti dell’arma che noi chiamiamo “Crucibolo” e li memorizzarono negli archivi su Marte.
Una Cellula della Resistenza riusci a costruirlo, ma al momento dell’attivazione mancava un componente essenziale: il Catalizzatore.
Il Catalizzatore permetteva infatti al Crucibolo di interfacciarsi con la rete dei portali galattici, senza era come avere una enorme fonte di energia impossibile da incanalare.

 

Progetto Eden Prime

Sulla colonia 

umana di Eden Prime venne ritrovata una sonda Prothean contenente degli avvertimenti sui Razziatori
Inoltre, quando ormai la guerra era persa, un manipolo di soldati d’èlite guidati dal Comandante Javik venne mandato su Eden Prime per entrare nelle celle criogeniche, sopravvivere ai Razziatori e fondare un nuovo impero Prothean in cui inglobare tutte le nuove specie una volta partiti i Razziatori.

Il progetto fallì perché i Razziatori scoprirono le intenzioni dei Prothean grazie a degli agenti indottrinati.

Per epurare il luogo l’IV della base, Victory, fù costretta a usare un impulso neutronico (medesimo impulso usato da Shepard su 

Noveria per epurare una zona piena di Rachni) che danneggiò il sistema di apertura automatica delle capsule.
Per lo stesso motivo di Vigil, anche Victory ricorse al razionamento energetico spegnendo tutte le capsule  delle persone “sacrificabili”.

L’unico superstite di quel progetto fù proprio Javik, ormai divenuto l’ultimo dei Prothean, che nel 2186 venne scongelato dal Comandante Shepard.

Avatar
Videogiocatore dalla tenera età di 5 anni, golgoth ha creato RPG Italia mentre studiava medicina. Finiti i tempi da studente continua ancora a seguire con passione la propria creatura, divertendosi, da buon nostalgico dei tempi che furono, a rigiocare periodicamente vecchie glorie del passato quali Monkey Island o Magic Carpet, senza disdegnare i titoli più recenti (soprattutto RPG, ovviamente).