EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Comunicazioni 2016-11-27T11:24:33+02:00

Le comunicazioni tra i sistemi della galassia sono rese possibili grazie a una rete di costosissime boe ricetrasmittenti che veicolano le trasmissioni via laser.

Per far sì che le trasmissioni tra diversi sistemi avvengono istantaneamente le boe vengono posizionate in punti predefiniti vicino ai portali galattici in modo da sfruttare quest’ultimi come turbo per la trasmissione laser che arriva fino alla boa più vicina. Questo sistema permette la comunicazione in tempo reale solo se la boa mittente è lontana meno di 150.000 km dalla ricevente. Per ovviare a questo problema nelle tratte commerciali principali le boe sono numerose, tuttavia in quelle meno battute come nello spazio profondo, nei lontani giganti gassosi e nelle regioni disabitate c’è sempre della latenza che non permette la comunicazione in tempo reale, a causa della minor presenza di boe.

Comunicazioni

In guerra le boe sono i primi bersagli che vengono distrutti, in tal mondo si isola la flotta avversaria rendendola incapace di comunicare col resto della galassia. Per risolvere questo problema vengono usati navi corrieri ad alta velocità e droni dati automatizzati.
Nonostante le boe consentano la comunicazione in tempo reale,c’è da mettere in conto che la banda non è infinita quindi venne deciso di istituire le priorità,ovvero chi per per primo doveva aver diritto a comunicare.
In questa scaletta vediamo al primo posto il

Spettri, al secondo i governi e le relative forze armate mentre i successivi al miglior offerente come i media (in grado di poter fornire le notizie al resto della galassia in tempo reale) e le corporazioni che necessitano di informazioni sempre aggiornate e di una rapida capacità di riposta, come gli istituti finanziari e le compagnie di investimento.
I ricavati dalla vendita dei diritti di priorità vengono utilizzate per la manutenzione e ampliamento della stessa rete di boe.

In tempi di guerra le comunicazioni civili hanno un ritardo di ore o giorni e conoscendo questo fatto le agenzie di intelligence studiano i tempi di latenza nel tentativo di prevedere le strategie nemiche.
Chiunque disponga di un terminale è in grado di accedere ad Extranet liberamente, tuttavia i privati hanno sempre ritardi delle proprie richieste ma son da poco nate corporazioni che comprano i blocchi d’accesso prioritari da rivendere al pubblico sotto forma di abbonamento.
Dopo essersi resoconti che all’aumentare della popolazione galattica il servizio offerto peggiorava, la risposta a questo problema giunse con la creazione di database altamente sofisticati e programmi di ricerca guidati da

intelligenze virtuali (IV) in ogni sistema o colonia.

Nel caso l’informazione non sia disponibile nel database della colonia o del sistema, l’IV invia la richiesta nei database dei sistemi adiacenti finché l’informazione non viene trovata stabilendo anch’esso una scaletta di priorità dando la precedenza all’informazione più ricercata in quel momento e una volta trovata l’informazione, essa viene trasmessa all’utente.

Questi database, nonostante siano economici e capaci di immagazzinare un numero sorprendente di dati col passare degli anni le informazioni meno ricercate vengono inserite in archivi locali, in modo che le ricerche meno comuni abbiano maggiori probabilità di ottenere risultati istantanei.