EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Portale Alpha 2015-07-15T10:20:35+02:00

Il portale Alfa si trovava nello spazio dell’Egemonia Batarian e gravitava intorno alla stella Bahak. Fu soprannominato “Alpha” dalla dottoressa Amanda Kenson in seguito ai suoi innovativi studi sui portali galattici finalizzati a valutarne l’età – compito non certo semplice – che la portarono alla conclusione che questo particolare portale era il più antico dell’intera galassia.

Il portale Alfa è a lungo sembrato un normalissimo portale secondario ma studi più approfonditi hanno dimostrato che esso è in grado, regolando specifiche configurazioni, di attingere a una quantità di energia oscura senza precedenti per inviare materia a sedici portali diversi e, addirittura, raggiungere la stessa Cittadella. L’Egemonia Batarian aveva a lungo mantenuto il segreto sul reale potenziale del portale Alpha in quanto la notizia dell’esistenza di una nuova rotta per lo spazio sotto il suo controllo  avrebbe comportato gravi rischi alla sua sicurezza.

Mass Effect 2: Avvento

Durante i suoi studi sul portale Alpha, la squadra scientifica della dottoressa Kenson fece un’altra sensazionale scoperta: sull’asteroide 157-Golgotha, presente nello stesso sistema del portale, fu rinvenuto un manufatto ascrivibile ai Razziatori.
L’enorme manufatto era saldamente incastonato nel nucleo dell’asteroide ed era provvisto di una barriera simile a un campo di stasi biotico – decisamente potente – che lo proteggeva da danni e alterazioni, causando non pochi problemi agli scienziati durante il suo studio.
La squadra scientifica giunse infine a scoprire che l’Oggetto Rho (come fu soprannominato) trasmetteva segnali e informazioni su diverse frequenze. Uno di questi impulsi era diretto verso lo spazio sconosciuto al di fuori della Via Lattea e funzionava come faro per la navigazione della flotta dei Razziatori; dopo uno studio approfondito di questo impulso la dottoressa Kenson riuscì a stimare il tempo che rimaneva prima dell’arrivo dei Razziatori.
Dopo questa scoperta fu chiaro alla Kenson che il portale Alpha rappresentava una minaccia mortale: i Razziatori avrebbero potuto utilizzarlo per colpire il cuore della comunità galattica, la Cittadella, e invadere il resto della Galassia in pochissimo tempo; di conseguenza decise di distruggerlo, sacrificando la vita di alcune centinaia di migliaia di coloni Batarian in cambio della momentanea salvezza dell’intera Galassia.
Il metodo più semplice per farlo fu quello di attrezzare la base sull’asteroide 157-Golgotha con motori abbastanza potenti da far schiantare l’asteroide contro il portale galattico.
Alla fine il piano ebbe successo ma solo grazie all’intervento del Comandante Shepard, inviato nello spazio Batarian dall’ammiraglio Hackett dell’Alleanza. La dottoressa Kenson aveva sottovalutato la capacità di indottrinamento dell’oggetto Rho: lei e tutta la sua squadra si opposero al Comandante, cercando di salvare il portale Alfa in attesa dell’arrivo dei Razziatori.
La distruzione del portale comportò la morte di 300.000 Batarian e la distruzione dell’intero sistema Bahak, compromettendo ulteriormente le difficili relazioni tra l’Alleanza e l’Egemonia.

 

Avatar
Videogiocatore dalla tenera età di 5 anni, golgoth ha creato RPG Italia mentre studiava medicina. Finiti i tempi da studente continua ancora a seguire con passione la propria creatura, divertendosi, da buon nostalgico dei tempi che furono, a rigiocare periodicamente vecchie glorie del passato quali Monkey Island o Magic Carpet, senza disdegnare i titoli più recenti (soprattutto RPG, ovviamente).