EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Mech Rampart 2016-11-27T11:24:35+02:00

Esteticamente differenziabili dai

Mech LOKI standard già a prima vista dal differente colore, neri invece di bianchi, la presenza di armature tecnologiche e differente timbro vocale.

I Mech Rampart furono creati da 

Cerberus subito dopo l’invasione di
Omega, quando per contenere la popolazione civile della stazione vennero create aree di contenimento circondate da campi di forza probabilmente composti da strati di plasma sospesi in un campo magnetico, virtualmente impenetrabili.

Per mantenere il controllo, e rafforzare la propria autorità tra i civili, però, a Cerberus occorrevano unità in grado di attraversare i campi di forza per intervenire tra la popolazione.

Così gli ingegneri di Cerberus potenziarono i droni di sicurezza LOKI prelevati dai depositi dei mercenari Eclipse con tecnologie di mini fabbricazione, schermature provenienti dalle raffinerie di eezo di Omega e ulteriori corazze ablative, creando così i Mech Rampart.

Il Mech Rampant è una unità da battaglia versatile e intimidatoria, in grado di raggiungere qualsiasi località di Omega, comprese le aree industriali inferiori altamente radioattive.

Per eseguire il loro compito principale, ovvero sedare e disperdere sommosse popolari, i Rampart possiedono marcatori olfattivi e a ultrasuoni per innescare reazioni di autoconservazione in molte specie, effettivamente spaventandole.

I Rampart possono inoltre usare tutta l’energia disponibile per creare uno scudo ad alta intensità per difendersi in caso di necessità da attacchi biotici, tecnologici o dai colpi di arma da fuoco per resistere fino all’arrivo dei rinforzi.

Tali scudi permettono di proteggersi dagli attacchi con armi a distanza, ma impedisce loro di avanzare.

mech rampart lamaL’armamento dei Mech Rampart consiste in fucili a pompa d’ordinanza, ma se le unità diventano inutilizzabili, possono distruggere i propri dissipatori in lega d’alluminio per innescare un’esplosione di frammenti incandescenti che possono penetrare le corazze e danneggiare gli avversari vicini, trasformandosi in vere e proprie bombe.

Se la situazione si fa incandescente, questi droni possono attivare una “modalità cacciatore assassino”, che consiste nel focalizzare tutte le risorse disponibili su un solo bersaglio. I Mech in questa modalità sono molto più veloci e usano come armi lame energetiche che puntano i fasci nervosi scoperti per immobilizzare i bersagli.

Per espellere il calore in eccesso, i dissipatori dei Rampart rilasciano un effetto appariscente che li rende di aspetto estremamente minacciosi, specie mentre si avvicinano al loro obbiettivo.