EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Araldo 2016-11-27T11:24:41+01:00

L’Araldo è il primo

razziatore mai creato. Dotato di una stazza al di fuori della norma in grado di far sfigurare persino un razziatore della classe
Sovereign e fornito di armi laser a ripetizione, l’Araldo  è sicuramente il razziatore più potente, veloce e intelligente mai rivelatesi alle razze organiche. Nonostante il maggiore rateo di fuoco (gli altri razziatori necessitano di un breve tempo di ricarica) l’Araldo non sacrifica nulla in potenza e in precisione del colpo: esso ha dato infatti dimostrazione di riuscire a colpire con grande precisione bersagli piccoli come fanti umani o veloci come le cannoniere dell’Alleanza. Suo tratto distintivo  sono 6 occhi gialli brillanti, 4 posizionati in modo simile ai Collettori e 2 più in alto, molto vicini tra loro. Inoltre il “tentacolo” frontale che si può osservare sui razziatori di classe Sovereign è assente.

L’Araldo è il grande manovratore che si cela dietro le azioni dei Collettori: dallo spazio oscuro egli è infatti in grado di manipolare questa razza in modo da fargli eseguire tutti i suoi ordini. Il primo coinvolgimento da parte sua è stato nella negoziazione con lo Shadow Broker per ottenere il corpo di Shepard. Non si sa a quale scopo l’Araldo voglia a tutti i costi la morte di Shepard: si ipotizza che sia a causa del cifratore Prothean e del contatto con la sonda da lui sperimentato su

Eden Prime, i quali avrebbero potuto dargli caratteristiche genetiche davvero peculiari – un materiale genetico eccellente su cui concentrare gli sforzi dei Collettori – oppure si pensa che i razziatori vedevano Shepard come una  grave e inaspettata minaccia e lo volevano vedere morto quanto prima, di modo che non interferisse ulteriormente con i loro piani. Nonostante il fallimento dell’operazione, l’araldo non ha esitato a trovare nuovi materiali per la sua ricerca.

Per quanto sia difficile da credere, alcuni indizi sembrano indicare che l’Araldo altro non è che una semplice marionetta nelle mani del Catalizzatore: per quanto possa sembrare senziente, le sue azioni e le sue parole sono quelle del Catalizzatore. Ma quest’ultimo – è bene ricordarlo – si  definisce come la mente collettiva dei razziatori, quindi  più che un mero strumento l’Araldo potrebbe essere definito come una parte del Catalizzatore e, visti i trascorsi e l’importanza del suo ruolo, non certo una parte qualsiasi. In altre parole l’Araldo è sicuramente parte dei razziatori (quindi le sue azioni rientrano nella strategia collettiva) ma questo non comporta necessariamente la totale assenza di soggettività e di un certo grado di autonomia.

 

Storia

In seguito al primo attacco alla nave SSV Normandy, l’Araldo ha inviato le sue truppe di Collettori contro diverse colonie umane al fine di rapire quante più persone possibili, riuscendo senza intralci nel suo piano. L’unica ad opporsi ai Collettori e a proteggere le colonie umane dei

sistemi Terminus (quindi fuori dalla giurisdizione dell’
Alleanza dei Sistemi) fu l’associazione privata pro-umani conosciuta come
Cerberus. Gli scienziati di questo gruppo lavorarono per 2 anni interi alla scopo di riportare in vita il comandante Shepard, al quale fu assegnata la missione di fermare i Collettori distruggendo la loro base nascosta oltre il portale di Omega 4.

Appena giuntagli la notizia della “resurrezione” del comandante Shepard, l’Araldo ha impiegato molte risorse per tentare di eliminarlo una volta per tutte. Il primo attacco mirante a Shepard vedeva come bersaglio il pianeta di

Horizon dove era in missione per conto dell’Alleanza dei Sistemi uno dei vecchi compagni del comandante. Tuttavia il piano non è andato a buon fine a causa dell’intervento di Shepard e della sua squadra. In seguito i collettori hanno teso una trappola attirando il comandante in un loro incrociatore utilizzando come esca un falso segnale
Turian. Shepard, anche se con molte difficoltà, è comunque riuscito a scappare dall’imponente nave con informazioni vitali sul nemico.

Successivamente Shepard ha condotto un attacco diretto contro la base dei Collettori, dove l’Araldo ha schierato innumerevoli forze e non ha disdegnato un coinvolgimento personale, tramite il controllo diretto dei Collettori. Nonostante tale dispiegamento di forze, la base è stata distrutta e l’Araldo ha perso una preziosa risorsa per i preparativi all’avvento dei razziatori.

Dopo la grave sconfitta, l’Araldo sembra essersi messo da parte, persino durante l’invasione dei razziatori e non  è chiaro cosa abbia fatto per tutto questo tempo. Ricompare durante la battaglia finale per la

Terra, schierato a difesa del raggio di collegamento tra Londra e  la
Cittadella, in modo da sbarrare il passo a Shepard e alle truppe dell’Alleanza superstiti. Shepard è comunque riuscito a passare, mettendo così fine alla minaccia dei razziatori.

 

Avatar
Videogiocatore dalla tenera età di 5 anni, golgoth ha creato RPG Italia mentre studiava medicina. Finiti i tempi da studente continua ancora a seguire con passione la propria creatura, divertendosi, da buon nostalgico dei tempi che furono, a rigiocare periodicamente vecchie glorie del passato quali Monkey Island o Magic Carpet, senza disdegnare i titoli più recenti (soprattutto RPG, ovviamente).