EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Hanar 2016-11-27T11:24:54+00:00

Gli Hanar sono una specie molto simile alle meduse del pianeta

Terra, e sono una delle poche razze non bipedi facenti parte dello spazio della
Cittadella. Di colore roseo scuro, comunicano attraverso una serie di impulsi bio-luminescenti che devono essere tradotti da specifiche tecnologie per essere compresi dalle altre specie.
Noti per la loro eccessiva cortesia, parlano in modo preciso e scrupoloso, offendendosi se l’interlocutore usa un linguaggio considerato improprio.
Gli Hanar più a contatto con le altre specie seguono dei corsi speciali per imparare a “sopportare” i termini rozzi e imprecisi usati dagli alieni.
Tutti gli Hanar hanno due nomi: Il nome “manifesto” è noto a tutti, mentre quello “spirituale” viene usato solo nelle relazioni più intime e confidenziali, di solito più esteso, complesso e di natura poetica.
In una conversazione con qualcuno che conosce solo il loro nome manifesto, non si riferiscono mai a se stessi parlando alla prima persona singolare, cosa che sarebbe considerata dagli Hanar egoistica. In queste occasioni preferiscono utilizzare espressioni come “il sottoscritto” o usare la forma impersonale.
Anche quando agitati o arrabbiati gli Hanar mantengono una squisita formalità, rimanendo pacati e garbati persino con le persone che detestano o vogliono vederle morte.

 

Biologia

Mediamente gli Hanar sono leggermente più alti di un essere

Umano, sebbene la maggior parte della loro altezza risieda nei lunghi tentacoli che presentano tre dita alla base.
Essendo degli invertebrati, gli Hanar non possono sostenere il proprio peso fuori dall’acqua e in condizioni di gravità normali; per questo motivo, quando interagiscono con le altre specie senzienti nei principali centri della società galattica, si affidano a campi gravitazionali che sviluppano energia di massa sufficiente a far levitare chiunque ne indossi uno.
Le tre dita alla base degli arti possono afferrare saldamente qualsiasi oggetto, ma non sono comunque abbastanza forti da sollevare più di qualche centinaio di grammi ciascuno; per compensare la loro scarsa prestanza fisica, questa razza ha sviluppato la capacità di secernere tossine naturali come meccanismo di auto-difesa.

Gli Hanar non hanno genere, non esiste distinzione tra maschio e femmina, e il loro sistema di riproduzione è molto simile a quello di qualsiasi altra forma di vita invertebrata.
Nonostante la continua evoluzione in acqua gli Hanar sembrano essere capaci di respirare anche l’aria, oppure di utilizzare dei mezzi tecnologici per riuscirci.

 

Cultura, Religione e Commercio

Kahje, il loro pianeta natale, è coperto quasi interamente da oceani e orbita intorno a una stella bianca. A causa dell’elevato calore la superficie è sempre oscurata da una spessa coltre di nubi. A causa della forte presenza di rovine 

Prothean sparse sull’intera superficie del pianeta gli Hanar hanno sviluppato una religione incentrata su questa antica specie che loro chiamano “Gli Illuminati”; i miti Hanar parlano spesso di loro come di una razza ancestrale che li ha sollevati e civilizzati, facendo loro il dono della parola.

Diverse centinaia di anni fa, gli Hanar entrarono in contatto con i

Drell sul pianeta natale di questi ultimi, Rakhana, dove i predicatori degli Illuminati erano sbarcati nel valutare una possibile colonizzazione.
Qui trovarono i Drell, ormai vittime di una società che stava rapidamente collassando su sé stessa a causa della sovrappopolazione e delle guerre intestine scaturite dalla scarsità di risorse presenti sul pianeta.
Gli Hanar decisero di concedere a centinaia di migliaia di Drell di seguirli su Kahje, salvando di fatto le loro vite e facendoli integrare nella loro società; tutti coloro che si rifiutarono di abbandonare Rakhana invece, in poco tempo si estinsero come diretta conseguenza delle battaglie ancora in corso e delle condizioni del pianeta ormai quasi totalmente invivibile.

Ora i Drell trascorrono un’esistenza al completo servizio degli Hanar, soddisfacendo di fatto ogni loro esigenza e necessità; e se anche agli osservatori esterni questo rapporto possa sembrare una sorta di schiavitù, la realtà dei fatti è molto diversa.
I Drell si sono integrati praticamente in ogni classe della società Hanar e quasi la totalità di loro lo considerano un onore servire una delle famiglie in un accordo denominato “Contratto” che ormai vanta una tradizione storica; talvolta alcuni Drell diventano addirittura parte integrante della famiglia Hanar guadagnando il privilegio di imparare il nome spirituale dei loro maestri.
Gli Hanar comunicano utilizzando sofisticati modelli di bioluminescenza corporea che le altre specie sono obbligate a tradurre grazie all’assistenza di software specifici applicati ai

Factotum; solo i Drell riescono, nella maggior parte dei casi, a comprendere gli Hanar senza la necessità di supporto tecnologico. Ciò è possibile solo grazie a modifiche genetiche a cui si sottopongono spontaneamente per modellare i loro occhi e percepire i flash ad alta frequenza.

Il più importante evento culturale di questa specie è una festa religiosa che si tiene a cadenza annuale, chiamata Nyahir o “Fioritura del Primo Raccolto”, che dura per tredici giorni interi e ruota attorno alla celebrazione della Parola, che loro considerano un dono degli Illuminati.
E’ un compromesso tra competizione e contemplazione, con i fedeli impegnati in dibattiti stilizzati, duelli di poesia e altre forme tradizionale di arte Hanar.
I vincitori di questi eventi posso vantare di veder scritti i loro nomi nelle bio-luminescenze presenti sul versante esposto del Monte Vassla, un vulcano sottomarino nel cuore di una delle più antiche rovine Prothean su Kahje.

L’economia Hanar non è molto florida, poiché sono pochi gli esemplari disposti a trattare con altre specie. I contatti economici sono limitati ad una manciata di stazioni spaziali e spazioporti posizionati ai confini dei loro sistemi. A causa di questo isolamento auto-imposto e alla loro estrema diversità fisiologica, gli Hanar sono tagliati fuori da una buona fetta del mercato galattico; è estremamente raro trovare nei loro pianeti tecnologie standard progettate per le specie bipedi e munite di dita, così come è improbabile poter acquistare corazze e armamenti che siano adeguati a fisiologie diverse da quelle Hanar.
Uno dei pochi prodotti rinomati e utilizzati in tutta la galassia è un particolare liquore prodotto nel pianeta natale di questa specie di invertebrati, che si vocifera possa essere prodotto con piccole parti delle tossine emesse dagli Hanar stessi.

Governo interno e politica galattica

Il governo Hanar è noto come Supremazia Illuminata. E’ quanto di più simile ci sia ad una vero potere religioso ufficializzato, dove un manipolo di Hanar considerati i più sapienti e vicini spiritualmente agli Illuminati, i Prothean, guidano il resto dei fedeli (praticamente la totalità della popolazione hanar) attraverso il Verbo ereditato dagli Antichi Precursori.
Essi considerano il diritto di diffondere il verbo degli Illuminati superiore a qualsiasi altra legge esistente, anche alle leggi del

Consiglio della Cittadella, causando spesso diatribe e situazioni a dir poco tese.
Alcuni pettegolezzi avvenuti tra
Turian nelle camere del Consiglio della Cittadella, gli Hanar sarebbero i prossimi probabili candidati per un seggio all’interno del Consiglio stesso (attualmente formato esclusivamente da Asari, Turian, Salarian e Umani), anche se la riflessione su cosa abbiano fatto gli Hanar per meritare tale onore non viene rivelato.

 

Dottrina Militare

Gli Hanar sono troppo ingombranti fuori dall’acqua per poter partecipare a qualsivoglia combattimento fisico terrestre; seppur la possanza dei loro tentacoli sia degna di nota, non sono sufficientemente agili per far sì che questo diventi un problema concreto nemmeno alle brevi distanze.
Quando invece si trovano all’interno dell’acqua, il loro ambiente naturale, il discorso cambia completamente.
La loro grazia e agilità è indescrivibile quanto impareggiabile in quell’ambiente, rendendo gli Hanar rapidi e letali sia dalle brevi che dalle lunghe distanze, qualità che ha permesso loro di prosperare su Kahje rendendoli di fatto la razza dominante del pianeta acquatico.
Per qualsiasi altra situazione, i servi Drell sono soliti lavorare come assassini per le famiglie Hanar che ne richiedono i servigi, venendo selezionati fin dall’infanzia e sottoposti a lunghi anni di intenso addestramento prima di essere assegnati direttamente al campo.

Autore:

Videogiocatore dalla tenera età di 5 anni, golgoth ha creato RPG Italia mentre studiava medicina. Finiti i tempi da studente continua ancora a seguire con passione la propria creatura, divertendosi, da buon nostalgico dei tempi che furono, a rigiocare periodicamente vecchie glorie del passato quali Monkey Island o Magic Carpet, senza disdegnare i titoli più recenti (soprattutto RPG, ovviamente).
This site uses XenWord.
Vai alla barra degli strumenti