EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Batarian 2016-11-27T11:24:54+00:00

Una razza di bipedi nativa del pianeta Khar’shan, nella Nebulosa Nido di Kite, i Batarian sono una specie poco raccomandabile che, a seguito di divergenze sulla politica colonialista con gli

Umani, ha deciso di isolarsi dal resto della galassia civilizzata. I
Sistemi Terminus, che esulano dal controllo del 
Consiglio della Cittadella, sono infestati da esponenti di questa razza, per lo più criminali e mercenari al soldo del miglior offerente.
L’esponenziale crescita di bande di pirati e schiavisti batarian ha alimentato lo stereotipo generale che questi siano una razza violenta e dedita alla criminalità, ma è doveroso precisare che i criminali dei Sistemi Terminus non rappresentano i cittadini medi in quanto quest’ultimi, la stragrande maggioranza, sono impossibilitati a lasciare i sistemi batarian a causa delle severe leggi di un governo onnipresente e paranoico.

 

Biologiabatarian

Appartenenti alle specie dei mammiferi, i Batarian hanno una struttura fisica simile a quella umana per forma e stazza. Le differenze sostanziali stanno nel colore della pelle che tocca tonalità varianti dal marrone scuro al giallo acido, e dal volto completamente alieno rispetto a quello terrestre.
I Batarian hanno infatti narici più ampie del normale e grandi nasi triangolari quasi completamente schiacciati, con la punta diretta verso le labbra sottili e il mento appuntito. La caratteristica più peculiare è tuttavia la presenza di due paia di occhi: il primo paio, il più pronunciato, è inserito in cavità ossee che sporgono dagli angoli del volto, conferendo a quest’ultimo una forma decisamente romboidale; gli altri due sono invece più piccoli e ravvicinati, collocati più in alto, appena sotto il centro della fronte.
I Batarian hanno l’abitudine di guardare l’interlocutore con tutti e quattro gli occhi, rendendo difficile, per chi ne possiede solo due, capire su quali concentrarsi nel corso della conversazione. L’impossibilità di affrontare direttamente il loro sguardo è causa di grande turbamento per le altre specie, un vantaggio che i Batarian cercano sempre di sfruttare nelle contrattazioni e nei negoziati.

 

Storia

Il Consiglio della Cittadella entrò in contatto con i Batarian per la prima volta nell’anno 200 aC, e concesse alla loro specie un’ambasciata sulla 

Cittadella un secolo più tardi. Nonostante fosse stato accolto nella comunità galattica senza restrizioni, nel corso degli anni l’Egemonia Batarian provocò diverse crisi nei rapporti con le altre specie. Intorno al 1785 dC, una flotta batarian bombardò la colonia 
Salarian di Mannovai, nel 1913 dC attaccò la colonia 
Asari di Esan per rivendicare dei giacimenti di eezo, e nel 2115 le flotte navali della Cittadella si scontrarono con quelle batarian attorno al pianeta Enael per incomprensioni circa diritti coloniali.

Intorno al 2160 l’umanità avviò una colonizzazione aggressiva dei pianeti del Confine di Skyllian, una regione occupata e sviluppata decenni prima dai Batarian. Nel 2171, questi ultimi chiesero al Consiglio di considerare il Confine una “zona d’interesse batarian”. Il consiglio però si oppose, affermando che i mondi non occupati della regione potevano essere colonizzati liberamente dagli Umani.

In segno di protesta, i Batarian chiusero le proprie ambasciate sulla Cittadella e terminarono qualsiasi relazione diplomatica con il Consiglio, diventando di fatto una specie ribelle. Quindi fomentarono una guerra nel Confine fornendo denaro e armi alle organizzazioni criminali della zona, incitandole ad attaccare le colonie umane.

Le ostilità raggiunsero il culmine con “L’Assalto di Skyllian” del 2176, in cui una flotta di pirati e schiavisti appoggiata dai Batarian attaccò la colonia di Elysium, capitale umana della regione. Nel 2178 l’

Alleanza dei Sistemi si vendicò sferrando un violento assalto contro la luna di Torfan, usata da tempo come base logistica dai gruppi criminali finanziati dai Batarian. In seguito i batarian ripiegarono nei propri sistemi, e oggi vengono visti di rado nello spazio della Cittadella.

 

Cultura, Religione e Commercio

I Batarian hanno la reputazione di essere astuti uomini d’affari e commercianti, anche se in molte regioni senza legge della galassia essi traffichino con materiale bellico illegale e droghe di vario tipo; nei centri commerciali dei Sistemi Terminus, come

Omega, i negoziati con un batarian difficilmente possono essere condotti senza premunirsi con armi automatiche prima di presentarsi all’incontro.
I Batarian danno estremo valore al rispetto della casta sociale, e oltrepassare il proprio posto è disapprovato e punito severamente, talvolta anche con umiliazioni fisiche; il più grave insulto che si può rivolgere ad un Batarian è mettere in discussione la sua condizione economica.
Anche il modo di rivolgere saluto ad un superiore è importante nella cultura batarian: un cenno del capo verso sinistra è sinonimo di deferenza e rispetto verso il superiore, viceversa lo stesso cenno rivolto a destra è il modo di rivolgersi ai subordinati (e talvolta viene usato appositamente come insulto).

La schiavitù è parte integrante del sistema delle caste batarian pur essendo illegale secondo la legge del Consiglio, tanto da esser spesso costata all’Egemonia Batarian gravi sanzioni economiche e addirittura l’embargo di alcune colonie dai trattati commerciali con le specie appartenenti allo spazio della Cittadella. L’usanza è così profondamente radicata nella cultura batarian che essi considerano le leggi anti-schiaviste del Consiglio come razziste e limitanti rispetto all’identità culturale e alla libertà religiosa dei Batarian.

La chiusura politica e mentale dei Batarian ha fatto trapelare poco anche per quanto concerne le loro credenze religiose. E’ certo che credano in una vita ultraterrena e ritengono che quando un batarian muore la sua anima lascia il corpo attraverso gli occhi. Il trattamento del cadavere è considerato generalmente poco importante, ma è ritenuto un gesto ripugnante e mostruoso deturparne gli occhi.
L’unica altra notizia certa sulla Religione batarian è la presenza di alcuni testi sacri chiamati “Colonne della Forza” che fanno evincere come le loro credenze siano basate su antichi manoscritti proprio come alcuni religioni umane quali l’induismo, il cristianesimo e l’islam.

Governo interno e politica galattica

Il resto della galassia vede i Batarian come un problema trascurabile. Il loro governo, conosciuto come Egemonia Batarian, è ancora apertamente ostile all’Alleanza dei Sistemi ma tendenzialmente è neutrale con il resto delle specie appartenenti allo spazio del Consiglio della Cittadella, a causa delle eccessive ripercussioni economiche e militari che scaturirebbero da un conflitto aperto con l’intera galassia civilizzata.
In ogni caso sono quasi totalmente isolati dalle altre razze, salvo per i rapporti commerciali che intercorrono tra ogni governo conosciuto, e seppur il governo non appoggi apertamente i gruppi terroristici della 

Fascia di Attica e gli Schiavisti che attaccano le colonie umane, spesso li finanzia con fondi del mercato nero.
Il sistema di governo autocratico, seppur non se ne conoscano esattamente le dinamiche, è sostenuto da un’unica persona che gode dell’assoluto rispetto dei più vicini consiglieri, che seppur formino un apparente Consiglio oligarchico non detengono a conti fatti nessun tipo di potere. Questo sistema ancora piuttosto arretrato, ha fatto sì che molte delle colonie batarian, lontane dal centro di potere dell’Egemonia, venissero in fin dei conti gestite da vari boss criminali e magnati del commercio locali.

 

Dottrina militare

La maggior parte degli armamenti batarian e dei potenziamenti hardware bellici sono prodotti da un ente nazionalizzato chiamato Batarian State Arms, a riprova della loro assoluta autarchia.

La flotta batarian possiede alcune Corazzate degne di nota, costruite liberamente in quanto l’Egemonia non tiene fede al Trattato di Farixen, ma in ogni caso non sono così numerose da impensierire nessuna delle altre flotte di spicco della galassia, anche se i Batarian amano vantarsi della loro superiorità militare in ogni occasione si presenti loro. Principalmente sfruttano imbarcazioni più piccole quali Fregate e Incrociaori, a volte utilizzando anche qualche cimelio storico come incrociatori di classe Hensa.

La loro capacità militare potrebbe essere stata più debole di quella dell’Alleanza dei Sistemi già a partire dal 2160, quando iniziò la colonizzazione da parte degli umani del Confine di Skyllian. Una delle principali proteste dell’Egemonia rivolte al Consiglio è l’assoluta mancanza di intervento dinanzi alla consapevolezza della superiorità militare umana quando iniziarono gli scontri negli spazi contesi, a causa (ad ascoltare i Batarian) del timore verso la potenza economica e militare degli Umani, in costante crescita.

L’esercito Batarian è molto schematico e semplicistico nella gerarchia di comando, e l’unico corpo speciale che possiede all’interno della formazione militare è l’Unità di Intervento Speciale. Tutto ciò che si sa della UIS è che il suo programma di formazione è brutale. Dopo che i mercenari dei

Sole Blu hanno assunto un gruppo di ex operatori UIS per gestire un campo di addestramento ad ambienti ostili sul pianeta Xetic nei Sistemi Terminus,  un’indagine da parte delle autorità di Illium nel campo ha rivelato come il tasso di mortalità fosse pari al 18% delle reclute; questo non è bastato a far desistere i Sole Blu dal portare avanti il progetto, in ogni caso.

Autore:

Videogiocatore dalla tenera età di 5 anni, golgoth ha creato RPG Italia mentre studiava medicina. Finiti i tempi da studente continua ancora a seguire con passione la propria creatura, divertendosi, da buon nostalgico dei tempi che furono, a rigiocare periodicamente vecchie glorie del passato quali Monkey Island o Magic Carpet, senza disdegnare i titoli più recenti (soprattutto RPG, ovviamente).
This site uses XenWord.
Vai alla barra degli strumenti