EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

ARC 2016-11-27T11:24:48+02:00

ARC

 

Pistola pesante sviluppata dall’Ammiraglio Quarian Daro’Xen durante la guerra con i Geth del 2186, la pistola ARC è essenzialmente un proiettore ad arco miniaturizzato che richiede soltanto l’uso di clip termiche.
La pistola ARC utilizza una laser invisibile per ionizzare l’aria e creare un passaggio per una scarica elettrica ad alto amperaggio.
Ogni colpo può essere caricato per ottenere effetti ancora più letali, ma così facendo si consumano molte munizioni.

 

Pro

La pistola ARC è un’arma molto versatile, essa è in grado di caricare i suoi colpi per renderli più distruttivi, oppure scaricare dei proiettili ionizzati in rapida successione sul nemico.
La cadenza di fuoco della pistola ARC è pari alla velocità con cui si preme il grilletto.
Di solito, alla massima cadenza di fuoco, una clip termica viene svuotata in quattro secondi e tutte le munizioni in appena venticinque secondi. Un ottimo volume di fuoco molto utile in situazioni di combattimento ravvicinato.
L’estrazione della clip termica esaurita è velocissima, in questo modo si ottiene una cadenza di fuoco pressoché costante.
La precisione della ARC è ottima, ad ampio raggio, se si mira con calma e attenzione si potrà colpire un bersaglio anche ai 40 metri di distanza.
La precisione migliora ulteriormente se si usa l’arma da un riparo, inoltre il forte rinculo prodotto dalla detonazione dell’arma ad ogni colpo viene smorzato.
La pistola ARC ha una buona capienza, a clip termica si possono sparare circa 16 proiettili prima che si esaurisca, le munizioni totali si aggirano attorno ai 100 colpi, più che sufficienti per scontri a fuoco mediamente impegnativi.

 

Contro

Anche se l’ARC ha un ottimo potenziale distruttivo per mostrarlo in tutta la sua devastazione l’arma deve essere caricata quando la parte superiore spigiona scintille, solo allora si avrà il massimo danno possibile, capace di far saltare la testa ad un nemico provvisto di scudi.
Tutto ciò purtroppo si svolge in soli tre secondi buoni, in cui non si può rispondere al fuoco nemico e vengono consumati tre proiettili invece di uno ad ogni sparo, tuttavia anche in fase di caricamento si possono usare i poteri.
Se invece si sparano i proiettili ionizzati senza alcuna ricarica, i colpi non faranno che un graffio al nemico che viene colpito. Esempio: per abbattere un Soldato Collettore occorrono all’incirca una decina di colpi andati a segno, con la difficoltà di gioco più bassa.
Inoltre l’arma presenta un forte rinculo ad ogni colpo sparato, che farà alzare il mirino in verticale, quindi dopo ogni colpo si è costretti a ricalibrare la mira per poi ripremere il grilletto.
Il peso della pistola ARC è discreto, di certo non è la più pesante della sua categoria ma neanche la più leggera, e se la si vuole utilizzare da biotico si deve rinunciare ad una velocissima ricarica dei poteri, anche se non eccessivamente.

  • Apparizioni: ME3
  • Luoghi in cui può essere trovato: In ME3, donata a Shepard da Tali appena entrati nella corazzata Geth nella missione “Priorità: Dreadnought Geth”.
  • Classificazione: rara (Oro)
Avatar
Videogiocatore dalla tenera età di 5 anni, golgoth ha creato RPG Italia mentre studiava medicina. Finiti i tempi da studente continua ancora a seguire con passione la propria creatura, divertendosi, da buon nostalgico dei tempi che furono, a rigiocare periodicamente vecchie glorie del passato quali Monkey Island o Magic Carpet, senza disdegnare i titoli più recenti (soprattutto RPG, ovviamente).