EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Orlais 2016-11-27T11:24:37+00:00

OrlaisFondato dall’imperatore Kordillus Drakon, l’Impero Orlesiano o più semplicemente Orlais, è una delle più potenti nazioni del Thedas. La capitale dell’impero è Val Royeaux conosciuta anche come il centro di potere della Chiesa e dimora della Divina. Tra i suoi illustri governanti si annoverano l’imperatore Reville e l’imperatore Florian. Orlais giunse a conquistare il Ferelden nell’anno beato 8:44, per poi esser successivamente respinto prima dell’inizio dell’Era del Drago da Re Maric Theirin.

 

CULTURA E SOCIETÀ

 
Ambiziosa e ricca, Orlais è la nazione umana più potente dell’intero Thedas. Sotto il suo attuale sovrano, l’imperatrice Celene I, Orlais possiede una grande aristocrazia conosciuta per la propria cultura e stravaganza. Celene condivide il sogno espansionista del fondatore di Orlais, Kordilius Drakon, il quale voleva estendere la nazione fino ai limiti ultimi del continente.
 
Un’altra importante caratteristica dell’aristocrazia è la sua propensione per l’alta moda, spesso emulata da altre culture come Nevarra e le Free Marches. Sia gli uomini che le donne usano cosmetici di vario tipo pur con sottili differenze che ne indicano la posizione sociale. In pubblico sono inclini ad indossare maschere molto elaborate. Queste maschere sono ereditarie e identificano le famiglie grazie al cimiero (pennacchio) che hanno sulla cresta. Val Royeaux vanta l’università di Orlais: un importante centro di apprendimento che attira giovani nobili da tutto il Thedas.
 
L’Università è un’istituzione relativamente moderna, nella quale vige un aspro scontro tra idee liberali e conservatrici. La società aristocratica è viziosa nonché contrassegnata da servile invidia per i più potenti tra il loro rango. I Bardi spesso intrattengono i nobili nelle loro corti nonostante abbiano altri ruoli come ad esempio quello di spie, assassini o sabotatori.
 
I nobili accolgono tali animatori con la piena consapevolezza che chiunque di loro potrebbe essere un bardo; il brivido che scaturisce da tale consapevolezza è una cosa alla quale l’aristocrazia Orlesiana non sa resistere.
 
Esistono alcuni personaggi piuttosto importanti, come ad esempio Meghren, il quale durante lo “Stolen Throne” venne conosciuto per l’importazione di molti dei suoi prodotti Orlesiani, come ad esempio le maschere nella corte reale o i mobili Orlesiani. Non mancano le festività: Summerday è una di queste, e viene celebrata all’inizio dell’estate come tempo di gioia e di matrimoni, con ragazzi e ragazze pronti vestirsi con tuniche bianche e toghe. Si uniscono poi ad una grande processione che attraversa l’insediamento verso la Chiesa locale, dove ad essi vengono insegnate le responsabilità della vita adulta. Summerday è una festività particolarmente sacra e celebrata all’inizio di Molioris (5° mese dell’anno).

POLITICA

 
In Orlais, terra posseduta esclusivamente dall’aristocrazia, il potere spetta esclusivamente all’Imperatore o Imperatrice, così come anche in molte monarchie del Thedas nelle quali il potere discende direttamente dal trono, a differenza del Ferelden, il cui potere deriva dal sostegno dei proprietari terrieri.
 
Molti nobili Orlesiani appartengono al suo rinomato ordine cavallereschi dei Chevaliers (per l’appunto: i Cavalieri). L’addestramento marziale dei Chevaliers è leggendariamente molto duro, fonte instillatrice nei cavalieri di una feroce disciplina e di un codice d’onore che ha la precedenza sul valore della propria vita. La pena per il disonore è la morte. I Cavalieri sono onorati da molti e sono considerati tra i migliori nelle schiera dei soldati. Possiedono inoltre diritti illimitati quando si tratta di gestire la massa contadina, la quale è fonte di molti conflitti.
 
Durante gli anni che portarono la guerra tra i Maghi e Templari, molti nobili Orlesiani iniziarono a pensare di poter riconquistare il Ferelden. Questa propensione all’azione era pienamente contro la volontà dell’Imperatrice Celene, la quale fece quanto in suo potere per poter mantenere la pace e il ferreo controllo sui suoi nobili.
 

“The Game”

 
Il “The Game” è una competizione che comporta la variazione dei rapporti di forza tra i nobili Orlesiani. Ogni Orlesiano di nobile nascita è soggetto alla manipolazione dei propri coetanei. L’unica via d’uscita pare essere la seguente: unirsi alla Chiesa (o ad organizzazioni affiliate come ad esempio l’ordine dei Templari e il Circolo dei Maghi). Molto tempo prima che l’Imperatore Kordillus Drakon stabilisse il primo impero Orlesiano, la nobiltà locale possedeva un intricato sistema di titoli.
 
Con l’instabilità civile causata dalla loro brutale lotta per il raggiungimento dei gradi di nobiltà più alti, Drakon abolì tutti i titoli tranne quelli di Imperatore, Signore e Signora. Lontano dall’abolire il “The Game”, Drakon decise di spostare l’attenzione sulla possibilità di permettere ai propri nobili, di ottenere titoli di prestigio, come ad esempio i patronati e i legami familiari.
 
Gli obiettivi del gioco sono: il raggiungimento del patronato, l’ottenimento di reputazione e prestigio personale. Le regole sono semplici: tutto è permesso. Il successo è raggiunto per mezzo dello spargimento di pettegolezzi, i quali tra scandali, insinuazioni, corruzioni e cospirazioni sono usati per avanzare a scapito dei giocatori meno abili. Quando i mezzi più “leali” non sono sufficienti, i nobili impiegano assassini prezzolati.
 
Tra i più grandi premi messi in palio per il gioco, intorno all’anno 09.37 dell’era del Drago, vi fu il favore della vedova nobile Lady Mantillon, amante del defunto imperatore Florian. Musica, maschere, cosmetici e balli sono i capisaldi della società nobile Orlesiana, così come i balli in maschera diventano naturalmente gli ideali campi di battaglia del “gioco”(“The Game”).
 
Entrambi gli alleati e i nemici, tradizionalmente, vengono invitati a tali eventi i quali hanno dato successivamente origine all’istituto dei Bardi: musicisti viaggiatori anche addestrati in spionaggio, furto e assassinio. Duellare con loro è una delle emozioni più importanti del “Gioco” che i nobili Bardi accolgono a braccia aperte, anche  quando sono sospettate cattive intenzioni. Il controllo di questi agenti ed il loro affitto è una parte importante del “Gioco”.
 

CURIOSITÀ

 
Orlais è una nazione vagamente basata sulla cultura presente nella Francia del periodo pre-moderno (possiamo notare come il nome Orlais richiami Orléans). Vista più da vicino, tuttavia, si tratta di una probabile evocazione dell’Inghilterra Normanna.
 
E anche interessante notare che alcuni toponimi della lingua Orlesiana includano parole francesi. Inoltre, i personaggi Orlesiani parlano con un accento francese, e i loro cavalieri sono indicati come Chevaliers. Orlais una volta si chiamava Arles. Il nome è stato cambiato in quanto Arles è una vera e propria città presente in Francia.
 
Leliana nata e cresciuta nell’impero Orlesiano, si considera una Fereldiana in quanto sua madre proveniva da Denerim. Tuttavia, durante il gioco, ricorda spesso la differenza tra le scarpe alla moda di Orlais e gli stivali robusti del Ferelden. Nel pacchetto espansione intitolato Awakening, se il giocatore sceglie di non importare un qualsiasi personaggio precedente del gioco base, si ha la possibilità di giocare come nuovo Custode Grigio, il quale proviene da Orlais.
 
 
This site uses XenWord.
Vai alla barra degli strumenti