EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Varric Tethras 2016-11-27T11:24:36+00:00
  • 994

    Varric Tethras

“C’è del potere nelle storie, tuttavia… Ecco tutta la storia: i migliori racconti. Quelli che durano. Potrebbe anche essere il mio.”

varric_thetras

La famiglia Tethras faceva parte della nobile casta di Orzammar, fino a quando il padre di Varric fu colto a truccare delle prove. Tale fu la disgrazia e il pericolo per la loro famiglia che i suoi familiari non ebbero altra scelta che partire per la superficie. A differenza di suo fratello, Varric è nato a Kirkwall e non ha alcun sentimento di fedeltà e di amore verso Orzammar, la cui conoscenza è in gran parte di seconda mano. Lui è un principe mercante tra i nani di superficie.
Varric è il “birbante” di casa Tethras. Egli è il figlio più giovane della famiglia, mentre suo fratello è a capo dell’azienda familiare. All’esterno, egli è visto come il pigro fratello minore che trascorre il suo tempo nelle taverne, raccontando storie strampalate mentre la gente compra alcolici da lui. Il suo vero lavoro è quello di mantenere una “rete di spionaggio” con diversi contatti per affrontare i vari problemi, appartenendo una famiglia affiliata alla Gilda Mercantile dei Nani.

Arma Personale

Varric ha una balestra personale che chiama “Bianca”. Bianca ha un calcio di legno intagliato con decorazioni in ottone, così come una baionetta retrattile che scivola fuori da una fessura nella parte anteriore. Varric è l’unico compagno che non può equipaggiare armi differenti. Quando gli venne chiesto circa la storia di come Bianca abbia preso il suo nome, lui rispose che si trattava di una ragazza e di una promessa, e che questa è l’unica storia che non potrebbe mai raccontare. Egli ha inserito questa storia in una canzone, ma non la canta mai se non durante la battaglia nella quale canticchia la melodia.

Coinvolgimenti

Dragon Age 2: “Ci sono uomini che abbracciano il destino. Questi sono quelli che cambiano il mondo per sempre.” – Flemeth.

Spoiler:

Varric incontra per la prima volta Hawke un anno dopo che questi è arrivato a Kirkwall, nelle strade della Città Alta, dopo che il fratello Bartrand, rifiuta la richiesta di Hawke di potersi unire alla sua spedizione nelle Vie Profonde. Il futuro Campione viene derubato da un ladro a cui poi spara Varric agganciandolo alla parete di un muro con un dardo della sua balestra “Bianca”. Varric restituisce i soldi di Hawke e avendo sentito parlare della ottima reputazione di Hawke per abilità, competenza e affidabilità, gli offre un posto sullo scavo come investitore socio. Per aiutare Hawke a guadagnare i soldi necessari, Varric richiede che Hawke gli parli privatamente nella taverna “L’uomo impiccato” , nella città bassa. Nella taverna Varric dice a Hawke che lo scavo non ha un percorso adatto per accedere nelle Vie Profonde e chiede quindi ad Hawke di ottenere aiuto da uno dei Custodi Grigi che Varric ha trovato in città.

Fin dall’inizio egli criticherà suo fratello, menzionando e descrivendo Bartrand come “difficile da prendere”. Nella missione “Terrori notturni” nell’Atto 2 dopo aver salvato Feynriel nell’ 1 Atto dal Circolo, alla fine metterà il suo orgoglio al primo posto e al di sopra di Hawke, anche se sono amici, quando Hawke salva Feynriel dal Demone dell’Orgoglio – a meno che Merrill o Fenris siano già nel Gruppo, in questo caso il Demone dell’Orgoglio tenterà uno di loro invece. In seguito, Varric farà ammenda per aver tradito Hawke nella missione “Le scuse di Varric” .

Nella missione “Tutto ciò che rimane” , Varric dopo il suo tradimento, si prende personalmente cura di DuPuis sparandogli un dardo alla gola e dicendo ad Hawke che tanto lui lo avrebbe ucciso ugualmente.

Durante la missione “L’ultima Goccia” Varric sarà alleato con Hawke, indipendentemente dal fatto che il giocatore supporti i Maghi o i Templari.

Alla fine del gioco Varric afferma che lui insieme ad Hawke e i compagni siano poi scomparsi nella Regione Selvaggia, dicendo che questa sia stata l’unica eccezione per tutti i compagni, inclusi Betany o Carver, costretti a lasciare Hawke e partire per le loro missioni . A eccezione di questi, come detto dal nano stesso, è un interesse di amore e affetto verso Hawke che lo spinge a restare ancora con lui/lei al momento.

Destino: Varric lascia Kirkwall con il Campione alla fine del gioco, tuttavia, torna più tardi. Cassandra Pentaghast, un Cercatore della Chiesa, raggiunge Kirkwall per interrogarlo per conto della Chiesa, credendo che Hawke sia l’unica speranza per fermare la guerra tra i Maghi e le Chiese. Varric le racconta in pieno la storia di Hawke, anche se egli esagera su alcuni dettagli. Alla fine dell’interrogatorio, Varric informa Cassandra che non sa dove sia Hawke, sebbene egli dubiti molto che il Campione sia morto. Cassandra lo ringrazia e gli permette di andarsene.

Amicizie e rivalità

Varric ama parlare e raccontare storie esagerate dell’eroismo di Hawke. Risolve i problemi e ne trae vantaggio attraverso la diplomazia, menzogne e ricatti, anche lui vi stupirà mentre il teppismo e l’assassinio lo lasciano freddo. Egli risponde anche bene agli scherzi, ai flirt, al sarcasmo e alla mite avidità. Sotto la sua lingua d’argento, tuttavia, egli è una persona di buon cuore e sa apprezzare Hawke che ha riguardo verso la sua famiglia ed è gentile con i Nani. Per guadagnare la rivalità con Varric, bisogna scegliere risposte aggressive che glorificano la violenza e il combattimento e mostrano una mancanza di interesse per le sue storie, la sua amicizia e il suo posto a Kirkwall.

Dragon Age: The Silent Grove : “Vi assicuro , la verità non è mai fuori portata.” — Yavana.

Spoiler:

In Dragon Age: The Silent Grove, Varric accompagna Isabela e Re Alistair nella città di Antiva dove essi si infiltrano nel quartier generale dei Corvi di Antiva. Varric disarma le trappole dentro prima che il trio si sia confrontato con il Principe Claudio Valisti. Tempo indietro, in un bordello, Varric discute con Alistair di quello che deve succedere prossimamente. Varric assiste nell’infiltrazione nella prigione di Velabanchel, aprendo le porte. Tuttavia, egli avverte erroneamente i Corvi di Antiva , causando un’enorme successiva battaglia. Dopo la fuga di Velabanchel, Varric discute ancora una volta delle intenzioni di Alistair. Egli accompagna i suoi compagni nelle Paludi Tellari, dove vengono attaccati da un Alto Drago, prima di incontrare Yavana, che calma la bestia. Dopo aver parlato con Yavana, il trio viene attaccato da Claudio Valisti e dai suoi uomini. Alistair permette di essere catturato e portato via in cambio delle vite di Varric e di Isabela . I due ritornano nel Silent Grove (Bosco silente) e Varric convince Yavana ad aiutarli per poter salvare Alistair. La strega fa un misterioso incantesimo a Varric e ad Isabela e quando Varric gli chiede cosa lei ci guadagnerà dall’affare questa gli risponde semplicemente che “farà la sua parte”. Varric salva poi Alistair dalle tempeste all’Accampamento di Valisti con Isabela.

Dragon Age: Those Who Speak : “Parasharra. Non vi sarà consentito di andarvene.”— Sten.

Spoiler:

In Dragon Age: Those Who Speak , Varric insieme ad Alistair e Isabela continuano la loro ricerca nel trovare il Magister Aureliane Tito, maestro di Claudio Valisti. Raggiungono una città nell’Impero Tevinter dove Titus dovrebbe presentarsi. Varric ha un amica: il Magister Maevaris Tilani, che è la vedova del cugino di Varric, Thorold. Lei aiuta Varric e i suoi compagni chiedendo a Lord Devon di mantenere la nave di Isabela fuori registro.

Quando Titus si presentò finalmente nella sfera, Alistair gli rivela la sua identità e inizia poi una rissa mentre Tito scappa lasciando indietro i suoi servi. Varric, inoltre, combatte a fianco di Maevaris. Quando la rissa finisce, Isabela riuscì a catturare vivo uno degli uomini di Titus che avevano inseguito la nave pirata. Varric lo interroga lo convince a riverargli che Titus è a Seheron.

Tuttavia quando la nave stava navigando verso la roccaforte dei Magister, appaiono due corazzate Qunari e inizia una breve lotta; Alistair, Varric e Isabela insieme con l’equipaggio vengono catturati e inviati in un campo di guerra Qunari denominato Akhaaz. Alistair e Varric vengon rinchiusi nella stessa stanza, chiusa a chiave, e dopo tre settimane una guardia Qunari li raggiunge con l’ordine di seguirli fino dall’Arishok. Alla fine scoprirono che Sten è il nuovo Arishok e che sono stati catturati perché Sten ha ritenuto che Alistair fosse stato stolto a cercare di seguire Titus nella sua tana; Varric concorda con la decisione di Sten.

Quando Isabela riusce a fuggire dalla sua cella, prima libera Alistair e Varric e poi il suo equipaggio. Alistair e Varric si fecero poi strada fuori dalla prigione, solo per incontrare Sten all’uscita che teneva in mano un enorme maglio. Dopo una breve discussione, Sten li attaccò e poiché Varric non aveva la sua “Bianca” con lui per assisterli in modo efficace, la lotta si concluse in un duello tra Alistair e Sten. Varric, cercò poi di tornare indietro e di trovare un’altra via d’uscita ma, non appena aprì la porta per entrare nella prigione , trovò nuovamente un gran numero di guardie Qunari in attesa. Astutamente gli disse che il loro Arishok era in un duello d’onore con Alistair così che sia Varric che le guardie iniziarono invece a guardare il duello.

Quando Alistair sconfisse Sten, si rifiutò di ucciderlo e lo invitò ad aiutarlo nella sua ricerca contro il loro nemico comune, il Magister Titus. Sten accettò l’invito del Re del Ferelden così che Isabela, tornata sulla sua nave pirata con il suo equipaggio e con Alistair e Varric iniziarono poi la navigazione verso la roccaforte di Titus nel Seheron, accompagnati da Sten e da due corazzate Qunari.

Dragon Age: Until We Sleep : “Succhia-sangue avvoltoi, sognando dei giorni migliori…” — Maevaris Tilani.

Spoiler:

In Dragon Age: Until We Sleep , i Qunari assaltano Ath Velanis sotto il comando del loro nuovo Arishok, guidati da Alistair e Isabela per confrontarsi con Aurelian Titus. Nel frattempo, Varric si inflitrò inosservato nella fortezza in cerca di Theirin Maric. Mentre era li egli liberò Maevaris Tilani che era stato preso prigioniero e torturato da Tito. Li dirige al laboratorio, dove ritrova Re Maric collegato al Magrallen: un dispositivo nefasto che usa il suo sangue e lo devia usarlo nella per la Magia del Sangue. Varric tenta di rilasciare Maric sparando uno dei suoi dardi nella Magrallen, ma l’instabilità causata provoca l’aggeggio e li fa finire nell’Oblio lui e gli altri suoi compagni.

Quando Varric si risveglia trova se stesso accanto ad una femmina nana chiamata Bianca che gli da il benvenuto nella sua stanza da letto. Lei gli dice che ha trovato un capitano disposto ad attraversare la Gilda e a portarli entrambi via . A quanto pare sia Bianca e Varric erano in fuga dalla “Gilda” e lei stessa è stata la progettista della balestra di Varric, che all’epoca non era ancora chiamata Bianca e che aveva lo scopo di farli diventare entrambi ricchi. Varric e Bianca non riuscirono no a fuggire e Varric si accorse che la Bianca con cui stava parlando era solo un’illusione dell’Oblio.
Consapevole che lo spirito di Bianca non era vero e quello che aveva amato era già stato perduto tanto tempo fa, Varric fù in grado di andarsene. Varric viaggiò attraverso l’Oblio per trovare Maevaris, Isabela e Alistair, i quali erano stati tentati dalle illusioni di questo luogo di perdizione. Essi si riunirono con Re Maric nell’Oblio e insieme riuscirono ad uccidere Titus Aurelian. Varric si ricongiunse con Alistair e Isabela per attaccare Titus e distrarlo abbastanza a lungo per consentire a Maevaris e Maric di ucciderlo. Dopo la fuga dall’Oblio, Varric si risveglia in laboratorio ed è presente quando Alistair frantuma il Magrallen, uccidendo Maric. In seguito Isabela chiede a Varric se Alistair aveva preso la decisione giusta, al quale egli rispose che non sapeva.

This site uses XenWord.
Vai alla barra degli strumenti