EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Wynne 2016-11-27T11:24:33+00:00

Wynne è un’incantatrice anziana del Circolo dei Maghi del Ferelden e una dei possibili compagni del Custode in Dragon Age: Origins.

 

Antefatto

Wynne ha servito il Circolo per la maggior parte della sua vita, è una maga profondamente rispettata per il suo forte senso del dovere. Durante la sua vita, ha creduto con tutto il cuore in quello che il Circolo rappresenta, un’organizzazione dedita allo studio della magia con il compito di salvaguardare gli apprendisti aiutandoli ad imparare a controllare il loro dono.

La paura innata della magia nasce da innumerevoli incomprensioni ma Wynne ha sempre raccomandato agli allievi di non dimenticare che la paura è una di esse. La magia, durante il corso della storia, ha portato innumerevoli benefici all’umanità anche se con il rischio di possessioni sempre dietro l’angolo.

Gli altri incantatori hanno sempre avuto una così alta opinione di Wynne che già le chiesero di ricoprire la posizione di Primo Incantatore del Circolo. Lei però rifiutò, dicendo di non aver desiderio di ricoprire una carica ai vertici del Circolo.
Quando la notizia della chiamata alle armi di Re Cailan per la battaglia di Ostagar raggiunse il Circolo, Wynne decise di partire prontamente come volontaria per dar supporto al Re.

Wynne già dalla nascita dava segni di essere una guaritrice spirituale, durante la sua infanzia, lei ricorda di aver sempre avuto uno spirito che vegliava su di lei; in seguito, se il Custode scopre il vero motivo della presenza di tale spirito, l’incantatrice gli confesserà che egli non è altro che uno Spirito della Fede, uno degli spiriti benevoli che abitano l’Oblio.

In uno scambio di battute con Leliana, Wynne dichiara di aver due decenni in più della giovane ragazza, giacché Leliana è abbastanza giovane si presuppone che l’età dell’incantatrice si aggiri intorno ai 50 anni.

Wynne ha ammesso, durante il corso dell’avventura, che di tanto in tanto cercava la “compagnia” di altri maghi e che ebbe un figlio fuori dal matrimonio con un templare del Circolo. Secondo il suo parere, il bambino è stato portato via dalla Chiesa mentre lei era troppo debole per fermarli.

 

Dragon Age: OriginsWynne

Il Custode può incontrare Wynne al campo militare di Ostagar vicino alle tende del Circolo, si può avere con lei un dialogo molto limitato.
Il vero incontro, con la possibilità di reclutamento, si avrà alla Torre del Circolo, dove un’invasione di demoni l’ha costretta a sigillare magicamente alcune sezioni della torre. Il Custode potrà allora convincere Wynne a riaprire le porte consentendole di unirsi all’azione oppure ucciderla.
Se Morrigan sarà nel gruppo quando il Custode incontrerà Wynne, diverse scelte di dialogo errate precluderanno l’accesso alla Torre da parte di Wynne con conseguente attacco di quest’ultima. Dopo che la situazione del Circolo dei Maghi è stata risolta lei offrirà il suo appoggio per la causa del Custode, nel caso quest’ultimo rifiutasse lei rimarrà nella sala d’entrata della torre, pronta ad essere reclutata in qualsiasi momento.
Durante gli eventi del Circolo, Wynne spiegherà ciò che è accaduto: al suo ritorno dalla sconfitta della battaglia di Ostagar, Wynne scoprì che uno dei suoi colleghi incantatori, Uldred, aveva quasi convinto il Circolo ad allearsi con Loghain in cambio di maggiore libertà dalla Chiesa. Wynne informò il primo incantatore Irving del tradimento di Loghain e il Circolo revocò il sostegno ad Uldred.
Wynne tuttavia non era presente quando, in una semplice riunione, Uldred scatenò i demoni nel Circolo. Irving le ordinò di tenere il maggior numero di maghi in sicurezza.

Una volta membro del gruppo, se si vogliono ottenere punti approvazione da Wynne, bisognerà intraprendere azioni moralmente giuste e altruiste.
Se il Custode si ritrova coinvolto in una relazione con Alistair, Leliana, Zevran o Morrigan, Wynne esprimerà la sua preoccupazione affermando che una relazione è pericolosa nel corso della missione e non vuol vedere il protagonista soffrire, ll Custode, secondo lei, dovrà anteporre il dovere a tutto. Tuttavia, dopo che un determinato grado di approvazione sia in lei che nel partner sarà raggiunto, l’incantatrice si ricrederà cedendo la sua posizione intransigente.

Dopo che l’approvazione di Wynne sarà abbastanza elevata si verificherà un incontro casuale sulla mappa dove lei cadrà momentaneamente in battaglia e quando recupererà le forze rivelerà una particolare “condizione di salute”. La verità è che durante la battaglia iniziale nella Torre del Circolo fu uccisa da un abominio ma riportata in vita da uno Spirito dell’Oblio che la sorveglia fin da quando è nata, lei si riconosce in un abominio che vive solamente per aiutare il Custode a sconfiggere la Prole Oscura.

Quando Wynne confesserà al Custode la sua condizione, egli avrà la possibilità di farle ulteriori domande così scoprendo che l’incantatrice ha un forte rammarico per un particolare apprendista chiamato Aineirin. Lei crede che, dopo la sua fuga dal Circolo, i templari lo catturarono e imprigionarono. Il motivo della sua fuga lei lo fa ricadere proprio su Wynne, dato che era molto dura con l’apprendista.
Si scoprirà infine che Aneirin è vivo e vegeto, è che vive nella Foresta di Brecilian vicino all’accampamento Dalish, proprio come da apprendista aveva sognato. I rapporti tra Aneirin e Wynne saranno risanati e lui le regalerà un amuleto molto potente, Wynne da quel momento in poi si dimostrerà profondamente riconoscente al Custode.

 

Dragon Age: Origins – Awakening

Se Wynne è sopravvissuta agli eventi di Origins, apparirà al di fuori della Chiesa di Amaranthine. Il Comandante Custode apprenderà che il Collegio dei Maghi si sta riunendo a Cumberland in Nevarra per discutere il desiderio di staccarsi dalla Chiesa.

 

Dragon Age: Asunder

Mentre i rinforzi dei templari arrivarono a Kirkwall per sopprimere ulteriormente la rivolta del Circolo locale, le notizie dei maghi fuggiaschi si diffusero negli altri Circoli. Alcuni di questi, indignati che i templari di Kirkwall abbiano invocato il Diritto di Annullamento per giustificare la morte di un intero Circolo per i reati commessi da un apostata, si ribellarono. In risposta, l’Ordine templare limitò ulteriormente le liberta dei maghi con una presa tirannica del potere.
Nonostante queste rivolte, il Collegio dei Maghi riuniti a Cumberland per l’ultima volta prima di essere sciolto, votò contro la separazione dalla Chiesa promossa dalla Grande Incantatrice Fiona, tuttavia molti della fazione più indipendenti continuarono ad incoraggiare i maghi a ribellarsi.

Wynne, agendo su ordine della Divina Justinia V, e con l’aiuto del figlio allontanato Rhys, il suo amico Adrian e il Comandante templare Evangeline si recò alla Fortezza Adamant per salvare la sua amica Pharamond: una maga sottoposta alla Calma diventata paradossalmente un abominio. Liberandola dall’abominio Wynne scoprì che i maghi della fortezza erano riusciti a trovare un modo per invertire il rito della Calma.
Presentando queste informazioni prima alla Divina ma inviandole preventivamente anche ai Circoli, la stessa Divina concluse che un Concilio doveva essere tenuto, per discutere i risultati di Pharamond sul rituale della Calma. Il Concilio ebbe luogo alla Guglia Bianca con undici dei quindici primi incantatori, la Grande Incantatrice Fiona, Wynne e Adrian. A fronte dei risultati di Pharamond, la Grande Incantatrice ripropose la separazione dei Circoli dalla Chiesa e proprio prima della votazione finale il Lord Cercatore Lambert irruppe nella Concilio avvertendo i maghi che Pharamond era stata assassinata e il coltello insanguinato trovato negli alloggi di Rhys; il tutto fu un maldestro tentativo di sciogliere il Concilio preventivamente ma gli incantatori, sospettando che Rhys fosse stato incastrato, decisero di non sciogliere il Concilio e di continuare l’Assemblea. A quel punto il Lord Cercatore ordinò ai suoi uomini l’attacco.
Molti dei primi incantatori furono uccisi e la maggior parte furono imprigionati, tra cui Rhys. Solo Wynne e il Comandante Templare Evangeline riuscirono a fuggire. Con l’intento di salvare i maghi imprigionati, Wynne insieme a Shale e Leliana (mandata dalla Divina in persona) si diresse alla Guglia Bianca.

Wynne, Evangeline e Shale riuscirono a distruggere i filatteri contenuti nel caveau della Guglia Bianca mentre Leliana si occupò di portare in salvo i prigionieri. In un eco di ribellione così come a Kirkwall altri maghi si ribellarono ai templari, provocando un massacro.

Nel bel mezzo dello scontro con il Lord Cercatore Lambert, Evangeline perse la vita e Wynne decise di trasferire il suo spirito nell’amica sacrificando la propria vita. Le ceneri di Wynne furono sepolte sotto un antico albero di Andoral su suggerimento di Leliana. Suo figlio Rhys assunse la vecchia posizione di sua madre come portavoce per gli Aequitari, decidendo di portare avanti gli ideali nobili di Wynne.

This site uses XenWord.
Vai alla barra degli strumenti