EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Clavicus Vile 2017-04-29T00:25:34+00:00

Clavicus Vile concede poteri ed esaudisce i desideri di chi lo invoca o stringe patti con lui. La data di convocazione di Clavicus Vile è il 1 ° Morning Star ma può anche essere convocato nel suo santuario dietro corresponsione di 500 monete d’oro.

Ha un aspetto gioviale e giovanile ma è dotato di un paio di piccole corna luciferine. Il suo hobby è collezionare anime di mortali. E’ sempre stato visto in compagnia di una strana creatura di nome Barbas che forse è il suo animale di compagnia, forse un suo avatar, forse una parte di lui. Barbas è un mutaforma ma di solito si presenta con le sembianze di un cane.

Ecco uno dei modi in cui si può mostrare il bizzarro “cane” di Clavicus Vile (“TES Adventures: Redguard)

 

Clavicus Vile ha la pessima abitudine di intromettersi negli affari dei mortali e di usarli per i suoi scopi. C’è chi sostiene che abbia aiutato Jagar Tharn ad impossessarsi subdolamente del trono imperiale. Pare anche che sia stato lui a concedere all’Ordine dei Vampiri di Cyrodiil la capacità di “mascherarsi” come comuni mortali (quando ben nutriti) e di sopportare la luce del giorno.

Non tutti i suoi intrighi hanno finalità malvagie: è capitato anche che premiasse degli eroi che avevano eliminato delle minacce dal mondo.

Un interessante artefatto collegato a Clavicus Vile è la “Bittercup” la quale, una volta raccolta, chiederà se si vuole bere il suo nettare. In caso affermativo, l’attributo più alto del giocatore verrà aumentato di venti punti a scapito del più basso che verrà ridotto della stessa quantità.

La Bittercup in “TES III: Morrowind”

La “Feyfolken è una penna incantata che Clavicus Vile donò a uno scriba. L’oggetto gli avrebbe portato grandi vantaggi a patto che non se ne fosse mai allontanato. Quando questo successe, Clavicus si riprese la penna e, con l’occasione, anche l’anima dello scriba. Questo piccolo episodio chiarisce abbastanza bene il suo “stile”.

Ma il più famoso degli artefatti a lui collegati è la “Maschera di Clavicus Vile”. Chi porta la Maschera ha maggiori probabilità di ottenere risposte positive in quanto aumenta di molto la personalità.

Ma perché venne creata la Maschera? Si dice che la nobildonna Avalea in gioventù fosse stata sfigurata da un servo. Disperata stipulò un patto scellerato con Clavicus Vile (di cui si ignorano i termini). Con la Maschera la donna acquisì una straordinaria personalità tanto che un ricco Barone, pur non avendola mai vista in volto, le chiese di sposarlo. Avalea rimase incinta la prima notte di nozze ma il mattino dopo il matrimonio Clavicus Vile si riprese la Maschera. Quando il barone vide le vere sembianze della donna la cacciò di casa. Ventun’anni dopo la figlia di Avalea vendicò la madre uccidendo il Barone.

Nell’anno 896 della Seconda Era, Cyrus (il protagonista di “The Elder Scrolls Adventures: Redguard) raggiunse il Piano del nostro Principe Daedra nel corso della sua ricerca disperata per recuperare l’anima della sorella Iszara.

L’ameno Piano di Clavicus Vile in “TES Adventures: Redguard

Per riuscirci aveva dovuto utilizzare il Libro Negromantico di N’Gasta e compiere un complesso rituale. Clavicus Vile però gli pose un ambiguo enigma che il nostro Eroe, naturalmente, risolse (pena il “game over”).

Clavicus Vile in “TES Adventures: Redguard”

Nel 410 della Terza Era la Maschera arrivò nelle mani dell’Eroe di Daggerfall dopo aver ucciso alcuni Lupi Mannari su incarico del Principe Daedra.

Clavicus Vile in “TES II: Daggerfall”

Intorno all’anno 430 della Terza Era, a Dagon Fel (nell’isola di VVanderfell) fa la sua comparsa un tremendo negromante chiamato Sorkvild the Raven il quale era entrato in possesso della Maschera di Clavicus Vile. Sorkvild fu poi eliminato dal Nerevarine (l’Eroe di “The Elder Scrolls III: Morrowind).

La Maschera di Clavicus Vile in “TES III: Morrowind”

Nell’anno 433 della Terza Era, l’Eroe di Cyrodiil ricevette da Clavicus Vile la richiesta di trovare la mitica spada “Umbra” (di cui vi abbiamo parlato qui). Umbra ha il potere di catturare l’anima delle sue vittime ma, se si usa a lungo, finisce per “possedere” chi la impugna.

Clavicus Vile in “TES IV: Oblivion”

Un aspetto bizzarro di quella quest è che Barbas segue l’Eroe e lo scongiura di disobbedire al suo “padrone”.

La Maschera di Clavicus Vile in “TES IV: Oblivion”

In epoca più recente, si dice che Umbriel”, l’enorme isola che viaggia nei cieli, sia stata formata con un pezzo del Piano di Clavicus Vile da Vuhon (ve ne abbiamo parlato qui).

In “The Elder Scrolls V: Skyrim”, l’Eroe dovrà uccidere molti Vampiri prima di raggiungere il Santuario del Principe Daedrico in fondo a un lungo dungeon e potrà scegliere il premio per la sua impresa dopo essere stato sottoposto a una difficile scelta.

Clavicus Vile in “TES V: Skyrim”

Autore:

Dopo la metà del cammin di sua vita si è reso conto di avere più passato che futuro, per cui si è messo a videogiocare come se non ci fosse un domani. Fan sfegatato di Black Isle e Bethesda, adora gli RPG di ogni tempo e tipo, le Avventure Grafiche e indulge anche in qualche Action e/o Survival. Ha studiato forsennatamente il Lore dei TES fino ad autoconvincersi, da perfetto incosciente, di saperne qualcosa. Detesta i chackponts, i giochi in prima persona e i simulatori di ogni tipo.