EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

  • Il mod multiplayer Skyrim Together potrebbe non uscire mai

Il mod multiplayer Skyrim Together potrebbe non uscire mai

Il dramma non si ferma con Skyrim Together, promettente mod multiplayer per Skyrim, che frutta ai suoi sviluppatori la bellezza di $18000 (circa 16000 €) al mese via Patreon. Il mese scorso sono stati accusati di aver rubato il codice dello SKSE, al che è seguita l’improvvisa rimozione della beta, ammettendo che buona parte del loro codice proveniva in effetti dello SKSE e che si stanno dando da fare per rimuoverlo.

In seguito al silenzio stampa, molti utenti si sono chiesti che fine avesse fatto il progetto, al che lo sviluppatore Maxgriot, che altri non è che Yamashi (il quale ha dovuto cambiare nickname dopo essere stato bannato da varie community a cause di episodi simili) ha risposto (in una serie di messaggi puntualmente cancellati) che loro “non devono niente alla comunità”. Salvo i 16000 € al mese che ricevono s’intende. Giusto per rincarare la dose, ha anche affermato che il team non sta sviluppando Skyrim Together per la comunità, e che “è stata così tossica che abbiamo anche pensato di dire ‘vaffanculo’ ed abbandonare, oppure continuare ma non rilasciare niente al pubblico.” Quello stesso pubblico che dona quasi duecentomila Euro all’anno.

Peccato perché il mod prometteva bene. Se siete in vena di qualche The Elder Scrolls in multiplayer e non vi piacciono i MMORPG, potete sempre provare TES3MP per Morrowind.

2019-04-27T00:56:24+02:00

Autore:

Mesenzio

Giocatore sin dai tempi in cui a stupire era la grafica di Alone in the Dark, tra un videogioco e l’altro si occupa delle recensioni su RPG Italia. Quando non gioca per piacere trova il modo di farlo per lavoro, insegnando storia del design con Assassin’s Creed II e cercando scuse accademiche per usare videogiochi un po’ ovunque, dagli ospedali alle università.

6 Commenti

  1. Avatar
    agg4361 27 Aprile 2019, 19:20

    Oh be, questa si che è bella… sinceramente non saprei se avranno il coraggio di arrivare a tanto, vedremo.

  2. Avatar
    The Void 28 Aprile 2019, 15:18

    Io vedo la cosa da un altro lato. Il codice di SKSE è un codice proveniente da un tool gratuito, fatto per mod gratuite.

    Personalmente non vedo il problema se dei modders usano delle risorse gratuite anche se sviluppate da altre per poter avere codice utile allo sviluppo di una loro mods, anche se questa frutta delle entrate via Patreon.

    Questa mentalità tirchia e balorda dei modders che si comportano come se fossero avidi manager miliardari non la appoggerò mai.

  3. Mesenzio
    Mesenzio 28 Aprile 2019, 18:31
    The Void

    Questa mentalità tirchia e balorda dei modders che si comportano come se fossero avidi manager miliardari non la appoggerò mai.

    La situazione qui è diversa, il problema scaturisce dal fatto che Yamashi ha usato il loro codice senza dirlo e senza autorizzazione per farci soldi, per questo quelli di SKSE si sono incazzati. Il fatto che una cosa sia gratuita non vuol dire che uno ci possa fare quello che gli pare. Senza contare che avevano addirittura specificato già anni fa nella loro licenza che nessuno del team Skyrim Online poteva usarlo in seguito a numerose violazioni.

  4. Avatar
    The Void 30 Aprile 2019, 19:51
    Mesenzio

    La situazione qui è diversa, il problema scaturisce dal fatto che Yamashi ha usato il loro codice senza dirlo e senza autorizzazione per farci soldi, per questo quelli di SKSE si sono incazzati. Il fatto che una cosa sia gratuita non vuol dire che uno ci possa fare quello che gli pare. Senza contare che avevano addirittura specificato già anni fa nella loro licenza che nessuno del team Skyrim Online poteva usarlo in seguito a numerose violazioni.

    Come sopra detto se un codice è gratuito e non registrato come un marchio a pagamento e soggetto a copyright legalmente può essere preso, anche se poi ci fai soldi sul patreon, l'avvisare è solo una cortesia, che può non essere contemplata. Onestamente poi quelli di SKSE hanno sempre avuto la puzza sotto il naso, ancora ricordo i primi tempi che era uscita la SE di Skyrim dove alcuni modders avevano reso disponibili la SKYUI perfettamente funzionante utilizzando una piccola parte di codice e dimostrando che queste mod potevano funzionare anche autonomamente e senza SKSE da scaricare a parte. Il giorno dopo avevano già costretto nexus a rimuoverle, perchè volevano forzare la gente ad usare di forza SKSE anche se non necessario, costringendo tutti ad aspettare settimane per aspettare le versioni che funzionassero con SKSE.

    Io sono stato tra i pochi fortunati a scaricare velocemente la versione skyui 100% funzionante senza SKSE, e posso confermare che funziona tutto e senza limitazioni. E qui si parlava di mods gratuite, la scusa dei SKSE che scassano per i soldi è totalmente falsa, scassano a priori anche se è gratuito.

  5. Mesenzio
    Mesenzio 30 Aprile 2019, 22:37
    The Void

    soggetto a copyright legalmente

    Tecnicamente qualsiasi cosa tu faccia è automaticamente soggetta a copyright (per colpa della Disney), e quando rilasci una cosa online, anche gratuitamente, questa è soggetta alle condizioni che il creatore impone. Se quelli di SKSE hanno voglia di fare i precisini e non autorizzano ad usare neanche una riga del loro codice, questo è nel loro diritto: loro rilasciano il loro programma alle loro condizioni. Che poi questo possa anche essere una rottura di palle come nel caso di SkiUI siamo d'accordo.

  6. Avatar
    Seret 17 Agosto 2019, 17:02

    Giocare a Skyrim in multiplayer ora si può.
    L'argomento era già stato trattato da un ' articolo di Mesenzio ad aprile:

    https://www.rpgitalia.net/skyrim/159475-il-mod-multiplayer-skyrim-together-potrebbe-non-uscire-mai/

    Ci sono delle novità e sembra essere funzionante.
    Qui trovate il sito ufficiale :

    https://skyrim-together.com/

    Qui trovate il tutorial :

    Qui la pagina ufficiale nel forum di Steam :

    https://steamcommunity.com/groups/SkyrimTogetherOfficial

    Ed infine un video sul gameplay :

Commenta

This site uses XenWord.
Vai alla barra degli strumenti