EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

  • Tamriel Rebuilt: la più grande mod The Elder Scrolls ad oggi esistente

Tamriel Rebuilt: la più grande mod The Elder Scrolls ad oggi esistente

Tamriel Rebuilt è la più grande mod mai creata per un gioco The Elder Scrolls, nonché uno dei più grandi e storici progetti di modding nella storia del videogioco di ruolo in toto.
Ma di cosa si tratta esattamente? Scopriamolo insieme.

Old Ebonheart, una delle più grandi città presenti nella mod.

Tamriel Rebuilt (a volte scritto semplicemente TR) nasce nel 2001 come un progetto di modding estremamente ambizioso, volto ad espandere considerevolmente il mondo di gioco di TES III: Morrowind.
Alcuni fan storici della saga erano rimasti un po’ delusi dalla notizia secondo cui Bethesda avrebbe deciso di implementare, per insufficienza di tempo e risorse, “solo” l’isola di Vvardenfell nel terzo capitolo della loro saga fantasy. TES III: Morrowind, infatti, a dispetto del nome, non è ambientato nell’omonima provincia nella sua interezza, ma si limita all’isola di Vvardenfell, escludendo completamente la terraferma circostante.

L’intento iniziale, come il nome stesso della mod suggerisce, era quello di ricostruire l’intero continente di Tamriel (appunto Tamriel Rebuilt, ovvero Tamriel ricostruita), come in TES I: Arena. Tuttavia, col trascorrere del tempo, gli autori si resero che sarebbe stata un’impresa quasi impossibile, quindi il progetto venne diviso in due parti: Tamriel Rebuilt (TR), che avrebbe ricreato la gigantesca terraferma di Morrowind, e Project Tamriel (PT), che a sua volta è diviso in due ulteriori progetti, ovvero Skyrim Home of the Nords e Province Cyrodiil, volti entrambi a ricreare le corrispettive regioni di Tamriel secondo il lore e lo stile di TES III. Ma di questi due ulteriori progetti parleremo più approfonditamente in un’altra occasione.

Mappa completa di Morrowind, compresa l’immensa terraferma. Notate le dimensioni relativamente piccole di Vvardenfell, al confronto.

Il progetto Tamriel Rebuilt va avanti da più di 20 anni e, nonostante molte tribolazioni soprattutto negli anni iniziali, continua ancora ad oggi a procedere incessantemente, grazie alla passione di una community veramente florida e grazie anche ad una nuova età dell’oro che il modding di Morrowind sta vivendo negli ultimi anni, probabilmente una creatività e un entusiasmo collettivi rinnovati anche da OpenMW.

Sebbene ancora molto lontano dall’essere un progetto finito, TR ad oggi offre circa metà della terraferma di Morrowind, interamente giocabile. E se questo può sembrarvi poco, per mettere le cose sotto la giusta prospettiva, vi basti sapere che tale regione ha una grandezza, sia in termini di estensione del territorio che in numero di quest, maggiore di tutto TES IV: Oblivion!
Avete capito bene. La terraferma completata ad oggi (contenuta nel file TR_Mainland.esm) è più grande di tutta la Cyrodiil di Bethesda e conta ben 360 quest. TR_Mainland offre infatti tutto il territorio orientale della terraferma (prevalentemente sotto il controllo dei Telvanni) fino ad Old Ebonheart (un’immensa città Imperiale) e fino alla regione Aanthirin, l’ultima ad oggi rilasciata, esattamente a sud-ovest di Old Ebonheart.

Uno scorcio dell’ultima regione ad oggi completata, Aanthirin.

Inoltre, chi volesse esplorare anche la costa occidentale nonché gli altri territori “in via di sviluppo” più a sud, può installare anche il file TR_Preview.esp, che permette di visitare tutti questi luoghi a fini puramente “turistici”, vale a dire che, essendo ancora in una fase precoce della produzione, chiaramente deficitano di contenuti di gioco veri e propri (NPCs, interni, quest, ecc.).

Mappe che mostrano rispettivamente le aree di TR_Mainland (completate) e TR_Preview (in development).

Se tutto ciò non bastasse a farvi venire voglia di reinstallare Morrowind e installarvi Tamriel Rebuilt, sappiate inoltre che è disponibile anche una traduzione italiana: un nostro utente di RPG Italia, pony08, ha realizzato infatti da solo l’impresa di tradurre questa titanica mod, che consta di decine di migliaia di stringhe!
Insomma, non avete più scuse per non giocarla. È gratis, è grande quanto un gioco intero e ora parla anche la lingua di Dante.

La città di Andothren, una delle aree “work in progress” che prenderanno vita nel prossimo grande aggiornamento.

Ovviamente nel tempo nuove regioni verranno rilasciate ed entreranno a far parte di TR_Mainland ed esse sono già attualmente in lavorazione. Chiunque volesse contribuire a far sì che il progetto vada avanti più velocemente, può aiutare a realizzare i contenuti rimasti, entrando a far parte del team di modder. A tal proposito, trovate tutte le informazioni necessarie qui.
Per scaricare gratuitamente la mod invece, andate qui.

COMMENTA NEL FORUM

2022-05-24T14:31:49+02:00
Noto anche come Varil sul web, sono un videogiocatore sin dalla tenera età di 5 anni, quando giocavo sul PC di mio zio a Commander Keen, Doom, Wolfenstein, Bio Menace, Major Stryker e altri titoli MS-DOS. Sono amante di vari generi, ma i miei preferiti sono i giochi di ruolo, le avventure grafiche punta e clicca, gli stealth, gli immersive sim e gli fps. Sono anche un grande appassionato della cultura del modding, anche quello più datato e "underground". Altrettanta passione la nutro anche per le traduzioni amatoriali di videogiochi. Ho tradotto numerose immense mod grandi come espansioni realizzate per Skyrim, Morrowind, Gothic 2 e vari altri titoli. Insieme a Gianxs sono l'autore della traduzione italiana automatica mediante DeepL che ha permesso finalmente di poter giocare Disco Elysium nella lingua di Dante. Ho realizzato inoltre diverse guide all'installazione di capolavori storici del videogame come Ultima VII e Ultima Underworld, con spiegazioni dettagliate su come moddarli e applicarvi le corrispettive storiche traduzioni amatoriali. Infine pubblico regolarmente anche libri di Lore della saga The Elder Scrolls nel thread "Libri di Lore dimenticati", qui, sul forum di rpgitalia. Trovate invece qui tutte le mie traduzioni e le mie mod: https://www.nexusmods.com/users/47793888?tab=user+files