EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

  • Enderal

    Enderal: The Shards of the Order, la traduzione entra in closed beta

Enderal: The Shards of the Order, la traduzione entra in closed beta

Poco fa, con un post nel nostro sito, il nostro amico Chantalion ha annunciato il rilascio della versione “closed beta” della straordinaria total conversion di Skyrim, ossia “Enderal: The Shards of the Order”.

Si tratta della più recente fatica del team SureAI, già autore di “Nehrim”, la total conversion di Oblivion che fu universalmente definita “quello che Oblivion avrebbe dovuto essere”. Questa volta SureAI ha superato se stessa.

Per chi ancora non lo sapesse, Enderal, pur utilizzando il motore e i comandi di Skyrim, è un enorme ed epico Action RPG del tutto nuovo, con un’ambientazione diversa e indipendente dal gioco base. Nuova lore, nuove musiche, una main quest lunghissima ed estremamente avvincente, una miriade di sub interessanti e intrecciate al plot principale, una componente ruolistica di singolare profondità.

Anche la veste grafica e tecnica segna un enorme passo avanti rispetto al gioco originale e infatti i requisiti di sistema sono un po’ più alti. Un’altra singolarità è che il gioco è totalmente gratuito anche se fa mangiare la polvere alla maggior parte dei Tripla A più recenti.

Già l’inizio è un colpo basso: uno splendido paesaggio rurale, trafitto dai sontuosi raggi solari di un’alba sfolgorante, si tramuta improvvisamente in un raccapricciante incubo. Destabilizzante.

Ovviamente non aggiungerò altro per non spoilerare salvo che, immediatamente dopo, verremo scaraventati nel vero incipit del gioco che presenta forti somiglianze con quello, leggendario, di Morrowind. D’altra parte, non per niente in rete si leggono spesso gli elogi intessuti alle opere di SureAI da parte di detrattori di Bethesda.

Il team di traduzione è composto da Chantalion (coordinatore), Puxxup, Mob2 e alfx, tutti amici che già conosciamo per le altre loro importanti realizzazioni e che sono l’assoluta garanzia di un lavoro impeccabile e a livelli di alta professionalità.

Ricordiamo che la versione ora rilasciata è una “closed beta”, ossia una versione “preliminare”, già completamente fruibile ma con ancora qualche incompletezza e che ancora necessita di una revisione per correggere eventuali sviste o frasi ancora in inglese.

Il numero di stringhe finora tradotte è comunque impressionante visto che si aggira intorno alle 40.000 e, a breve, è atteso anche un dlc.

Chantalion, con la sua nota pignoleria, ci spiega che, al momento: “la traduzione è ancora molto grezza e ampiamente migliorabile. Ci sono frasi errate per genere, per contesto, per posposizione di lettere, e qualche frase passata nel setaccio della traduzione automatica durante l’aggiornamento delle patch. L’obiettivo è scovarle e metterle a posto.”

Chi fosse intenzionato ad aiutare il team proponendo, con assoluta serietà, delle correzioni può farlo a questo indirizzo.

Per giocare a Enderal, oltre a una versione assolutamente vanilla e senza mod di Skyrim, è necessario scaricare la total conversion (compressa) e il launcher a questo indirizzo.

Il launcher provvederà alla lunga installazione, creando anche una cartella di backup di Skyrim e poi sarà necessario lanciare il download dell’update alla versione 1.2.2.1.

A questo punto manca solo la traduzione dei sottotitoli in italiano che va scaricata a questo indirizzo. Dopodiché basterà scompattare la cartella compressa sovrascrivendo tutto quando richiesto.

Quindi non vi resta che immergervi nelle meraviglie e nei misteri di Enderal dimenticando la vostra vita sociale. Enjoy!

COMMENTATE NEL FORUM

2017-11-22T13:58:23+01:00