EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Fallout New Vegas: Base Aeronautica Nellis 2016-11-27T11:23:59+02:00
  • 136951

    Fallout New Vegas: Base Aeronautica Nellis

Nellis era una vecchia base militare pre-guerra che con l’effetto della guerra divenne zona altamente irradiata e per questo nessuno vi si era mai insediato, fino all’arrivo dei Boomers, ex abitanti del Vault 34, i quali conoscevano le tecnologie necessarie per rendere la zona di nuovo vivibile. Le recinzioni di sicurezza originali, insieme ad altre tecnologie come le artiglierie e i missili a disposizione, fanno di questo luogo un bunker a cielo aperto che i Boomers difendono da ogni intrusione. Arrivare qui è per tutti un’impresa e se siamo capitati qui di passaggio è probabile che desistiamo, ma alcune missioni richiederanno comunque di accedervi, quindi entriamo.

Prima di arrivare alla Base troveremo la Baracca dei Fields, a sud ovest di Nellis, e lungo la strada che conduce a Nellis troveremo George, che ci sfiderà ad entrare e ad uscirne vivi. Se accettiamo la scommessa ci fornirà i dettagli del percorso, utile ad evitare la loro artiglieria e i loro missili.

Percorso Base Aeronautica di NellisDi fatto il percorso che George ci indica, è pressapoco questo qui sotto illustrato

Dal punto sicuro 1 dovremo correrre attraverso il punto 2 per arrivare al punto 3 e fermarci nell’angolo fino a quando non cessa la batteria di missili che ci stanno arrivando addosso.
Appena i colpi si fermano correre verso il punto 4 (proprio nella linea a sinistra di dove ci troviamo), saltare il muretto che si trova tra l’auto sfasciata e quello che era l’ingresso della casa, entrare dentro e mettersi di nuovo al riparo nell’angolo (punto 5);
aspettare di nuovo che i colpi cessino e uscire saltando da dove siamo entrati e dirigerci alla nostra destra, sotto la collinetta intravediamo subito la recinzione, correre a ridosso di questa farà terminare definitivamente i colpi.

A Nellis dovremo venirci per alcune missioni, ma sono tutte missioni che potremo fare una volta che abbiamo familiarizzato coi Boomers e fatto le loro missioni.
Come prima cosa sarebbe utile andare a parlare con Pearl, la Leader del gruppo, così come ci ha suggerito il Boomer al cancello.

Peral non si fiderà di noi, così come nessun altro qui a Nellis, e ci considera un Selvaggio alla stregua di qualunque altro abitante della Zona Contaminata, ma ha una buona sensazione, Pearl, e lascerà che siano le nostre azioni a parlare per noi. Quindi ci chiderà di aiutare la comunità.
Ci sono alcune persone utili allo scopo:

Argill, il medico, che troveremo in infermieria e che ha dei feriti all’interno, tutti curabili con la sola abilità Medicina, che varierà da 40 (per convincerlo a lasciarvi guardare i malati) per finire a 60. E così iniziamo a guadagnare un po’ di fiducia.

Raquel, che troveremo di guardia vicino al cancello principale, ci darà: “Formiche indisciplinate“. La centrale elettrica di Nellis è infatti diventata nido di formiche giganti, e dovremo distruggerle, volendo anche con l’aiuto di Loyal, il “vecchio” della base, che ci fornirà un generatore sonoro da inserire nel nido della formica regina. All’interno della sala generatori possiamo fare man bassa di tutto ciò che vi troveremo, tra cui un paio di tute boomers addosso ad un paio di cadaveri, tantissime munizioni, un paio di munizioni nucleari, per finire con il Lanciagranate Thumper, un’arma unica.
Torniamo da Raquel per la ricompensa e la reputazione.

Sopra la centrale dei generatori ci sono dei pannelli solari, parlando con Loyal, che potremo trovare o nell’hangar o nella sua abitazione, ci dirà che alcuni pannelli sono rotti, quindi possiamo aiutarlo semplicemente interagendo con i pannelli e l’abilità Riparazione di 65, in alternativa recarsi alla Helios One, all’esterno, e recuperare alcune parti dai pannelli li presenti da utilizzare per le riparazioni. Aprendo e chiudendo così la missione: Sunshine Boogie.

Jack, all’hangar, ha bisogno di rottami ferrosi, ogni rottame consegnato darà un po’ di reputazione.
Sempre Jack vi darà: “Giovani cuori“. “La rossa dei suoi sogni” lavora per la Crimson Caravan, ma dovremo chiedere il permesso a Pearl per poterla contattare. Dopodiché andare da Janet, alla Crimson Caravan, e parlarle di Jack, quindi tornare da Jack per trovare un modo sicuro e al riparo dai missili perché Janet possa entrare alla base; vi consegnerà una tuta Boomers, che porterete a Janet. Se Alice McLafferty è viva dovrete anche parlare con lei per ottenere la risoluzione del contratto di Janet, se l’avete uccisa questo passaggio non servirà. Janet partirà per la base e voi dovrete tornare a Nellis dopo qualche giorno (il tempo necessario a che Janet sia arrivata) e parlare di nuovo con Jack per chiudere la missione.

Al Museo di Nellis c’è un ragazzino, Pete, non sottovalutatelo, in quando è un grande conoscitore della storia dei Boomers e fonte di svariati punti esperienza ed altrettanta buona reputazione, rispondendo con le abilità adeguate a tutte le domande. Questa missione è utile per Veronica Santangelo e la sua missione personale. Non dimenticate di prendere la Palla di Neve qui al museo, sopra il tavolo a destra dell’ingresso.

Tutti i mini Boomers che troverete a Nellis possono darvi buon karma e reputazione regalando loro un giocattolo.
Una mini-boomer, Lindsay, sta cercando un orsacchiotto: Mister Cuddles, che troverete all’interno dell’hangar nascosto tra alcune casse.

Infine Pearl ci darà la missione conclusiva: “Volare
non necessariamente dopo aver finito tutte le altre, Pearl ci chiederà di andare a prendere la missione da Loyal quando la nostra reputazione sarà a Amato, quindi può verificarsi anche prima di aver fatto tutte le missioni.
Loyal dunque è quello che materialmente ci darà la missione, che prevede di andare a recuperare un B-29, un vecchio caccia bombardiere anteguerra che si trova nel fondo di Lake Mead; ci consegnerà un detonatore e due dispositivi di galleggiamento che dovremo applicare alle ali dell’aereo, così che una volta azionati l’areo possa risalire in superficie. Possiamo chiedere come fare per respirare sott’acqua… Loyal ci manderà da Jack, e Jack ci dirà che sta lavorando a un rebreather, ma ha qualche difficoltà tecnica; con Scienza 45 gli daremo i suggerimenti mancanti (in alternativa una pentola a pressione) e finalmente il rebreather, strumento che ci consentirà di respirare sott’acqua, sarà nostro per sempre. Quindi ora dovremo recarci al centro di Lake Mead, nel fondo, fino ad arrivare al bombardiere e individuare (si intravedono in trasparenza) le sagome per i galleggianti sotto le ali. Una volta posizionati tornare a riva, a Callville Bay, e sentiremo un rumore tipico delle mine: è il detonatore di Loyal che vi sta avvisando che siete nel posto giusto, equipaggiatelo come fosse un arma e sparate. I galleggianti si azioneranno e il caccia risalirà a galla.

Potrebbe essere un luogo pericoloso tutta questa zona, sia il lago che la costa, in quanto nella costa troveremo sia i Lakerluk sia i Cazadores, in acqua invece i Lakerluk che potrebbero anche decidere di seguirvi per un po’; prima del B-29 c’è anche La Piattaforma dello Sciacallo (in cui troveremo un libro abilità) gremita di Lakerluk che potrebbero seguirvi in acqua, niente di male se accade, il brutto è che loro dalla piattaforma possono colpirvi se siete in acqua, voi a loro no.
Tornando da Loyal terminerete la missione; missione indispensabile per poter poi fare alcune missioni relative alla trama principale.
Raul Tejada necessita di Loyal per poter fare la sua missione personale, se finirete Volare prima di aver fatto la missione di Raul: Ghoul di Vecchia scuola, Loyal scomparirà dalla mappa di gioco rendendo impossibile terminare la ricerca per Raul.

A Casa di Loyal troviamo un libro abilità.

Nellis è luogo di ricerca per la missione: “Ancora nel buio” della Confraternita d’Acciaio, a Hidden Valley.
E’ anche fonte di ricerca per la missione personale di Veronica Santangelo, oltre che di Raul Tejada.
Infine è quei che dovremo venire per le missioni della RNC, di House e di Yes Man per le missioni conlcuse del gioco.

Autore:

Avatar
Mi piace fare quello che mi pare e piace