EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

  • Tamriel Rebuilt: il punto della situazione

Tamriel Rebuilt: il punto della situazione

Recentemente vi ho parlato di Tamriel Rebuilt (la titanica mod per TES III: Morrowind che ha l’obiettivo di ricreare l’intera terraferma di Morrowind) e del suo progetto gemello Project Tamriel (che vuole ricreare l’intero continente di Tamriel, o almeno alcune sue province).
Se non avete letto i precedenti articoli, vi consigliamo di farlo per capire meglio di cosa si tratta: “Tamriel Rebuilt: la più grande mod TES ad oggi esistente” e “Perchè entusiasmarsi per Project Tamriel“.

Uno scorcio della regione Dominions of Dust.

Un futuro promettente

Oggi guardiamo, nello specifico, al futuro di Tamriel Rebuilt, ai contenuti che verranno, si spera, aggiunti nei prossimi anni.
Eccovi dunque la mappa delle prossime release di Tamriel Rebuilt secondo l’ordine dell’attuale roadmap.

Roadmap delle release ad oggi così programmate.

Come vedete la prima ampia fetta di territorio che diventerà parte di TR_Mainland (il file principale) sarà Dominions of Dust (1a), che conterrà un’area del versante occidentale con un’estensione paragonabile a metà di tutta Vvardenfell e aggiungerà 150 nuove quest, che porteranno il totale delle quest disponibili in Tamriel Rebuilt ad un impressionante numero: 500, più di Morrowind, Bloodmoon e Tribunal messi insieme!
Inoltre sembrerebbe esserci anche una piccola nuova isola ad est di Port Telvannis, il che è una piacevole ed interessante chicca.

Andothren, una grande città Hlaalu presente nella regione Dominions of Dust.

Successivamente verrà rilasciato Embers of Empire (1b), verosimilmente in tempi non troppo lunghi. Trattasi di un rework di Firewatch ed altri insediamenti Imperiali per renderli più lore-friendly, con forse anche qualche quest e qualche dungeon extra.

L’insediamento Imperiale di Firewatch espanso e migliorato, Embers of Empire.

Poi arriverà un pizzico della Thirr Valley, chiamato Coronati Basin (2a); in seguito dovrebbe arrivare un intero rework della regione Sundered Scar (2b) che verrà rimodellata e riempita di quest e dungeon per renderla più viva.
Molto più in là arriverà Narsis (3) che comprende l’intera regione intorno all’omonima città e la parte meridionale della Thirr Valley.

Narsis, estremo sud della terraferma. Screenshot di MOB2.

Ancora molto più in là dovrebbe arrivare l’enorme area di Othreleth Woods (4), a completare i territori della terraferma sotto l’influenza della Casata Hlaalu.
E decisamente molto più in là arriveranno altre aree, forse la costa nord-occidentale, essendo già modellata, a differenza delle aree rimanenti.

Scorcio della regione Othreleth Woods.

Non resta che aspettare… O contribuire al progetto.

Insomma, immagino che tutti noi vorremmo che queste aree fossero già pronte e complete, tuttavia ci vorranno realisticamente ancora molti anni prima di poter godere di tutto questo ben di Dio. Incrociamo le dita e speriamo che il progetto continui ad andare avanti agli stessi ritmi degli ultimi 6-7 anni.
Tuttavia qualora voleste cimentarvi nel contribuire allo sviluppo dell’opera, potreste anche decidere di entrare a far parte del team di modder, aiutando così ad accorciare i tempi che ci separano dalle prossime release. Potete infatti entrare in contatto con il team di Tamriel Rebuilt mediante il corrispettivo server Discord: qui. Altrettando vale anche per il team di Project Tamriel, per unirvi al loro server Discord vi basta cliccare qui.

Nel frattempo, vi consigliamo di giocare tutti i contenuti già attualmente disponibili per queste grandi mod, perchè anche per l’uscita della prima di queste release, Dominions of Dust, potrebbe essere necessario aspettare ancora molto e inoltre i contenuti attuali non sono affatto pochi! Questo ci teniamo a ribadirlo a tutti coloro che non provano tali mod, in attesa che esse “vengano completate al 100%”: non siate sciocchi! Vi perdete delle meraviglie videoludiche!

COMMENTA NEL FORUM

2022-05-28T12:42:06+02:00
Noto anche come Varil sul web, sono un videogiocatore sin dalla tenera età di 5 anni, quando giocavo sul PC di mio zio a Commander Keen, Doom, Wolfenstein, Bio Menace, Major Stryker e altri titoli MS-DOS. Sono amante di vari generi, ma i miei preferiti sono i giochi di ruolo, le avventure grafiche punta e clicca, gli stealth, gli immersive sim e gli fps. Sono anche un grande appassionato della cultura del modding, anche quello più datato e "underground". Altrettanta passione la nutro anche per le traduzioni amatoriali di videogiochi. Ho tradotto numerose immense mod grandi come espansioni realizzate per Skyrim, Morrowind, Gothic 2 e vari altri titoli. Insieme a Gianxs sono l'autore della traduzione italiana automatica mediante DeepL che ha permesso finalmente di poter giocare Disco Elysium nella lingua di Dante. Ho realizzato inoltre diverse guide all'installazione di capolavori storici del videogame come Ultima VII e Ultima Underworld, con spiegazioni dettagliate su come moddarli e applicarvi le corrispettive storiche traduzioni amatoriali. Infine pubblico regolarmente anche libri di Lore della saga The Elder Scrolls nel thread "Libri di Lore dimenticati", qui, sul forum di rpgitalia. Trovate invece qui tutte le mie traduzioni e le mie mod: https://www.nexusmods.com/users/47793888?tab=user+files