EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

  • PONG Quest la nuova reincarnazione del classico degli anni 70

PONG Quest la nuova reincarnazione del classico degli anni 70

Pubblicato nel 1972 per Atari, Pong viene ricordato come una pietra miliare nella storia dei videogiochi, in quanto fu uno dei primi titoli commercializzati e diffusi anche fra le mura domestiche. Il suo gameplay minimale, ma accativante e divertente, gli concesse una sorta di “immortalità”. Replicato in numerosi titoli e riproposto in altrettante varianti, ha avuto una diffusione su tutti i tipi di console esistenti, dalle console casalinghe ai PC performanti e arrivando fino agli smartphone.

Quella che vediamo oggi, è un’ennesima, ma particolarissima, rivisitazione del classico Atari, in chiave RPG. La meccanica base del gioco è la stessa dell’originale, ovvero una simulazione minimale del tennis da tavolo. In questa nuova versione l’opera si arricchisce con meccaniche da dungeon crawler, una trama, la possibilità di personalizzare il proprio personaggio, e con l’inserimento di elementi presi in prestito da altri classici Atari come Asteroids e Centipede. Oltre a questo è da menzionare la presenza di una modalità competitivà fino a 4 giocatori.

Un opera molto particolare e coraggiosa, che unisce insieme vari tipi di gameplay, e tenta di dare una nuova ondata di gloria, anche se indiretta, ad uno dei più vecchi e fedeli titoli che hanno accompagnato i videogiocatori di tutte le età nel corso della loro vita.

Reperibile su Steam in italiano al costo di: 12,49€, nonché su Switch, Xbox One e PlayStation 4.

COMMENTA NEL FORUM

2020-04-23T19:16:42+02:00