EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

  • Frontiers, un RPG in prima persona vecchio stile

Frontiers, un RPG in prima persona vecchio stile

Con l’arrivo del nuovo anno potete fare un tuffo nel passato con Frontiers, un RPG in prima persona ispirato ai classici degli anni novanta come Daggerfall.

Non manca nulla per i nostalgici dei tempi pre-schede 3D: pochi poligoni e pixel grossi come cocomeri. Come al solito per questo genere di progetti, non è presente la lingua italiana. Se foste interessati trovate Frontiers su Steam, e se la vostra sete antiquaria non fosse sedata potete sempre giocare direttamente alla versione unity di Daggerfall, o anche dare un’occhiata a Call of Saregnar.

2020-01-01T19:20:27+02:00

Autore:

Gabriele Aroni
Giocatore sin dai tempi in cui a stupire era la grafica di Alone in the Dark, tra un videogioco e l’altro si occupa delle recensioni su RPG Italia. Quando non gioca per piacere trova il modo di farlo per lavoro, insegnando storia del design con Assassin’s Creed II e cercando scuse accademiche per usare videogiochi un po’ ovunque, dagli ospedali alle università.