EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

  • Microsoft Studios

    Microsoft acquisisce Obsidian e inXile Entertainment

Microsoft acquisisce Obsidian e inXile Entertainment

Dopo diversi giorni in cui sono circolati i numerosi rumor, arriva la conferma ufficiale: Microsoft ha acquisito Obsidian Entertainment ed inXile Entertainment.

Come ben sappiamo, entrambi gli studio sono grandi creatori di videogiochi di ruolo, in particolare ricordiamo Obisidan per KOTOR 2, Neverwinter Nights 2, Fallout New Vegas, Alpha Protocol e Pillars of Eternity e inXile per The Bard’s Tale, The Bard’s Tale IVTorment: Tides of Numenera.

Vediamo nello specifico le parole di Microsoft: “I team di Obsidian e inXile si sono guadagnati una fama eccezionale per la propria capacità di creare giochi di ruolo profondi e coinvolgenti. Entrando nella famiglia dei Microsoft Studios, Obsidian e inXile potranno godere del sostegno e della libertà necessari per realizzare appieno le proprie ambizioni creative, sia rispetto ai franchising esistenti che a nuovi progetti. Gli studi proseguiranno la propria attività in autonomia, conferendo a Microsoft Studios i propri talenti unici, la competenza e le proprietà intellettuali, creando nuove esperienze RPG per i giocatori e i fan.”

Per l’occasione entrambi gli studio hanno pubblicato un video in merito alla loro acquisizione:

Obsidian ed inXile sono solo gli ultimi team ad unirsi alla squadra di Microsoft, che all’E3 aveva annunciato l’acquisizione di altre aziende come Ninja Theory, Compulsion Games, Undead Labs e Playground Games. A questo punto rimane da chiedersi su cosa ha intenzione di lavorare Microsoft.

Quali sono i vostri pareri in merito a questa scelta da parte di Microsoft?

2018-11-11T22:01:19+00:00

Autore:

La paura porta alla rabbia, la rabbia porta all'odio, l'odio porta alla sofferenza. La paura è la via per il Lato Oscuro... quello degli RPG. Da buon amante dei giochi di ruolo ricerco in essi una forma d'arte e, ovviamente, anche una forma d'intrattenimento. Passate al Lato Oscuro, abbiamo il Level Up!

47 Commenti

  1. alym 12 novembre 2018, 1:48

    Ripeto , spero di vedere almeno POE 2 su PS4…..

  2. baarzo 12 novembre 2018, 12:07
    Metallo

    Parlando di Obsidian ho letto in un articolo che ad oggi con POE2 hanno venduto 110k copie e si aspettavano di venderne 580k all' uscita.

    così poche??? ma becker esclusi spero. Poi dicono che non localizzano in ITA (non in questo caso) perchè compriamo in pochi… a quanto pare i pochi sono ovunque.

    Comunque credo che le vendite aumenteranno quando avranno rilasciato tutti i DLC, ormai molti si sono fatti furbi e aspettano il gioco completo prima di comprarlo

  3. CyberLies 12 novembre 2018, 12:49
    baarzo

    Poi dicono che non localizzano in IT

    Il problema è che se hanno venduto 110k in todos in Italia avrà venduto 110 senza k :emoji_laughing:

  4. baarzo 12 novembre 2018, 13:11
    CyberLies

    Il problema è che se hanno venduto 110k in todos in Italia avrà venduto 110 senza k :emoji_laughing:

    infatti io sto aspettando la goty prima di comprarlo…

  5. Metallo 12 novembre 2018, 14:32
    baarzo

    così poche??? ma becker esclusi spero.

    Si, 110k vendute da Maggio a Settembre, quelle a prezzo pieno in pratica. I backers sono esclusi, dato che con i backers finanziano il progetto, ma comunque dopo lo devono vendere e un margine delle spese, oltre che del guadagno soprattutto, lo calcolano lì.
    Nell' articolo dicono che Obsidian contava di venderne 580k… Un flop in piena regola.
    Peccato, eppure sembrava che con il crowdfounding certi problemi si potessere evitare e invece no. Sarebbe interessante approfondire il perchè questo meccanismo non funziona, o meglio ha funzionato bene all' inizio e ora non più.

    baarzo

    Comunque credo che le vendite aumenteranno quando avranno rilasciato tutti i DLC, ormai molti si sono fatti furbi e aspettano il gioco completo prima di comprarlo

    E fate bene. Io l' ho comprato e giocato appena uscito.
    Ho speso 50€ all' uscita e mi sono ritrovato un gioco con veramente pochi contenuti. I DLC probabilmente non li prenderò mai, se non con qualche offerta stratosferica. Poi per carità il gioco non è per niente male nel complesso, piacerà sicuramente a chi ha già giocato POE e chi ama la capacità di scrittura del team di Obsidian.
    Però c' è troppo poca carne sul fuoco, il mondo diviso in piccole isolette frammentate, qualsiasi cosa relativa alla nave, dalla gestione alle battaglie, assolutamente evitabile, traduzione fatta da cani. Per carità è giocabile, ma si vede che la traduzione è stata forzata. Almeno non l' hanno promessa per poi rimangiarsi la parola come qualcun' altro… lasciamo perdere, va.

    CyberLies

    Il problema è che se hanno venduto 110k in todos in Italia avrà venduto 110 senza k :emoji_laughing:

    Eh si… Io capisco chi continua a protestare a gran voce che esistiamo anche noi. Ma questa è la verità purtroppo. Già non è facile finanziare i progetti stessi, figuriamoci nella nostra lingua. Comunque è un discorso vecchio ormai… non apriamo vecchie ferite :emoji_cry:

  6. f5f9 13 novembre 2018, 22:27
    baarzo

    Comunque credo che le vendite aumenteranno quando avranno rilasciato tutti i DLC, ormai molti si sono fatti furbi e aspettano il gioco completo prima di comprarlo

    idem

    baarzo

    infatti io sto aspettando la goty prima di comprarlo…

    idem, l'ho giocato dopo il rilascio dei dlc e quando era finalmente patchato a dovere

    Metallo

    Peccato, eppure sembrava che con il crowdfounding certi problemi si potessere evitare e invece no. Sarebbe interessante approfondire il perchè questo meccanismo non funziona, o meglio ha funzionato bene all' inizio e ora non più.

    al solito: troppi "furbi" e/o incapaci improvvisati (chediolimaledica) hanno tradito i backers, incrinando gravemente l'entusiasmo per una piattaforma che faceva faville

  7. Metallo 13 novembre 2018, 23:52
    f5f9

    al solito: troppi "furbi" e/o incapaci improvvisati (chediolimaledica) hanno tradito i backers, incrinando gravemente l'entusiasmo per una piattaforma che faceva faville

    Un vero peccato. Sembrava fosse risolto il problema dell' assenza di investimenti in giochi di nicchia come gli RPG isometrici. Non so quanti ne siano usciti da quattro o cinque anni di titoli di un certo calibro, ma a quanto pare la magia è finita.
    Eccetto che per i Larian che sembrano aver fatto il botto sia con il primo che con il secondo DOS.

  8. CyberLies 14 novembre 2018, 12:58

    Vorrei capire perché però, chi gioca i gdr isometrici vuol dire che è appassionato, e la passione non si dissolve di punto in bianco con una folata di vento… Non capisco…

  9. -R- 15 novembre 2018, 0:53

    La passione centra poco … non odiatemi … mi sono addormentato 2 volte mentre giocavo a Torment tides of Numenera e ho faticato a finire il primo Pillars ( figurarsi che voglia ho di provare il 2).
    Probabilmente non sono stato l’unico… basta guardare sul forum, le discussioni dedicate a torment o a deadfire hanno poche pagine … un segno di quanto sono stati poco giocati

  10. mistero1982 17 novembre 2018, 21:14

    Personalmente ho goduto nel giocare sia al primo Pillars che al secondo. E’ la cosa più vicina a BG che esista di questi tempi. Per me oro colato. Detto questo vedo bene la fusione ma primo punto, gli studi dovranno mantenere la vena creativa che li contraddistingue, non vorrei che MS tirasse il freno a mano. Seconda cosa ma non meno importante speriamo che non tramonti il progetto Wasteland 3.

  11. Spades 23 novembre 2018, 14:09

    I big del settore, come ha scritto un utente prima, mirano tutti alle stesse cose. Non so fino a che punto si possa dire che uno sia meglio dell'altro: Microsoft ed EA vogliono entrambi creare un mondo di capre. Il fallimento di molti sviluppatori indipendenti dimostra che con le nicchie non si vende nemmeno per coprire i costi quindi queste ultime, secondo la filosofia dei colossi corporativi, vanno assorbite e fatte confluire nell'intrattenimento di massa. Microsoft vuole solo controllare il mercato e se il mercato degli rpg in isometrica vende male non gliene frega nulla di salvarlo: piuttosto tenderanno a diluirlo per trasformarlo in una nuova aggiunta a una visione unica di intrattenimento sempre più amorfa e senz'anima.

  12. Metallo 29 novembre 2018, 23:50
    Seret

    Sembra una buona notizia…..

    https://gaming.hwupgrade.it/news/videogames/microsoft-budget-illimitato-per-i-nuovi-studi_79396.html

    Beh… questa non me l' aspettavo. Direi che più buona di così non si può.
    Basta che poi non se ne escono hack n' slash e sparatutto. :emoji_sweat_smile:

  13. Mazisky 30 novembre 2018, 0:34

    Se ci pensate un risvolto molto positivo dell'acquisizione da parte di Microsoft c'è:

    Se non altro vedremo tutti i prossimi titoli localizzati in italiano al 100%.

  14. Cunny93 30 novembre 2018, 1:01
    Metallo

    Beh… questa non me l' aspettavo. Direi che più buona di così non si può.
    Basta che poi non se ne escono hack n' slash e sparatutto. :emoji_sweat_smile:

    Beh dai, se si pensa agli ultimi titoli Microsoft la situazione non è poi così grigia, CupHead e Sea of Thieves sono state due belle idee, la prima un ottima idea, la seconda un po meno, più che altro gestita malissimo nonostante il potenziale.

  15. f5f9 30 novembre 2018, 14:03
    Mazisky

    Se ci pensate un risvolto molto positivo dell'acquisizione da parte di Microsoft c'è:

    Se non altro vedremo tutti i prossimi titoli localizzati in italiano al 100%.

    this
    ma l'importante è che non releghino questi giochi solo su xbox e, soprattutto, nel loro orrendo store….

  16. Mazisky 30 novembre 2018, 14:09
    f5f9

    this
    ma l'importante è che non releghino questi giochi solo su xbox e, soprattutto, nel loro orrendo store….

    guarda, a quanto ho capito ormai Microsoft fa solo multipiatta xboxpc, quindi non ci sarà il problema.

  17. Cem 30 novembre 2018, 20:18

    La cosa che mi preoccupa è l'utilizzo dei videogiochi come esca per spingere (costringere) i giocatori a usare le loro piattaforme.
    A me è piaciuto molto State of Decay, ma il secondo capitolo non lo comprerò finché non lo troverò su GOG o su Steam (cioè mai).

    Ho mille piattaforme di cui ho già un account (Uplay, Origin, quella di Beamdog di cui non ricordo il nome, ecc…). Ho proprio il rifiuto di installare l'ennesima.

    Non è un discorso contro Microsoft: anche EA e Ubisoft li manderei volentieri a quel paese.

  18. Cunny93 30 novembre 2018, 20:28

    Purtroppo è il problema di videogiocare su pc, quello che invidio alle console è proprio il possedere una libreria all'interno del sistema operativo, inizialmente questa mancanza era riempita dal solo steam che pian piano è diventato un colosso, ma ahimè i grandi produttori hanno voluto dire la propria ed eccoci qui con una moltitudine di piattaforme installate…Sinceramente avere un Launcher per sviluppatore fa abbastanza ridere, se solo penso che, molto probabilmente, TES VI sarò costretto a giocarlo su Bethesda Launcher, sento già l'orticaria…

  19. Spades 30 novembre 2018, 20:59

    A me Steam da sui nervi come tutte le piattaforme e preferisco evitarlo quando posso. Nel comprare un gioco lo voglio con un installer indipendente da qualsivoglia client. Se il gioco è mio e l'ho pagato perché devo dipendere da una piattaforma del cavolo per poterne usufruire? Vogliono impormi di starmene nel loro recinto? Che si fottano. Poi il 98% e passa dei titoli che mi interessano sono in single player, da godere tranquillamente offline, quindi a che mi serve un client per giocarci?

  20. Cunny93 30 novembre 2018, 21:13

    Non dipendere da nessun client nel 2018? Beh auguri, io credo che siano a loro modo positivi, sono un ottima soluzione per chi come me preferisce il digitale ed avere una raccolta ordinata di titoli in una sola libreria, il problema è che stanno decisamente diventando troppi.

  21. Mesenzio
    Mesenzio 30 novembre 2018, 21:23
    Cunny93

    Non dipendere da nessun client nel 2018? Beh auguri, io credo che siano a loro modo positivi, sono un ottima soluzione per chi come me preferisce il digitale ed avere una raccolta ordinata di titoli in una sola libreria, il problema è che stanno decisamente diventando troppi.

    Il fatto è che si può avere una libreria digitale senza tutti i cavilli di Steam et similaria, come dimostra GOG.

  22. Spades 30 novembre 2018, 21:31

    GOG è apposto, salvo sconti non sempre eccelsi e maggiori problemi con l'italiano. Facessero tutti i client come quello non avrei nulla da ridire.
    Comunque a me nemmeno la libreria interessa più di tanto. Non ne ho certo bisogno per sapere cosa ho installato nell'hard disk; mi bastano le icone sul desktop. Le cose che posseggo me le ordino da sola e per farlo son sufficienti principi di organizzazione basilari applicabili da chiunque (credo). Se in futuro si vorrà andare avanti di soli client invasivi a mo' di serraglio digitale videoludico smetterò di giocare. Parola di scout girl.

  23. Cunny93 30 novembre 2018, 21:38
    Mesenzio

    Il fatto è che si può avere una libreria digitale senza tutti i cavilli di Steam et similaria, come dimostra GOG.

    Ammetto di non conoscere poi così bene GOG ma francamente non vedo poi tutta questa differenza, hai una libreria, hai un launcher…Quello è.

  24. Spades 30 novembre 2018, 21:52

    Io non ho nessun launcher di gog nel pc. Quando prendo da lì un gioco scarico il setup (drm free) e lo installo senza alcuna interdipendenza dal client. E' come il digital delivery dovrebbe essere: non un serraglio ma un semplice spazio dove vendere un prodotto senza vincolarti alla loro piattaforma.

  25. Cunny93 30 novembre 2018, 23:22
    Spades

    Io non ho nessun launcher di gog nel pc. Quando prendo da lì un gioco scarico il setup (drm free) e lo installo senza alcuna interdipendenza dal client. E' come il digital delivery dovrebbe essere: non un serraglio ma un semplice spazio dove vendere un prodotto senza vincolarti alla loro piattaforma.

    Lo trovo un po estremista come pensiero ma lo rispetto, a mio avviso i launcher hanno portato più vantaggi che svantaggi, vedi le raccolte , vedi i servizi di cloud per i salvataggi, la possibilità di aggiungere amici e creare gruppi. Non metto in dubbio che il tuo ragionamento sia giusto, con un minimo di organizzazione si vive anche senza ma sinceramente io non tornerei mai indietro, anche questo fa parte del progresso tecnologico, sarebbe un po come ostinarsi a lavare i panni a mano nonostante detersivi e lavatrici.

  26. Cem 30 novembre 2018, 23:54
    Cunny93

    Ammetto di non conoscere poi così bene GOG ma francamente non vedo poi tutta questa differenza, hai una libreria, hai un launcher…Quello è.

    GOG ha diverse importanti differenze con i concorrenti:

    1) Hai la possibilità di scaricare i giochi completamente DRM free direttamente dal browser e puoi installarli senza nessun client tra le scatole o tenerteli come copie di backup. Non è necessario installare GOG Galaxy per poter giocare a qualunque gioco in catalogo.

    2) Dovendo sottostare alle politiche di prezzo dei publisher (cambio euro dollaro 1:1) rimborsa agli acquirenti la differenza sotto forma di crediti spendibili per altri acquisti.
    Ad esempio, oggi è uscito X4: Foundations a 49.99 € su Steam e su GOG. Quest'ultimo ti restituisce 6,80 € come wallet founds.

    Edit.
    Dimenticavo:

    3) Durante determinati eventi, GOG ti dà la possibilità di riscattare a gratis alcuni titoli che hai sul tuo account Steam!!!

  27. Mesenzio
    Mesenzio 1 dicembre 2018, 0:14
    Cunny93

    vedi le raccolte , vedi i servizi di cloud per i salvataggi, la possibilità di aggiungere amici e creare gruppi

    Queste sono tutte cose che puoi fare anche su GOG, e senza drm.

  28. Cunny93 1 dicembre 2018, 0:17
    Mesenzio

    Queste sono tutte cose che puoi fare anche su GOG, e senza drm.

    Ma infatti non stavo giustificando Steam a discapito di GOG o qualsiasi altra piattaforma, esponevo semplicemtne quali sono secondo me i vantaggi di usare un launcher.

  29. Mesenzio
    Mesenzio 1 dicembre 2018, 0:30

    Ma il problema non è il launcher, è piuttosto il client e come viene usato. Con GOG te sei proprietario del materiale che scarichi e funziona indipendentemente da GOG. Una volta che hai scaricato l'installer, puoi installare il gioco dove vuoi, continuerà a funzionare ed installarsi anche se GOG chiudesse completamente. Con Steam sei sempre legato alla loro piattaforma.

  30. Lupercalex 2 dicembre 2018, 11:58
    Mazisky

    Se ci pensate un risvolto molto positivo dell'acquisizione da parte di Microsoft c'è:

    Se non altro vedremo tutti i prossimi titoli localizzati in italiano al 100%.

    Speriamo, mi sanguina ancora il cuore per Tyranny e Numenera (di Inxile però) in inglese. 🙁

  31. baarzo 3 dicembre 2018, 9:36
    Lupercalex

    Speriamo, mi sanguina ancora il cuore per Tyranny e Numenera (di Inxile però) in inglese. 🙁

    Tyranny è in fase di traduzione anche se procede molto lentamente, perchè sono in pochi a tradurre. (il team di BOP italia)

  32. Lupercalex 3 dicembre 2018, 10:04
    baarzo

    Tyranny è in fase di traduzione anche se procede molto lentamente, perchè sono in pochi a tradurre. (il team di BOP italia)

    Sì lo so 😉 , non mi perdo un loro video di aggiornamento da due anni..tra l'altro tra un po' rilasceranno una beta, anche se da quanto ho letto hanno tradotto più o meno solo un quarto dei testi.

  33. f5f9 4 dicembre 2018, 13:39
    Mazisky

    guarda, a quanto ho capito ormai Microsoft fa solo multipiatta xboxpc, quindi non ci sarà il problema.

    sì e no
    da non possessore di xbox mi brucia ancora l'ultimo gear (per pc solo nel loro store) e il pessimo servizio che hanno fatto a i remedy con quantum breack (che è poi finito su steam dopo il tempo massimo)
    stessa sorte per il povero recore

    Mesenzio

    Queste sono tutte cose che puoi fare anche su GOG, e senza drm.

    sì, ma anche GOG si sta un po' "steamizzando" con galaxy…

  34. Mesenzio
    Mesenzio 4 dicembre 2018, 15:14
    f5f9

    sì, ma anche GOG si sta un po' "steamizzando" con galaxy…

    Eh no, la differenza grossa è che Galaxy è esclusivamente un'interfaccia. Puoi benissimo installare il gioco da Galaxy e poi far partire l'eseguibile senza usare Galaxy. Ti offre quei servizi in più come i salvataggi online, screenshot e cazzate varie, ma il succo non cambia, il gioco non è legato a Galaxy o GOG in alcun modo.

  35. Cunny93 4 dicembre 2018, 17:55

    Resta il fatto che, purtroppo o per fortuna, non tutti i titoli sono presenti su GOG, anche se a dire il vero ho notato una netta crescita del catalogo nel corso degli anni.

  36. Mesenzio
    Mesenzio 4 dicembre 2018, 20:34

    Sì, purtroppo. Ed alcuni anche se ci sono non sono in italiano, benché esista una traduzione.

  37. baarzo 4 dicembre 2018, 22:05
    Cunny93

    Resta il fatto che, purtroppo o per fortuna, non tutti i titoli sono presenti su GOG, anche se a dire il vero ho notato una netta crescita del catalogo nel corso degli anni.

    perchè su GOG ci sono solo giochi DRM free, quindi una esigua parte

  38. Spades 5 dicembre 2018, 4:07

    Sbaglio o il DRM è stato praticamente inventato da Microsoft? A ogni modo esigua parte o no, se un gioco non è DRM free ho deciso di non acquistarlo per principio e questo varrà anche per le future produzioni Obsidian. Non sopporto l'invasività di queste tecniche di controllo: voglio utilizzare liberamente quello che compro e farne il backup come mi pare.

  39. Cunny93 5 dicembre 2018, 19:24

    Va detto però che tutto ciò ha contribuito a combattere la pirateria, perché diciamocelo, fino a qualche anno fa era puro Far West, e soprattutto ha portato ad un notevole calo dei prezzi.

  40. Spades 5 dicembre 2018, 20:35

    Sarà anche vero che è stato efficace contro la pirateria ma fino a che punto è tutto da dimostrare: The Witcher 3 è disponibile DRM free eppure ha venduto lo stesso oltre 10 milioni di copie.
    Sarebbe miope comunque non accorgersi che la difesa del diritto d'autore assieme al bisogno di sicurezza vengono spesso addotti come pretesti per controllarci sempre meglio e il vero scopo è la centralizzazione dei medium così da renderci eterodiretti e farci girare tutti in una stessa monorotaia corporativa.

  41. Mesenzio
    Mesenzio 5 dicembre 2018, 21:17
    Cunny93

    Va detto però che tutto ciò ha contribuito a combattere la pirateria, perché diciamocelo, fino a qualche anno fa era puro Far West, e soprattutto ha portato ad un notevole calo dei prezzi.

    A dir la verità è stato il contrario, è il calo dei prezzi che ha combattuto la pirateria. E le console, quelle sì, dove è più difficile usare materiale pirata. Come dice Spades, The Witcher è l'esempio lampante di come i DRM servano a poco.

  42. Cunny93 5 dicembre 2018, 22:56
    Mesenzio

    The Witcher è l'esempio lampante di come i DRM servano a poco.

    The Witcher è comunque un gioco del 2015, fosse uscito soltanto che cinque anni prima credo che la situazione sarebbe stata differente, personalmente ho cominciato a percepire un calo drastico della pirateria proprio grazie all'espansione di Steam che, pur vendendo giochi a prezzo pieno, si è sempre contraddistinto per ottimi sconti…Ovviamente, come hai già detto, i sistemi sempre più chiusi delle console hanno fatto il resto.
    Poi ovvio, esempi come The Witcher e GOG in generale dimostrano che con il tempo la mentalità dell'utenza sia cambiata e di conseguenza cambierà anche il mercato.

  43. baarzo 6 dicembre 2018, 9:18
    Spades

    Sarà anche vero che è stato efficace contro la pirateria ma fino a che punto è tutto da dimostrare: The Witcher 3 è disponibile DRM free eppure ha venduto lo stesso oltre 10 milioni di copie.
    Sarebbe miope comunque non accorgersi che la difesa del diritto d'autore assieme al bisogno di sicurezza vengono spesso addotti come pretesti per controllarci sempre meglio e il vero scopo è la centralizzazione dei medium così da renderci eterodiretti e farci girare tutti in una stessa monorotaia corporativa.

    Credo che The Witcher sia stato molto venduto anche per fiducia verso la SH, più che per la pirateria, oggi la gente guarda anche a questo.

    Piccolo OT: a meno che tu non sia un agente segreto del mossad o affini, dubito che a qualcuno interessi quello che stai facendo e l'unico controllo che hai su quello che fai e a livello di marketing gestito da degli script, se ti va bene ok, se non ti va bene taglia la linea telefonica

  44. Spades 6 dicembre 2018, 15:34
    baarzo

    a meno che tu non sia un agente segreto del mossad o affini, dubito che a qualcuno interessi quello che stai facendo

    La digitalizzazione forzata della società in cui vivo è un fenomeno evidente e il digitale è in mano ai colossi corporativi. Tu parli di livello di marketing, ma a che livello si è ridotto il mondo umano se non a quello di marketing? Come disse un premio nobel per l'economia di cui non ricordo il nome: "Chi controlla tutti i mezzi stabilisce tutti i fini." E la forma mentis di massa si adatta lasciandosi plasmare a un pensiero standard e pilotare senza bisogno di ordini dittatoriali (anzi, tutto all'opposto, dato che il dittatore è una persona facilmente identificabile mentre qui invece abbiamo la diffusione delle responsabilità spalmate nell'area impalpabile del digitale). Oggi i più dicono "raccolgano su di me tutti i dati che vogliono, mi sorveglino pure se occorre, tanto non ho niente da nascondere". Un domani potrebbe degenerare in "censurino pure tutto quello che vogliono, tanto non ho niente da dire, niente da pensare, niente da nascondere perché non ho niente a cui oppormi." Così l'essere umano sarà ridotto a uno stupido automa convinto che all'infuori del recinto, dell'oasi artificiale costruitagli attorno dalle multinazionali non esista niente. E verrà chiamato progresso. Se già gli automatismi di Windows 10 sugli aggiornamenti e altre funzioni mi sembrano insopportabili immagino già i Sistemi Operativi del futuro che ci tratteranno come se fossimo loro ospiti e non i loro proprietari.

  45. Mesenzio
    Mesenzio 6 dicembre 2018, 18:29
    baarzo

    Credo che The Witcher sia stato molto venduto anche per fiducia verso la SH, più che per la pirateria, oggi la gente guarda anche a questo.

    Sì, decisamente uno si sentirebbe più in colpa a piratare roba di CD Projekt, che dimostra fiducia verso i propri clienti, che di EA.

  46. f5f9 6 dicembre 2018, 20:29

    appunto, CDP più che una sh è un oggetto di culto incondizionato [​IMG]

Commenta

This site uses XenWord.
Vai alla barra degli strumenti