EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

  • A cosa giocate questo fine settimana? 12/08/2017

A cosa giocate questo fine settimana? 12/08/2017

Vacanze & Videogiochi, il connubio perfetto!

Mesenzio: Homeworld 1 è passato abbastanza in fretta, una caratteristica che apprezzo sempre di più in un gioco, ed è sempre bello come un tempo. Adesso ho iniziato il secondo, che mi sembra un po’ difficile e complesso, una caratteristica che apprezzo sempre di meno, sebbene ci sia poco da lamentarsi. Era molto tempo che non giocavo ad uno strategico, e Homeworld non ha perso niente del suo smalto. Tra l’altro il remaster è fatto benissimo, fedele all’originale ma con tutti gli abbellimenti della moderna tecnologia. È sempre bello giocare ad un gioco come ci si ricordava, invece di vedere quanto è invecchiato.

Darth Vader: sto continuando a giocare a Warframe, ci sono così tante armi ed armature che non so da dove iniziare. Devo ancora capire a fondo tutte le meccaniche, però sto iniziando a capire la maggior parte dei concetti. Inoltre ho ripreso in mano Judgment Apocalypse Survival Simulation in occasione del nuovo aggiornamento pubblicato e anche per rilasciare una nuova versione della traduzione italiana realizzata da me.

Myriamel: ho completato The Walking Dead: A New Frontier. La formula è la classica Telltale, ma c’è un discreto passo avanti dal punto di vista grafico e tecnico. Inoltre, se la maggior parte delle scelte resta più o meno illusoria, qualche eccezione c’è: il destino di un personaggio è davvero nelle mani del giocatore e il finale dipende dalle decisioni compiute nell’intero corso della serie. E Clementine è sempre meravigliosa, mi auguro che torni ad essere protagonista nella prossima stagione. Ora sono agli inizi di Quantum Break, che si annuncia piuttosto interessante.

f5f9: dopo la full immersion nella più vieta tamarraggine (Devil may Cry 4), sono ripiombato nell’impegno più profondo con “Hellblade, Senua’s sacrifice”. Certamente opera di altissimo livello e straordinariamente sofisticata (chiamarlo videogioco è riduttivo), con grafica e sonoro a livelli eccelsi, ridondante stimoli a meditare sui nostri meccanismi mentali. Meraviglioso, ma la domanda è: mi sto divertendo?

COMMENTA LA NOTIZIA SUL FORUM

2017-08-12T21:09:57+00:00

Autore:

Giocatore sin dai tempi in cui a stupire era la grafica di Alone in the Dark, tra un videogioco e l’altro si occupa delle recensioni su RPG Italia. Quando non gioca per piacere trova il modo di farlo per lavoro, insegnando storia del design con Assassin’s Creed II e cercando scuse accademiche per usare videogiochi un po’ ovunque, dagli ospedali alle università.

This site uses XenWord.
Vai alla barra degli strumenti