EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

  • Gli Allegri Buffoni - Progetto doppiaggio ita BG EE

    Tre esclusive interviste, per tre figure di spicco della campagna di doppiaggio di Baldur’s Gate EE

Tre esclusive interviste, per tre figure di spicco della campagna di doppiaggio di Baldur’s Gate EE

Abbiamo il piacere di presentarvi, attraverso tre esclusive interviste, altrettanti tre personaggi di spicco che hanno preso parte alle realizzazione, e non solo, dell’inedito “pacchetto oggetti” di Baldur’s Gate Enhanced Editon.
Quest’ultimo sarà una delle ricompense per alcuni dei backer che finanzieranno il progetto del completo doppiaggio in italiano del RPG old school di Beamdog, attraverso la campagna crowdfunding in partenza a breve su Eppela.

Si parte dall’ideatore della campagna, leader del celebre team di traduzione amatoriale degli Allegri Buffoni, nonché scrittore della descrizione di ognuno degli oggetti digitali: Giuseppe Calì, alias Aedan.

Allegri Buffoni - Campagna doppiaggio ita Baldur's Gate EE - pacchetto oggettiChi è Giuseppe Calì?
Sono un 26enne di Milano. Attualmente lavoro come impiegato, sebbene desideri da sempre avere un impiego nell’industria videoludica come scrittore. Non essendoci ancora riuscito, investo il mio tempo libero nella localizzazione di videogiochi non tradotti in italiano e nella creazione di mod.

Baldur’s Gate è stato il primo RPG a cui hai giocato?
Ebbene… no! Il primo RPG a cui ho giocato è l’ottimo Might and Magic VI: Il Mandato del Cielo. L’ho scoperto nel 1999, quando ancora non avevo il computer. La mia unica occasione di mettere mano su mouse e tastiera si presentava nei fine settimana, quando andavo a casa di un caro amico e ci lanciavamo nel mondo di Enroth alla guida del nostro gruppo di quattro avventurieri. Ricordo bene quanto fossimo affascinati da questa realtà dove magia, spade e complotti si intrecciavano in maniera così affascinante.
Un giorno, il fratello del mio amico ci negò l’uso del computer perché doveva provare un nuovo gioco. “E che sarà mai ‘sto Baldur’s Gate in confronto a Might and Magic?”, pensai diffidente.
Dieci minuti dopo, mi ero già innamorato di questo titolo. La passione raggiunse il culmine con il secondo capitolo, Shadows of Amn, rigiocato sino allo sfinimento.

Perché hai deciso di curare sia la traduzione sia il doppiaggio di Baldur’s Gate: Enhanced Edition?
Crescendo, ho realizzato che la localizzazione del primo capitolo era stata letteralmente fatta coi piedi. Tra omissioni, frasi completamente inventate, termini specifici di D&D tradotti in maniera diversa e porcate di altro tipo, i testi in italiano di Baldur’s Gate scadevano nell’osceno. Per questo motivo, quando Beamdog annunciò l’Enhanced Edition, risposi subito all’appello per la ricerca di volontari che curassero la traduzione dei nuovi contenuti e l’aggiornamento di quelli già esistenti.
Mentre svolgevo questo lavoro, ho pensato a quanto sarebbe stato bello se i nuovi testi in italiano fossero accompagnati da un doppiaggio altrettanto brillante. Da qui, l’idea del crowdfunding per trasformare questo sogno in realtà.

Tra le varie ricompense disponibili per i donatori, compare un pacchetto oggetti. Vorresti spiegarci in cosa consiste e dirci quali aspetti hai curato?
Questo pacchetto è stato concepito con il preciso scopo di offrire oggetti specifici per classi che nel gioco sono abbastanza trascurate in termini di equipaggiamento disponibile (ad esempio, ladri, bardi, druidi e monaci). La maggior parte degli oggetti è tratta dalla manualistica di Dungeons & Dragons (per la precisione, dal Magic Item Compendium), mentre alcuni sono stati creati ex novo.
In entrambi i casi, io ho scritto la descrizione dei venti oggetti del pacchetto. Nel farlo, ho cercato di riproporre lo stile adottato in Baldur’s Gate, concependo storie che avessero precisi riferimenti ai Reami Dimenticati e il giusto pizzico di mistero, ironia, speculazione o tristezza.

C’è un oggetto in particolare che ti piace più degli altri o con un significato speciale?
Direi L’Ultima Sinfonia. Ho scritto la storia di quest’arpa dopo avere visto il filmato dell’ultimo concerto dell’Orchestra Nazionale della Grecia, la cui chiusura rientrava tra le clausole dell’accordo con la Germania per razionalizzare la spesa e ottenere una nuova tranche di aiuti.

Confidi nel successo della campagna?
Lo spero proprio! Tutto il tempo che ho investito in questo progetto è stato sottratto dal monte ore che destino all’attività sessuale, quindi mi auguro di cuore che ne sia valsa la pena! 🙂

2016-11-27T11:28:01+01:00

Autore:

Matteo Sechi
Nutro sin dall'infanzia una smodata passione per l'universo dei videogame. In passato ho giocato alle vecchie glorie dei JRPG, come Legend of Dragoon e Final Fantasy IX. Di recente invece mi sono dilettato tra vari ARPG come The Witcher 3: Wild Hunt (epico!), rimanendo tuttavia sempre alla ricerca di un titolo che colmi la mia inesauribile fame di fantascienza, RPG e azione. Mass Effect ci era riuscito a suo tempo, ma attendo con ansia Cyberpunk 2077! [CENTER][ATTACH]11907.IPB[/ATTACH][/CENTER]