EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Recensione Sword Coast Legends 2016-11-27T11:24:08+02:00
  • 132320
    Sword Coast Legends - Recensione

    Recensione Sword Coast Legends

Tutto ha inizio con una leggenda secondo la quale la dea elfica Sehanine Moonbow, vedendo la devastazione e il caos creatosi durante i terrificanti scontri della Guerra degli Dei pianse una purissima lacrima che si cristallizzò, formando una delle reliquie più potenti della Costa della Spada: la Lacrima Lunare.

In molti durante le ere cercarono di trovare quest’arcana reliquia, contenente un granello della potenza divina della dea Sehanine e custodita in gran segreto dagli elfi, per poterne carpire il potere. Tuttavia si dice che solo due fratelli riuscirono, ormai un secolo or sono, a trovarla e insieme alla sua potenza divina fondarono la gilda di avventurieri nota come l’Ordine dell’Alba Ardente, votata a portale la luce nei più oscuri angoli del mondo.

O almeno così credevano gli abitanti della Costa della Spada…

Gli incubi dell’Alba Ardente

Ora la gilda di avventurieri non segue più così rigorosamente i voti di un tempo e si mormora nell’ombra che adori perfino il Demone della Follia Belaphoss. L’Alba Ardente si è trasformata in una gilda di mercenari, che offrono protezione ai mercanti che tentano di attraversare le pericoloso lande della Costa della Spada: dalle alte montagne a Icewind Dale.

Sword Coast Legends - RecensioneIn un gruppo di questi mercenari che sta scortando una carovana diretta a Luskan si trova il protagonista di Sword Coast Legends, intento a prendere sonno dopo una stancante giornata di marcia. Tuttavia il tanto desiderato sonno ristoratore non arriva, anzi viene sostituito da un inquietante incubo di distruzione e morte. Al suo risveglio viene a conoscenza che anche i compagni dell’Ordine hanno fatto il medesimo sogno.

I primi minuti di gioco

I primi minuti di gioco saranno dedicati principalmente alla creazione del protagonista attraverso il curato e completo editor di Sword Coast Legends. Grazie alle varie classi, razze, sottorazze, alla scelta delle esperienze passate e agli svariati comandi per modificare l’aspetto fisico non sarà difficile creare un personaggio unico e modellato secondo le esigenze del giocatore. Infatti si potrà avere un guerriero dallo spiccato senso per gli affari o un mago con loschi precedenti.

Le scelte prese in precedenza andranno a modificare le statistiche e le abilità, portando il giocatore a dover affrontare uno dei momenti fondamentali dei primi minuti di gioco: l’assegnazione dei bonus e l’acquisizione delle abilità. Fondamentale perché deciderà il destino del protagonista, in quanto un NPC con valori sbilanciati potrà trovare una rapida morte anche affrontando in battaglia un misero ratto. Questo aspetto si percepisce molto di più settando al massimo il livello di sfida.

Dopo la creazione del personaggio partirà un breve tutorial, nel quale sarà possibile scoprire i comandi di gioco, l’interazione con gli ambienti e le possibili strategie per sconfiggere gli avversari. Il tutto attraverso varie sfide accompagnate da riquadri riassuntivi nelle quali il giocatore potrà prendersi il tempo necessario per impadronirsi al meglio dei comandi. L’ideale per chi sia avvicina per la prima volta ai giochi di ruolo old school, nei quali un’attenta pianificazione insieme alla conoscenza del mondo di gioco potranno fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta.

Dopo il tutorial, il giocatore sarà catapultato nel suo primo incarico, benché possa liberamente esplorare le aree di gioco o completare come preferisce le varie missioni secondarie. Di minuto in minuto il ritmo di gioco si fa sempre più incalzante, sino a culminare in un autentico sconvolgimento delle aspettative. Ritrovandosi a dover affrontare, con dei perfetti sconosciuti, la nuova ed emozionante avventura della Costa della Spada.

Il mondo di gioco

Il mondo di gioco è veramente vasto. Enorme se paragonato a quello di un altro titolo che è stato ambientato nella Costa della Spada: Icewind Dale. I giocatori dovranno esplorare campi fioriti, fetide caverne, castelli, alcune città, fogne, antiche miniere e rovine, anche se purtroppo nei molteplici luoghi sarà un po’ comune il senso di dejà vù o l’effetto copia/incolla degli elementi di gioco.

Gli scenari e gli ambienti, oltre a essere ricchi di dettagli e curati in ogni particolare, soprattutto nella modalità campagna, saranno costellati di forzieri, oggetti e luoghi nascosti insieme a una buona varietà di rompicapo, enigmi e di poco apprezzate trappole. In alcuni casi la soluzione o la via per poter proseguire nell’avventura o per completare una missione secondaria non sarà così evidente. Ognuno degli ambienti si potrà visitare innumerevoli volte, cosa che permette al giocatore di scoprire nuovi segreti, di ricordare epici scontri o di completare missioni lasciate in sospeso.

Uno dei luoghi di ritrovo più frequentati sarà l’Accampamento degli Eroi, che ricorda un po’ quello di Dragon Age: Origins, nel quale si potrà discutere con i compagni di avventure dell’attuale situazione o conoscerne la storia personale, tuttavia non si potranno avere romance con nessuno dei membri del party. Un aspetto che avrebbe senz’altro arricchito l’esperienza di gioco.
Un altro aspetto che avrebbe potuto far piacere al giocatore sarebbe stata la presenza di un baule dedicato a contenere tutte le cianfrusaglie o le armi uniche troppo pesanti da poter essere sempre tenute nell’inventario. Inoltre è da notare che i membri del party che rimarranno all’accampamento non potranno accumulare punti esperienza.

I personaggi di gioco

Sword Coast Legends - RecensioneGli sviluppatori di n-Space sono riusciti a caratterizzare veramente bene i vari personaggi di gioco, ognuno con la propria storia e personalità: dal mercante pazzo che vende cianfrusaglie a migliaia di pezzi d’oro al misterioso avventuriero che vive all’interno di un’altrettanto misteriosa tenda rosa. In tutta l’avventura molto raramente si possono incontrare NPC dalla personalità uguale ad un altro già incontrato in precedenza.

Il culmine si raggiunge con i compagni di viaggio. Il background di ognuno di essi è particolare e unico, inoltre man mano che si proseguirà nell’avventura potranno chiedere al giocatore di svolgere delle missioni che li riguardano da vicino.

Sword Coast Legends - RecensioneLe battute di spirito saranno presenti in più occasioni, soprattutto in presenza di determinati personaggi, anche se non mancheranno le tematiche forti con cui fare i conti: ad esempio se liberare un criminale da una maledizione che lo costringe a fare solo buone azioni, in cambio di una cospicua ricompensa.

I compagni di viaggio e gli NPC commenteranno inoltre gli sviluppi e le scelte del giocatore durante la partita. Aiutare, ingannare o semplicemente ignorare alcuni di quest’ultimi potrà portare a delle conseguenze che si ripercuoteranno a breve e medio termine. Consentendo magari al party d’infiltrarsi in una roccaforte nemica senza versare una goccia di sangue o mettendo l’una contro l’atra due fazioni prima alleate. Tuttavia non andranno a modificare significativamente la main story.

In più non mancheranno le citazioni e i riferimenti, attraverso dialoghi o oggetti, dei precedenti giochi di ruolo le cui avventure sono ambientate nella Costa della Spada.

Ancora un piccolo sforzo miei compagni!

Il sistema di combattimento di Sword Coast Legends è un classico strategico in tempo reale, con la possibilità di mettere in pausa il gioco. Il giocatore non avrà però la possibilità di far rifoderare le armi dei membri del party, facendoli sembrare sempre sul punto di volersi battere anche nei momenti di pacifico dialogo.

Le battaglie si vinceranno, al livello di difficoltà “difficile” e in alcune occasioni in quello “normale”, utilizzando il buon senso e un’attenta strategia di gioco, che potrà essere pianificata anche grazie al curato bestiario. In pieno stile Dungeons & Dragons. Benché un party equipaggiato di tutto punto ed equilibrato potrà sconfiggere la maggior parte degli avversari senza una strategia particolare, soprattutto al livello “facile”. In presenza di boss e mini-boss il giocatore dovrà, ad alti livelli, prepararsi allo scontro equipaggiando armi, protezioni e amuleti appropriati se non vorrà ritrovarsi metà del team con la salute pericolosamente bassa a più riprese.

Sia l’IA avversaria che alleata saranno sempre reattive e adatteranno il loro comportamento in base alla situazione, benché non potranno superare la prontezza e l’ingegno di un giocatore esperto.
I nemici si comporteranno sul campo di battaglia in maniera diversa rispetto alla classe e razza: i non-morti non si cureranno della propria incolumità come accade alla belve, che attaccheranno inoltre in gruppo.
Al contrario gli umanoidi, soprattutto ladri e maghi, tenteranno sempre di attaccare alle spalle il party e non perderanno l’occasione di allontanarsi dagli accesi scontri corpo a corpo.
Invece l’IA alleata potrà essere indirizzata attraverso appositi comandi nel lato destro della barra di scelta rapida. Tuttavia le scelte sono limitate ad uno stile curativo o offensivo per alcuni personaggi e con quale incantesimo di base attaccare i nemici per altri.

Sword Coast Legends - Recensione

Modalità Dungeon Crawl e Dungeon Master

Sword Coast Legends è caratterizzato da una forte componente multiplayer. Si vede anche dal fatto che il giocatore sarà obbligato a registrarsi per poter giocare online, tuttavia la modalità campagna potrà essere affrontata tranquillamente offline.

Attraverso il multiplayer il giocatore sarà in grado di affrontare l’intera main story in compagnia di tre amici, combattere in dungeon creati proceduralmente dall’IA e personalizzati dall’host di turno e vivere un’esperienza unica sfidando vari giocatori umani impersonando il Dungeon Master. Il tutto sarà inoltre arricchito da una chat vocale, utile nelle battaglie caotiche.

La modalità Dungeon Crawl sarà caratterizzata da alcune avventure pre-impostate e modificabili in alcuni punti attraverso una schermata apposita, nel quale potrà accedere solo l’host. Gli incarichi si alterneranno tra sconfiggere particolari boss a raccogliere determinati oggetti. Il tutto arricchisce senz’altro l’esperienza di gioco, anche se a lungo andare si riduce a un mero massacro di svariate ondate di nemici.

Sword Coast Legends - Recensione

La vera ciliegina sulla torta è data dalla modalità Dungeon Master. Dove la fantasia del “maestro” potrà spaziare a più non posso, tra la creazione di nuovi scenari, personaggi, luoghi e avventure. Anche queste ultime saranno limitate a un sconfiggi questo o prendi quello, ma l’assoluto differenza la fa il giocatore umano che sta dietro a tutto quanto.
Tanta più fantasia e impegno saranno impiegati dal Dungeon Master tanto più divertenti saranno le avventure e le sfide da lui proposte.

Grafica, sonoro e traduzione italiana

La grafica di Sword Coast Legends è ben curata. Capace di rappresentare nel minimo dettaglio gli intarsi, i particolari e le ammaccature delle armi e delle armature, regalando inoltre in più occasioni dei bei scorci di mondo, soprattutto se settata a livelli massimi. I vari incantesimi sono quelli che regalano maggior impatto visivo e spettacolarità, benché in presenza di molti nemici su schermo causino alcune volte dei passeggeri lag, anche con configurazioni hardware molto al di sopra dei requisiti richiesti.

La colonna sonora ben si sposa con l’atmosfera, l’evento o solo semplicemente l’ambiente circostante. Sapendo inoltre esaltare i momenti degli scontri. Tuttavia a lungo andare fanno storcere il naso le continue battute ripetute dai membri del party ad ogni comando.

La traduzione italiana è ben curata e si confà al tema fantasy del titolo, attraverso termini arguti e giochi di parole. Tuttavia andrebbe rivista in alcuni punti che lasciano qualche dubbio e corretta in altri.

Bug. I bug sono sempre presenti…

Sword Coast Legends è caratterizzato da svariati bug, alcuni fastidiosi che non mi hanno permesso di giocare con la modalità schermo intero per tutta l’avventura di gioco, nonostante il rilascio durante il proseguimento della storia di un paio di corposi aggiornamenti; altri che impedivano il completamento di alcune quest secondarie, vista l’assenza del personaggio o l’impedimento di avanzare nella successiva area di gioco; altri ancora affliggono il multiplayer trasformando il protagonista in un sempre più piccolo NPC. In più, in una rara occasione, un membro del party è precipitato al di fuori dello scenario di gioco finendo per perdere la vita: per fortuna non è successo durante il corso di un combattimento.

Tuttavia è da far notare che nelle missioni principali non sono presenti bug che impediscano al giocatore di proseguire.

Conclusioni

Il verdetto finale, nonostante i sopracitati bug, è positivo.

Sword Coast Legends regalerà svariate ore di piacevole gioco attraverso le lande della Costa della Spada. La storia principale, seppur di breve durata per gli standard degli RPG old school, sarà arricchita da molteplici missioni secondarie e saprà regalare ai giocatori una trama intrigante costellata da diversi colpi di scena, che si concluderà attraverso differenti finali scaturiti da alcune scelte cruciali intraprese dal giocatore. L’umorismo sarà una costante presente, anche se non mancheranno i momenti di serietà e riflessione. Il comparto multiplayer arricchisce senz’altro l’esperienza di gioco, anche se ha bisogno di essere ampliato magari con qualche DLC ad hoc.

Altre immagini del gioco

IL VERDETTO

7.3
A CHI POTREBBE PIACERE?
Piacerà senz'altro ai nostalgici di avventure ambientate nella Costa della Spada e a tutti quelli che non vogliono giocare a titoli old school dalla grafica pixelosa.
PRO
  • Ottima Grafica e sonoro
  • Avventura intrigante
  • Buon comparto multiplayer
  • Ottima traduzione italiana
  • Diversi finali
CONTRO
  • Scarsa longevità della main story per gli standard old school
  • Grado di sfida non sempre appropriato a Dungeons & Dragons
  • Svariati bug, alcuni fastidiosi
  • Elementi di gioco un po' ripetitivi

DATI DEL GIOCO

Piattaforme: Windows, Linux, Mac OS, PlayStation 4, Xbox One

Sviluppatore: n-Space

Distributore: Digital Extremes

Data di uscita: 19/10/2015

Sito Ufficiale

Spazio dedicato nel forum

PEGI: 16+

GIUDIZIO LETTORI

7 3 voti
{{ reviewsOverall }} / 10 Utenti (3 voti)
Voto
Recensioni degli utenti Devi fare il log-in per votare
Ordina per

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Matteum Primo

Nutro sin dall'infanzia una smodata passione per l'universo dei videogame. In passato ho giocato alle vecchie glorie dei JRPG, come Legend of Dragoon e Final Fantasy IX.


Di recente invece mi sono dilettato tra vari ARPG come The Witcher 3: Wild Hunt (epico!), rimanendo tuttavia sempre alla ricerca di un titolo che colmi la mia inesauribile fame di fantascienza, RPG e azione. Mass Effect ci era riuscito a suo tempo, ma attendo con ansia Cyberpunk 2077!


[ATTACH]11907.IPB[/ATTACH]

This site uses XenWord.
Vai alla barra degli strumenti