EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Recensione The Elder Scrolls III: Morrowind 2017-05-04T18:20:51+00:00
  • Silt Strider

    Recensione The Elder Scrolls III: Morrowind

Si narra che sull’isola di Morrowind una nuova minaccia stia per presentarsi e tendere i suoi artigli sull’intera popolazione… Può un umile prigioniero divenire il messia che la gente attende da tempo immemore?

Morrowind Imperial

Un risveglio quasi onirico…

Come tradizione di questa saga, il nostro alterego si risveglia in una galera, questa volta in particolare in una nave in procinto di approdare al paesino di Seyda Neen, luogo dell’ufficio amministrativo locale. Sempre seguendo la tradizione della saga, si comincia immediatamente a familiarizzare con il tutorial, creato per rendere interattiva la fase realizzativa del giocatore, iniziando dapprima con il nome, quindi passando ai dettagli fisici, alla razza (Imperiale, Bretone, Nordico, Guardia Rossa, Elfo dei Boschi, Altmer, Orco o i nativi Dunmer) e alla classe di appartenenza, il tutto solo conferendo con i vari personaggi che ci vengono presentati nelle fasi iniziali di gioco. Il sistema si dimostra estremamente flessibile e in grado di soddisfare i palati più fini per quanto riguarda la personalizzazione completa del nostro avatar. Ben presto ci sarà comunicato l’ordine della nostra scarcerazione e la libertà di vagare per Morrowind come più desideriamo. Unico onere da completare, sarà recapitare un plico a un certo Caius Cosades, residente a Balmora (poco distante da Seyda Neen).

morrowind_screenshots_0000s_0000s_0009s_0001_92Appena usciti dall’ufficio amministrativo, è del tutto chiaro cosa ci si trovi davanti dal punto di vista della grafica: un mondo vastissimo e caratterizzato nei minimi dettagli sia per flora che per fauna. In particolare Seyda Neen è un villaggio di pescatori e la caratterizzazione è decisamente ben realizzata con casette in legno, un bel faro e il mare che lambisce il perimetro creando un’atmosfera che lascia veramente soddisfatti. Andando avanti nelle fasi di gioco, sarà possibile rendersi conto di quanto grande sia il mondo di gioco: Morrowind è un’isola enorme divisa in diverse zone ognuna con la propria flora e fauna enormemente dettagliate. In un primo tempo, potrete visitare la Bitter Coast Region caratterizzata da ambienti marittimi e a tratti palustri, mentre andando avanti si potranno visitare zone idilliache come le Grazelands, nella parte orientale dell’isola, oppure se avete fegato la terribile zona della Montagna Rossa, luogo di orrori e morte a detta degli abitanti. Particolare menzione per il sistema di gestione metereologico che caratterizzerà le vostre peregrinazioni lungo il mondo di gioco: potrete passare da vere e proprie tempeste a giornate assolate, mentre di notte potrete gustarvi un cielo stellato caratterizzato da astri e pianeti.

Dimmi da che Casata provieni e ti dirò chi sei…

Morrowind combattimentoMorrowind è anche territorio di forti pressioni politiche: alla già malvoluta presenza Imperiale, osteggiata dai locali, si aggiunge una continua competizione tra le tre principali Grandi Casate, nel contesto Redoran, Haalu e Telvanni. Mentre i primi seguono rigide regole dettate dalle secolari leggi di Morrowind e si prodigano per l’onore e il rispetto, la seconda Casata preferisce concentrarsi sul profitto e sulla prevalenza sui concorrenti, questo con qualsiasi mezzo. I Telvanni sono invece una Casata di maghi e stregoni, abili nella magia ma che preferiscono agire con oculatezza e metodicità. Queste le tre corporazioni principali che guideranno il vostro personaggio nella scena politica di Morrowind (ovviamente non vi dico di più per permettervi di pregustare ognuna delle tre opzioni). Per quanto riguarda invece la presenza di corporazioni minori, abbiamo la presenza delle cosìddette gilde locali. Si parte dalla ben conosciuta Gilda dei Guerrieri, per passare alla Gilda dei Maghi e alla Gilda dei Ladri, le tre corporazioni più comuni e più facili per cominciare. Acquisita una certa esperienza potrete cimentarvi nella Gilda degli Assassini o Morag Tong (distinguiamo tra questa gilda, che agisce legalmente secondo la legge di Morrowind e la Confraternita Oscura, assassini non riconosciuti), mentre se seguirete la Main Quest, o avventura principale, vi troverete parte di una gilda altrimenti non giocabile che richiederà tutta la vostra caparbietà per essere portata avanti.

Cercatore di Tesori, Ammazza Spettri o semplice commerciante?

Può sembrare una domanda inusuale, ma la vastità di Morrowind non si rispecchia solo nell’enorme mondo di gioco, ma anche nella varietà di occupazioni che potete decidere di intraprendere. Attraverso ben oltre 150 quest ed esplorazioni, vi sarà possibile intraprendere qualsiasi attività riteniate degna di occupare il vostro tempo: un giorno volete ricercare tesori? Morrowind nasconde alcuni dei più splendidi artefatti un guerriero, mago o ladro possano desiderare. Volete aiutare la popolazione contro mostri e orrori locali? Potrete farlo attraverso oltre 200 armamenti e magie degne del più forte individuo mai presentatosi sull’isola. Volete semplicemente raccogliere merci e oggetti da commerciare per tutta l’isola? E’ nelle vostre possibilità. Insomma tutto ciò che possiate immaginare, è stato contemplato come un’occupazione in Morrowind. Ovviamente sarà praticamente impossibile evitare di dover combattere prima o poi, sia che il vostro avversario sia un popolano sia che sia una creatura: potrete comunque farlo attraverso un sistema di combattimento ben strutturato in cui potrete portare colpi differenti a seconda del movimento del mouse o delle frecce direzionali. Anche il sistema di magia sarà gestibile allo stesso modo anche se richiederà meno impegno dei combattimenti corpo a corpo (si ricordi poi che l’eventuale gestione dello scudo risulta essere automatica). Il tutto potrete farlo sia in prima che in terza persona, a seconda della vostra comodità.

 Morrowind mostro

Oggi mi sento creativo…

Una piccola menzione per i sistemi detti “minigioco” interni al prodotto, anche se per essere compresi e gustati appieno vi occorrerà provarli in prima persona. Avrete a disposizione un buon sistema di personalizzazione degli aspetti magici: attraverso i numerosi ingredienti che troverete per le terre di Morrowind e gli strumenti di Alchimia, vi sarà possibile preparare pozioni sempre più potenti, mentre le Gemme dell’Anima riempite con l’essenza delle numerose creature vi permetteranno di incantare gli oggetti aggiungendo potenti incantesimi. Infine vi sarà anche possibile creare magie personalizzate da indirizzare su voi stessi o sul vostro nemico. Tra gli altri minigiochi, vi sarà possibile inoltre cercare di sfruttare la vostra abilità di Oratoria per rendere i personaggi con cui avrete a che fare più malleabili e disponibili, ma attenzione! Se fallirete la loro disposizione verso di voi (indicata da una barra) potrebbe calare sensibilmente e precludervi i loro favori.

Tanto tanto altro…

Morrowind ha tantissimo da offrire ad ogni giocatore ed è praticamente impossibile descriverlo in così poche pagine, tuttavia è impossibile non consigliare un gioco capace di promettere così tante ore di divertimento. Il solo consiglio che posso darvi e di godervi ogni centimetro di quest’isola e ogni singola frase dei dialoghi. Potrete poi tener conto dei vostri progressi attraverso il pratico sistema di log presente sotto forma di diario personale. Il sistema di salvataggio è piuttosto preciso e vi permetterà di salvare la partita quando lo riterrete più opportuno. Infine, particolare menzione per l’editor Construction Set, disponibile gratuitamente (che vi permetterà di modificare qualsiasi dettaglio del mondo) e per i numerosi mod a disposizione che aumenteranno la longevità del gioco a dismisura.

IL VERDETTO

8.5
PRO
  • Mondo di gioco eccezionalmente caratterizzato
  • Quest principale lunga e articolata
  • Libertà d
  • Bella colonna sonora
CONTRO
  • Alte richieste hardware
  • Combatimento un po

DATI DEL GIOCO

Piattaforme: Windows, Xbox

Sviluppatore: Bethesda Game Studios

Distributore: Bethesda Softworks

Data di uscita: 01/05/2002

Sito Ufficiale

Spazio dedicato nel forum

PEGI: 12+

GIUDIZIO LETTORI

ND 0 voti
Recensione The Elder Scrolls III: Morrowind
{{ reviewsOverall }} / 10 Utenti (0 voti)
Voto
Recensioni degli utenti Devi fare il log-in per votare
Ordina per

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}

Autore:

Giocatore sin dai tempi in cui a stupire era la grafica di Alone in the Dark, tra un videogioco e l’altro si occupa delle recensioni su RPG Italia. Quando non gioca per piacere trova il modo di farlo per lavoro, insegnando storia del design con Assassin’s Creed II e cercando scuse accademiche per usare videogiochi un po’ ovunque, dagli ospedali alle università.

This site uses XenWord.
Vai alla barra degli strumenti