Recensione Mass Effect 2: Lair of the Shadow Broker 2016-12-29T17:01:35+00:00
  • Recensione Mass Effect 2: Lair of the Shadow Broker

I DLC rilasciati finora per Mass Effect 2, per quanto di buona fattura, si sono limitati ad aggiungere contenuti slegati dalla trama principale, e che non comportavano storie e scelte che la influenzassero in qualche modo. Con Lair of The Shadow Broker, BioWare ha deciso di focalizzarsi invece su alcuni dei personaggi più importanti già visti nel precedente capitolo, e di mettere in campo eventi che avranno un eco diretto in Mass Effect 3.

Il panorama dai quartieri alti di Ilium è notevole.

Il panorama dai quartieri alti di Ilium è notevole.

La trama farà felici i fans della saga, che finalmente potranno far luce su uno dei personaggi più misteriosi e allo stesso tempo presenti del gioco, il cosiddetto Shadow  Broker, capo della più grande rete d’informazioni della galassia. Inoltre farà di nuovo la sua comparsa Liara T’Soni, stavolta con un ruolo più centrale, e con un carattere molto diverso da quello precedente, segno che gli avvenimenti degli ultimi anni, narrati nei fumetti di Mass Effect, hanno avuto su di lei un profondo effetto.

Potremo finalmente riavere Liara nel team.

Potremo finalmente riavere Liara nel team.

La qualità complessiva del DLC è eccellente sotto tutti gli aspetti, narrativi e ludici.

La qualità complessiva del DLC è eccellente sotto tutti gli aspetti, narrativi e ludici. La missione, per quanto abbastanza lineare (difetto endemico di un DLC opzionale, che non può portare troppi cambiamenti nel gioco successivo, poiché non giocato da tutti), offre una certa varietà di gameplay e situazioni: da parti d’investigazione e dialoghi, a quelle più d’azione, tra inseguimenti rocamboleschi, esplosioni e sparatorie. Da notare alcune “boss fight” davvero intriganti, che non si limitano al dover sparare a più non possono, ma richiedono un minimo di strategia, ed un inseguimento su auto volanti, davvero divertente!

L'inseguimento per i cieli di Ilium è un diversivo divertente e ben realizzato.

L’inseguimento per i cieli di Ilium è un diversivo divertente e ben realizzato.

Anche la varietà di scenari è buona, considerato che si tratta di un DLC dalla durata che va dalle tre alle cinque ore, a seconda della difficoltà selezionata, ed alcuni di questi (non voglio rovinare la sorpresa), sono davvero eccezionali, degni delle migliori illustrazioni di fantascienza. L’intreccio della trama, fra tradimenti e colpi di scena, nonché la varietà di situazioni e la voglia di scoprire “cosa succede dopo” invogliano a giocare il DLC tutto d’un fiato, molto più di gran parte delle missioni di Mass Effect 2, inoltre lo scoprire uno dei grandi misteri della saga spinge ancora di più a proseguire nel gioco.

Ovviamente non mancherà una corposa dose d'azione.

Ovviamente non mancherà una corposa dose d’azione.

Lair of the Shadow Broker risulta in fin dei conti una delle parti migliori di Mass Effect 2, e il fatto che sia proposto come contenuto aggiuntivo può far storcere il naso (i lettori si ricorderanno dei file audio trovati in Mass Effect 2 che preannunciavano la presenza del DLC), anche considerato i risvolti che il finale comporta e che si rifletteranno nel capitolo successivo.

Autore:

Giocatore sin dai tempi in cui a stupire era la grafica di Alone in the Dark, tra un videogioco e l’altro si occupa delle recensioni su RPG Italia. Quando non gioca per piacere trova il modo di farlo per lavoro, insegnando storia del design con Assassin's Creed II e cercando scuse accademiche per usare videogiochi un po' ovunque, dagli ospedali alle università.