EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Recensione A Plague Tale: Innocence 2020-01-09T14:44:14+02:00
  • 160391

    Recensione A Plague Tale: Innocence

Partiamo con una piccola prefazione: la seguente recensione non riguarda un titolo GDR, si tratta infatti di un gioco d’avventura chiamato A Plague Tale: Innocence. Abbiamo avuto la possibilità di provarlo in prima persona e ne siamo rimasti affascinati, ecco perché abbiamo deciso di dedicarvi una recensione. Attenzione: la recensione è priva di spoiler sulla trama.

LA STORIA DI DUE FRATELLI

A Plague Tale: Innocence ci porterà a vivere le vicende della famiglia De Rune, in particolare quelle di Amicia, la sorella maggiore, e di Hugo, il suo fratellino. Ambientato in un Regno di Francia piuttosto ostile, tra la peste e l’Inquisizione, dovremo farci strada tra gli ostacoli che incontreremo durante il nostro percorso.

A rendere difficile l’intera vicenda, vi è anche la rara malattia di cui è afflitto Hugo, che lo ha costretto a vivere l’intera infanzia segregato in casa. Proprio a causa di questo, Hugo rimane incantato dalla maggior parte delle cose che lo circondano nel mondo esterno, non avendole mai viste, mostrandosi appunto in tutta la sua ‘Innocenza’.

La bellezza della natura in tutto il suo splendore.

Il gioco si presenta sotto forma di avventura lineare, seppur con qualche possibilità di intraprendere percorsi alternativi in alcuni punti. Una caratteristica, quella della linearità, che da molto tempo non è presente nei titoli moderni, ormai sempre più incentrati sul mondo aperto. La scelta, in questo caso, è risultata vincente poiché l’avventura viene ristretta in ambientazioni medio/piccole, ma decisamente ricche di dettagli, e che lasciano poco spazio a luoghi privi di vitalità.

A far da contorno ci sarà l’Inquisizione, i cui soldati saranno impegnati con ogni mezzo a disposizione nel tentare di catturare i due ragazzi, senza un apparente motivo. È proprio a causa loro, infatti, che i due protagonisti della vicenda dovranno ricorrere alla furtività e al sotterfugio per poter passare inosservati ai loro occhi e non essere presi.

LUCI E OMBRE

Una delle caratteristiche fondamentali del gameplay è quella relativa al sistema d’illuminazione, che nel gioco non ricopre solo un ruolo nel comparto grafico ma anche in quello delle meccaniche. La peste, difatti, farà sì che i numerosi luoghi presenti siano infestati dai ratti e solo la luce del fuoco potrà tenerli lontani, o quasi.

Il nostro scopo sarà quello di farci strada tra le infinite orde di ratti pronte a divorarci senza esitazione, cercando di evitare i punti ciechi e di non far spegnere la fiamma mentre le attraversiamo. Tra i vari elementi a nostra disposizione troviamo la fionda, le lanterne, i bastoncini di legno e i materiali alchemici in grado di fornire luce per un breve lasso di tempo.

La luce sarà fondamentale anche per superare alcune aree di gioco, altrimenti inaccessibili senza l’utilizzo di tali sistemi, che spesso celeranno alcune ricompense sotto forma di materiali per il crafting. Altre volte, invece, potremo sfruttare alcune catapulte, relative a qualche assedio, incendiandole e spingendole per farci largo tra i ratti.

Le ombre, inoltre, non saranno solo nemiche di Amicia, la protagonista che controlleremo per la maggior parte del tempo, ma anche di Hugo, vulnerabile anch’egli alle orde di ratti. Per cui bisogna pianificare cautamente i propri spostamenti per poter assicurare l’incolumità di entrambi.

UN LIBRO DA SFOGLIARE

Le avventure di gioco vengono trattate con un’estrema cura nella storia, che non mancherà certo di momenti colmi di emozioni, legate non solo agli avvenimenti del gioco ma anche soprattutto al rapporto che si instaura tra i due fratelli.

La narrazione rappresenta il maggior punto di forza di The Plague Tale: Innocence, riuscendo in un certo modo a ‘catturare’ il giocatore.

Saranno numerosi gli intrecci di trama che ci spingeranno a proseguire nelle nostre avventure ad un ritmo frenetico, ma mai banale. Il gioco, infatti, ci consente anche un approccio più combattivo, legato all’utilizzo della fionda, piuttosto che uno furtivo.

Amicia, la nostra protagonista, si rivelerà essere un’ottima tiratrice e sarà proprio grazie alla sua fionda che potremo progredire nella storia, tramite distrazioni o colpi mortali. Non solo, sarà lasciato a nostra discrezione la volontà o meno di uccidere tutti coloro che incrociamo lungo il nostro percorso (sebbene alcuni di essi siano obbligatori da uccidere).

Grazie alla presenza del crafting potremo potenziare il nostro equipaggiamento.

A completare il quadro, troviamo anche un sistema di crafting ben fatto, tramite il quale potremo potenziare la nostra fionda e la nostra capacità di carico delle materie prime. Quest’ultime potranno essere trovate nei vari luoghi, nascosti o meno, che compongono la nostra avventura. Rimanere con un occhio vigile, pertanto, si rivelerà un’ottima scelta strategica.

La schermata del crafting è piuttosto intuitiva nel suo complesso, con un elenco dei potenziamenti sulla sinistra e la lista dei materiali che possediamo sulla destra, per cui risulta di facile utilizzo.

CONCLUSIONI

Tirando le somme, A Plague Tale: Innocence è un gioco superbo, che non lascia spazio a difetti. Se davvero ce ne fosse uno, magari, sarebbe quello di essere troppo breve, sebbene il suo completamento mi abbia tenuto impegnato per ben 15 ore. Colonne sonore sublimi e paesaggi mozzafiato garantiscono al titolo un piacevole gameplay, ricco di dettagli e di una narrazione profonda, in grado di penetrare gli animi dei giocatori.

IL VERDETTO

9.5
A CHI POTREBBE PIACERE?
A chi cerca un'avventura stimolante e lineare, capace di scostarsi dai classici open-world.
PRO
  • Storia avvincente
  • Atmosfera fantastica
  • Colonna sonora splendida
  • Gameplay ben curato
CONTRO
  • Qualche piccolo bug

DATI DEL GIOCO

Piattaforme: Windows, PlayStation 4, Xbox One

Sviluppatore: Asobo Studio

Distributore: Focus Home Interactive

Data di uscita: 14/05/2019

Sito Ufficiale

PEGI: ND

GIUDIZIO LETTORI

ND 0 voti
Review Box 0
1 / 10 Voto della redazione
{{ reviewsOverall }} / 10 (0 voti) Utenti
Voto
Recensioni degli utenti Devi fare il log-in per votare
Ordina per

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Avatar
Videogiocatore sin dalla tenera età, ho sviluppato un interesse particolare per gli RPG. Sono sempre alla ricerca di nuove avventure da vivere e di enormi boss da affrontare. Adoro tantissimo esplorare i mondi di gioco, in particolar modo ho avuto la premura di esplorare a fondo ogni angolo sperduto di Skyrim (capolavoro a mio avviso) che è solo uno dei tanti giochi che compongono una serie stupenda, la serie The Elder Scrolls!