EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Risen 2: Dark Waters – Costa delle Spade 2016-11-27T11:24:05+00:00
  • Risen 2: Dark Waters – Costa delle Spade

E siamo alla terza isola: La Costa delle Spade, se volete sapere perché si chiama così vi consiglio di chiederlo a Sophia, a Puerto Isabela….

Usciti da Tacarigua sbarcheremo sulla Costa delle Spade, qui saremo accompagnati tanto da Barba d’Argento che da Patty e come prima cosa dovremo dirigerci verso la torre dietro di noi, verso i pirati di Crow, i quali sono accompagnati da tre cacciatori nativi. Una volta sconfitti entreremo in possesso di un punto di osservazione, dove un letto e un fuoco potrebbero tornarci utili. Prima di proseguire potremmo voler ispezionare tutto, a voi la scelta se farlo prima ancora di essere saliti alla torre di osservazione o dopo, dato che se lo facciamo dopo dovremo farlo da soli, anche se i pericoli in questa zona sono relativamente pochi a meno che non vogliamo ispezionare molto di più, anche al di la della riva. Qui infatti ci imbatteremo in alcune casse, e più avanti nel gioco scopriremo che ce ne occorrono 10 per completare una missione, se non volete tornarci in seguito è bene farlo ora.
In questa zona anche un piccolo tempio, dove al di la della porta che l’idolo tiene chiusa troveremo un libro: “Rituali”, la sua lettura ci aprirà le porte a un oggetto leggendario: Bottiglia dei ricordi.
Non ci resta che parlare a Barba d’Argento per capire il da farsi, il dialogo aprirà un bivio di possibilità: recarci a Porto Isabela, dall’inquisizione, o all’interno della foresta dai nativi. E’ indifferente la strada che sceglierete, tanto dovrete visitarli entrambi. Diciamo che il primo check point lo farete tanto con Patty che con Barba, il secondo potreste volerlo fare da soli, oppure di nuovo con loro due, sappiate che potrete farlo.

Puerto Isabela

Personalmente ho preferito dirigermi prima in un centro civilizzato, all’ingresso di Porto Isabela una guardia vi chiederà una tangente per lasciarvi entrare, ma se avete un po’ di persuasione eviterete la tassa.
Da sebastiano, che troveremo in cima al villaggio, apprenderemo di un prigioniero: Hawkins, che dovremo interrogare, e di una sentinella: Venturo, che si trova da qualche parte nella foresta e che Sebastiano vuole che troviamo. Con queste poche informazioni di base ora possiamo iniziare ad ispezionare tutto il villaggio:
nella stanza di Sebastiano prendiamo spudoratamente la mappa dell’isola li sul suo tavolo.
Al piano di sopra troveremo Isabella, che ci consegnerà un attrezzo per prelevare pelli animali in cambio dei nostri servigi: vuole infatti che le procuriamo 4 Trofei animali. Sempre in questa stanza sul tavolo troviamo un libro per un oggetto leggendario: Il pettine con un solo dente.
Da basso, a sinistra di Sebastiano, il dormitorio, su una mensola una bottiglia di vino rosso, prendiamola, ce ne serviranno un po’.
Fuori nel cortile possiamo quindi prendere a destra, verso l’arco di pietra che conduce all’esterno, nella forsesta, li parlare con la guardia: Aguilar, che ci darà indicazioni su come trovare Venturo. Tornando indietro verso il cortile, a sinistra della guardie troviamo la prigione con Hawkins, un pirata di Crow, all’interno. Sarà disposto a raccontarci tutto quello che sa solo se gli promettiamo che lo libereremo. Una volta fatto potremo liberarlo sottraendo la chiave a Sebastiano stesso, ma a questo punto è probabile che la vostra abilità furto sia ancora troppo scarsa, ci ritornerete.
Dirigiamoci ora verso il basso, nella zona delle botteghe, qui tre individui: Tito, il macellaio, Cooper, il fabbro e Webster, l’armaiolo, il quale però non ci venderà nessun moschetto fino a quando non avremo compiuto le missioni per Sebastiano, ovvero aggregarci a questa fazione.
Ancora più sotto l’armeria e a fianco il magazzino. Per l’armeria serve che sia notte e abilità allo scasso, interessanti le cose all’interno.
Al magazzino, anche ipotizzando di riuscire a entrarvi non ci troveremo nulla di che, ma il magazziniere ci chiederà di riportargli 10 casse di merci, quelle che troveremo lunga tutta la costa est.
Più sotto troviamo Sophia, la moglie del magazziniere, basterà dirle una parola gentile al primo approccio per concludere la missione collegata “una buona prima impressione”, dopodiché ci chiederà almeno 5 bottiglie di vino rosso, e queste le troviamo con facilità senza abilità speciali:

Costa delle Spade: Carico di Miguel

Costa delle Spade: Carico di Miguel

a sinistra di Sebastiano, nel dormitorio dove sta Bartolo.
dietro all’armeria chiusa, a ridosso del muro.
cortile dei lavoratori dove sta la nave di Crow, in fondo a destra, vicino ai barili.
cortile dei lavoratori dove sta la nave di Crow, vicino all’entrata di fianco alla branda.
sopra il magazzino, salite le scale a destra.
dentro abitazione di Webster l’armaiolo, di notte,(due, uno anche dentro baule chiuso)
dentro abitazione di Cooper il fabbro, di notte.
Poi ce ne sono altre due ma serve abilità scasso molto alta: una all’interno della cella di Hawkins e l’altra all’interno della porta chiusa, la camera da letto di Sebastiano.
A proposito della camera da letto di Sebastiano, sul tavolo troviamo anche un pettine, non è ancora chiara la sua utilità.

Sophia vende anche qualche cosa, tra cui una mappa del tesoro per appena 100 pezzi.

Questa mappa ci conduce alla spiaggia più a est, qui vi troveremo oltre al tesoro anche due casse per Miguel il magazziniere, e una pianta della Precisione, con alcuni benefici permanenti.

Altre missioni qui a Puerto Isabela non ce ne sono, non almeno per il momento fino a che non abbiamo deciso con che fazione stare.
Nel cortile dei lavoratori potremmo voler parlare con Ranak, il quale ci darà informazioni sulla sua tribù, aprendo di fatto la possibilità di metterci alla loro ricerca con l’aiuto di Patty e Barba.

Tutte le missioni per l’arma dei titani, prima di esserci aggregati alla fazione scelta sono:

L’ARMA DEI TITANI

parla con i pirati della torre
sconfiggi le sentinelle della torre

– Aiuto contro Crow
Chani, figlia del capotribù
-libera Tahana
fuga dalla torre
la ricerca dell’idolo
attraverso la giungla
verso casa
-il rapporto della sentinella
tra i selvaggi
segui Venturo a Puerto Isabela
segui Venturo al tempio
Basil è morto
segui Venturo in città
-La consegna per Crow
I sacchi di erbe di Natsumi
Giada 4 pezzi
libera Hawkins
La Tana del Giaguaro

Alcune di queste missioni le vedremo successivamente

Le missioni secondarie della Costa delle Spade, sempre prima di far parte di una fazione, sono:

Gli Indigeni – La tribù di Shaganumbi
La Nave di Crow – Dov’è la nave di Crow?

(queste prime due prevedono che troviamo tanto l’Inquisizione che i nativi)

Quattro offerte per Kanadiktu
Lo spirito malvagio del fiume
Una bestia pericolosa

(queste le vedremo quando saremo dai nativi)

Casse di merci per Miguel
Trofei (4 trofei per isabella)
Una buona prima impressione
Vino rosso
Interroga Hawkins
Il tesoro sulla spiaggia di Puerto Isabela
Baratto (torres vs Tito)
Qualcosa da mangiare?
Il forziere di Basil
La mappa del tesoro di Jim
Il tesoro di Jim
Il tesoro del cimitero indiano
Il tesoro nella valle del giaguaro

Va detto che il “Carico di Miguel”, le 10 casse che dobbiamo trovare sparse lungo tutta la costa dell’isola, ci frutterà “Un sacchetto di polvere da sparo”, ovvero un oggetto leggendario.

In questa mappa sono segnalati anche due messaggi in bottiglia:
uno conduce immediatamente ad un tesoro, l’altro non ho ancora ben chiaro se era associato a questo stesso tesoro o se è associato a qualcosa d’altro in altro sito, dato che ci sto ancora giocando:
Il tesoro citato nel messaggio vi condurrà al cimitero degli indiani, dove vi troverete svariati spiriti guerrieri, sei in tutto suddivisi a due a due, all’esterno alcune cose utili: il tesoro, una pianta della precisione, e una “Testa Rimpicciolita” Oggetto leggendario benefici permanenti ai rituali.

Villaggio Shaganumbi

Pezzi di giada

Pezzi di giada

Anche qui, alla Costa delle Spade, conviene che vi muniate degli attrezzi necessari a scuoiare, raccogliere denti animali e altro.
Se avete deciso di andare per prima alla ricerca della nave di Crow piuttosto che dai nativi, la figlia del comandante, Isabella, avrà da fornirvi il coltello per scuoiare gratuitamente, l’importante è che accettiate la sua missione: “Trofei” la quale prevede che le procuriate 4 trofei animali: una zanna, una piuma, dei denti e una pelle.  Con il coltello potrete procurarvi la pelle, per gli altri tre ingredienti dovrete procedere in altro modo: recarvi dai Nativi da Ranapiri, accettare la sua missione di trovare una “Bestia Pericolosa” uccidere quindi il coccodrillo (preda non facile) lungo il fiume, e così poter commerciare con lui, il quale possiede tanto lo “Scalpello mascellare” indispensabile per trovare i denti animali, e ha anche in vendita gli altri due ingredienti che non troverete in altro modo, almeno non ora.
Dai nativi potrete andarci da soli, così come anche alla nave di Crow naturalmente, ma in questo caso perdereste svariati punti gloria, quindi conviene sempre farsi accompagnare per il tratto di strada tanto da Patty che da Barba. Una volta parlato con Ranak, uno schiavo li a Puerto Isabela, sarete in possesso dell’informazione necessaria per tornare alla Torre iniziale e chiedere a Barba di fare strada per i nativi. Se scegliete questa via come step iniziale la mappa dell’isola la troverete poco oltre, nel momento in cui Barba vi chiederà di ispezionare la grotta, all’interno due guerrieri e un pirata, una volta sconfitti questi troverete alcune cose utili, tra cui la mappa dell’isola, un anello per ladri con + 10 a furto e + 5 a trucchi sporchi, utilissimo, e un indizio per un oggetto leggendario: “Lo Spillone vudù”, nonché un fuoco e un letto.
Una volta qui come già detto trovete Ranapiri che vi darà la missione di cui sopra, c’è poi Jim, un pirata ubriaco, e nel suo baule troverete la “mappa del tesoro di Jim”
Slik, altro pirata, vi darà “La consegna per Crow” la quale prevede che vi procuriate i sacchi di erbe di Natsumi, che trovete in riva al fiume dove sta anche il coccodrillo visto prima, l’oro da un’altra lavoratrice nei pressi, e 4 pezzi di giada che troverete nella grotta indicata sulla mappa dal triangolino blu.

La giada poi va consegnata alla maga vudù, così che possa confezionarvi l’idolo richiesto da Slik, sempre questa kiki vende un oggetto leggendario “La bottiglia dei ricordi”. Ora potete consegnare tutto a Slik. Vicino a Slik c’è un’altra indigena che ricerca i vostri servigi: “Quattro offerte per Kanadiktu” e vi dirà anche da chi andare a prendere queste offerte, ricompensa in denaro.
Infine c’è Chani, la figlia del capotribù, questa non si fiderà di voi fintanto che non avrete liberato Tahana, che troveremo in seguito all’interno dell’isola.
Altre missioni qui al villaggio Shaganumbi non ce ne sono, non ci resta che iniziare ad ispezionare l’isola alla ricerca di Gloria.

Costa delle Spade

Nell’isola della Costa delle Spade avremo molto lavoro da fare: grotte e nuovi territori da esplorare, cercare i tesori delle mappe acquisite tanto nel villaggio dei nativi tanto a porto Isabela, completare o raccogliere ex novo le missioni ulteriori, in tutto questo vi ritroverete ovviamente a combattere con svariati predatori, tanto umani che animali.

Ma procediamo con un certo ordine, se abbiamo già completato questi due step:

Villaggio Shaganumbi e Puerto Isabela
avrete già nel diaro diverse missioni:

Cercare la sentinella Venturo, per Serbastian, e liberare Tahana, per Chani.

Tahana sarà segnalato sulla mappa, durante il percorso potreste incontrare dei protettori, uno di questi: Sancho, vi chiederà del cibo, dateglielo e avrete contemporaneamente preso e completato la missione: “Qualcosa da mangiare?” la successiva richiesta di cibo vi frutterà 50 Gloria.
Sempre lungo quel tratto di sentiero potremmo incontrare anche Martinez, questi ci chiederà di aiutarlo con un giaguaro “La Tana del Giaguaro“, all’interno di questa grotta anche una mappa del tesoro per trovare il tesoro del giaguaro, che tra l’altro si trova proprio nei pressi, e un fiore: Radice Tombale, dovreste averne trovata un’altra a Tacarigua. Anche questa pianta da benefici permanenti.

Proseguendo in direzione della prigione troveremo di guardia Torres, questi ci consegnerà un idolo da barattare con Tito, il macellaio, guadagnado qualcosa da entrambi. Torres ci darà poi delle altre indicazioni su Venturo. Salendo più sopra troveremo sopra la scaletta di legno un libro su di una cassa: “Prime Battaglie” che ci introdurrà all’oggetto leggendario “La palla di cannone
Ed è qui che troviamo anche Tahana (se lo troviamo prima di aver parlato con Chani non potremo far nulla). A Tahana diremo che è Chani che ci manda, questo ci rivelerà che una guardia a lasciato cadere a terra la chiave, e che troviamo proprio dietro di noi ai piedi della palizzata vicino alla torcia.
Una volta liberato dovremo affrontare Torres, e poi via con Tahana verso il villaggio, qui dobbiamo seguirlo per tutto il percorso e soddisfare le richieste che ci farà.
Una volta da Chani scopriremo che ha ancora dei problemi di fiducia, e che sarà disposta a condurci da Crow solo se ci alleiamo a lei. A questo punto, se non siete ancora pronti ad abbandonare le missioni in corso conviene prender tempo e proseguire.

Ora dovremo seguire le tracce di Venturo, che si snoderanno fin quasi al villaggio, infatti infine lo troveremo proprio dietro di questo, dalla parte del fiume alle spalle di “Ulele!” la venditrice di cianfrusaglie. Venturo sta seguendo delle tracce, e vorrebbe da noi che ci informassimo su quanti uomini ha Crow al tempio. Quindi andremo a chiederlo alla maga vudù. Tornando da Venturo potremo poi recarci insieme nei pressi del tempio, qui sconfiggere Basil, il capo dei pirati, e poi i suoi altri due tirapiedi, frugare nel suo baule e, se vogliamo, affrontare anche gli otto guerrieri shaganumbi. Concludendo così le missioni collegate e ricevere punti Gloria.

A questo punto non ci resta che tornare da Sebastiano per riferire quanto scoperto, e anche qui Sebastiano vorrà completa dedizione.
Se abbiamo terminato tutte le missioni nel diario direi che avete concluso tutto ciò che c’era da concludere prima ancora di aggregarvi all’una o all’altra fazione, quindi non vi resta che decidere con chi giocarvela.

Autore:

Videogiocatrice cronica, completista ossessivo-compulsiva, full-immersion-addict. Nel tempo libero mi diletto a scrivere di soluzioni sui videogames che mi sono piaciuti e tra una pausa e l'altra mi piace giocare con Photoshop. Mi piacciono le serie tv, che guardo molto; prese soprattutto in singole dosi: nel primo mattino come caffè e in tarda sera come camomilla.