EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Divinity 2 – Flames of Vengeance: Lanilor Lane 2016-11-27T11:24:06+02:00
  • 136335

    Divinity 2 – Flames of Vengeance: Lanilor Lane

Walkthrough terza parte

Appena faremo per entrare in Lanilor Lane partirà il dialogo con Willy, ve lo ricordate? Ora potreste accettare subito la sua missione, oppure farlo soffrire un po’ e nel frattempo fargli scucire anche un po’ di denaro; Se gli chiediamo soldi per l’equipaggiamento poi willy lo reincontreremo casualmente, e possiamo chiedergli ulteriori soldi. In tutto questo giochetto potremo farlo per tre volte, dopodiché willy lo troveremo ad aspettarci davanti alla sua abitazione in Lanilor Lane, vicino ai fratelli goblin, prendendo finalmente anche la sua missione: “Un truffatore truffato“, e trovare così un’altra parte di set.

Lungo Lanilor Lane troveremo, dapprima un’altra maniglia e subito dopo le rune che vediamo accendersi quando azioniamo le maniglie, e infine Valeri, uno studioso che, oltre ad essere un personaggio de “I Poteri della mente” potrà tradurci il significato delle rune una volta che saranno accese, poco oltre e a destra, un pò nascosto, un totem circondato da un alone verde; è di fatto il totem con cui dovremo interagire quando avremo trovato tutte le maniglie e abbiamo così accesso alla combinazione. Più o meno a questa altezza troveremo a destra l’ingresso per l’Ippocampo Impennato: possiamo entrare a curiosare ma allo stato attuale abbiamo la sola parola d’ordine per la stanza della Carota Gardner (se siamo passati per la caserme di emergenza a Mardaneus), all’interno troveremo una leva che, azionata, accenderà una luce verde sopra la porta bloccata da password con all’esterno un piedistallo che cerca una serie di numeri (questi numeri li troviamo sparsi per aleroth sotto forma di note: uno sopra la libreria al municipio, uno nella stanza di Bernard, uno nella stanza al piano di sopra di Chanelle… ) e a meno di non voler tentare la fortuna o fare una serie infinita di calcoli potremmo voler aspettare di avere tutte le password degli sventurati ortaggi (o di tutte le note). Proseguendo per Lanilor Lane incontreremo Heleon: questo ci consegnerà la chiave per gli Scavi Archeologici di Gula, i quali abbiamo già visto a Piazza Mardaneus ma erano appunto chiusi. Qui all’interno dovremo cercare 5 pozioni per Heleon e riportargliele, se gli leggiamo la mente avremo la possibilità di attiavare una missione gemella da Bernard, e scegliere poi, una volta in possesso delle pozioni, a chi consegnarle. All’altezza di Heleon ci sono due abitazioni: a destra, la dimora accogliente, casa anche di Hansel, dove troveremo il Pomodoro che ci darà la sua password per l’Ippocampo Impennato, e un diario dove c’è scritta la verità su Hansel e quello che aveva intenzione di fare. A Sinistra la casa di Taurus, con una botola per le fogne purtroppo però bloccata.

Durante il percorso fin qua ci imbatteremo negli uomini che stava cercando Messalina: Aulus e Minus, intenti a discutere su chi debba andare al Tempio di Namir, a noi poi toccherà fare la scelta finale. Usando la telepatia su Aulus scopriremo che è ferito e se mandiamo lui morirà, qualunque sia la scelta però l’altro ci dirà di seguirlo, e in questo modo abbiamo acquisito l’accesso al Tempio. La missione di Messalina sarà però conclusa fin da ora a patto che andiamo a parlarle.
Ancora in questa via troviamo Ransid, che ci darà “Gioielli di Suocera”, stazionato proprio davanti alla casa di Chanelle, la quale può cambiarci aspetto, venderci delle cose, e prepararci delle pozioni.
Ancora oltre troveremo un Goblin venditore, Kaan, da questo potremo acquistare l’oggetto che cercava Bedwyr, alla locanda delle Fenice, così da concludere anche la sua missione. Purtroppo possiamo solo acquistarla, con la telepatia Kaan abbasserà un poco i costi.
Ai piedi delle scale, dopo aver lasciato Kaan, troveremo la chiave per la stanza di Halliwell (se abbiamo letto la mente di Ricky, proprietario della locanda della Fenice) e a destra c’è una botola sul terreno; se abbiamo letto la mente di Darvesh troveremo la chiave proprio nel vaso di fiori li accanto. In questa botola c’è la cucina di Gula, e all’interno vi troveremo il formaggio Gorgombert per Bourdain e procedere con la sua missione.

Poco oltre incontriamo anche Astridax, il quale vorrebbe mettere le mani su alcuni oggetti, e questa missione: “Motivi Sinistri”, si interseca con quelle di: Ricky, Decimus e Ransid. (missione che abbiamo visto già nel capitolo di Piazza del Mercato)
E davanti ad Astridax c’è Aquila intento a parlare ai suoi Campioni, e dietro le sue spalle l’ingresso principale della casa di Gula, per ora impossibilitati ad entrarvi, e anche un Santuario di Passaggio. Proseguendo oltre faremo l’incontro di due Goblin che vorrebbero far parte dei Campioni di Aquila, ma quest’ultimo rifiuterà perché i fratelli goblin non hanno un equipaggiamento adatto per la battaglia… equipaggiamente che potremo acquistare da Kaan, se vogliamo anche i punti esperienza per questa mini quest: “Fratelli d’armi” Il costo dell’equipaggiamento può sembrare eccessivo, ma le ricompense sono due + un libro abilità.

Nei pressi della statua di passaggio, propio li accanto e più in basso c’è un baule, chiuso; la chiave è proprio sopra il nostro naso, infatti se alziamo lo sguardo intravediamo un cadavere, all’interno di questo oltre alla chiave del baule anche una moneta di Bellegar, la stessa che, a quanto pare, cerca Messalina della missione “Poteri della mente” ed è con questa moneta che possiamo iniziare il giro di consegne che ci porterà ad acquisire tutti gli oggetti, posto che conosciamo anche a chi consegnarli.

Vicino ad Astridax troviamo anche il negozio di Alzbeta e poco oltre il Teatro.
Da Alzbeta troviamo un paio di strumenti che se azionati suoneranno, se li facciamo suonare un tot di volte il totem in fondo si illuminerà, e interagendoci ne otteremo un punto abilità.
Nel Teatro invece prenderemo la missione: “Tutto l’aldilà è un palcoscenico“. Qui inizia questa missione e qui si conclude. Portandola a compimento avremo poi modo di incontrare Mara, e ottenere così gli orecchini che voleva Ransid/Astridax.
Oltre il teatro troviamo Nerk fare la guardia a una botola, e non ci lascerà passare a meno che non gli leggiamo la mente, in questo modo avremo una opzione di dialogo in più. Ora, scendendo in questa botola, ci troveremo nel mercato nero, e potremo anche assolvere ad una parte della missione “Cacciatori di taglie” uccidendo Mysus. Prima di farlo però tenete a mente che ben due venditori scompariranno dalla scena, ovvero Mysus stesso e Nerk, all’uscita. Valutate quindi l’ipotesi di acquistare/vendere prima di farlo, o ritornarci in un secondo momento. La telepatia su Mysus offre un punto abilità su Scassinare. Se l’avevate già al massimo sarà un punto perso.

Di fronte al mercato nero troviamo la Casa di Madame Eve… questo è un luogo, oltre che di ricche ricompense per la quest che ci appresteremo a risolvere: “I Delitti di Lanilor Lane”, anche fonte di uno degli indizi necessari per la main quest.

Infine troveremo anche il Tempio di Nimir come ultima zona. Qui all’interno faremo la conoscenza di Baldini, il famoso profumiere, che ci darà la sua missione molto particolare: “Il Bouquet di Baldini“. Non perdete l’occasione di leggere la sua mente, varrà una parte di set.

Di seguito le missioni di questa parte di mappa:

  1. Farmaci d’erborista
  2. Gioielli di suocera
  3. Motivi sinistri
  4. Fratelli d’armi
  5. Tutto l’aldilà è un palcoscenico
  6. Il Bouquet di Baldini
  7. Un Truffatore Truffato
  8. Speranza Vana
  9. I delitti di Lanilor Lane

Lanilor Lane

Farmaci d’erborista

Il guaritore Heleon si trova lungo Lanilor Lane nei pressi del totem parlante, vicino alle rune. Vi chiede di recuperare per lui delle pozioni che ha lasciato nella sua spelonca: Gli scavi archeologici di Gula. Questa quest serve appunto per introdurci nel luogo che sarà fonte di altre due quest.

Le pozioni di Heleon sono ben visibili, circondate da un alone azzurro; all’interno degli scavi troviamo due porte chiuse ma una sola chiave. Se apriremo la porta di destra quella di sinistra rimarrà chiusa, viceversa, aprendo quella di sinistra e rompendo le anfore che vi si trovano all’interno potremo recuperare la chiave anche per la porta di destra.

In questa stanza vediamo anche due piedistalli ai quali evidentemente manca qualcosa. Ma questo fa parte di due altre missioni: una prelevabile al manicomio di Nido del Corvo, e una a casa di Gula.

Ora potremmo concludere la missione con Heleon, ma se gli abbiamo letto precedentemente la mente sappiamo che è una specie di truffatore, quindi andando da Bernard, alla casa dei Guaritori, potremo attivare la missione gemella e dare a Bernard le 5 pozioni, che ci varrà come ricompensa due premi invece di uno e un libro abilità aggiunto.

Fratelli d’armi

Stranamente in Flames of vengeance i Goblin sono nostri alleati, tutti insieme per sconfiggere il flagello dei non morti scatenati dal dannato. Lungo Lanilor Lane ci imbatteremo in un venditore goblin e, più avanti, i due fratelli goblin proprio sotto il portico della casa di Willy. I due fratelli vorrebbero unirsi ad Aquila ed essere d’aiuto, ma Aquila non lo permette in quanto non sono attrezzati per affrontare la viiolenza delle strade, i goblin di rimando dicono che per dimostrare la loro lealtà hanno dovuto lasciare le armi ai soldati. Si rende quindi necessario attrezzarli di armi e armature, chi quindi meglio di Kaan, il venditore goblin, a rifornirci di tali accessori? il tutto ci costerà la modica cifra di 11000 monete, sappiatelo. Aquila ci ricompenserà poi adeguatamente.

Tutto l’aldilà è un palcoscenico

Il Teatro in Lanilor Lane:
appena entrate la musica sembra volervi dire che incontrerete dei fantasmi, oltretutto se avete già parlato con qualcuno, o con Ransid, il quale vi prega di trovare i suoi orecchini che si trovano proprio qui, al Teatro, saprete che sembra essere infestato dagli spettri. Perciò immagino andrete avanti con cautela. Ma non c’è ragione di allarmarsi, gli spettri ci sono ma sono fantasmi di attori che si apprestano ad eseguire una rappresentazione. Parlando con loro verrete a sapere che un’attrice, durante il vero spettacolo, quando erano ancora attori in carne ed ossa, pronunciò una frase tratta non dal copione ma dal libro degli incantesimi originali, facendo così apparire un Demone, del quale la rappresentazione tratta, uccidendo tutti i presenti.

Assisterete alla rappresentazione ma l’attrice che interpreta Camilla a quanto pare non ha la stoffa, così il regista vi chiede se volete voi interpretare Camilla. Accettando chiederete il copione e dovrete andarlo a prendere in cantina. Se avete letto la mente di Alfred saprete che da qualche parte qui sotto c’è dell’altro. In ogni modo la telepatia non è indspensabile e quel qualcosa d’altro lo troviamo propio di fianco allo scrittoio dove abbiamo prelevato il libro: tra questo e il muro c’è un pulsante, premendolo una parete scomparirà e all’interno vi troveremo la copia originale del libro degli incantesimi e anche un pezzo di un set.

Ora possiamo dire ad Alfred che siamo in grado di esibirci: al momento di pronunciare l’ultima frase infatti, comparirà anche quella letta nel libro originale, la quale renderà tutti i fantasmi nostri nemici e anche il Demone che farà la sua comparsa. Ora dobbiamo ucciderli tutti.

La conclusione di questa scena farà si che la porta che prima era magicamente bloccata ora non lo è più e all’interno vi troveremo Mara, la quale ci consegnerà i suoi orecchi (Per Ransid/Astridax)

Se non riuscite a terminare la quest è perché avete un pg maschile: tornate alla torre (o da chanelle), cambiate sesso e poi tornate dal fantasma.

Il Bouquet di Baldini

Il fantasma di Baldini, grande creatore di profumi, si trova al Tempio di Nimir, chiuso a chiave. Per ottenere quest’ultima dovrete aver prima parlato con Messalina, alla Locanda della Cerchia Fidata in piazza Mardaneus, la quale vi chiederà di cercare due suoi soldati aprendo così un’altra quest, Esperto o esordiente?

E’ dunque qui che troviamo Baldini, il suo fantasma almeno, il quale ci dirà che è morto nel tentativo di trovare “il fiore che non esiste” elemento indispensabile per creare il suo capolavoro, ci chiederà quindi di soddisfare la sua richiesta e ci darà gli elementi per farlo. Il fiore si trova in alto e dovrete fare una serie di manovre acrobratiche per arrivarci, usando le leve quando le trovate per rendere disponibili scale ed altri appigli. Insieme al fiore, in alto, c’è anche un baule, il quale possiede un interruttore sul retro ma questo diventerà visibile solo se userete la telepatia su Baldini, rivelando così un altro punto d’appoggio che ci consentirà di arrivare ad un ulteriore baule, visibile ma altrimenti irraggiungibile, che contiene un pezzo di armatura di set.

In questo labirinto troviamo anche un altro pezzo di set, nella zona opposta a dove sta Baldini.

Una volta riportato il fiore a Baldini questo vi prega di consegnarlo a sua nipote, Chanelle, venditrice di pozioni in Lanilor Lane, così che possa creare il profumo tanto agognato. Chanelle sarà ben lieta di accontentarvi, ma dovrete attendere un po’ per la preparazione, uscite fate qualcosa e tornate da lei, nel consegnarvi il profumo abbasserà anche i prezzi. Portando il profumo a Baldini concluderete positivamente la quest.

Un truffatore truffato

Vi ricordate di Willy? quello che ha provato in tutti i modi a venderci una casa, in Ego Draconis e, probabilmente, ci è anche riuscito?
Da piazza del mercato andiamo a piedi verso Lanilor Lane, verso l’uscita troviamo due guardie appostate e, mentre ci avviciniamo, partirà una scena in cui Willy cerca l’aiuto delle guardie adducendo che degli assassini sono in casa sua e vogliono farlo fuori. Le guardie però, ben consci che Willy è un truffatore, non gli danno retta, così questi appena vi vede vi prega di aiutarlo. La scena è davvero divertente, tanto più che abbiamo la possibilità di aiutarlo subito oppure di non lasciarci scappare l’opportunità di dirgli che abbiamo bisogno di una buona armatura per poter competere con gli assassini, così willy tirerà fuori 500 monete per l’acquisto. Procediamo un po’ e pensiamo ai fatti nostri, dopo un po’ Willy però riappare chiedendoci se siamo pronti, di nuovo noi possiamo scegliere, e la possibilità di estorcergli altre 500 monete per l’acquisto di una buona arma vorremmo non farcela sfuggire, e Willy sborsa ancora. Di nuovo in giro e Willy ricompare, stavolta siamo costretti a dirgli che senza pozioni non potremo affrontare gli assassini! Di conseguenza Willy deve darci altre 500 monete. Bene, la giusta vendetta se ci aveva gabbati. Il prossimo giro però dovremo proprio aiutarlo, se non altro per dei PE. A casa sua troviamo degli energumeni con una parlantina impressionante, dei cui discorsi però si capisce poco; stanno cercando di fare sloggiare Willy da casa sua, Willy si ribella ma senza successo, tocca quindi a noi decidere da che parte stare; onestamente non ho provato a vedere che cosa succede se si accetta di stare dalla parte degli assassini, probabilmente si fallisce la quest e non si prendono neppure i PE, io ho optato quindi per parteggiare per Willy ed ho ucciso tutti gli assassini chiudendo così la quest e prendere le mie ricompense.

C’è da dire che alla fine di tutto Willy cerca ancora di venderci la sua casa, e potrebbe anche sembrare un affare visto che ora siamo abbastanza certi che si tratta proprio della sua casa… Se volete provare…

qui troviamo anche un pezzo di un set.

Speranza vana

Una volta portata a compimento la quest: Voracità Omicida avremo la chiave per recarci alle stanze di Ser Gula, attualmente sorvegliata da due guardie che non ci lascerebbero passare. Scopriamo così che Ser Gula è stato trasformato in un Troll gigantesco, che la sua fame è insaziabile e che tutto è iniziato dopo aver preso la corona dei Troll. Vorrebbe quindi rimediare e porre fine alla maledizione, tanto più che era inconsapevole dei delitti che si stavano commettendo per procurargli il cibo. Dovrete quindi riportare la corona al suo posto, negli scavi archeologici. Se non avete ancora parlato con Heleon, che vi commissionerà la quest: Farmaci d’erboristeria, non potrete accedere al luogo.
Una volta collocata la corona nel suo giusto posto potrete tornare da Gula, che nel frattempo si sarà trasformato in umano, e per ringraziarvi vi consegnerà le chiavi dello scrigno che contiene uno dei cinque indizi per la missione principale insieme ad un pezzo di set.

I Delitti di Lanilor Lane

Nell’ultima casa di Lanilor Lane troviamo Madame Eve e il suo problema con degli assassisi spietati che hanno ucciso tutta la sua clientela. Verremo a conoscenza che alcuni di questi erano persone di nostra conosenza: Folo, soggiornava lì con il suo maiale;la coppia di amanti di Altoborgo: Derk e Dana; il terzo era un campione: Michael.
Madame Eve ci prega di indagare visto che le guardie cittadine sono tutte prese dal flagello dei non morti, così inizimo a darci da fare. Nella camera di Folo troviamo infatti il maiale Kevin e niente altro, nella stanza dei due amanti, a terra, un indizio, e nella stanza del campione ci è vietato entrare. Per procedere con la quest devremo necessariamente passare per la telepatia, così vedremo i ricordi di kevin e scoprendo un indizio sotto il letto. Una volta in possesso di entrambi gli indizi dovraemo recarci dal Dott. West e dal venditore di armi in piazza del mercato, Gofannon. Mostrando a questi due gli indizi verremo a conoscenza di particolari tali da convincere le due guardie di stanza alla porta del campione a lasciarci entrare (potreste semplicemente uccidere le guardie, ma vi perdereste le ricompense date da queste due sottomissioni). Ai piedi del letto troveremo una polvere gialla che dovremo portare a Chanelle, la quale preparerà una pozione che dovremo poi cospargere nella stanza e rivelare eventuali altri indizi nascosti. In effetti troveremo un pulsante sulla parete che, premuto il quale, farà comparire una botola ai piedi del letto che conduce ad un sotterraneo inquietante.

Qui dovremo come prima cosa, oltre a sconfiggere i non morti che vi troveremo, effettuare dei salti acrobatici lungo una serie di piattaforme che compaio e scompaiono in sequenza, fino a raggiungere un baule in alto contenente un cristallo che fungerà da chiave, il liquido sottostante per tutto il sotterraneo è velenoso. l’altro cristallo lo troveremo addosso al non morto che comparirà appena metteremo piede nell’unica stanza aperta. Ora non ci resta che posizionare i cristalli sui piedistalli e la porta di fronte si aprirà.

Ci accoglierà un non morto appararentemente invincibile che tenterà subito di farci fuori chiamando a raccolta numerosi seguaci (qui l’aiutino del vostro mostriciattolo potrebbe tornare davvero utile, non tanto per i danni che potrà causare quanto per potervi disimpegnare e capire il da farsi). Il trucco per poter sconfiggere zombie Jack sta nello scovare le tombe dei morti che ha trafugato dalle stanze di madame Eve, disturbarle, e sconfiggere i suoi occupanti, dovreme così lottare di volta in volta con Folo, con Derk e Dana e con il campione; ognuno di questi sbloccherà un sigillo della tomba di Jack, con l’ultimo sigillo sbloccato Zombie Jack diverrà, per così dire, mortale. Le tombe sono tre, e si trovano una a sinistra, in fondo, una dietro la tomba centrale, sempre in fondo, ed una a destra, all’inizio, e sono contornate di un colore viola.

Zombie Jack ha con sé un oggetto che vi servirà per la Main Quest.

All’uscita da questo luogo probabilmente vi aspetta in viaggetto nell’aldilà in compagnia di Bellegar!

Motivi Sinistri – Gioielli di Suocera – Reminescenza del passato – Giuramento eterno

quattro quest in una:

  1. In piazza del Mercato, alla Casa di Guaritori c’è un Campione ferito, Decimus, cerca l’anello nuziale di sua moglie defunta durante questi ultimi attacchi dei non-morti a Nido del Corvo.
  2. In Lanilor Lane trovate Ransid, posizionato tra la casa di Chanelle e Kaar, il goblin venditore ambulante; cerca degli orecchini della sua defunta suocera che si trovano al Teatro, sempre in Lanilor Lane.
  3. In piazza del mercato, alla locanda della Fenice troviamo Ricky, l’oste, che rivorrebbe indietro l’amuleto di sua madre, Eleanor; la casa dei suoi genitori si trova a Nido del corvo.
  4. In Lanilor Lane, dall’altro lato della strada dove si trova la statua di teletrasporto, troviamo il negromante Astridax, il quale ci informa che gli occorrono dei gioielli di morti recenti, almeno tre.

Trovare gli oggetti non è complicato, non sono protetti né da enigmi o bauli chiusi, però per poterli trovare occorre prima sbloccare le locazioni dove questi si trovano;
per trovare gli orecchini al Teatro, ad esempio, dovremo prima portare a termine la quest del fantasma “Tutto l’aldilà è un palcoscenico“, dopodiché potremo accedere alla zona chiusa dove trovare il fantasma di Mara, la suocera di Ransid che ci consegnerà gli orecchini.
Per trovare gli altri due oggetti invece, dovremo sbloccare la quest dell’albero parlante, “un albero inalberato“, che fa parte della quest principale, e anche la quest “insalata d’ippocampo“. La risoluzione di queste due missioni infatti ci aprirà l’accesso a Nido del Corvo, luogo in cui si trovano gli oggetti.

Come vedete le quest sono lunghe, ma senza dubbio originali.

Dunque, una volta sbloccato tutto quanto sopra e acquisiti gli oggetti potremo riportarli ai rispettivi proprietari, oppure decidere di completare la quest di Astridax, il negromante.

Ridarli ai rispettivi proprietari significa avere tre singole ricompense, nelle quali potremo scegliere un solo oggetto, o denaro o PE, da ognuna di queste.
Decidere di darli invece ad Astridax significa ricevere due ricompense per ogni singolo oggetto, più altri due per la quest, e ricevere già inclusi anche 5 libri abilità. Direi che la scelta è obbligata.

Autore:

Avatar
Mi piace fare quello che mi pare e piace