Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Chiudi
RPG Italia è sbarcata su LiberaPay!

Ospite, se vuoi sostenerci donando anche 1€ al mese, questa è l'occasione giusta! RPG Italia non ha pubblicità e l'unica fonte di finanziamento deriva dalle donazioni.
Siate generosi!

Per aderire, diventa un donatore su LiberaPay! È una piattaforma italiana che consente grande flessibilità di pagamento!

Commenti sul Messaggio Profilo di kara.bina

  1. Maurilliano
    Maurilliano
    :laughing:  brava!... questa si che è dedizione
    30 Gennaio 2017
  2. kara.bina
    kara.bina
    a mia discolpa c'è da dire che questo civ 6 è molto più facile del precedente, per dire... c'è un leader che non ha una sua religione propria, gliela si può solo trasmettere (come fosse un virus :asd: già) però poi ti mettono la possibilità di vittoria religiosa! scusa eh, ma basta mettere questo tipo di modalità, scegliersi solo questo leader come avversario, e mettere a difficile, immortale, divinità e le vinci sicuramente tutte dato che la religione è una delle prime cose che si fa, qui come in tutti i civ. In Civ 5 la modalità divinità è uno degli ultimi achi acquisiti qui invece uno dei primi, c'è qualcosa che non quadra no!?
    30 Gennaio 2017
  3. Maurilliano
    Maurilliano
    Cioè, hai completato una partita in modalità divina?

    :huh: Veramente?
    30 Gennaio 2017
  4. kara.bina
    kara.bina
     ti è sfuggito un particolare, credo... non ho solo completato la modalità divinità, che è estremamente facile, ma ho fatto 90 achi su circa 98 del gioco base, tra un paio di giorni faccio l'en plain :D

    se invece eri ironico, giuro che non l'ho capito
    30 Gennaio 2017
  5. Maurilliano
    Maurilliano
    Be, considerando che è uscito da poco, non era una considerazione che potevo dare per scontata. Io ne vecchi civ mi ci è voluto molto tempo
    30 Gennaio 2017
  6. kara.bina
    kara.bina
    si ma infatti lo avevo scritto: con civ 5 è stato uno degli ultimi achi che ho preso quello della modalità divinità, perché era molto più difficile.

    In questo gioco, che è bello per certi versi ma per altri proprio no, è tutto molto più facile.
    30 Gennaio 2017
  7. Maurilliano
    Maurilliano
    E' meglio il 5°a tuo giudizio?
    31 Gennaio 2017
  8. kara.bina
    kara.bina
    dunque, non so spiegartelo con termini da videogamers, provo a spiegartelo coi termini miei :) (ovvero senza sintesi :D ) 

    il 6° ha dalla sua la gestione degli insediamenti, è una novità ed è strutturata e fatta bene; anche la questione dei Grandi Personaggi non è male, molto diversa dal 5° ed hanno un'importanza notevole, con tutto ciò che i grandi generali del 5° mi mancano, poter costruire le cittadelle per fregare terreno agli avversari era impagabile, così come mi è mancato nel 5° la possibilità di tirare le bombe culturali, prerogativa del 4°, sempre per fregare terreno. Ora sembra che questa particolarità di rubare terreni altrui ce l'abbia la Polonia, ma è in un dlc separato che ancora non ho preso.

    Altra cosa notevole in questo 6° sono le politiche e anche le teconologie, fatte un po' male perché, a mio avviso, non rispettano i tempi.

    premessa: teconologie e politiche hanno entrambe un albero pressoché identico che ricordano molto quello del 5° (delle tecnologie). Non ci sono scienziati che possono regalarti un tot di scienza, o meglio, ci sono anche quelli ma non tutti gli scienzati fanno quello. Però ci sono gli Eureka (per le tecnologie) e le Ispirazioni (per le politiche) che ti fanno guadagnare terreno più velocemente, ad esempio: per ricercare la tecnologia "muratura" servono un tot di turni, ma se costruisci una cava su una risorsa (pietre, marmo, ame ecc) attivi l'Eureka e guadagnerai un sacco di turni velocizzando la ricerca. Allo stesso modo con le politiche e le ispirazioni. E qui veniamo al punto per cui, secondo me, è fatto male e non rispetta i tempi:

    Attivando questi Eureka e Ispirazioni (che si possono attivare spesso con un po' di attenzione), considerando alcuni personaggi, e alcune meraviglie, e anche alcuni villaggi tribali (l'equivalente delle rovine antiche del 5°) che ti regalano ispirazioni ed eureka a caso, ecco qua che potrai trovarti nel 1800 con già l'uranio trovato e ritrovarti nell'era atomica. Sia giocando a velocità standard o maratona, che è la più lenta del gioco.

    Se tralasciamo questo aspetto (che però ai fini dell'economia del gioco non sarebbe tanto insignificante) le succitate cose sono dei punti a favore del 6 che i precedenti capitoli non hanno.

    L'aspetto dedisamente imbruttito e fatto male, a parte la Diplomazia sul quale stediamo un velo pietoso, è che le varie difficoltà di gioco sono fatte a casaccio, non tengono conto di niente, danno dei bonus una tantum così, ad [email protected]@um, agli avversari, e la modalità di gioco più facile, colono, ti vedrà sempre sbatterti per cercare di primeggiare, in tutto: che sia religione, scienza, meraviglie, personaggi, eccetto che la guerra, quella è davvero un tasto dolente, in quanto anche a colono, e anche trovando degli avversari che ti dimostrano amicizia pressoché subito, nel giro di 20 minuti te li ritroverai tutti contro, che già all'età della pietra iniziano a farti guerra a random, anche se stanno in un altro continente, e che gli ci vorrà 100 turni per raggiungerti.

    questa cosa della guerra è davvero snervante, perché poi ti faranno guerra sempre in coppia. Difendersi non è complicato, sono davvero dei primitivi in guerra, e fare tabula rasa di tutti gli avversari fin dall'epoca antica è davvero facile, troppo facile. Per fare pace poi non è neppure semplice, in quanto se non ti percepiscono come una minaccia, ovvero che ti vedono nei pressi dei loro insediamenti con un po' di milizia, potreste stare in guerra anche in eterno. Fare alleanze con queste premesse è decisamente un miraggio (ma questo anche perché, appunto, sulla diplomazia non ci pronunciamo).

    Altro aspetto che non mi piace sono le informazioni di gioco, che nei precedenti capitoli abbondavano: sapevi sempre dove trovare le tue unità, se lavoravano o no, e dove trovarle. qui no, se hai degli esploratori in giro e vuoi recuperarli devi armarti di santa pazienza e cercarli.

    Nei precedenti capitoli quando ti proponevano uno scambio c'era una certa logica, qui no: pretenderanno sempre molto più di quello che offrono e accetteranno scambi di risorse di lusso solo se possono darti quelli che tu hai già, a meno che non siate amici, ma come ho detto averli amici è praticamente un'utopia.

    E infine la diplomazia, sulla quale non voglio proprio dilungarmi, che racchiude poi infine i veri cardini di gioco perché è tramite questa che si è amici o nemici in definitiva, non ha praticamente senso. Si incavoleranno e ti toglieranno punti se i tuoi esploratori, esplorando, camminano nei confini altrui. Posso capire soldati, ma non esloratori. Ogni civiltà poi ha le sue "agende": Cleopatra per esempio ama le civiltà con eserciti forti, quindi se ti incontra ad inizio gioco quando ancora non hai costruito manco un esploratore, già inizia ad odiarti perché secondo lei sei debole, poi ti fai l'esercito e ti odia perché ha paura di te. Ha senso? e mica tanto...

    Concludendo: se la parte buona di questo gioco l'avessero applicata al 5° capitolo sarebbe stato un gioiello, ma la parte bacata di questo gioco non lo rende troppo divertente. Non guardare me e i miei achi, io sono una persona molto malata :D e mi diverto anche così, però devo dire, che dopo tante ore di gioco, posso dire che il 5° era decisamente più godibile.

    Spero di aver risposto alla tua domanda :)
    1 Febbraio 2017
    A 1 utente piace questo elemento.