Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Chiudi
RPG Italia è sbarcata su LiberaPay!

Ospite, se vuoi sostenerci donando anche 1€ al mese, questa è l'occasione giusta! RPG Italia non ha pubblicità e l'unica fonte di finanziamento deriva dalle donazioni.
Siate generosi!

Per aderire, diventa un donatore su LiberaPay! È una piattaforma italiana che consente grande flessibilità di pagamento!

Vaccinazione

Discussione in 'Lo scannatoio' iniziata da -R-, 4 Gennaio 2021.

Condividi questa Pagina

  1. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    290
    Mi piace:
    341
    Astrazeneca non ha ancora ricevuto l’approvazione dell’EMA... non devi contarla nell’equazione fino ad allora
     
    Ultima modifica: 26 Gennaio 2021
  2. Elledain

    Elledain Supporter

    Messaggi:
    102
    Mi piace:
    86
    beh si, però le notizie che circolano ora sul fatto che Astrazeneca sta privilegiando il Regno Unito perché è arrivato primo con il contratto e tutto il resto, quando comunque anche l’Unione Europea ci ha messo i soldi per finanziare la ricerca del vaccino di Astrazeneca, fa un po’ di tristezza...
     
  3. baarzo

    baarzo Supporter

    Messaggi:
    3.088
    Mi piace:
    1.042
    non mi stupisco invece, le case farmaceutiche hanno come unico scopo il profitto nel bene e nel male
     
  4. NonTrovoUnNome22

    NonTrovoUnNome22 Il supervillain di RPG Italia (Platinum version) Ex staff

    Messaggi:
    5.642
    Mi piace:
    1.435
    Si ma il punto è che Astrazeneca ha fatto un contratto con l'Unione Europea, non con mia nonna: non può uscirsene con una boiata del livello "mamma ho mal di pancia e non voglio andare a scuola" e sperare di cavarsela.
     
  5. baarzo

    baarzo Supporter

    Messaggi:
    3.088
    Mi piace:
    1.042
    ci sarà qualche cavillo nel contratto che staranno sfruttando
     
  6. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    290
    Mi piace:
    341
    Scusami... il mio pensiero era rivolto alla prima fase della campagna vaccinale, quella in atto, che riguarda gli operatori sanitari, gli ospiti delle RSA e gli ultra ottantenni, quella che dovrebbe coprire 6,5 milioni di persone e che speriamo possa ridurre i morti e la pressione sugli ospedali.

    È ovvio che senza i vaccini di Astrazeneca la popolazione italiana non la puoi vaccinare, ma quella per me è un’altra partita che dovremo giocare.

    La settimana scorsa sono stato una Cassandra... devo dirvi che non c’è stato nessun aumento di ricoveri COVID nel mio ospedale... la rete trapianto ha battuto un colpo e in questi giorni abbiamo fatto 3 trapianti da cadavere, dopo un mese di fermo... la medicina preventiva ha allentato lo screening su di noi, sul personale, da un tampone ogni 3 giorni ritorniamo a uno ogni 10 giorni... non so essere obbiettivo, la paura prevale sempre nei miei pensieri.
     
    Ultima modifica: 28 Gennaio 2021
    A f5f9, alaris, NonTrovoUnNome22 e 2 altri utenti piace questo messaggio.
  7. Vitbull88

    Vitbull88 Livello 1

    Messaggi:
    146
    Mi piace:
    117
    Non penso sia questione di essere obiettivi. Piuttosto é una questione di essere conservativi, che va sempre bene in certi casi :emoji_joy:
     
  8. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    290
    Mi piace:
    341
    Si è conclusa la fase di somministrazione della prima dose di vaccino nel nostro ospedale.

    Hanno pubblicato i dati dei T0, i sierologici eseguiti prima della vaccinazione:
    - Positivi: 1402 (19%);
    - Negativi 6018 (81%);

    I soggetti risultati negativi al T0 eseguiranno ulteriori test sierologici:
    -T1, dopo 2 mesi dalla prima dose del vaccino;
    -T2, dopo 4 mesi;
    -T3, dopo 8 mesi;
    -T4, dopo 12 mesi.

    L’ospedale non ha pubblicato il numero di coloro che non hanno aderito alla campagna di vaccinazione.
    Il personale sanitario è composto da 7000 dipendenti...
    Il personale amministrativo/non sanitario è stato vaccinato ma il loro numero è sconosciuto.

    Nella mia unità operativa, come vi avevo già raccontato , siamo in 18, 10 di noi hanno fatto il COVID.... i miei 6 colleghi che hanno fatto il COVID a Marzo hanno un titolo di anticorpi basso... il primo di noi che si è ammalato a Marzo ha sierologico negativo, nel corso di questi mesi ha visto il suo titolo diminuire fino ad azzerarsi... esistono le cellule della memoria non preoccupatevi...
    16 di noi hanno fatto il vaccino, 2 non si sono vaccinati... sono gli ultimi ad essersi ammalti a fine dicembre, il primo ha un titolo altissimo di anticorpi, ha concordato con la medicina preventiva di monitorare il sierologico nel tempo e di non vaccinarsi, il secondo ha avuto l’altro ieri il primo tampone negativo ( in pratica è appena guarito).
    I primi 2 ad essersi ammalati a fine novembre inizio dicembre, nonostante il titolo alto di anticorpi, si sono vaccinati e non hanno avuto nessuna reazione avversa alla prima dose, nessuno di noi ha avuto reazioni avverse, solo un po’ di indolenzimento nel punto di iniezione.

    Sabato 30 faccio la seconda dose.

    Spero che l’ospedale comunichi nelle prossime settimane anche i dati sulle reazioni avverse, i dati su coloro che hanno anticorpi e hanno deciso di non vaccinarsi, nel caso li pubblicherò.
     
    Ultima modifica: 28 Gennaio 2021
    A kara.bina, baarzo, Elledain e 4 altri utenti piace questo messaggio.
  9. NonTrovoUnNome22

    NonTrovoUnNome22 Il supervillain di RPG Italia (Platinum version) Ex staff

    Messaggi:
    5.642
    Mi piace:
    1.435
    Astrazeneca approvato dall'EMA con la somministrazione di una doppia dose, con una copertura del 60% ma che non fa comunque sviluppare sintomi gravi anche al restate 40%.

    Il fatto che quasi sicuramente non dia immunità sterilizzante potrebbe essere un problema, a logica questo vaccino andrebbe fatto a chi non rischia di diventare un superdiffusore.
     
    A Elledain piace questo elemento.
  10. Elledain

    Elledain Supporter

    Messaggi:
    102
    Mi piace:
    86
    Si a logica sarebbe da fare così, però come fai a sapere se uno è un superdiffusore o no.

    Comunque non vorrei passare da pessimista (e dire che di solito sono un inguaribile ottimista) ma in generale tra lentezza della produzione delle dosi, lotte tra gli Stati per aver le dosi prima di tutti e la reale efficacia di questi vaccini che la vedremmo sul campo nei prossimi mesi...la vedo ancora veramente lunga l'uscita dal tunnel...
     
  11. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    290
    Mi piace:
    341
    R0 è un parametro che misura la potenziale trasmissibilità di una malattia infettiva.

    Quanto maggiore è il valore di R0 e tanto più elevato è il rischio di diffusione dell’epidemia.

    La percentuale di individui immuni che impedisce a una malattia infettiva di diffondersi in modo epidemico è chiamata soglia minima d’immunità di gregge.

    La soglia minima di immunità di gregge si calcola utilizzando R0.

    L’R0 del SARS-Cov-2 è stimato tra 1,4 e 3,8 ( fonte ISS).

    L’Influenza ha un R0 stimato tra 1,5-1,8 e una soglia minima d’immunità di gregge del
    33%-44%.

    La Parotite ha un R0 stimato tra 4-7 e una soglia minima d’immunità di gregge del 75%-86%.

    La soglia minima di immunità di gregge non rappresenta la soglia critica di copertura vaccinale, che viene calcolata considerando l'efficacia del vaccino.

    Se il piano era quello di vaccinare la stragrande parte della popolazione con Astrazeneca questa non è una buona notizia.

    Ho tanta paura che i nostri governanti ci abbiamo venduto qualcosa d’impossibile... di Utopostico... di ottimistico.. al bando di Arcuri per reclutare infermieri da impiegare nella campagna vaccinale , hanno risposto in 3900, quando se ne cercavano 12 000... le “big pharma” non riescono a garantire le quote di vaccino, ci sono troppi problemi lungo la catena di produzione/distribuzione... dentro di me cresce sempre di più il pensiero, la convinzione che non siamo in grado di vaccinare l’intera popolazione e raggiungere l’immunitá di gregge entro la fine dell’anno. E se il titolo di anticorpi si azzera nel giro di un anno, com'è successo al primo di noi che si è ammalato, cosa succede?
     
    Ultima modifica: 30 Gennaio 2021
  12. NonTrovoUnNome22

    NonTrovoUnNome22 Il supervillain di RPG Italia (Platinum version) Ex staff

    Messaggi:
    5.642
    Mi piace:
    1.435
    Domanda ignorante: serve davvero vaccinare TUTTA la popolazione per risolvere l'emergenza?
    Io vedo 2 problemi, uno a breve termine e uno a lungo termine.

    Quello a breve termine sono gli ospedali invasi da pazienti covid: allo stato attuale delle cose l'unico freno è il distanziamento sociale, da qui le misure dei DPCM.
    Ma ormai è chiaro che le probabilità di sviluppare la malattia grave salgano esponenzialmente da un'età X in poi (anche i giovani possono sviluppare la malatia grave, ma sono una percentuale esigua, da gli ultimi dati che avevo guardato).
    Se vaccini tutte le persone con età maggiore o uguale a X sicuramente non avrai più gli ospedali stracolmi, e anche gli eventuali casi gravi potranno essere gestiti in sicurezza.
    Questo obbiettivo non lo vedo così lontano, fortunatamente: è ovvio che sia in corso un braccio di ferro tra case farmaceutiche/altre potenze mondiali e Unione Europea.
    L'ottimista che è in me spera che ne verremo a capo in qualche modo.

    Il problema a lungo termine invece è evitare che il virus circoli del tutto (cioè tra asintomatici e giovani con sintomi lievi) col rischio che muti di nuovo, magari col rischio di annullare i vaccini attuali.
    Questo lo si può raggiungere solo con la famosa immunità di gregge che ahime vedo lontana.

    Per come si stanno mettendo le cose mi aspetto di tornare a vivere entro qualche mese, e alla completa normalità (con feste e stadi gremiti) tra non meno di un anno.
    --- MODIFICA ---
    Possibile, come utopistica è stata la promessa di Conte di chiudere a Ottobre per fare il natale tranquilli.
    Tuttavia non mi sembra che gli altri paesi UE siano messi tanto meglio, anzi.

    Gli USA forse riusciranno a uscirne prima dato che ora la nuova amministrazione ha concretamente iniziato a fare qualcosa (in parte perchè ora coi vaccini può attaccare il problema in modo meno impopolare rispetto ai lockdown e in parte perchè c'è la volontà politica di contrastare il menefregismo "politico" di Trump).
     
  13. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    290
    Mi piace:
    341
    In realtà non ti so rispondere, non sono la persona giusta non ho le competenze.
    Mi dispiace.

    La prima parte della campagna rivolta a vaccinare gli operatori sanitari, ospiti delle RSA e ultra ottantenni, ha come obbiettivo quello di ridurre la pressione sugli ospedali... meno anziani ammalati, meno ricoveri, meno morti.
    Parliamo di vaccinare 6,5 milioni di persone, vediamo se ci riusciamo a farlo in poco tempo.

    Nel mio ospedale abbiamo una forte capacità di eseguire tamponi molecolari.
    Per dirti, ieri ho iniziato lavoro alle 14 e ho fatto subito il tampone, alle 20 avevo il referto.

    Dal basso della mia posizione, sono convito che una forte capacità di screening/ tracciamento/ tamponi a tappeto sia l’unica opzione per poter lavorare/ tornare a scuola in sicurezza e proteggere la campagna vaccinale. Se l’epidemia esplode, riprende a correre, la campagna vaccinale salta.

    I DPI funzionano, il distanziamento anche, ma sono dipendenti dalla nostra attenzione... è facile distrarsi... bere un caffè con il collega, fumare una sigaretta con un amico... questo ti frega.

    Ritengo che il poter eseguire un tampone con regolarità, ogni 10 giorni, con un tempo di refertazione di 6-8 ore, sia un diritto di ogni lavoratore/ studente.

    La strada dei tamponi antigenici è sbagliata, non sono diagnostici, sono imprecisi... purtroppo non tutti hanno la capacità di eseguire tamponi come il nostro ospedale, quindi la posso capire, ma come scelta temporanea intanto che adegui il sistema, non come scelta definitiva .

    Esistono tecniche come il pool testing che possono essere adoperate come screening per piccoli gruppi di persone... dove il materiale biologico prelevato con diversi tamponi molecolari individuali viene diluito e miscelato, poi analizzato in un unico test di laboratorio. Se risulta negativo sappiamo che in quel gruppo di persone non ci sono infetti. Se è positivo i tamponi devono essere processati singolarmente. Il metodo per essere efficace deve essere eseguito tra persone a stretto contatto ( studenti di una classe, operai di uno stesso reparto, colleghi di uno stesso ufficio). Il pool testing consente di risparmiare tempo e reagenti.

    Non sento un politico parlare di questo.
    Non sento un governatore/ministro/ leader di partito che dice prendiamo il MES e potenziamo la nostra capacità di screening e tracciamento.
    Abbiamo speso 4 miliardi per il cashback con quasi 500 morti ogni giorno per COVID.
    Le nostre armi sono i vaccini, i tamponi e i DPI, oltre ai comportamenti corretti ( lavaggio mani, distanziamento, attenersi alle norme restrittive).
    Forse il mio ragionamento è utopistico.
    Ma le aperture allo sbaraglio, come facciamo ora non sono l’alternativa migliore... perché oggi sei Giallo ma dopo torni Rosso...
     
    Ultima modifica: 30 Gennaio 2021
    A Elledain, alaris e NonTrovoUnNome22 piace questo messaggio.
  14. baarzo

    baarzo Supporter

    Messaggi:
    3.088
    Mi piace:
    1.042
    l'efficacia di un vaccino si ha quando almeno il 95% della popolazione è vaccinata, e anche con questa percentuale non puoi stare totalmente tranquillo perchè potrebbe ricrearsi qualche focolaio. un esempio riguarda una malattia che non ricordo bene quale fosse, credo la poliomielite, praticamente debellata in italia, ma a causa dei flussi migratori la percentuale di popolazione coperta dal vaccino è calato tipo al 90% e la malattia si è ripresentata in italia. Un altro esempio è la varicella, negli ultimi anni causa movimenti no vax alcune regioni si sono ritrovate una copertura vaccinale ridotta al 90% ed hanno registrato un aumento esponenziale di casi di varicella. Sono un po' approssimativo perchè ero uno studio presentato nel mio istituto qualche hanno fa quindi sto andando a memoria
     
  15. NonTrovoUnNome22

    NonTrovoUnNome22 Il supervillain di RPG Italia (Platinum version) Ex staff

    Messaggi:
    5.642
    Mi piace:
    1.435
    Si ma un conto è debellare la malattia, un conto è avere pochissime persone che si ammalano gravemente.
    Nel momento in cui hai vaccinato anziani, personale sanitario e persone con altre malattie che renderebbero pericolosa l'infezione hai già risolto metà del problema nonostante si tratti di una percentuale ridotta della popolazione.

    Attenzione io non dico che non vadano vaccinati tutti, dico solo che è probabile che ci sia una fase intermedia tra i lockdown e il liberi tutti nel momento in cui stai vaccinando il 100% della popolazione avendo già vaccinato le persone fragili.

    A quel punto forse si potrà riaprire quasi al livello di questa estate con magari ancora mascherine obbligatorie, ma facendo respirare tutte quelle attività coi conti in rosso.
     
    A Maurras piace questo elemento.
  16. baarzo

    baarzo Supporter

    Messaggi:
    3.088
    Mi piace:
    1.042
    bhe si, secondo me già al 50% riapriranno tutto, anche perchè l'economia è al collasso
     
  17. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    16.918
    Mi piace:
    6.008
    spero tu non sia troppo ottimista....
    certo
    in accordo con la germania si sono pappati quasi tutte le scorte di pfizer-biontech (guarda caso, una americana e una tedesca) lasciando noi nullità con un palmo di naso
    N.B.: è una constatazione, lascio ad altri eventuali giudizi sul piano morale (che, oltre tutto, sarebbero complessi e OT)
     
  18. NonTrovoUnNome22

    NonTrovoUnNome22 Il supervillain di RPG Italia (Platinum version) Ex staff

    Messaggi:
    5.642
    Mi piace:
    1.435
    In realtà Pfizer dovrebbe poter rispettare gli accordi, integrando le dosi mancanti di queste settimane in poco tempo.
    La vera porcata l'ha fatta Astrazeneca col suo taglio del 60% per parecchie milionate di dosi, e li le opzioni sono 2: o davvero non riescono a produrre un farmaco di cui si sapevano le specifiche già da mesi (e quindi sono dei cialtroni incompetenti) oppure stanno rivendendo quel 60% di dosi europee ad altri (e quindi sono dei cialtroni criminali).
     
  19. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    290
    Mi piace:
    341
    Siete troppo focalizzati sulle Big Pharma brutte è cattive. Dovete farvi tante altre domande...
    Chi vacciniamo?
    Ok a questo giro stiamo vaccinando gli operatori sanitari e gli ospiti della RSA, dopo partiremo con gli over 80.. però nel mio ospedale sono stati vaccinati gli amministrativi, i cuochi, gli adetti delle pulizie, gli idrauilici, gli elettricisti, ecc.. giustamente lavorano anche loro nella Cernbyl biologica... Quindi... spero che abbiano hanno prenotato le dosi di vaccino contando i dipendenti degli ospedali e contando gli iscritti agli ordini ( per non escludere i liberi professionisti). I dirigenti di regione Lombardia fino a qualche settimana fa non erano capaci di contare i malati sintomatici dagli asintomatici, quindi non ne sono così sicuro.
    Voi come vi contano?
    Non esiste un registro nazionale vaccinale... ogni regione ha il suo registro...
    Noi sanitari a parte qualche caso raro abbiamo aderito in massa. Voi?
    Vi sono state fornite ipotetici appuntamenti per la vaccinazione?
    Ai vostri famigliari over 80 sono state fornite?
    Vi rispondo io, No.
    Allo stato attuale non sappiamo il numero esatto di chi vuole vaccinarsi e quando sarà vaccinato...
    Non solo non sappiamo questo... voi sapete dove vi vaccinano? in Lombardia si parla di ipotetici 65 hub per una popolazione di10milioni di abitanti, vuol dire qualcosa come circa 150 000 paziente per hub.... Quali sono questi hub? le primule? dei gazebi? La corrente per alimentare i frigoriferi che conservano i vaccini, i computer per registrare le vaccinazioni? i bagni? i parcheggi? Devono fare gli allaciamenti? State vedendo nelle vostre piazze ( preferirei gli stadi) tecnici intenti a montarli? Spero che optino per altro...
    Il numero di personale dedicato per ogni hub? sono stati conteggiati 12 000 infermieri, non si sa come, ma vi ripeto che non ci sono... se me lo chiedono, io qualche riposo posso saltarlo per coprire la campagna, ma i riposi gli sto già saltando per coprire la turnazione in ospedale ( ho tutte le ferie del 2019 da fare e così i miei colleghi).
    Se non conosciamo il numero di hub, il numero del personale dell'hub come facciamo a sapere quante dosi di vaccino possiamo somministrare ogni giorno?
    quindi non sappiamo realmente quante dosi ci servono...
    Svegliatevi le big pharma brutte e cattive, sono una variabile problematica in questa equazione, ma sono anche una foglia di fico dietro cui nascondersi.
    Il piano vaccinale è non pervenuto come quello pandemico....
     
    Ultima modifica: 1 Febbraio 2021
    A baarzo e alaris piace questo messaggio.
  20. max13

    max13 Livello 1

    Messaggi:
    85
    Mi piace:
    41
    nella mia ASL , la Torino 4 solo il 75 % del personale medico ha aderito alla vaccinazione, figuriamoci fra la popolazione, si vaccineranno il 30 , 40 % delle persone..
    per quanto riguarda la campagna di vaccinazione nazionale penso che sara' un miracolo se per ottobre si arrivera' a 15 , 20 milioni di persone vaccinate, sempre che la si voglia fare veramente questa campagna