Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Chiudi
RPG Italia è sbarcata su LiberaPay!

Ospite, se vuoi sostenerci donando anche 1€ al mese, questa è l'occasione giusta! RPG Italia non ha pubblicità e l'unica fonte di finanziamento deriva dalle donazioni.
Siate generosi!

Per aderire, diventa un donatore su LiberaPay! È una piattaforma italiana che consente grande flessibilità di pagamento!

TOPIC UFFICIALE Torment: Tides of Numenera

Discussione in 'RPG World' iniziata da bruco, 15 Febbraio 2013.

Condividi questa Pagina

  1. Morte

    Morte Ex Redattore Avelloniano Ex staff

    Messaggi:
    4.377
    Mi piace:
    1.963
    Piccolo aggiornamento: questa cosa delle quest dinamiche prometteva benone ma si sta purtroppo rivelando un po' un bluff a livello quantitativo. Nella prima macro zona è stata sfruttata solo per una quest su un totale di 20 quest (tra main e side) e pure la storia del ciclo giorno/notte è stata limitata ad un solo esempio (puoi far calare la notte solo facendo una scelta in una specifica quest, dopo la quale sarà SEMPRE notte nella prima zona).
    Nella seconda macro zona per adesso ne ho trovata solo un'altra di quest dinamica/a tempo (se riposi vengono uccisi alcuni studiosi tenuti in ostaggio).
    Spero non si riduca tutto a così pochi esempi, perché sarebbe abbastanza deludente e mal sfruttata come idea (sulla carta era favolosa). Il pericolo più grande è quello di cui parlavamo prima: spammare riposo e ricaricare all'infinito i polls degli attributi per superare facilmente le check nei dialoghi. Alla fine, per come stanno le cose finora, basta completare l'unica quest a tempo nella zona e dopo puoi riposare quante volte vuoi se hai i soldi per farlo o trovi un modo per riposare aggratis.

    Purtroppo continuando a giocare mi sto rendendo conto che si sono concentrati troppo solo sui testi (scritti benissimo, per carità, anche se un po' troppo prolissi quando si dilungano su argomenti del lore che non interessano l'odissea del protagonista) e meno su altri aspetti. Pure nel Torment originale c'erano dialogo prolissi e il focus era quasi tutto su quello, ma qui si nota ancora di più. Forse la loro voglia di battere a tutti i costi il record di parole per un RPG li ha un po' distratti da altri aspetti non meno importanti. Come, per esempio, le fasi stealth, veramente basilari e illogiche per come funzionano. Erano molto più curate in Pillars (i nemici potevano scoprirti, avevi un'apposita skill che governava quell'abilità e potevi separare singolarmente i componenti del party). Qui si riduce tutto a "vai in status Hide e nessuno ti vede più". Diventi praticamente invisibile. Questo può essere fatto solo durante le crisis, tra l'altro, al di fuori delle quali non puoi nemmeno separare un singolo componente del party per fargli esplorare furtivamente una zona. Scelta alquanto inspiegabile onestamente.

    Di contro la trama è molto interessante e misteriosa e i compagni sono molto originali (anche se intervengono poco nelle quest e nei dialoghi con altri NPC per adesso). In generale però ammetto che mi aspettavo un po' di più. Vediamo quando lo finisco che succede.
     
    A alym e Maurilliano piace questo messaggio.
  2. baarzo

    baarzo Supporter

    Messaggi:
    2.924
    Mi piace:
    928
    nuove impressioni? merita o non merita questo gioco?
     
  3. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    179
    Mi piace:
    164
    Ho ricevuto un coupon da Steam, sono indeciso... mi ci fiondo? è una trappola per nostalgici? Vale la fatica? Quelli di exile non se si meritano i miei soldi, hanno saputo farsi perdonare?  Dopo gli Shadowrun e Tyranny mi sto abituando ai giochi non localizzati... 
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 14 Aprile 2017
  4. Lucapardi

    Lucapardi Rinunciatario

    Messaggi:
    3.022
    Mi piace:
    1.511
    Torment: Tides of Numenera - Miglioramenti tecnici su console

    È ora disponibile la patch 1.02 per le versioni console di Torment: Tides of Numenera, presentata da InXile tramite un video su Twitter.


    Il team ha dato grande importanza al feedback dei giocatori, dedicandosi ai problemi più segnalati: su console, le migliorie riguardano soprattutto l'aspetto tecnico.
    freeze che affliggevano il gioco in varie situazioni sono stati risolti, le prestazioni sono state ottimizzate, e i criteri di dialogo all'interno del party sono stati aggiornati, garantendo una maggiore loquacità dei membri. Inoltre, l'IA nemica è stata migliorata e vari effetti sonori ripetitivi eliminati o ridotti. Informazioni aggiuntive sono state integrate nella descrizione degli oggetti.

    Il changelog completo è disponibile sul sito ufficiale.

    L'aggiornamento riguarda solo le versioni Xbox One e Playstation 4 di Torment: Tides of Numenera. Il gioco è disponibile per console e PC. Qui potete trovare le recensioni della stampa, che lo definiscono come un ottimo RPG per gli amanti del genere, seppur con qualche difetto.

    Fonte: IGN

    Leggi la news nel portale
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 4 Maggio 2017
  5. Norimberto

    Norimberto Livello 1 LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    958
    Mi piace:
    255
    Ma pochi mesi fa avevo letto che un gruppo lo stava traducendo in Italiano.....ora non trovo più novità al riguardo, sapete qualcosa?
     
  6. Lupercalex

    Lupercalex Spazzino di dungeons LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    944
    Mi piace:
    385
    Non è che ti stai confondendo col pesce d'aprile fatto dai ragazzi di Oldgamesitalia?
     
  7. Norimberto

    Norimberto Livello 1 LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    958
    Mi piace:
    255
    Può darsi ma non saprei visto che ho letto giusto per caso su internet, ma è probabile in effetti :D
     
    A Lupercalex piace questo elemento.
  8. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    179
    Mi piace:
    164
    Un anno fa provai Torment e non mi piacque, lo trovai noioso, logorroico, mi addormentai pure!
    Devo dire che la stessa cosa mi è successa con Planescape e Mask of Betrayer.
    Il primo impatto vagando per il mortuario? mi sono detto cos'è questo schifo!
    Ho disinstallato Mobt quando ho visto la barra del divoratore di Spiriti.

    Ma poi qualcosa di resistente, altamente contagioso, si è impossessato del mio cervello, un idea impossibile da sradicare, il desiderio di rigiocarli.

    Planescape e Mask of Betrayer sono per me più di un semplice gioco, sono qualcosa di oltre, sono quasi opere d'arte.

    Anche con Torment tides of Numenera è successa la stesso cosa, un anno dopo, mi sono svegliato con il desiderio di rigiocarlo.

    Torment non è solo un gioco, è qualcosa di oltre.

    Quelli che dicono che la storia è scontata, non sono credibili. Il setting e la trama, sono curatissimi.
    La narrazione avviene per "scatole cinesi", ogni risposta alle nostre domande è una nuova domanda, vi ricorda qualcosa?

    Il Last Castoff si imbatterà in indizi/personaggi/ricordi legati a vite precedenti, ma a differenza del Nameless One queste non appartengono ad una sua vita precedente ma a quella del suo artefice il Changing God o a quella degli altri simulacri/Castoff.

    I combattimenti, le Crysis non sono semplici scontri ( possono esserlo), sono qualcosa di più, un mix di puzzle ambientali, dialoghi, fasi stealth e offrono una grande libertà di scelta.

    Senza troppi Spoiler, in una Crysis dovevo compiere un furto, con 2 personaggi distraevo le guardie, dialogando con loro, mentre con altri 2 mi dedicavo a disattivare i sistemi di sicurezza e a rubare l’oggetto, il tutto come se fosse un combattimento a turni, spero di aver reso.

    Il gioco presenta molte stat check, riposando si ripristinano i punti spesi in queste prove, ma le quest sono a tempo, se si riposa, molte di esse evolvono e si risolvono per proprio conto.

    A differenza della maledizione dell’Osservatore di Pillars o Eternity (che non si percepisce) o delle ombre di Planescape, il Sorrow, colui che da la caccia al nostro protagonista, la nostra “maledizione”, è presente, è molto aggressivo, c’è una Crysis bellissima, carica di pathos, nella quale noi dovremmo fuggire dal Sorrow.

    Come il Divoratore di Spiriti traeva potere e abilità dalle anime degli Npc dei quali si nutriva anche il Last Castoff trae potere dalla coscienza/riflesso degli Npc che custodisce/colleziona nella propria mente/labirinto. Questa abilità è sfruttata in varie quest.

    Torment, lo ripeto , non è un gioco normale, l'inglese non deve essere una barriera, provatelo.
     
    Ultima modifica: 30 Marzo 2019
    A ashan, f5f9 e Lupercalex piace questo messaggio.
  9. Bear72

    Bear72 Livello 1

    Messaggi:
    168
    Mi piace:
    102
    Ieri mi è venuto a trovare un collega americano che vive e lavora con noi da quasi otto anni, dovevamo preparare un report di sicurezza "standard" e quindi abbiamo sbrogliato l'attività abbastanza velocemente, entrambi siamo vecchi appassionati di D&D e lui mi dice che, qualche giorno fa, ha comprato il seguito di Torment per una decina di euro su GoG, ovviamente appena sentito mi ci sono fiondato ma ahimè era tornato a prezzo pieno...
    Ma visto che aveva un po di tempo e lui non l'aveva ancora iniziato lo abbiamo provato insieme, quale occasione migliore di provare un titolo in lingua inglese con un madre lingua....

    Abbiamo iniziato e siamo arrivati alla fine(?) del prologo quando si incontrano i primi due alleati....
    Non me la cavo malissimo con l'inglese ma per me è stata molto dura ma la cosa divertente è che alla fino lo è stato pure per Robert, in quanto proprio la scrittura è molto criptica all'inizio; però sembra un titolo interessante.

    Alla fine per 10€ lo avrei preso... peccato sia arrivato troppo tardi!
     
    A f5f9 e -R- piace questo messaggio.