Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Serie Tv

Discussione in 'Lo scannatoio' iniziata da toto, 12 Maggio 2014.

Condividi questa Pagina

  1. hyperionx

    hyperionx Supporter

    Messaggi:
    3.036
    Mi piace:
    1.088
    Sicuramente Alice, adesso posso solo che confermare, ma non sono sempre stato la stessa persona di adesso  :asd:  , ad esempio in quel periodo avrei potuto uccidere una persona a mani nude e quindi essendo così instabile, chi lo sa, forse sarei calzato perferttamente nella generazione "Lost". 

    Ne dubito, perchè ho altri parametri di riferimento...ma chi lo sa, dovrei provare a vederlo in prima tv. con una decina d`anni di meno.

    Mi presti la tua macchina del tempo?

    Comunque stasera mi guardo il trono di patate ammosciate, episodio 7x7 season finale, vediamo un po se daenerys apre completamente il suo cuore a snow e forse qualcos`altro,

    ( Daenerys, sacrifica un drago per salvare Snow..)

    visto che stanno perdendo completamente il focus per favorire gli effetti speciali e quest`ultimi, dico io, ben arrivati!!! ci son voluti solo 7 anni ed intanto ci siamo abituati ad un porno soft medievale fantasy, perverso con assassini, incesti

    ( e pensavo la finissero i due fratelli, ed invece.... incinta per la terza volta!!!!)

    come dire, ne sentivo un po la mancanza. :asd:  fino a scadere nel ridicolo con

    Arya stark che va in giro con le maschere di carnevale nella borsa!

    Drago rosso ., dragp blu ,. para pucci pucci pu. Se uno spara fuoco, l`altro spara Ghiaccio?

    che sia questo il senso della traduzione del titolo dei romanzi? (A Song of Ice and Fire) o l`unione tra la mamma dei draghi e lo snow? un congnome , un programma.

    Però scremando e scremando fino ad arrivare al succo della questione del grande inverno, e gli zombie che si accingono a fare terra bruciata di tutta la mappa di game of thrones (ben gli sta) la questione è interessante in quanto è solo fantasy e devo dire ben realizzato, voglio vedere la guerra epica a questo punto,  Il resto lascia il tempo che trova, visto e rivisto per 6 stagioni e pure annoiato....spero solo di riuscire a vedere questa benedetta guerra prima di morire :asd:  

    Stasera te lo dico!!! so che sei interessatissima  anzi sarei proprio curioso di vederlo insieme a te, mica per altro, solo per sentire i tuoi commenti in tempo reale.  :rofl:

    Non resisto, lo guardo adesso :D  

    Fatto! beh episodio rivelatore su snow...finalmente è iniziata! peccato solo che devo aspettare il 2019 per vederla :asd:  
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 28 Agosto 2017
  2. Alice

    Alice Livello 1

    Messaggi:
    778
    Mi piace:
    598
    Bello! E poi che ti è successo? Da maschio alfa sei diventato un maschio alfa romeo?

    No, a parte le battute di terz'ordine, la macchina del tempo attualmente è nelle mani della Regina di Cuori che l'ha sequestrata al Cappellaio Matto dopo averlo accusato di stare assassinando il tempo, quindi non te la posso prestare. L'ultima volta che l'ho utilizzata mesi fa erano le 18:00 e mi riportò indietro di un ora col risultato che dovevo di nuovo fare il bucato che avevo appena finito. Questo perchè è pensata per ritornare sempre indietro alle 17:00 dello stesso giorno che è l'ora del tè.

    Tornando alle serie, qualcuno di voi ha visto Channel Zero? Ho ricevuto altrove pareri discordanti e pensavo di dargli un occhiata. Un'altra serie a cui intendo dare una possibilità è The Myst, tratta da qualcosa di Stephen King. A me piace molto la nebbia... vorrei vivere immersa in una nebbia sconfinata dove non si vede mai niente.
     
    A hyperionx piace questo elemento.
  3. kara.bina

    kara.bina Livello 1

    Messaggi:
    1.089
    Mi piace:
    381
    Ho visto la prima puntata, e anche se onestamente non me la ricordo affatto, mi restano però dei ricordi sensoriali, del tipo: non vedo l'ora esca la seconda puntata.

    La seconda puntata verteva (anche qui sensorialmente) sul prendersela con i più deboli. Anche la prima era incentarta su questo ma veniva evitato l'uso abnorme di violenza psicologica cosa che nel secondo abbondava, l'ho abbandonato dopo 10 minuti di visione e non ho più avuto il coraggio di vedere le altre puntate.

    Per The Myst, puoi vederlo se proprio ti piace la nebbia, che è l'unica cosa bella di quella serie, fatta proprio bene fatto salvo per l'intromissione umana anche li, facendo materializzare dalla nebbia le paure del subconscio di ognuno in grado di uccidere, che però, pur dovendo essere il fattore centrale (vedi titolo) è per lo più marginale rispetto a tutto il resto che è veramente scialbo, con recitazione, in alcuni casi (vedasi la biondina e sua madre biondona - già attrice in Vikings quest'ultima e scarsa anche li nonostante la regia completamente diversa) pietose. Un filmettino tappa buchi
     
    A Alice piace questo elemento.
  4. hyperionx

    hyperionx Supporter

    Messaggi:
    3.036
    Mi piace:
    1.088
    Mi sono rincoglionito ed ho iniziato a provare pietà per il genere umano....

    eheheh un po come sognare di lavare i piatti tutta la notte.

    Ho visto l`episodio 16 di tp3.....inizia il gran finale. dopo la Cougar Audrey.che fa il suo balletto, mi sento meglio.

    Darò un'occhiata a Channel Zero, mentre per Myst la boccio a priori...ho giocato all`ag , Riven e derivati ed ho in seguito visto pure il film....non credo abbia qualcosa da raccontare ormai.
     
  5. Alice

    Alice Livello 1

    Messaggi:
    778
    Mi piace:
    598
    Grazie per le info, Kara.bina e hyper. Evidentemente le serie tv davvero valide si possono contare sulla dita di una mano, specialmente quelle horror che sono davvero tristi. Del resto è una tipologia di intrattenimento troppo soggetto ai capricci del pubblico e schiavo delle peggiori logiche commerciali.
     
  6. hyperionx

    hyperionx Supporter

    Messaggi:
    3.036
    Mi piace:
    1.088
    Ora si avvicina il gran finale di twin peaks 3, cooper si è scionnato e finalmente gli amanti del: "vieni, ti prendo per mano e ti spiego cosa succede" hanno tirato un sospiro di sollievo. "Apparentemente convinti di ritornare sui binari prestabiliti di una serie tv esplicictata, con la trama scritta sulle istruizioni per l`uso". Secondo me si sbagliano e prevedo che il doppio episodio del 3 settembre, che chiuderà la serie , sarà il più sperimentale e folle mai visto da Lynch o almeno è quello che spero perchè mi resta difficile che questo Lynch possa tirare un osso-contentino così in maniera molto generalista., quando non sembra proprio rivolgersi in maniera così generica agli spettatori. Potrei sbagliarmi eh, ma spero in un epilogo ancora più crudele, criptico, insomma solo per poch elettii.  

    "E così Alalu , salì sul suo carro infuocato e fece ritorno su Nibiru"  :9zyl2c:
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 1 Settembre 2017
  7. hyperionx

    hyperionx Supporter

    Messaggi:
    3.036
    Mi piace:
    1.088
    ahahah....come sospettavo! 

    Lynch regala un contentino, tirato via tra le altre cose nella parte 17, ai qualunquisti dei seriali per l`approccio banale, viene dato il giusto per tirare le somme, con tanto di sorprese varie, una sorta ti riassunto della via dell`eroe trash americano, dove gli elementi casuali e inaspettati diventano delle celebrità (che non si lamentassero adesso. LOL)e nel mentre i due neuroni di alcuni rimangono ancorati saldamente all`epilogo 17, all`uomo dal guanto verde che combatte ball bob e la segretaria un po tonta che vi pone fine con una bella revolverata, altri si godono l`estetica di brutto giocata sull`illusione della vita, il sogno? la realtà?  :asd:   episodio 18 è pura esplorazione e fa lavorare veramente il cervello. In che anno siamo Cooper? probabilmente ancora nel 1991.

    Ora sto quì a godermi la sterminata, gigantesca , pletora di gente che c`ha capito mezza mazza....eppure l`intento di lynch, scomodando anche 60 secondi la nostrana Bellucci è piuttosto esplicitato:

    "Siamo come il sognatore che sogna e vive dentro al sogno: ma chi è il sognatore?"

    Potremmo essere i riflessi in Laura Palmer/Paige , che quando sente chiamarsi dalla voce della madre..Lauraaaa, urla e con ogni probabilità  è quello il momento dove il sognatore si sveglia!

    Svegliamoci!!!! 

    Finale apertissimo ad una nuova stagione, ma so che stanno per pubblicare un libro: "The Final Dossier" quindi non so se la faranno.
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 5 Settembre 2017
    A Alice piace questo elemento.
  8. Alice

    Alice Livello 1

    Messaggi:
    778
    Mi piace:
    598
    Terminate le terze stagioni di Twin Peaks e Dark Matter ora non so più che guardarmi e tra l'altro Dark Matter è stata cancellata quindi rimarrà in sospeso. Ho dato un occhiata a The Mist e kara.bina ha espresso un giudizio più che giusto: è la solita psicocavolata (per non dire parolacce) destinata a sprofondare nella spazzatura tratta dai romanzi di S. King. Channel Zero invece ha di buono che è meglio di quanto mi aspettassi e di cattivo che le mie aspettative sono sempre estremamente basse. In pratica è una specie di minestrone stile creepypasta trasformato in serie tv dove, nel corso dei 6 episodi, gli elementi non collimano più di tanto e il tutto mi ha trasmesso una sensazione di sfasamento complessivo che tuttavia può anche rivelarsi oniricamente stimolante se, come me, si guarda l'intera stagione in stato di dormiveglia.
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 5 Settembre 2017
  9. hyperionx

    hyperionx Supporter

    Messaggi:
    3.036
    Mi piace:
    1.088
    Esiste una petizione per portare dark matter su netflix...io non ci credo molto , ma l`ho firmata comunque,perchè tirando le somme, tutto sommato Dark Matter mi piaceva con tutti i suoi limiti.
     
  10. kara.bina

    kara.bina Livello 1

    Messaggi:
    1.089
    Mi piace:
    381
    mi spiace sia stato cancellato, tutto sommato si lasciava guardare bene, meglio di tanti altri.

    Effettivamente da guardare c'è poco. shyfy niente proprio, quindi mi guardo un sacco di altra roba solo per passare il tempo, in mezzo a tutto questo minestrone di roba ne ho trovato uno che più di tutti gli altri mi stimola a guardarlo e aspettare i prossimi episodi.

    Non so come descriverlo, è un po' cowboy in tempi moderni, condito da un buon numero di personaggi e luoghi inesistenti, come Dio, Gesù, Vampiri, Inferno  Paradiso, angeli e quant'altro, e detta così, anzi, letta così io passerei a priori, invece è tutto mescolato in una salsa che oscilla tra il dramma e la comicità, splatter quanto basta, insomma, una tragicomicacommedia che è divertente anche se non fa ridere.

    Preacher, il titolo
     
  11. hyperionx

    hyperionx Supporter

    Messaggi:
    3.036
    Mi piace:
    1.088
    Altra cosa che ho scoperto solo adesso e per questo ho un' emorragia. Ho il sangue al naso mentre scrivo questo post, e tutto a causa dell` aver scoperto che la prima di Twin Peaks è stata fatta al Cinema Astra di Lucca, ovvero a 15 minuti da casa miaaaaa!!! Tra le altre cose conosco tutti al teatro del giglio e potevo anche farmi riservare i biglietti delle prime due puntate proiettate in sala con tanto di Lynch presente....

    dopo mi fustigherò ben bene!!!

    ci sarebbero tutti i presupposti per inveire contro il "signore" , però mi astengo almeno da scriverlo!!!  :wallbash:

    va beh , tanto Lynch è un habituè di lucca, tra inviti e promozione della meditazione trascendentale....avrò modo di beccarlo!
     
    A Alice piace questo elemento.
  12. Alice

    Alice Livello 1

    Messaggi:
    778
    Mi piace:
    598
    Ho visto il primo episodio di Electric Dreams, la nuova serie fantascientifica in onda su Channel 4 volta a rimpiazzare Black Mirror (che è passato a Netflix). La serie è antologica e gli episodi sono autoconclusivi, tratti da vari racconti di P. Dick. Parte bene e si vede la voglia di realizzare della fantascienza più impegnata del solito. Consiglio di tenerla d’occhio agli estimatori del genere anche se è ancora presto per valutarla soprattutto perché si alterneranno alla regia attori, registi e sceneggiatori differenti a ogni episodio.

    Nell’angolo del rimuginamento invece stavo ricordando l’altro giorno la serie Il Prigioniero anche se non so quanti di voi la conoscono. In breve racconta la storia di un agente segreto il cui nome è semplicemente un numero di matricola, il Numero 6, che abbandona il suo lavoro ma che si ritrova recluso in una fortezza chiamata The Village, dove è controllato, interrogato, sottoposto a test ed esperimenti di controllo sociale in continuazione. Penso che sia una delle serie tv più profetiche mai prodotte con un grande Patrick McGoohan; ci vorrebbero oggi molti più attori e registi come lui che vadano dicendo: “Siamo governati dal Pentagono, siamo governati da Madison Avenue, siamo governati dalla televisione e fino a quando accetteremo queste cose e non ci rivolteremo, dovremo continuare a scorrere con il flusso della valanga… Fino a quando continueremo a comprare cose, saremo alle loro mercé… Viviamo tutti in un piccolo Villaggio. Il tuo Villaggio può apparirti differente dal Villaggio degli altri ma alla fine siamo tutti prigionieri”

    Il fattore più all’avanguardia della serie era la tendenza dell’uomo contemporaneo ad accettare di essere prigioniero di un carcere che lui stesso ha contribuito scientemente a costruire. Non a caso The Village ha le sembianze tranquillizzanti e positive di un paradiso cosmopolita in riva al mare, simile a un Club Mediterranee, ma dove gli abitanti non godono di alcuna reale libertà: non possono andarsene, sono sotto costante sorveglianza, ogni loro movimento è tracciato da telecamere o droni e la loro personalità è stata annullata. Sono soltanto identificati attraverso numeri. Come con le fidaty card.

    Mi riecheggia ancora nella testa la voce del protagonista che protestando ribatte: “Io non sono un numero, sono un uomo libero!” al che segue una fragorosa risata da parte dei suoi carcerieri. Se dovessi scegliere una sintesi di una ventina di secondi per descrivere la nostra epoca sceglierei questa scena che ho appena citato. Siamo in un villaggio globale intenti a vivere in una prigione senza muri, magari rivendicando una libertà che abbiamo già barattato irrimediabilmente. La schiavitù del Numero sei, sotto le apparenze di una libertà quasi totale, nasceva dalla mancanza di un passato, e dall’immersione in un clima onirico fatto di solo presente che ben si può rapportare all’attuale villaggio virtuale, dominato dai social, dove in tanti si fingono felici ma nessuno è contento, perché nessuno è libero. Un villaggio in cui la morte intellettuale viene spacciata per piacere supremo (come quando si esalta lo stordimento indotto dagli alcolici o da qualsiasi altra cosa, compresi i videogiochi), allo scopo di ottenere il consenso delle vittime. Nella sua lotta eroica numero 6 per quanto resista non può scappare e per quanto combatta, lo sforzo non è mai sufficiente (gli altri carcerati non ci provano nemmeno e qualsiasi tentativo di fomentare una rivolta è inutile). Ogni sforzo è soltanto esaltazione della futilità della sua stessa volontà di resistenza. Lui combatte, per sé e per gli altri ma sa che non serve a nulla nel concreto. Le nostre società cosmopolite, integrazioniste, super-tecnologiche sono tanti “The Village” ultra-sorvegliati che non ci lasciano via d’uscita, pena l’isolamento, la criminalizzazione sociale e la ghettizzazione ideale. La televisione, i media in generale, la logica delle fake-news e della post-verità, sono moderne e meno invasive forme di condizionamento e controllo sociale, esattamente come gli esperimenti cui veniva sottoposto “Numero 6”. Senza parlare del nostro trovarci in un uno stato di polizia che si fa propaganda attraverso il bisogno di sicurezza; anzi, siamo di fatto in un prodromo di legge marziale. Pensate alle operazioni Strade Sicure con l'esercito che pattuglia notte e giorno le vie dei centri urbani anche se basterebbe pensare al nostro trovarci in una colonia degli USA, il cui presidente non si azzarda a prendere nemmeno un caffè senza l’okay dei suoi generali (vorrei parlare del discorso di Trump all’ONU ma lo farò altrove).
     
    A hyperionx piace questo elemento.
  13. hyperionx

    hyperionx Supporter

    Messaggi:
    3.036
    Mi piace:
    1.088
    Letto parzialmente il tuo post, onde evitare spoiler, domani sarò in grado anche io di dare il mio parere personale.

    Stasera guarderò il primo episodio, quello del 17/9 "The Hood Maker",e sempre stasera dovrebbe uscire anche il secondo episodio "Impossible Planet". Già bookmarkato la pagina wikia per le date dei prossimi. :)  
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 24 Settembre 2017
  14. Alice

    Alice Livello 1

    Messaggi:
    778
    Mi piace:
    598
    Ho iniziato a vedere la nuova serie di Star Trek e devo dire che è meglio del previsto sopratutto perchè scritta bene e con un buon ritmo narrativo. Ci sono vari puristi che rimpiangono i dialoghi filosofici e logical-orientend delle origini ma a quanto ricordo non sono mai esistiti e si tratta di una leggenda: Spock quando parlava di logica era di un ambiguità imbarazzante. Dopo quel cesso di Enterprise (l'apice della fiacchezza creativa mai raggiunto dal brand) e il successivo arrivo del flagello Abrams che ha trasformato Star Trek in una sottoversione di Guerre Stellari ero alquanto scettica su questo rilancio, invece Discovery (per analogia con Voyager, la prossima serie la chiameranno Explorer, Vanguard o Pioneer) sembra essere finalmente riuscito a trovare un equilibrio tra il vecchio e il nuovo con tanto di ammodernamento della retorica propagandistica originale: i Klingon nella serie classica erano i malvagi sovietici, oggi sono i malvagi integralisti islamici. Però c'è da dire che i Klingon vengono approfonditi meglio che in passato. Le caratteristiche odiose tipiche di Star Trek per cui ci vorrebbero più Dark Matter a farne da contraltare sono sempre le stesse: come da tradizione in Discovery abbiamo il solito relativismo spiccio di facciata e ovviamente l'immancabile Federazione che è la più ipocrita idealizzazione degli USA mai sorta in ambito Sci-fi. A parte questo i protagonisti sono resi bene e gli scontri con le astronavi sono belli sebbene non ai livelli di quelli delle prime serie che sembravano un talk show. Insomma, i fan che per almeno un decennio hanno indossato il simbolo della federazione rovesciato, possono tornare a rimetterlo nella giusta posizione e festeggiare il ritorno di uno Star Trek degno di tal nome (con tutti i limiti che ciò comporta). C'è la volontà di tornare ad una narrazione più vicina allo spirito originario di Gene Roddenberry, offrendo allo spettatore occasionale una serie di fantascienza accattivante senza per questo deludere i vecchi fan.
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 26 Settembre 2017
  15. hyperionx

    hyperionx Supporter

    Messaggi:
    3.036
    Mi piace:
    1.088
    Io invece mi sono guardato il primo episodio di Electric Dreams, e devo dire che mi è piaciuto molto. Ovviamente è un low budget all`inglese ma il focus è molto interessante. Aspetto con ansia il secondo episodio.

    Che è appena uscito....

    Star Trek discovery sarebbe? Ancora con William Shatner e la sua panspermia egoistica? :asd:  

    No a quanto pare inzia 10 anni prima della serie classica. quindi esclude j,t.kirk. (nemmeno un cameo)

    Forse gli do uno sguardo.
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 26 Settembre 2017
  16. Alice

    Alice Livello 1

    Messaggi:
    778
    Mi piace:
    598
    L'ho apprezzato molto anch'io. Rispetto al racconto l'episodio è più debole e meno approfondito sul piano fantapolitico ma compensa su quello emotivo e si toccano comunque molti temi suggestivi. Ricordo che mi aveva fatto riflettere su qualcosa relativo ai rapporti interpersonali, simile a certi temi ricorrenti nei film di Antonioni, ma ora non so dirtelo di preciso perchè la mia mente è sempre più annebbiata. Sono arrivata al punto che non rammento quello che stavo facendo 5 minuti prima. Forse ha ragione la mia amica a dirmi che ho bisogno di un dottore.

    Discovery è finalmente il ritorno di uno Star Trek fatto come si deve e una possibilità puoi tranquillamente dargliela a meno che tu non sia affatto allergico a Star Trek perchè in tal caso te lo sconsiglio.
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 26 Settembre 2017
  17. Alice

    Alice Livello 1

    Messaggi:
    778
    Mi piace:
    598
    Electric dreams continua a rivelarsi una serie di qualità anche se il primo episodio è finora quello che mi è piaciuto maggiormente. Fotografia e cast sempre ottimi con ambientazioni e atmosfere suggestive e stimolanti; insomma, una delle poche serie che sto guardando con interesse.

    L’altra, Discovery già al quinto episodio mi ha fatto venire nostalgia di Deep Space Nine: ci sono troppe mezze misure. Vuole essere uno Star Trek più oscuro dai protagonisti grigi ma allo stesso tempo formato famiglia con battutine e risvolti narrativi che sembrano partoriti dalla Disney. La causa è da ricercare nella produzione che ha forzato gli sceneggiatori a conciliare fattori diametralmente opposti così si va avanti di compromessi (tra i vecchi fan, gli spettatori casual e le famiglie educate a Disney). Il che funzionava bene nell’episodio pilota in due parti ma andando avanti si sente questa debolezza al timone. Allo scarso entusiasmo che ne deriva si aggiunge lo scarso carisma di buona parte dei comprimari perlopiù patetici e privi della dimensione psicologica (o degli interrogativi umanistici) che arricchiva le serie passate. Quanto a tematiche c’è solo della retorica scritta meglio del solito o dilemmi etici che inscenano “realismo” solo per rivendicare alfine preconcetti del tutto idealistici. In breve una serie senz’anima incapace sia di essere semplice che di essere profonda. A conti fatti si lascia guardare ma è tutto fuorché imperdibile
     
  18. Darth Vader

    Darth Vader Braccio destro Amministratore

    Messaggi:
    3.630
    Mi piace:
    1.350
    Qualcuno ha intenzione di vedere/ha visto Stranger Things? :)

    Io sono alla seconda stagione, devo ancora finirla e devo dire che mi ha preso molto. A mio parere una delle migliori serie tv degli ultimi tempi (tranne quando uscirà la serie tv su "Il signore degli anelli", allora sarà tipo "al mio segnale, scatenate l'inferno").
     
  19. Lupercalex

    Lupercalex Chaotic Good

    Messaggi:
    563
    Mi piace:
    210
    Ho finito da poco tempo la prima serie, inizialmente attirato a vederla quasi soltanto per il paragone '"Stranger Things" = "The Goonies", ma soprattutto per le partite a D&D dei protagonisti :D ; dopo le prime due puntate la stavo per abbandonare, ma dalla fine della terza la serie ha cambiato ritmo e mi sono sparato le restanti in pochissimo tempo; comunque molto carina, soprattutto le musiche anni '80, il genere paranormal-sci-fi non mi fa impazzire, ma ammetto che ne è valsa comunque la pena guardarla tutta, a breve partirò con la seconda stagione. P.S. attendo troppo anch'io la serie su "il signore degli anelli", spero non facciano un pastrocchio.
     
    Ultima modifica: 29 Dicembre 2017
  20. Darth Vader

    Darth Vader Braccio destro Amministratore

    Messaggi:
    3.630
    Mi piace:
    1.350
    Esatto, dimenticavo le musiche! Sono troppo belle :emoji_relieved:

    A tal proposito, Ian McKellen si è dimostrato disposto a prendere parte alla serie tv, quindi non potrà essere una schifezza! Sono veramente curioso :D