Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Chiudi
RPG Italia è sbarcata su LiberaPay!

Ospite, se vuoi sostenerci donando anche 1€ al mese, questa è l'occasione giusta! RPG Italia non ha pubblicità e l'unica fonte di finanziamento deriva dalle donazioni.
Siate generosi!

Per aderire, diventa un donatore su LiberaPay! È una piattaforma italiana che consente grande flessibilità di pagamento!

Referendum taglio parlamentari

Discussione in 'Lo scannatoio' iniziata da bruco, 10 Settembre 2020.

Condividi questa Pagina

  1. bruco

    bruco Ex staff Ex staff

    Messaggi:
    2.752
    Mi piace:
    840
    Come da titolo, voi cosa ne pensate del referendum?
    Voterete sì o no?
     
  2. Vitbull88

    Vitbull88 Scienziato pazzo

    Messaggi:
    288
    Mi piace:
    229
    Voterei sí, se qualche volta mi arrivassero le schede elettorali :emoji_hushed: voi non avete idea, secondo me i peggiori brogli li fanno con gli italiani all'estero (per quanto valgano poco, in effetti)

    Scherzi a parte, non penso che il problema dell'Italia siano i troppi politici intesi come spesa economica. Restano centinaia di persone, che, seppur abbiano stipendi/rimborsi (opinabilmente) esagerati, pesano comunque pochissimo sull'economia di una nazione. Ció non toglie che una scrematura dei parlamentari per rendere il sistema piú agile é, secondo me, una buona cosa. Il maggior problema dell'Italia resta la lentezza burocratica/legislativa
     
  3. Metallo

    Metallo Saprofago LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    2.304
    Mi piace:
    1.006
    Non voterei...
    Sono convinto che sia un referendum solamente incentrato sulla propaganda invece che per il "bene" dei cittadini (ma quando mai). Se investissero tempo e risorse in altro invece che in un referendum del genere sono sicuro che ne avremmo giovato di più.
    Per questo non ne prendo parte.
    Non parteggio per nessun partito politico e non ho intenzione né di dare il sì per sostenere i partiti X e né di dare il no per sostenere i partiti Y.
    È vero che per riprenderci dovremmo tagliare le spese inutili ma questa mi sembra solo una trovata propagandistica.
    --- MODIFICA ---
    Per quello non credo si risolva semplicemente tagliando il numero di parlamentari. :emoji_disappointed:
     
  4. Vitbull88

    Vitbull88 Scienziato pazzo

    Messaggi:
    288
    Mi piace:
    229
    Verissimo, ma potrebbe essere un inizio. Concordo sul fatto che non si risolverá nulla :emoji_cry:
     
  5. kara.bina

    kara.bina Livello 1

    Messaggi:
    1.528
    Mi piace:
    562
    non è proprio così
    la legge era passata, il taglio dei parlamentari si sarebbe fatto senza dover ricorrere a nessun referendum, quasi tutti erano stati d'accordo per questo, ma poi, qualche senatorucolo non ha gradito e così hanno invocato il referendum.
    Ora, la maggior parte di tutti quelli che avevanbo optato per il taglio si stanno rimangiando la parola e voteranno per il no, e a me tanto basta per votare invece sì.

    Immaginate, se dovesse vincere il si (che comunque non è poi così scontato), dopo che tutte, tutte le forze politiche, culturali, di scienza, e chi più ne ha più ne metta si stanno sbellicando per il no, solo poche balene bianche sono a tutt'oggi per sì, a voi non direbbe niente?
    A me direbbe che la gente comune, che vota anche a destra e sinistra, andrà contro a ciò che consigliano i loro partiti del cuore pur di cambiare qualcosa, o per lo meno di continuare in questo, seppur flebile, cambiamento, che il M5S ha inaugurato.
     
  6. baarzo

    baarzo Supporter

    Messaggi:
    3.276
    Mi piace:
    1.169
    Voto No, perchè il problema non è il numero ma la qualità, mettessero le preferenze anziché le liste bloccate e un minimo di competenze richieste, non è possibile che il ministro degli esteri sia un bibitaro
     
    A Metallo piace questo elemento.
  7. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    17.277
    Mi piace:
    6.261
    e tu?
    brutto filibustiere che si rifà vivo per scatenare flame invece di scrivere articoli! :emoji_rage:
    [​IMG]
    comunque:
    mica so se andrò a votare...qui il più pulito c'ha la rogna, i presunti rivoluzionari si sono trasformati istantaneamente in poltronari doc come neanche la vecchia DC nei tempi più bui
    gli altri hanno dimenticato l'esistenza dei più deboli (quelli che perdono il lavoro, quelli che sono sfruttati, quelli che falliscono ecc.) e sbandierano attenzioni per fantomatiche "minoranze" solo perché va di moda (ma le "donne", per esempio, sono una "minoranza"? :emoji_neutral_face:)
    non che all'opposizione vada meglio, anche lì le cavolate propagandistiche ed elettoralistiche espresse in maniera apodittica e primitiva sono all'ordine del giorno
    nella mia (ormai) lunghetta vita non ho mai visto un'assenza così totale di leader almeno presentabili (indipendentemente dall'apparteneza), per me il qualunquismo oggi è un passaggio malinconicamente obbligato
    dopo questa lunga premessa, se andrò a votare, immagino che propenderò per il sì, anche se questo potrebbe portare acqua al mulino di quei miracolati/incapaci/scappatidacasa
    so benissimo che i costi (parassitari) della politica sono ben altri, malgrado il nostro parlamento sia il più costoso d'europa (1,5 mld all'anno) è una goccia nel mare degli sprechi
    sono perfettamente conscio che trattasi di legge scema che non risolve la duplicazione delle funzioni di camera e senato
    mi rendo, infine, conto che c'è il rischio di una minor rappresentanza dei cittadini
    ma almeno si comincerebbe a ridurre il numero dei pasticcioni che combinano guai per interessi personali o semplice incapacità...
    potrebbe essere un inizio e un segnale forte di protesta civile.........
     
    A Mesenzio piace questo elemento.
  8. bruco

    bruco Ex staff Ex staff

    Messaggi:
    2.752
    Mi piace:
    840
    Mi hai beccato :emoji_laughing:

    A parte gli scherzi, io voterò sì, con la consapevolezza che molto probabilmente faranno qualcosa di simile a quanto hanno fatto per le province: si è fatto e discusso tanto per abolirle ma ci sono ancora. Forse sono troppo pessimista.

    Io voterò sì perché il parlamento italiano è poco parlamento e molto italiano, ovvero ogni inezia è un'ottima scusa per fare bagarre.
    Le discussioni diventano estenuanti e viziose, per non rammentare i climax raggiunti con i pesci portati in aula e i quasi incontri di boxe.
    Spero che diminuendo il numero delle ugole urlanti diminuisca anche il livello di idiozia.
    Spero che i partiti, avendo meno candidati da mettere in parlamento, li scelgano tra i più meritevoli tralasciando macchiette e scemotti la cui presenza non mancherà a nessuno.

    E poi è anche un segnale emotivo, valga quel che valga: il risparmio dovuto al taglio dei parlamentari non sarà elevatissimo, ma l'esistenza della casta provoca ulcere a tutti. Poterne diminuire il numero è già qualcosa.

    Chiudo il breve intervento affermando che il nostro vero problema è il basso livello della nostra cultura, sia a livello di popolo che di rappresentanti al governo. Non è sufficiente a mettere in piedi un governo che faccia funzionare questo paese: le idee di collaborazione, onestà, orgoglio e dedizione si ritrovano solo in casi molto rari.
    Inoltre si dovrebbe trovare una formula (semplice, non renziana) per abbandonare il bicameralismo perfetto, un sistema adottato da un unico paese nella storia e nel mondo: l'Italia.
    E avremmo bisogno di una legge elettorale decente che permetta al partito che ottiene la maggioranza di governare.
    Lo spauracchio della dittatura fascista dobbiamo abbandonarlo una volta per tutte.

    Ho detto in poche righe cose molto complesse, spero di non essere frainteso...
     
    A Metallo e kara.bina piace questo messaggio.
  9. baarzo

    baarzo Supporter

    Messaggi:
    3.276
    Mi piace:
    1.169
    esatto per questi voto no
     
  10. Seret

    Seret Livello 1

    Messaggi:
    261
    Mi piace:
    128
  11. Vek

    Vek Occupato!

    Messaggi:
    22
    Mi piace:
    21
    Io le ho ricevute ad inizio settimana (7-8), ma volevano che arrivasse entro il 16 in ambasciata... Chissà perché..

    Il bicameralismo perfetto viene bypassato sistematicamente, ormai il senato fa un decreto (che dovrebbe essere varato solo nei casi di urgenza) e per farlo passare chiede la famosa "fiducia", in modo tale che o fai passare la legge, o fai cadere il governo...

    Poi sì, sono d'accordo che una legge elettorale fissa sia da trovare, non è possibile che la stabilisca il governo precedente, perché farà di tutto per trarne vantaggio (vedi anche l'ultima, fatta in modo tale da consentire a due partiti di governare, programmata per un renzi-berlusconi, ma il popolo ha votato m5s e lega :emoji_joy:) e in TV nei tg e altri programmi c'erano previsioni apocalittiche se il m5s avesse vinto... :emoji_sweat_smile:

    Su questo bisognerebbe fare un bel referendum per i parlamentari e i senatori per introdurre la settimana lavorativa dal lunedì al venerdì, ridurre stipendi, diarie, auto blu, portaborse e benefit vari/affini etc...
     
  12. golgoth

    golgoth Il tuttofare Amministratore

    Messaggi:
    18.419
    Mi piace:
    1.903
    Ecco, questo è un concetto che proprio non riesco a capire. L'esperienza ci ha insegnato che in cima alle liste ci sono sempre i soliti noti, o quelli "ammanicati". Come si può pensare che riducendo il numero dei parlamentari aumenti la "qualità" degli stessi? Secondo me succederà l'esatto contrario, sarà un parlamento popolato dai vari Casini, Gasparri, parenti di, figli di, etc.

    Quando mai il nostro paese è stato meritocratico, soprattutto in politica?
     
    A Mesenzio piace questo elemento.
  13. Metallo

    Metallo Saprofago LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    2.304
    Mi piace:
    1.006
    Eh sì. Vogliono far credere che diminuendo il numero dei parlamentari si lavorerà meglio e si risparmierà. Sul secondo punto non ci sono dubbi anche se si tratta di una goccia nell'oceano delle spese da rivedere. Sul primo invece per come siamo abituati con la nostra forma di governo è anche possibile il contrario.
    In passato sono state fatte proposte per rivedere il ruolo del senato e per ridurre il numero di parlamentari. Due di queste sono passate anche per referendum, Berlusconi 2006, e Renzi 2016, bocciate con un sonoro NO da parte degli italiani.
    Ammetto che c'erano punti ambigui in entrambe le proposte ma non si dica che non sono mai stati fatti tentativi di cambiamento in passato e che le cose si stanno muovendo solo ora.

    Quello della prossima settimana a me sembra più uno specchietto per le allodole e una dimostrazione di forza da parte dei partiti che vogliono dimostrare di essere come la "gente comune" e che "i politici non piacciono neanche a loro".
    Altro che cambiamento... come per il reddito di cittadinanza a me sembra una paraculata.
    Io sono completamente sfiduciato riguardo la situazione politica italiana e ho deciso di non votare fino a che non si presenti un partito con persone preparate e con piani validi... spero ne uscirà uno in futuro prima o poi.
    Per il momento non prendo parte alla farsa.
    --- MODIFICA ---
    Parole sante! Però non ho il tuo stesso ottimismo per quanto riguarda questo referendum. ;)
    --- MODIFICA ---
    Per carità... :emoji_dizzy_face:
     
  14. Mesenzio

    Mesenzio Contemptor Deum Editore

    Messaggi:
    11.014
    Mi piace:
    2.420
    Che il governo italiano sia una barzelletta siamo tutti d'accordo, ma che il popolo italiano manchi di cultura no. Sfido a trovare un paese mediamente meglio istruito dell'italia.
    Il vecchio saggio ha ragione. Fintanto che non ci sarà 1) effettiva responsabilità per i politici e 2) posizioni date per merito e non per popolarità, non ci sarà verso di cambiare nulla.
     
  15. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    17.277
    Mi piace:
    6.261
    oggi soprattutto del governo
    ti ricordi quando ci indignavamo per cicciolina, per razzi, per la fedeli?
    adesso sono tutti così o peggio....
    scordatelo, non c'è partito che non dia del "fascista" a chi ha posizioni diverse dalle sue, il fascismo torna troppo comodo a tutti
    in effetti da molti anni è così, è una delle principali ragioni del nostro declino
    e non consola il fatto che la "meritocrazia" sia sempre meno praticata (cfr. quello che sta avvenendo negli usa e non solo)
    e un tentativo di sopravvivenza di una certa forza di governo....
     
  16. kara.bina

    kara.bina Livello 1

    Messaggi:
    1.528
    Mi piace:
    562
    sarà pur vero che passando il sì ci troveremo i soliti noti, ma è altrettanto vero che almeno gli ingoti non ci saranno più, perché ora ci sono sia gli uni che gli altri ma nessuno di loro è interessato veramente al popolo, quindi ben venga il taglio!
    Lo specchietto delle allodole era quello di allora, che si è tentato di infilare la proposta di legge insieme a una sfilza di cose improponibili, e per questo mai passata. Ora c'è solo questa, o si o no, non ci piove, più limpido di così?
    Per il reddito di cittadinanza mi sento di dover spezzare non una, ma più lance, se me lo permettete. Dovrò necessariamente raccontarvi un po' di me, sempre se me lo consentite.
    Sono ormai anziana, ma per arrivarci sono dovuta passare, anche io, dalla giovinezza, e quasi 10 anni fa ero ancora giovane, checché i più giovani possano dirne. questi ultimi quasi 10 anni li ho trascorsi da disoccupata totale. Prima non è che navigassi nell'oro, eravamo una famiglia di 4 persone, i miei genitori e mio fratello, di questi siamo rimasti in due, mia madre ed io, e viviamo attualmente con la sua sola pensione, al minimo, con l'aggiunta di una piccola parte della pensione di mio padre, che al netto fanno 820 euro al mese.
    Non vivo in una grande città e questo aiuta, non vivo al sud, ma neanche al nord e anche questo aiuta, ma gli aiuti finiscono li.
    Per il lockdown a me non aspetta niente dato che io, tecnicamente, con il lockdown non ho perso niente. Il RdC non mi aspetta, perché in casa abbiamo una pensione, non mi aspetta neppure il Reddito di Emergenza, perché, come sopra, io non ho perso nulla. Sono ormai 4 anni che non vado più dal dentista però perché non ci rientro, e, come qualcuno di voi saprà, qualche anno fa ho smesso di fumare perché non ci rientravo più, tutto aumenta tranne gli stipendi, no? e quindi si stringe sempre più la cinghia. Dopo tutto questo non ho potuto evitare di fare la considerazione che, chi attualmente fruisce di un RdC sta, per forza di cose, messo molto peggio di me, che, comunque, non ho neppure figli di cui preoccuparmi, e non è poco.
    Se poi volete dire che ci sarà qualcuno che se ne approfitta, beh, alzo le mani. Trovartemi qualcosa dove qualcuno non tenti di approffitare e poi possiamo parlarne.
     
    A Metallo piace questo elemento.
  17. Metallo

    Metallo Saprofago LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    2.304
    Mi piace:
    1.006
    È un ragionamento che per me non ha alcun senso. L'unico punto a favore del sì è quello relativo al taglio delle spese del parlamento ma si tratta in ogni caso di riduzione del personale per un beneficio impercettibile. Per quanto riguarda le ragioni per votare no invece ce ne sarebbero di ragionamenti da fare e andremo comunque incontro ad un'incognita.
    Il punto poi è che per ridurre le spese della politica si poteva tagliare su altri fattori. Per esempio tutto il personale che deve mantenere la struttura parlamentare costituisce una spesa enorme. Piuttosto che togliere un parlamentare non si potrebbe fare in modo che vada a lavorare con la sua auto, che paghi il carburante con i suoi soldi, e che si porti la borsa da solo?

    Sul fattore della chiarezza hai ragione. Però mentre gli altri due referendum erano molto più complessi, forse anche troppo per richiedere il voto di tutti gli italiani, almeno avevano uno scopo preciso e non servivano solo a dare la possibilità al popolo di alzare i forconi e sfogarsi. La casta non piace a nessuno ma ditemi un paese che non ne ha una...
    Il punto è che questo taglio, perché riforma e cambiamento sono parole grosse in questo caso, ha lo scopo che aveva il pane dei romani che veniva lanciato al popolo durante gli spettacoli nel Colosseo. È un modo per ingraziarsi il popolo facendolo sfogare ma senza concludere un bel niente.
    È un referendum assolutamente politico che serve come dimostrazione di forza e come frase da aggiungere negli slogan delle prossime campagne elettorali.
    Come sempre, nessuno escluso, gialli, verdi, rossi, di tutti i colori..., lì dentro si pensa sempre a mantenere la propria poltrona e raccontare balle per farlo.

    Ma io sono il primo a dire che ci lamentiamo tanto del nostro paese ma per quanto riguarda le forme di assistenzialismo abbiamo pochi rivali nel resto del mondo. Ci sono paesi che saranno anche economicamente più forti di noi, più aggiornati nelle strutture e nella tecnologia, ma i cittadini nascono, crescono e muoiono con i debiti e basta perdere il posto di lavoro una volta per andare a vivere sotto un ponte da lì a pochi mesi.
    Però, anche solo prima di pensare di potenziare il sistema di assistenza al cittadino, devi necessariamente sistemare i problemi economici del paese e soprattutto rimediare al tasso di disoccupazione che da noi è preoccupante!
    Tornando al reddito di cittadinanza, la verità è che già esisteva il reddito di inclusione che aveva lo stesso scopo ma giustamente poteva essere erogato ad un minor numero di casi. Poi con la scusa del, se lo fanno in Germania si può fare anche in Italia, il M5S lo ha potenziato e non ha fatto altro che aggiungere miliardi sul bilancio della spesa, piuttosto che tagliarne dove si può.
    Lo stesso vale per quota 100. Più spese per assistere il cittadino ma le prospettive per il futuro diventano sempre più nere.
    Tutto seguendo la retorica becera del "noi siamo vicini ai cittadini, siamo come voi, odiamo i politici, le multinazionali, la KA$TAH, gli ogm, i vaccini, le scie chimiche, i marziani, ecc..."
    La differenza tra il M5S e i vecchi partiti è che che i primi sono talmente rimbambiti da realizzare per davvero le promesse confezionate ad hoc per prendere voti in barba alla spesa e all'utilità effettiva, mentre gli altri più furbi fanno promesse che non stanno né in cielo né in terra ma col cavolo che le realizzano. E nel caso abbiate frainteso, no, non è una cosa positiva.

    Mi scuso per lo sfogo... non mi sento rappresentato da nessun partito politico ma non intendo di certo andare con il forcone in mano ai seggi domenica a decidere se tagliare il numero di parlamentari oppure no. Mi sembra una pagliacciata e non ne voglio prendere parte. Secondo me vincerà il Sì senza dubbi. Se c'è una cosa che sento dire da una vita da quando sono nato sono le lamentele sulle accise del carburante, il costo delle sigarette, gli stipendi e il numero dei parlamentari. Se vuoi far smuovere il culo al popolo italiano devi toccare questi temi. Non risolvi nulla ma almeno puoi dire che gli italiani sono con te...
     
  18. kara.bina

    kara.bina Livello 1

    Messaggi:
    1.528
    Mi piace:
    562
    quoto solo questa parte perché non è mia intenzione entrare ancora di più nel merito di questo referendum, quello che penso l'ho già detto e non voglio dire di più eccetto quest'ultimo punto, poi ognuno resterà con le proprie idee come è giusto che sia.
    stai chiedendo di eliminare i portaborse, che comunque, per quanto ben pagati, sono comunque dei semplici lavoratori che niente hanno a che fare con la politica, ragionamento peggiore di questo penso non si possa sentire, poi ti lamenti se prendono il forcone in mano...
    in ogni caso, non è vero che il taglio dei parlamentari è una cosa inutile, è il trampolino di lancio per poter fare poi altri tagli, tipo quello degli stipendi dei parlamentari (non dei lavoratori) e non ultimo e non meno importante una nuova legge elettorale, che non ci sarà di certo se passerà il no.
    E con questo passo la palla perché per me basta.
     
  19. golgoth

    golgoth Il tuttofare Amministratore

    Messaggi:
    18.419
    Mi piace:
    1.903
    Che sia la politica in senso stretto o un costo relativo all'"indotto", se è un qualcosa di fondamentalmente inutile non vedo perché gridare allo scandalo se se ne chiede l'abolizione.

    Il punto non è quanti parlamentari ci sono o quanto guadagnano (almeno entro certi limiti), il punto è come lavorano.
     
    A Mesenzio e kara.bina piace questo messaggio.
  20. kara.bina

    kara.bina Livello 1

    Messaggi:
    1.528
    Mi piace:
    562
    lo scandalo sta nel voler cominciare proprio da loro