Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Recensione The Witcher 3 di Mosè Viero

Discussione in 'The Witcher 3: Wild Hunt' iniziata da Mesenzio, 25 Gennaio 2019.

Condividi questa Pagina

  1. Mesenzio

    Mesenzio Contemptor Deum Editore

    Messaggi:
    9.129
    Mi piace:
    1.541
    Il buon Mosè se la prende comoda come al solito, ma come al solito le sue recensioni sono tra le più complete ed esaustive che si possano leggere. È comunque molto interessante leggere di The Witcher 3 ad anni di distanza, se non altro per notare il peso che continua ad avere nel panorama RPG. Mettetevi comodi e leggete la recensione a questo indirizzo http://www.lamascherariposta.it/gdr/recensioni/thewitcher3.html
     
    A Varil, Maurilliano e agg4361 piace questo messaggio.
  2. agg4361

    agg4361 Sacerdote di Lord Vivec Redattore

    Messaggi:
    1.487
    Mi piace:
    744
    Appena finita di leggere, mi mancavano le sue recensioni, come al solito anche questa è stata davvero molto interessante, molto dettagliata.
    Grazie mille @lamascherariposta :)
     
  3. lamascherariposta

    lamascherariposta Livello 1

    Messaggi:
    33
    Mi piace:
    23
    Grazie a te per averla letta e per i complimenti, caro agg4361!
    E grazie a Mesenzio e allo staff per avere aperto questo thread! :)
    Mosè
     
    A sadasasd, baarzo e agg4361 piace questo messaggio.
  4. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    14.033
    Mi piace:
    4.818
    le recensioni di Mosè sono sempre le più complete e approfondite, oltre tutto sono sempre singolarmente sulla stessa lunghezza d'onda
    in più
    gli voglio bene fin dai tempi dei suoi deflagranti articoli sugli hater
    tanto per provocare un po' (e sfidare gli implacabili fanboy filopolacchi [​IMG]):
    concordo che la narrazione nel complesso è "sopraffina", ma continuo a sostenere che l'assunto di partenza della main è povero e banale:
    ma come? che la fanciulla sia "arma fine di mondo" è un tremendo deja vu e, peggio ancora, geralt dovrebbe scapicollarsi per salvare pupilla + universo
    ma non lo fa
    invece va bighellonando per risolvere sub varie, flirtando, disinfettando paesini, occupandosi di streghe e politica, partecipando a feste danzanti, tirando su qualche soldo col suo mestiere, collezionando vestitini, asfaltando briganti ecc. ecc.
    c'è da dire che, come sottolinea la recensione, molte sub sono veramente eccelse, scritte e realizzate magistralmente
    il picco (IMHO) è la vicenda del barone rosso che, malgrado la chiusa un po' frettolosa, considero una delle vicende più intense e toccati in assoluto mai apparse su un monitor
    e adesso aspetto il lancio di pomodori marci [​IMG]
     
  5. Mesenzio

    Mesenzio Contemptor Deum Editore

    Messaggi:
    9.129
    Mi piace:
    1.541
    Questo è un problema di tutti gli open world, tipo Final Fantasy XV. Visto che salvare l'universo sembra l'unica quest disponibile, fare il resto nel frattempo è sempre abbastanza assurdo.
     
  6. baarzo

    baarzo Livello 1

    Messaggi:
    1.671
    Mi piace:
    492
    In Mass Effect 3 avevano usato l'espediente narrativo, ok devo salvare il mondo ma mi servono i bigmoney e quindi vado in giro per l'universo a fare side quest. Qualcosa lo si trova se ci si impegna
     
  7. sadasasd

    sadasasd Livello 1

    Messaggi:
    26
    Mi piace:
    7
    Aspettavo anch'io la sua recensione, che leggo con calma in giornata. Meno di un mese fa visitando il suo sito, ne notavo l'assenza e adesso sbirciando il link, TW III si conferma, come riguardo la vostra top ten, sul parterre.

    Vediamo se riuscirà a farmi riprovare a giocarci, dopo una trentina d'ore mi ero un po'stufato.. Devo ancora scoprire bene anche Kingdom Come. Non ho nulla contro Geralt ma preferisco costruire e interpretare un personaggio rigorosamente originale, in più preferivo altri aRPG in fase combattimento.
     
  8. lamascherariposta

    lamascherariposta Livello 1

    Messaggi:
    33
    Mi piace:
    23
    Ciao f5f9!
    Quello che sottolinei, come è già stato rilevato, è un problema tipico dei GdR con esplorazione libera. Io però in TW3 l'ho sentito meno che in altri casi. In Oblivion c'è un'invasione demoniaca in atto e l'imperatore in persona incarica il personaggio giocante di fare qualcosa: lì bighellonare sembra davvero assurdo dal punto di vista narrativo. In TW3, invece, la portata reale della minaccia è, nelle prime battute, solo evocata tra le righe: Geralt è alla ricerca di Ciri anzitutto per motivi personali.

    Ciao sadasasd!
    Capisco quello che vuoi dire: la creazione del proprio personaggio da zero è senz'altro una componente importante in un GdR. D'altro canto il fatto che il protagonista abbia un certo background rende la sua identità più forte e caratterizzata, e nella serie The Witcher al giocatore è comunque lasciata una certa libertà di scelta e di personalizzazione.
     
    A sadasasd piace questo elemento.
  9. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    14.033
    Mi piace:
    4.818
    certo, ma in questo genere di giochi dovrebbe essere adottato uno spunto narrativo compatibile con la libertà di movimento
    bethesda, dopo la "figuraccia" di oblivion, è riuscita ad aggiustare il tiro sia coi due fallout che con skyrim
    N.B: questo indipendentemente dalla qualità finale delle main
     
  10. Maurras

    Maurras Femmina di Hobbit

    Messaggi:
    2.327
    Mi piace:
    623
    Sono appena alle prime righe della recensione, ma non riuscirò a finire di leggerla prima del WE....
    La cosa che subito mi ha colpito -purtroppo in negativo- è l'enorme spoiler (sia sulla trama dei libri che del gioco)
    messo subito nei primi paragrafi, come se stesse prendendosi un caffè al bar !
    ...che oltretutto butta giù con un imprecisione da paura (ovvero lasciando buco di trama grosso come una casa!)
    tale da farmi pensare (ovviamente potrei sbagliarmi!) che i libri li abbia visti solo di striscio o letti mooooooolto in fretta... O_O

    super mega
    AI tempi della famosa "law of surprise", quando Geralt reclama il diritto di potesta su Ciri, non lo sapeva nessuno che
    suo padre fosse l'imperatore di Nilfgard... nemmeno la stessa Pavetta o la nonna Calante! Si scopre soltanto alla fine dei romanzi.
    Mosè invece lo butta giù così, facendo quasi sembrare che si volesse far dispetto a Emir... :( almeno IMHO -_-

    Detto ciò, avrei quindi voluto che all'inizio dell'articolo specificasse la presenza di tali spoiler, tutto qua.
    Si lo so che son passati anni, io ad esempio conosco la storia dai libri, ma il gioco in questione ancora non l'ho fatto.
    Quindi per le persone che ancora sono indietro sia con i giochi che coi libri,
    mettere sto piccolissimo "avviso spoiler" secondo me non gli costava nulla. ;)

    Scusate la mia nota per ora un po' "rompi" ^^ :)
     
  11. Myriamel

    Myriamel Strega delle Selve Redattore

    Messaggi:
    2.045
    Mi piace:
    1.234
    Finalmente sono riuscita a leggere questa recensione e faccio i miei complimenti a @lamascherariposta per la sua analisi estremamente ricca e dettagliata. Concordo praticamente su tutto e in particolare su questo, che è la migliore descrizione possibile del gioco:
    Mah, in Fallout 4 mica tanto... sei un genitore alla ricerca di suo figlio, perdere tempo con gli insediamenti di Preston non è esattamente realistico. Ciri è adulta e in grado di badare a se stessa, Shaun (per quel che ne sappiamo) è un neonato rapito. Ma in entrambi i casi per me non è stato difficile sospendere l'incredulità, è un compromesso che negli open world è necessario accettare.

    @Maurras per quanto riguarda quello spoiler la colpa non è di Mosè ma di CD Projekt. L'identità del padre di Ciri è data per assodata già all'inizio del gioco e (mi pare) veniva anticipata già nei trailer. Da lettrice dei libri ti capisco e so bene che è uno dei più grandi colpi di scena della saga, ma in The Witcher 3 è una semplice informazione di background che dà lo spunto per far cominciare la storia. Non si può considerare spoiler.
     
    A Maurras piace questo elemento.
  12. Maurras

    Maurras Femmina di Hobbit

    Messaggi:
    2.327
    Mi piace:
    623


    Nel Lore del gioco sicuramente non è uno spoiler, su questo posso darti ragione...
    ma, come dici anche tu, nei libri è il colpo di scena finale (quello che mi ha fatto saltare dalla poltrona, per intenderci)
    che scopri solo e soltanto alla fine dell'ultimo di tutti i romanzi.
    Infatti ricordo bene che in altre recensioni che avevo letto (secoli fa), c'era il piccolo avviso rivolto appunto ai lettori.
    Insomma una delicatezza in più, pensata a chi magari sta ancora leggendo, secondo me, come ho già detto prima, non gli costava nulla. ;)
    Tutto qua, ovviamente senza avercela con nessuno, sia chiaro. :*