Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Chiudi
RPG Italia è sbarcata su LiberaPay!

Ospite, se vuoi sostenerci donando anche 1€ al mese, questa è l'occasione giusta! RPG Italia non ha pubblicità e l'unica fonte di finanziamento deriva dalle donazioni.
Siate generosi!

Per aderire, diventa un donatore su LiberaPay! È una piattaforma italiana che consente grande flessibilità di pagamento!

Protagonista Dragon Age 3

Discussione in 'Dragon Age Origins' iniziata da Anchalagon, 23 Febbraio 2012.

Condividi questa Pagina

  1. Anchalagon

    Anchalagon Livello 1

    Messaggi:
    2
    Mi piace:
    0
    Ciao ragazzi

    Sono nuovo e ho appena comprato e finito Dragon Age 2 ( origins è molto meglio ) comunque ho letto altri commenti e la cosa di cui si discute maggiormente è chi sarà il protagonista, e ragionando mi sono detto ( e solo un idea ) che il nuovo eroe potrebbe essre il figlio del protagonista di Origins e Morrigan, dopo tutto chi ha fatto il DLC wicht hunt si ricorda che Morrigan alla domanda " dove hai nascosto mio figlio ? " risponderà che lo ha nascosto e che è ignaro del destino che lo aspetta.

    Srivete e commentate . Grazie per l'attenzione
     
  2. Aedan

    Aedan Gli Allegri Buffoni

    Messaggi:
    2.471
    Mi piace:
    1.075
    ... Non voglio stroncare il tuo entusiasmo, ma non credo proprio che il protagonista di DA3 possa essere il figlio di Morrigan. Dimentichi infatti la possibilità che il Custode abbia rifiutato la sua offerta. E' molto più probabile che si tratti di un eroe creato ex novo, esattamente come Hawke.

    In ogni caso, benvenuto!
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 23 Febbraio 2012
  3. Movarth

    Movarth Bodybuilder

    Messaggi:
    3.104
    Mi piace:
    1.043
    Nemmeno io credo che il protagonista in dragon age 3 sarà il figlio di morrigan, tuttavia non si sa quali sorprese ci riserverà la saga....io spero che dragon age 3 sia più simile a origins che come hai detto tu è migliore del secondo capitolo.....speriamo solo che lo stile di gioco non cambi drasticamente. è molto probabile che in dragon age 3 il figlio di morrigan sia un membro che magari entrerà a far parte del nostro gruppo personaggi, visto che flemeth è apparsa nei primi due capitoli della saga, magari nel terzo apparirà il figlio di morrigan....molto probabile.....
     
  4. John Shepard

    John Shepard Livello 1

    Messaggi:
    154
    Mi piace:
    15
    Purtroppo dalle notizie che ho ricavato DA3 sarà a "metà" tra il primo e il secondo ..... non è che questa prospettiva mi rassicuri più di tanto. Io devo dire la verità difficilmente mi lascio influenzare dai pareri ma ne ho letti fin troppi di negativi su Dragon Age 2. Starò ben attento anche col 3 capitolo. Lo prenderò solo se avrà un minimo di coerenza col I capitolo altrimenti per me la saga finisce con Origins...

    Comunque anche io penso che il protagonista sia più probabilmente "ex novo".
     
  5. Anchalagon

    Anchalagon Livello 1

    Messaggi:
    2
    Mi piace:
    0
    Aedan ineffetti quello che hai detto tu cio pensato anchio però riferendosi ha cio che ha scritto Movarth magari scaricando i salvataggi da Origins o DA2 si potrebbe avere come compagno il fglio di Morrigan
     
  6. Aedan

    Aedan Gli Allegri Buffoni

    Messaggi:
    2.471
    Mi piace:
    1.075
    Anche questo è molto improbabile: significherebbe privare di un compagno di squadra quei giocatori che non hanno celebrato il rituale. Per ovviare il problema, sarebbe sufficiente farlo/la apparire in veste di NPC con un ruolo di media importanza nella storia. Scrivo "media importanza" perchè se fosse centrale la trama si impoverirebbe in maniera significativa per quanti non hanno ingravidato Morrigan.
     
  7. LeRoi

    LeRoi Filosofo Mentecatoh! |Ex-Viola Ex staff

    Messaggi:
    2.735
    Mi piace:
    808
    Sono pienamente d'accordo; anzi, spero che il personaggio oltre ad esser ex-novo (Praticamente certo al 100% per quanto mi riguarda, dato che sarebbe impossibile realizzare un gioco su anche uno solo dei pg di viaggio viste le troppe variabili di scelta) abbia più carisma di un Hawke; sinceramente, non mi è sembrato molto originale, anche per via della solita tiritera del "ragazzo" che da sconosciuto diventa leggenda :sweat:
     
  8. WillowG

    WillowG Ombra Grigia Ex staff

    Messaggi:
    4.824
    Mi piace:
    1.998
    sono d'accordo con la maggioranza di voi. il figlio di Morrigan è troppo un'incognita. sarebbe più plausibile, se prorpio, una sua comparsa con solo un accenno alle sue origini...oppure possono sempre escogitare qualcosa per far si che Morrigan abbia trovato un modo "alternativo" per restare incinta della divinità. oppure che semplicemente il pargolo divino non sia di Morrigan.

    magari la mia è solo una stupidata...ma se restasse incinta Leliana o il Custade (se femmina)?

    certo c'è sempre la possibilità che il Custode Grigio non solo non abbia avuto alcuna relazione, ma sia anche criccato, quindi mi sa che queste ipotesi siano comunque un gatto che si morde la coda.

    temo che non sentiremo mai più parlare del bambino/divinità.
     
  9. Aedan

    Aedan Gli Allegri Buffoni

    Messaggi:
    2.471
    Mi piace:
    1.075
    Morrigan non avrebbe nessun problema a concepire un bambino da un'altra persona, ma non avrebbe le caratteristiche da lei desiderate: un ascendente divino. Le sole persone che potevano garantirglielo erano il Custode, Alistair e

    Loghain

    e il solo contesto in cui ciò era realizzabile si chiama Flagello.

    Credo che ne passerà di tempo prima che la Prole Oscura trovi un nuovo draghetto :D

    Sarà interessante scoprire il background del nuovo protagonista. Bioware ha già escluso un ritorno allo stile Origins, quindi immagino che potremo costruire il presente e il futuro, ma non il nostro passato. E' un peccato: secondo il mio modesto parere, la varietà delle origini del nostro personaggio era uno degli elementi di forza del primo capitolo.
     
  10. LeRoi

    LeRoi Filosofo Mentecatoh! |Ex-Viola Ex staff

    Messaggi:
    2.735
    Mi piace:
    808
    Esatto! Spero non abbiano in mente qualche altra idea fin troppo "ibrida".
     
  11. MietitoreDAnime

    MietitoreDAnime Livello 1

    Messaggi:
    111
    Mi piace:
    4
    Anche io credo che il protagonista non sarà il figlio di Morrigan. Comunque c'è da dire che già è presente l'incoerenza tra la fine di Dragon Age Origins ed il DLC Witch Hunt: Infatti il DLC parte da uno dei finali possibili di Origins e non tiene conto che il protagonista potrebbe aver scelto una strada diversa da quella di Morrigan e

    potrebbe addirittura essere morto alla fine di Origins!

     
  12. Jake-Kast

    Jake-Kast Livello 2

    Messaggi:
    2.018
    Mi piace:
    540
    Stesso discorso che ho fatto per Dragon Age 2, non può essere davvero Dragon Age senza le sue "Origins"...

    Vabbè un dlc facoltativo è una cosa... un intero gioco che ti penalizza se non hai compiuto determinate scelte è un'altra...

    Io spero che per DA3 si respiri di nuovo l'atmosfera del primo, anche se l'andazzo di Bioware non promette niente di tutto questo.

    Penso che il personaggio principale verrà ricreato da zero, anche se trovo plausibile inserire nel background fatti come essere discendente del custode, o essere Hawke, in modo che la storia cambi di conseguenza.
     
  13. Olorin

    Olorin Ex staff Ex staff

    Messaggi:
    1.549
    Mi piace:
    114
    Come molti reputo improbabile l'idea che sia il figlio di Morrigan e del Custode.

    Poi, per carità, BioWare potrebbe uscirsene con una spiegazione del tipo che oltre gli specchi elfici si trova una dimensione tipo "stanza dello spirito e del tempo" di Dragonball o "spazio bianco" di Matrix (idea a volte abusata nel Fantasy) ma la reputo remota.

    Vista la predilezione di BW per scegliere cattivi "in giovane età", penso sia più probabile che il figlioletto abbia a che fare con il "cambiamento" preannunciato da Flemeth in entrambi i DA.

    Sul protagonista, io reputo probabile che sia Hawke o un suo discendente. Il Custode era troppo "anonimo" per il tipo di storie che BioWare sceglie di raccontare ultimamente, senza contare che la quantità di variabili collegate a questo PG sono troppe, imho, per renderlo papabile come protagonista di un ipotetico 3° episodio che sciolga tutti i nodi. Se tornerà, farà una comparsata. Ormai quel treno è partito e non c'è modo di riprenderlo.

    Sul protagonista ex-novo la vedo un po' così... BW dovrebbe riuscire a uscirsene con una ragione plausibile per intrecciarlo a tutto il resto. Dato che DA2 ci lascia, se non ricordo male, con l'interrogativo di cosa sia successo ad Hawke, penso che il giovane Campione possa essere una scelta plausibile. Vedremo...

    Una nota un po' OT: le "Origins" del primo capitolo avevano senso proprio perché era il primo capitolo, servivano a introdurre il mondo fantasy creato da BW, con un notevole azzardo oserei dire. Perfino il titolo lo rifletteva, visto che in origine doveva chiamarsi semplicemente "Dragon Age": l'originalità del gioco risiedeva in parte nel mettere in-game qualcosa che normalmente è relegato alla sezione "storia personale" del Diario. Nel secondo capitolo, avendo già un mondo stabilito con un background ormai ben noto alla fanbase, e avendo scelto di impostare il discorso in maniera diversa, non c'era lo spazio narrativo per inserire qualcosa di simile.

    E' riduttivo ridurre Dragon Age alla presenza o meno delle "Origini", imho. Sarebbe come decidere se un libro è bello o meno dal Prologo: pensate che Il Signore degli Anelli, prendendo un esempio stra conosciuto, avrebbe avuto il successo che ha se i lettori avessero giudicato il libro dal capitolo "Una festa a lungo attesa"?
     
  14. Aedan

    Aedan Gli Allegri Buffoni

    Messaggi:
    2.471
    Mi piace:
    1.075
    Le avventure di Hawke sono finite, ma Gaider ed Hepler hanno recentemente spiegato che il giocatore verrà a conoscenza di ciò che gli è successo. Per inciso, è la stessa conclusione che hanno riservato al Custode, "scomparso" in maniera misteriosa.

    La saga di Dragon Age non è come quella di ME, dove tornavi a vestire i panni di Shepard. Bioware ha sempre ribadito che per ogni capitolo ci sarà un protagonista diverso. Secondo il mio modesto parere, non avrà alcun legame nè con l'uno nè con l'altro.

    Nessuno di noi riduce DA ad un fattore "Origini". E' una questione di rigiocabilità del titolo. Oggettivamente parlando, è molto più ricco un titolo con sfumature legate alla razza e alla storia del protagonista anzichè uno dove interpreti un umano predefinito.

    Inoltre non parlerei di mancanza di "spazio narrativo", quanto di volontà (nessuno aveva voglia di imbarcarsi in un'impresa complessa come quella del primo capitolo) e di tempistica (16 mesi non ti consentono di sviluppare un gioco decente).
     
  15. Maurras

    Maurras Wanna be Elf , but proud to be Hobbit ! ;)

    Messaggi:
    2.390
    Mi piace:
    685
    Secondo me ci sono quasi le premesse per fare una sorta di creazione pg stile Elder scroll :)

    Dove puoi sceglierti con quale razza giocare la nuova partita...

    Non devono per forza creare delle storie di incipit o backgrond dll'eroe, basta alla fine che il gioco sia bello ^^ IMHO
     
  16. Jake-Kast

    Jake-Kast Livello 2

    Messaggi:
    2.018
    Mi piace:
    540
    Dragon Age deve il suo successo alla particolare ambientazione che lo circonda, che i giocatori hanno vissuto tramite tutti i vari punti di vista di quel mondo creato da Bioware, elfi, umani, nani... senza le origini nessuno avrebbe potuto vedere le vere potenzialità di Dragon Age, e penso che pochi lo avrebbero davvero amato senza il fascino del "mondo vivo" che ti veniva presentato fin dai primi minuti.

    E ti assicuro che in un libro, in un libro, perfino in un discorso, ciò che cattura l'attenzione, che si ricorda di più e che definisce nel complesso la nostra esperienza in relazione ad essi è, insieme alla conclusione, proprio l'inizio.
     
  17. Olorin

    Olorin Ex staff Ex staff

    Messaggi:
    1.549
    Mi piace:
    114
    Oh, ma son due giorni che non ne azzecco una! Ieri sera a spiegare le regole di Citadels sembrava non avessi mai giocato. Oggi quest'errore da noob qualunque... tesi e poco sonno sono proprio un'accoppiata infallibile! :D

    Sono d'accordo su quasi tutto. DA2 è stato, senza ombra di dubbio, un progetto svolto in fretta e furia per "capitalizzare" sul successo del primo. Detto questo, sulla volontà non sono d'accordo: ok che alcune ambientazioni sono riciclate, ma se non avessero avuto voglia avrebbero riciclato ben più di un po' di texture. Sulle origini, leggi sotto.

    Non sono d'accordo su questo approccio riduzionistico. Credo anche io che il prologo/incipit sia fondamentale per catturare l'attenzione. Ma dire che ciò che definisce l'esperienza nel suo complesso è solo l'inizio e la fine è una sottostima. A questo punto, se ciò fosse vero, tanto vale leggere/giocare solo inizio e fine. Per me, il viaggio è importante quanto la meta e quanto la partenza, forse di più.

    Un libro, o un videogioco, o un film, può avere l'incipit migliore del mondo, ma se lo svolgimento è carente, non arriverai mai alla fine e non potrai mai renderti conto se questa merita o meno.

    Sono d'accordo che le Origini sono state fondamentali nello stabilire il fascino e le potenzialità di DA come mondo fantasy e come saga. Detto questo, la loro utilità termina lì. Non avrebbe senso logico cominciare i capitoli successivi dedicando le prime pagine a spiegare di nuovo la storia del mondo, le situazioni geo-socio-politiche, ecc.; proprio perché c'è stato un primo capitolo deputato a fare esattamente questo. Il mio non è un toglier valore alle Origini di DA:O, bensì un'osservazione sul fatto che non c'era scopo né necessità di cominciare il 2° capitolo allo stesso modo.

    La serie di TES fa così, ma i suoi capitoli sono distanziati da centinaia di anni e le storie sono, se non a grandissime linee, in sostanza slegate fra di loro. Lì ha un senso. In DA, con gli eventi del 2° capitolo che sono in parte contemporanei in parte immediatamente successivi al 1°, con la storia generale che rimane la medesima (siamo sempre in attesa e preparazione per quel Cambiamento cui accenna Flemeth), con le situazioni sociali non sembrano in grado di cambiare nel giro di pochi anni... non serve rispiegare tutto da capo. Paradossalmente potrebbe essere un disservizio alla storia e alla saga, imho.
     
  18. Jake-Kast

    Jake-Kast Livello 2

    Messaggi:
    2.018
    Mi piace:
    540
    Allora esistono dei giocatori di giochi da tavolo seri in italia...

    Dillo a loro... :D

    [​IMG]

    Non parlo del valore intrinseco del viaggio ma dell'impatto che una buona fine e soprattutto un buon inizio hanno sugli spettatori, sul catturare l'attenzione e sul creare la passione in loro.

    E se l'inizio è un polpettone non arriverai mai nel vivo del racconto, ti annoierà subito. Lo stesso in un discorso, ti addormenterai ( :D ), in un film, stessa cosa, e uguale in un videogioco, che abbandoni sicuramente se l'inizio non ti prende.

    Indubbiamente il corpo deve mantenere il tenore di inizio e fine, ma è in questi due punti che deve esserci l'apice, sono questi due punti che ricorderai indelebilmente, non ricorderai tutte le frasi che vengono dette fra i protagonisti, tutte le situazioni, tutte le sfaccettature, ma l'inizio e la fine saranno stampate nella tua mente e contribuiranno notevolmente al tuo giudizio nel complesso.

    Il problema Olorin è che proprio quello ha contribuito a far piacere lo sconosciutissimo Dragon Age. Le origini ti immergevano nella storia e ti trasportavano in quella società immaginaria facendotela vivere. Molti fan si aspettavano un qualcosa di simile nel sequel, che invece, a parte il fatto dei maghi, ha tralasciato tutte le lotte, i problemi sociali, le differenze culturali che facevano parte del "lore".

    Così, non vedendo le "Origins" molti non hanno visto neanche Dragon Age, e con tutti i suoi difetti il secondo capitolo non è piaciuto.

    Bioware se non sbaglio ha già detto che prenderà esempio dalla serie "The Elder Scrolls", spero solo che questo non si porti via un'altra fetta di Dragon Age in nome di facili guadagni...
     
  19. Olorin

    Olorin Ex staff Ex staff

    Messaggi:
    1.549
    Mi piace:
    114
    Sull'ispirarsi a TES sono d'accordo. Io la vedo molto preoccupante come cosa, vista la ciofeca maxima che fu Oblivion.

    Sugli incipit, non mi puoi venire a dire che l'incipit di DA2 sia noioso. Viene lanciato subito nella mischia e, grazie alle forzature di Varric, sei pure una specie di supereroe. Chiaro che è qualcosa di diverso dalle Origini di DA:O ma diverso non vuol dire peggiore e, imho, la colpa non sta al 100% in BioWare perché ha tentato un approccio diverso.

    Il fatto che molti, mancando le Origini, non abbiano visto Dragon Age è, per me, un problema unicamente loro. Il mondo di DA2 è il medesimo di DA:O. Viene accentuato il problema della magia, è vero. Ma le altre tensioni ci sono eccome. Basti vedere il rapporto con Merrill e le quest ambientate nella parte elfica di Kirkwall. Cavoli, ne viene pure aggiunta una ulteriore che in DA:O era solo accennata (i Qunari). Alla fine, nel mondo reale, non ci sono ovunque gli stessi problemi: è solo logico che a Kirkwall, che si trova ben distante dal Ferelden (che, oltretutto, sappiamo essere una nazione piuttosto "indietro" in quanto a convenzioni sociali), qualche aspetto sia più accentuato di altri.
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 6 Aprile 2012
  20. Jake-Kast

    Jake-Kast Livello 2

    Messaggi:
    2.018
    Mi piace:
    540
    Siamo d'accordo ? Wao... momento storico :D .

    E neanche lo dico.

    Dragon Age 2 è profondamente diverso dal primo, è vero che le tensioni si sentono ma è un quadro di cui non fai parte, è tutto abbozzato e senza le origini è molto meno coinvolgente.

    Se Kirkwall è un altro posto con altri problemi, allora riparti con le "Origins" e approfondisci i vari nuovi temi, non lasciarmi il "lore" a metà. :D