Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Chiudi
RPG Italia è sbarcata su LiberaPay!

Ospite, se vuoi sostenerci donando anche 1€ al mese, questa è l'occasione giusta! RPG Italia non ha pubblicità e l'unica fonte di finanziamento deriva dalle donazioni.
Siate generosi!

Per aderire, diventa un donatore su LiberaPay! È una piattaforma italiana che consente grande flessibilità di pagamento!

Primo video di gioco di Cyberpunk 2077

Discussione in 'Cyberpunk 2077' iniziata da Mesenzio, 27 Agosto 2018.

Condividi questa Pagina

  1. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    4.644
    Mi piace:
    1.509
    ma tu dici perchè c'è la magia? comunque parere mio sono da considerarsi dei 'sottogeneri'
    come fallout steam-punk o atom-punk, o come il film 'wild, wild, west', che per quanto ambientato nel far-west....pur sempre di uno steampunk si tratta
    voglio dire, se bastasse inserire un 'diverso' elemento per creare un genere nuovo...non se ne uscirebbe più :emoji_scream:
    ciononostante io consideri corrette le tue asserzioni, intendiamo :)
     
  2. Varil

    Varil Galactic Guy

    Messaggi:
    1.441
    Mi piace:
    820
    Blade Runner e Ghost in the Shell non sono cyberpunk? Bah...:emoji_unamused:
    Dishonored non ha un'ambientazione fortemente steampunk?
    Ma vivo io su un altro pianeta oppure voi?
     
    A Darth Vader piace questo elemento.
  3. francescoG1

    francescoG1 Livello 1

    Messaggi:
    768
    Mi piace:
    130
    L'etichetta Steam fantasy si usa quando oltre alle caratteristiche dello steampunk (generalmente ambientato in una versione alternativa del nostro 19th secolo) ci sono le classiche componenti fantasy come mondo di fantasia, magia etc. Un esempio è Arcanum. In verità Dishonored ha quasi uno stile vittoriano quindi più vicino al dieselpunk (la tecnologia è focalizzata su una specie di "olio" senza vapore di mezzo) con l'aggiunta del fantasy. Quel gioco è particolare non è facile collocarlo come etichetta....

    Per quanto riguarda blade runner e ghost in the shell beh sono tra gli esempi tipici usati per l'etichetta tech noir ed effettivamente di "punk" non c'è molto visto che si focalizzano su altro. Alita battle angel è un esempio perfetto di cyberpunk puro....
     
    Ultima modifica: 18 Ottobre 2018
  4. Varil

    Varil Galactic Guy

    Messaggi:
    1.441
    Mi piace:
    820
    Tutte queste sfumature sono un po' cavillose a mio modo di vedere
     
  5. francescoG1

    francescoG1 Livello 1

    Messaggi:
    768
    Mi piace:
    130
    Ai termini va dato il giusto significato. Se non c'è il "vapore" o uno stile più o meno da 19th come fa ad essere steam"qualcosa"? gli altri termini non li hanno inventati per bellezza ma perché vi era una necessità. Se manca il punk come può un cyber essere tale? diventa altro. Ghost in the shell si focalizza più sulla rete, sulla società in genere, sul terrorismo etc ma non su una marcata spaccatura delle classi sociali, su un contesto dispotico e "degradato" etc . È come blade runner un poliziesco futuristico.

    Il cyberpuk secondo il suo creatore Gibson è: " lo strapotere delle grandi multinazionali in una società dall'economia incerta, bande di disperati che combattono per le strade. L'unica fuga possibile è il cyberspazio."

    Ironia della sorte è più cyberpuk il live action che le versioni animate o cartacee di GITS:emoji_laughing: (ovvio è un robocop al femminile:emoji_laughing:)
     
    Ultima modifica: 18 Ottobre 2018
  6. CyberLies

    CyberLies Loading...

    Messaggi:
    270
    Mi piace:
    121
    Era quel lontano 2012, io ero lì, totalmente assuefatto da the witcher 2 e immerso come non mai in quel mondo intriso di fango e sporco, e non parlo di quello a terra, ma di quello che si impossessa dell'anima delle persone... Tra un'incantevole quest e l'altra, con l'emozione ancora fresca nel cuore del primo the witcher, stavo pian piano accettando il fatto che i cd Project si stavano impadronendo del mio amore più assoluto, di quello che ti acceca, che ti porta a negare tutto, di quello che comprendi subito che non ci sarà una seconda volta... Sentivo che era nata LA software house che mi avrebbe accompagnato in questa mia profonda passione degli action gdr per molti e molti anni... E qui, nel momento più debole appunto, esce quella notizia, aveva le sembianze di un rumor, ma rumor non era... I cd Project stavano sviluppando un action gdr con ambientazione cyberpunk... Avete presente quando succede qualcosa di totalmente inaspettato che la vostra coscienza sembra disorientata? Che non riesce a capire se sia reale o un sogno? Beh quello è ciò che provavo in quel momento. Sin da pargolo sono sempre stato terribilmente affascinato dall'elettronica in simbiosi con la carne umana, ricordo che avevo pensieri disturbanti come la credenza del fatto che i nostri occhi erano collegati da cavi elettrici, o che nel computer c'era un cuore di tessuto muscolare a pulsare... Ricordo che quando vedevo mia sorella utilizzare il PC, non riuscivo a togliermi dalla testa il pensiero di collegarmi in qualche modo a quel computer, di "entrarci dentro" e di camminare su quei circuiti in una rete infinita di connessioni... Col crescere e con la presa razionale degli anni, molto di questo non è cambiato, anzi, si è in qualche modo rafforzato, mi innamoravo di quei giochi o film dove il protagonista potesse scambiare le sue parti con quelle bioniche, leggevo Focus continuamente per scoprire se la ricerca di tali connessioni avesse fatto dei passi avanti nella vita reale, chiedevo alle persone col pacemaker al cuore cosa provassero o se sentissero una sensazione fredda e metallica dentro di loro, e ci tengo a dire che non avevo ancora preso coscienza di questo mio interesse sfrenato... Solo molti anni dopo scoprii che la mia era una vera e propria passione, e scoprii anche che in ambito mediatico erano sci-fi con elementi cyber o meglio cyberpunk... In quanto amavo che quegli innesti fossero sporchi, infetti e pericolosi... Stavi perdendo umanità, e lo stavi facendo nel degrado dei sobborghi e dei ghetti... Tornando al nocciolo della discussione, e mi scuso per l'essermi dilungato a causa della nostalgia, in quel 2012 e successivamente col trailer del 2013 capii che non c'era videogioco che più bramavo di quel Cyberpunk 2077 creato dalla sh più talentuosa in mondi e gdr del momento, almeno per i miei gusti. Ho aspettato anno dopo anno nonostante le informazioni in suo conto potevano raccogliersi solo col contagocce, sebbene la mia conoscenza dell'inglese è a dir poco elementare, iniziai anche a seguire siti e forum stranieri, col dizionario in mano, pur di trovare informazioni, e tutto questo si rafforzò ancor di più all'uscita di the witcher 3 che è a tutti gli effetti il gioco più bello e intenso della mia vita (se non l'esponente massimo)... C'era solo da aspettare ancora, anno dopo anno... Poi arrivò il primo vero trailer e le informazioni che parlavano di un gioco solo in soggettiva... Mi cadde il mondo addosso, il trailer tutto era tranne ciò che mi aspettavo, e un gioco in soggettiva da loro era del tutto impensato... Poco dopo però arrivò il soggetto di questa discussione, il video gameplay... In vita mia raramente sono stato così emozionato... Mi ha fatto ricredere di tutto, la prima persona metteva te in quel mondo, quel mondo che mai potevo desiderare così denso e ricco di dettagli, di quelli sporchi appunto, di quelli che feriscono e fanno star male per giorni... Ho visto delle scelte tutt'altro che semplici per essere prese in fretta, e soprattutto, grazie appunto alla visuale in soggettiva, ho visto persone che di umano hanno più ben poco... Essere abbracciate così dal freddo metallo, scaldato solo dalle batterie e dalle connessioni elettriche. Ho capito di trovarmi davanti a quello che ha tutte le carte in regola per essere l'apoteosi del mio videogioco personale.

    Mi fido di voi CdP, non deludetemi su questo, vi prego...
     
    A Mesenzio piace questo elemento.
  7. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    16.560
    Mi piace:
    5.811
    hei! questo è "culto della personalità"! [​IMG]
    (e poi danno del fanboy bethesdaro a me, LOL)
     
    A CyberLies piace questo elemento.
  8. CyberLies

    CyberLies Loading...

    Messaggi:
    270
    Mi piace:
    121
    Ahahah ma quale fanboy e fanboy, qui rasento la perversione XD
     
  9. mistero1982

    mistero1982 Livello 1

    Messaggi:
    4
    Mi piace:
    3
    Ho piacere nel leggerti, riscopro nel me di quasi due decadi or sono le tue stesse emozioni. Solo con un altro gioco, Diablo. Poi venne WoW.... da giocatore incallito quale sono ho sempre rifiutato quel genere. Il primo e ultimo grande mmorpg al quale abbia mai dedicato più di un'ora è stato soltanto Ultima Online. Quindi, come dicevo, venne il tempo di WOW che contemporaneamente riuscì a distruggere tutte le mie speranze di vedere un Diablo in tempi brevi (tempi brevi di Blizzard si intende) assieme a un Warcraft IV ovviamente. Che delusione. Per fortuna, nel tempo, ci siamo (si sono) accorti che quello che puoi fare in uno mmorpg non soddisfa allo stesso modo di un bel titolo single player. Quindi con grande gioia ho abbracciato la saga dei souls, con un multiplayer ibrido molto più bello e gestibile secondo i miei canoni. Arrivo quindi a The Witcher, con tutta la trilogia che ho divorato ad ogni uscita. Si, manca Diablo 3 all'appello, non perché non mi sia piaciuto, ma l'ho trovato 'insozzato' da un velo di WOW facendomelo porre in fondo alla classifica della trilogia.
    La morale di tutto questo vuole essere soltanto: non stare troppo dietro alle SH potrebbero deluderti. Contemporaneamente primo o poi qualcun'altro tirerà fuori il AAA che aspettavi.

    PS: Cyberpunk 2077 lo vedo come un grande titolo, non credo che si discosterà troppo dalla filosofia di gioco dei CDP. Sarò molto più curioso di vedere come sarà il nuovo Witcher e perché no? Il nuovo Diablo e il nuovo Dark Souls.
     
    A CyberLies e Maurilliano piace questo messaggio.
  10. Mesenzio

    Mesenzio Contemptor Deum Editore

    Messaggi:
    10.550
    Mi piace:
    2.107
    Sicuro? :emoji_grinning:
     
  11. Cunny93

    Cunny93 Livello 1

    Messaggi:
    1.371
    Mi piace:
    521
    Il prossimo The Witcher temo e nello stesso tempo spero che vedrà la luce tra molto tempo, nonostante non abbia mai giocato le avventure dello Strigo, ho sempre apprezzato come fossero stati sempre in grado di rinnovarsi a ogni capitolo della serie.
    Per quanto riguarda il nuovo Diablo...Beh...Il nuovo Diablo dovrebbe tornare sui suoi passi e guardarsi indietro al suo glorioso passato, ma a giudicare dall'ultima Blizzcon direi che la situazione è ben diversa. :D
    Temo invece che un nuovo Dark Souls sia abbastanza utopia, è vero che il suo creatore non ha messo una vera e propria parola fine, ma ha fatto intendere che al momento quello che aveva da dire lo ha detto.
    Per me questo Cyberpunk 2077 sarà un bel banco di prova per questa CDP, abbandonando per la prima volta il genere fantasy credo che vedremo il suo vero valore.
     
  12. CyberLies

    CyberLies Loading...

    Messaggi:
    270
    Mi piace:
    121
    Sante parole, purtroppo sono uno di quelli rimasti delusi da Bethesda nel tempo (non me ne vogliano i puristi del forum) però volente o nolente temo che affezionarsi ad una sh sia nella natura del giocatore, intendiamoci, io sono uno di quelli che gioca veramente a tutto da sempre, però ad oggi riscontro che lo stile CD project ha un fascino su di me non indifferente, sarà che da un Action-gdr voglio 3 cose: 1 Trama memorabile e soprattutto matura, intrisa di bivi e scelte, ma non di quelle buone o cattive, ma quelle scelte ardue, che arrivi a pensare anche per giorni "avrò fatto bene?" 2 mondi curati e vivi, con un bel gameplay, pieni di side quest che non siano tutte uguali ma che abbiano anche qui scelte da prendere 3 tanti dialoghi, tante storie da scoprire e da leggere... Insomma, essendo questi i punti salienti della mia passione, CD project rispecchia tutto questo, poi se un giorno "cadrà" sotto l'infamia del tempo sarò pronto a lasciarli andare così come ho fatto con Bethesda e prima ancora con BioWare...
     
  13. mistero1982

    mistero1982 Livello 1

    Messaggi:
    4
    Mi piace:
    3
    Sinceramente Bethesda non mi ha deluso mai, ho adorato tutti gli elder scrooll e anche i Dishonored. Bioware ho smesso di seguirla dopo il primo Dragon Age, che reputo ancora un titolo bellissimo, ma visto l'andazzo dell'ultimo Mass Effect immagino che cambieranno decisamente rotta. Vedremo!
     
  14. CyberLies

    CyberLies Loading...

    Messaggi:
    270
    Mi piace:
    121
    Aspè! se mi parli di Dishonored è un altro paio di maniche, Bethesda da publisher io l'adoro, probabilmente è tra i migliori in circolazione, io parlavo dei giochi sviluppati da loro che negli anni, capitolo dopo capitolo, mi interessano sempre meno... Idem BioWare... Quindi ciò che intendevo è che per ora trovo i cd Project i più affini ai miei interessi, i più capaci ecco, poi se un giorno crolleranno ne nasceranno di altri, è un circolo, di sicuro di software house valide ce ne saranno sempre :emoji_blush:
     
    A Maurilliano piace questo elemento.