Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Chiudi
RPG Italia è sbarcata su LiberaPay!

Ospite, se vuoi sostenerci donando anche 1€ al mese, questa è l'occasione giusta! RPG Italia non ha pubblicità e l'unica fonte di finanziamento deriva dalle donazioni.
Siate generosi!

Per aderire, diventa un donatore su LiberaPay! È una piattaforma italiana che consente grande flessibilità di pagamento!

Nuovo lockdown in arrivo?

Discussione in 'Lo scannatoio' iniziata da agg4361, 18 Ottobre 2020.

Condividi questa Pagina

  1. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    16.572
    Mi piace:
    5.821
    più che manipolata mi pare approssimativa (come le previsioni del servizio astrologico dell'aeronautica, per intenderci) è comunque un indicatore troppo generico e su un campione troppo limitato
    inoltre i dati vengono sempre raccontati malissimo dalle fonti di informazione: si tratta dei positivi rilevati dai test il cui numero è variabilissimo, Infatti il lunedì crolla
    ribadisco che, secondo me, l'unico dato attendibile per individuare un trend è quello dei nuovi ricoverati in terapia intensiva
    e poi non si tiene mai conto delle "vittime di riflesso", gli affetti da pregresse patologie gravi che, causa emergenza sanitaria, non ricevono più assistenza adeguata
    se è vero quello che leggo, in realtà non sarà così, resterà endemico come il raffreddore....
     
  2. golgoth

    golgoth Il tuttofare Amministratore

    Messaggi:
    18.397
    Mi piace:
    1.875
    Non ti seguo, da dove lo deduci?

    I nuovi casi sono i nuovi positivi al tampone, punto. Non comprendono né i decessi né i guariti.

    Altra cosa sono gli attualmente positivi e i casi totali, ovviamente.

    EDIT: aggiungo questo link https://www.repubblica.it/cronaca/2...ente_morti_guariti_guida_ai_numeri-269630136/ dove si spiega esattamente la questione sollevata
     
    Ultima modifica: 28 Ottobre 2020
  3. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    176
    Mi piace:
    157
    Ultima modifica: 28 Ottobre 2020
    A digia piace questo elemento.
  4. agg4361

    agg4361 Sacerdote di Lord Vivec Ex staff

    Messaggi:
    1.559
    Mi piace:
    805
    Avete visto la situazione come sta rapidamente peggiorando in Francia? E oramai anche Inghilterra, Spagna, e Germania non riescono più a contenere il virus. Ma la cosa che mi lascia più allibito è il fatto che la Cina ormai è tornata praticamente alla normalità, con casi praticamente nulli nelle ultime 2 settimane. Per non parlare del fatto che è l'unico paese al mondo in cui l'economia sta ripartendo a gran velocità. Ma come è possibile tutto ciò. Insomma loro sono quasi 2 miliardi. Ora, io non sono un fanatico dei complotti, e non mi piace mai accusare nessuno, però come è possibile tutto ciò, io ancora non riesco a spiegarmelo...
     
  5. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    176
    Mi piace:
    157
    Taiwan, Corea del Sud, Giappone., Singapore, Cina, hanno fatto politiche invasive di tracciamento dei contatti ( con tamponamenti quasi a tappeto nei luoghi frequentati dal positivo... lo spiegavo nelle pagine precedenti).
    Noi culturalmente abbiamo osteggiato questa pratica, vedi la polemica sulla presunta violazione della privacy della app immuni.

    Si parla di cluster, grappolo, perché il COVID non si diffonde come l’influenza.
    Una piccola parte tra i contagiati ( anche asintomatici) , possiede un elevata carica virale, questi individui sono in grado in situazioni favorevoli di contagiare centinaia di altri individui ( un corista in chiesa per esempio). Sono i super spreader.
    Difficilmente quando identifichi un positivo, identifichi chi ha scatenato il cluster, il diffusore, per questo ti serve una capacità mostruosa di tracciamento e tamponamento.
     
    Ultima modifica: 28 Ottobre 2020
  6. baarzo

    baarzo Supporter

    Messaggi:
    2.918
    Mi piace:
    926
    Ma non hanno anche vaccinato la popolazione con un vaccino (studiato da loro) non riconosciuto? o era una bufala?
     
  7. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    176
    Mi piace:
    157
    No.
    Staranno sperimentando/studiando anche loro un vaccino; è materialmente impossibile che in pochi mesi abbiamo vaccinato l’intera popolazione.

    La Cina ha una direzione centralizzata dell’epidemia...
    In Italia la sanità è a direzione regionale... una ventina di sistemi sanitari diversi ... figurati che direzione centralizzata dell’epidemia che abbiamo noi europei se non lo è nemmeno in Italia....
    In Cina il governo può imporre forti limitazioni alla libertà individuale, cosa che per noi europei è impensabile ( vedi il fallimento dell’app immuni, le polemiche sulla mascherine ).

    La Cina ha potuto quindi realizzare una seria politica dei tracciamenti, cosa che noi italiani e europei non siamo stati in grado di fare....

    I Cinesi e altri paesi asiatici hanno già vissuto in tempi recenti l’epidemia di SARS, questo gli ha resi pronti ad affrontare questa pandemia... noi abbiamo i negazionisti... i no mask, i no vax....

    Sulla veridicità dei dati Cinesi, bho, la Cina è una dittatura... ad esempio loro non conteggiano gli asintomatici.
    Hanno omesso molte informazioni, soprattutto l’esistenza degli asintomatici contagiosi, i super spreader....


    PS:
    la nostra situazione è meno grave rispetto alla Lombardia occidentale, al momento al Civile di Brescia siamo in pareggio, i pazienti COVID si compensano con i dimessi, stiamo viaggiando con una media circa di 150 pazienti COVID con 2 rianimazioni dedicate sulle 5 disponibili. Vediamo settimana prossima.
     
    Ultima modifica: 31 Ottobre 2020
  8. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    176
    Mi piace:
    157
    È giusta la zona rossa in Lombardia.

    Molti ospedali Milanesi hanno chiuso ai ricoveri e interventi programmati accettando solo pazienti Covid.

    Il nostro ospedale essendo HUB oltre che per COVID anche per una serie di patologie, aiuterà gli ospedali milanesi anche per le emergenze non Covid.

    Brescia fino a metà ottobre non presentava molti casi, sono poi incrementati ma con un andamento stabile.

    Abbiamo ricoverati 210 pazienti COVID positivi, 172 di questi sono bresciani.
    Non siano in emergenza di posti in rianimazione.
    In Lombardia siamo in emergenza di ricoveri non da terapia intensiva.

    Il nostro centro tamponi drive in esterno, sta funzionando molto bene e permette all’ospedale Civile di non intasare il pronto soccorso, come avveniva in primavera, perché i paucisintomatici vanno a farsi tamponare li invece di venire in PS ( pronto soccorso).

    In PS quindi si sta avendo ingressi per lo più sintomatici (polmoniti) precoci che permettono un intervento rapido sulla malattia portando ad un ricovero più breve.


    È stato istituito un team composto da un medico e 3 infermieri per gestire la collocazione dei vari pazienti in base alla complessità. Questo team permette anche di movimentare i pazienti da un ospedale all’altro distribuendo il carico.
    Al Civile teniamo i pazienti più gravi, utilizziamo gli altri ospedali minori in provincia, come supporto, per i pazienti meno gravi.

    Il Pronto soccorso è stato diviso in due zone (Covid e non Covid). La parte Covid comprende una TAC dedicata e attiva 24h/24h.

    La regione ha chiesto alla nostra azienda di gestire due moduli di rianimazione da 12 posti l’uno presso la fiera di Bergamo.
    Il personale dovrà essere reclutato tra la nostra azienda, azienda del Garda, azienda della Franciacorta e le aziende del Gruppo San Donato di Bresciane.
    Si vuole partire per gradi (6 posti incrementando all’occorrenza).
    È possibile che nonostante i moduli della fiera attivi al 100% si dovranno comunque incrementare i nostri posti di rianimazione.

    Rimangono aperte le graduatorie per reclutare infermieri, ma sembra che non se ne trovino... stiamo aspettando i laureandi di novembre.

    Ad oggi, nel momento in cui si attiveranno i 170 posti letto COVID a scala 4 ( un ala appositamente ristrutturata per il COVID) bisognerà chiudere altri reparti per recuperare il personale.

    I DPI sono a disposizione e con una scorta adeguata ad affrontare andamenti come quelli di marzo aprile senza andare in sofferenza.

    Per il momento rimangono aperti gli ambulatori.

    Questo è oggi.
     
    Ultima modifica: 4 Novembre 2020
    A f5f9, baarzo e kara.bina piace questo messaggio.
  9. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    16.572
    Mi piace:
    5.821
    finalmente un feedback basato su esperienze reali e non il solito bla bla di pseudo esperti in cerca di visibilità
     
  10. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    176
    Mi piace:
    157
    Ai fini di fronteggiare l'attuale fase pandemica e sulla base anche dalle recenti disposizioni regionali, agli Spedali Civili di Brescia ci riorganizziamo per raggiungere 520 posti COVID.... in pratica accorpiamo unità operative per recuperare personale per i reparti COVID:

    - trasferimento presso il 6° piano scala 7 della Chirurgia generale 2 e 3
    - accorpamento della Chirurgia Vascolare con la Cardiochirurgia;
    - temporanea chiusura dei posti letto della Ortopedia 2 che dovrà accorparsi con la Traumatologia 1;
    - temporanea chiusura dei posti letto di Week Hospital dell' Urologia;
    - accorpamento dell'Urologia con la Chirurgia Plastica presso scala 3;
    - accorpamento della Chirurgia Toracica con la Pneumologia Maschile.

    Attivazione della degenza:
    - COVID B presso 5° piano scala 14
    - COVID C presso 6° piano scala 14
    - COVID D presso 7° piano scala 14
    - COVID E presso 5° piano scala 6
    - COVID F presso 4° piano scala 6

    La rianimazione 2 diventerà COVID, così avremo tre rianimazioni su 5 dedicate ai COVID.

    Siamo solo in autunno... il Natale lo festeggio nel
    2021
     
    Ultima modifica: 18 Novembre 2020
    A Metallo, kara.bina, alaris e 5 altri utenti piace questo messaggio.
  11. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    176
    Mi piace:
    157
    Vi aggiorno:
    agli Spedali Civili di Brescia i posti Covid occupati sono attualmente 420, 70% Bresciani, 30% pazienti da fuori provincia, principalmente Varese, 78 pazienti sono in subintensiva, 37 in intensiva. Al raggiungimento dei 520 posti letto Covid ( alla saturazione della Scala 14), apriremo scala 4, sono altri 180 posti letto.

    L'attività ambulatoriale/ ospedaliera routinaria non è in sofferenza, stiamo procedendo con la tempistica preventivata di smaltimento delle liste d'attesa.

    Il Pronto Soccorso non è in sovraccarico ( vi avevo già spiegato che noi abbiamo un pre triage esterno, un ala P.S. No Covid e un ala opposta del P.S. solo Covid con TAC dedicata e un team per la gestione dei posti letto Covid su tutta la provincia )

    Il nostro centro tamponi drive-in/esterno ( pre triage) ha eseguito questo mese 77000 tamponi con una percentuale di positivi del 32%.

    Lo screening ( i tamponi a tappeto routinari) sul personale ospedaliero ha rilevato una positività del 1,5%, è un buon dato.

    Abbiamo ancora margine.
     
    A Lupercalex, alaris, kara.bina e 1 altro utente piace questo messaggio.
  12. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    16.572
    Mi piace:
    5.821
    almeno questo....
     
  13. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    176
    Mi piace:
    157
    Chi lavora COVID, lavora nello schifo.
    Chi lavora No COVID, lavora in reparti accorpati con carichi di lavoro raddoppiati per garantire lo stesso numero di prestazioni routinarie.

    Abbiamo un tetto massimo di 1200 posti letto, superati i 600 posti letti COVID, non saremo più in grado di garantire le prestazioni ordinarie, ma solo le urgenti e le emergenti.

    A Gennaio, tutti gli anni, si raggiungono i picchi di ricoveri per polmonite, è importante avere la popolazione vaccinata per l’influenza.

    Siamo in Lombardia, il mio medico di base, non ha ricevuto i vaccini antinfluenzali... mia nonna 91 anni, i miei genitori settantenni... non sono stati vaccinati... la vaccinazione antinfluenzale è normale amministrazione... non è emergenza.
    Non può esistere una cosa del genere.
    Gallera e Fontana sono dilettanti, peggio, sono pericolosi.

    Quando accedo alle notizie, sento discussioni assurde su cene di Natale e impianti sciistici...

    Guardate che abbiamo tutto il 2021.
    Quando avremo il vaccino per il COVID... ci vorranno mesi per vaccinare la popolazione.

    Se ci va bene molta gente morirà e molta gente perderà il lavoro.
    Se ci va bene...
     
    Ultima modifica: 27 Novembre 2020 alle 09:52
    A alaris piace questo elemento.
  14. alaris

    alaris Supporter

    Messaggi:
    3.396
    Mi piace:
    866
    Purtroppo hai scritto delle drammatiche verità...