Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Chiudi
RPG Italia è sbarcata su LiberaPay!

Ospite, se vuoi sostenerci donando anche 1€ al mese, questa è l'occasione giusta! RPG Italia non ha pubblicità e l'unica fonte di finanziamento deriva dalle donazioni.
Siate generosi!

Per aderire, diventa un donatore su LiberaPay! È una piattaforma italiana che consente grande flessibilità di pagamento!

La maschera riposta

Discussione in 'RPG World' iniziata da alaris, 2 Febbraio 2020.

Condividi questa Pagina

  1. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    4.595
    Mi piace:
    1.480
    ma scusa non è quello che andiamo dicendo da anni?
    fino ad un anno e mezzo fa, il motivo del contendere era che skyrim fosse, indelebilmente, indiscutibilmente, indissolubilmente un 'gioco di ruolo'??
    tipo: giochiamo a guardie e ladri, dottore e ammalato? cowboy e indiani?
    ma che diamine c'azzecca dungeons & dragons?! baldur's gate?!?
    mo mosè viero ha capito tutto? allora noi dovevamo essere dei geni, perchè sono anni che lo diciamo
     
  2. lamascherariposta

    lamascherariposta Livello 1

    Messaggi:
    62
    Mi piace:
    55
    Ciao Mauriliano!
    Sai che non ho capito cosa vuoi dire? Sei d'accordo con quello che scrivo o no? Qual è esattamente la tua lamentela?
    :)
    Mosè
     
  3. baarzo

    baarzo Supporter

    Messaggi:
    2.730
    Mi piace:
    824
    Credo sia d'accordo con te ma è risentito che lui lo diceva da tempo e nessuno gliene dava atto
     
    A Maurilliano piace questo elemento.
  4. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    4.595
    Mi piace:
    1.480
    ciao :)
    sopratutto perchè la tua prima recensione, non diceva esattamente questo
    come ho detto, la discussione verteva sul fatto che skyrim fosse o meno un gioco di ruolo
    che possa essere uno strumento (mattoncini lego, soldatini, playmobil) in grado di restituire esperienze ludiche/ricreative soddisfacenti (e/o pienamente soddisfacenti),
    non lo discuto affatto
    ognuno passa il tempo come vuole e preferisce
    ci sono indie che ho giocato per 2000h....perchè magari mi divertivo a fare le speedrun
    ma questo non significa che quel gioco vale duemila ore, significa perlopiù, che io mi sono creato condizioni di sfida che vanno oltre il concept del gioco stesso
    parere
     
  5. lamascherariposta

    lamascherariposta Livello 1

    Messaggi:
    62
    Mi piace:
    55
    Ma io sostengo esattamente il contrario di quello che dici qui. Secondo me Skyrim, e in generale tutti i titoli della saga The Elder Scrolls, almeno da Daggerfall in poi, sono giochi di ruolo con la G maiuscola, e offrono esperienze interpretative senza pari.
    Tu invece, almeno credo di capire, appartieni alla 'fazione' secondo cui non sono nemmeno GdR.

    Stavi affermando che tu dici da molto prima di me cose che io non ho mai detto e contro cui anzi ho sempre combattuto.

    Mosè
     
    A alaris piace questo elemento.
  6. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    4.595
    Mi piace:
    1.480
    ah, ok....allora continuiamo a pensarla in maniera diametralmente opposta :emoji_joy:
    come non detto
    quindi quando dici che questi non sia esattamente un gioco, in realtà gli stai facendo un complimento?!!
    della serie: il gioco 'oltre' il gioco :(
    • con un engine del cavolo, abbiamo sviluppato un gioco che voi umani......
    :emoji_joy: ...si, vabbè
     
  7. lamascherariposta

    lamascherariposta Livello 1

    Messaggi:
    62
    Mi piace:
    55
    Esatto!
    Peraltro non mi pare di essere stato criptico nelle recensioni, anzi.

    Bene, almeno ci siamo capiti :)

    Mosè
     
    A Maurilliano piace questo elemento.
  8. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    4.595
    Mi piace:
    1.480
    no, devi scusarmi
    tra l'altro io ho letto solo quello stralcio della recensione
    non per chissà cosa....solo perchè non sono un fan, nè tanto meno un giocatore di skyrim
    peace
    --- MODIFICA ---
    ...come al solito, la colpa è di due vegliardi di mia conoscenza
    piuttosto noti su questo portale :emoji_cat::emoji_fox:
     
    A alaris piace questo elemento.
  9. Metallo

    Metallo Saprofago LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    1.628
    Mi piace:
    579
    @lamascherariposta
    Il problema principale è che se chiedi a 100 amanti di videogiochi di ruolo che cosa è un gdr, credo che ti risponderebbero in cento modi diversi.
    Il punto è che il gioco di ruolo, quello originale, cartaceo era un'esperienza diversa da quella che è oggi il videogioco di ruolo. Si giocava in gruppo e ognuno recitava la parte che si era creato. Un po' come degli attori recitano la propria parte in teatro.
    Io non riesco a fare una cosa simile in un videogioco, non la cerco proprio come esperienza, e sono convinto che anche la maggioranza degli altri giocatori in giro per il mondo non giochi così uno Skyrim o un Divinity Original Sin o un Outer Worlds, che nonostante siano diversi in molti aspetti sono tutti riconosciuti come gdr.
    Certo che i TES sono giochi unici nel loro genere per la libertà concessa al giocatore di muoversi ed agire all'interno del mondo di gioco. Sono perfetti per creare quello che tu chiami "palcoscenico" e giustamente per te che ami giocarli in questo modo hanno la G maisucola.
    Anche io amo particolarmente la libertà che concedono soprattutto per quanto riguarda l'esplorazione, invece è proprio dal punto di vista ruolistico che mi deludono questi titoli.
    Quando penso ad un gdr mi vengono in mente le scelte che si prendono all'interno del gioco, i vari modi di concludere una missione o di superare un ostacolo che posso avere in base al personaggio che ho deciso di costruire, le conseguenze delle mie azioni che determinano quale atteggiamento hanno i protagonisti della storia o i semplici npc che popolano il mondo di gioco. Sta al gioco bilanciare tutto questo in modo da permettermi di rigiocarlo provando ogni volta un'esperienza diversa. Nei TES invece viene lasciato tutto nelle mani del giocatore.
    Ricordo quando avevo scoperto da poco Oblivion che una volta, dopo l'ennesimo dungeon, tornai alla mia casa al porto della Città Imperiale, misi tutto l'equipaggiamento nel forziere e andai alla locanda vicino, che era all'interno di una nave ormeggiata al porto. Comprai qualcosa da consumare seduto al tavolo, "gustandomi" la scena per poi tornare a casa dormire e ripartire il giorno dopo per chissà quale meta. Sicuramente è stata un'esperienza divertente e unica... i TES sono ottimi per giocare in questo modo. Ma io non li gioco così e faccio fatica a condividere la tua valutazione finale su questi titoli per quanto tu l'abbia espressa nel modo giusto e con le parole giuste.
     
    A Maurilliano piace questo elemento.
  10. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    4.595
    Mi piace:
    1.480
    io credo si tratti, di una semplice percezione oggettiva nella comparazione di un prodotto
    se a me piace il pistacchio, e a te no, io non posso capire perchè il tuo corpo ti rimanda ad un sapore che è sgradevole
    magari potresti esserne finanche allergico
    la disquisizione del genere, a mio parere, è perlopiù un falso problema, usato dai fan quanto dai detrattori,
    per giustificare il fatto che skyrim piaccia, oppure no
    parere
     
  11. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    16.115
    Mi piace:
    5.585
    ovviamente sì, concordo quando:
    - si lagna del diario e critica le radiant
    - quando dimostra inconfutabilmente il ruolismo dei giochi della saga
    - che quelle che chiama "gilde minori" sono una discreta bufala e non un vero arricchimento
    non concordo del tutto quando:
    - dice che alcuni intrecci precludono il completamento di certe quest, gli risponderei: "è il ruolo bellezza!"
    che poi basta giocare un po' come fosse un action e si risolve, in fondo è un gioco, mica il mio avatar dev'essere per forza di pura razza ariana!
    personalmente gioco i TES in maniera rigorosa fino a quando comincia ad arrivare la saturazione e mi restano solo gli ultimi bagliori della main
    allora sbraco e mi metto a fare il tuttologo
    se non facessi così, col mio abituale mago/paladino altissimo/purissimo/levissimo mi perderei il meglio, ossia le gilde dei maghi e degli assassini, le sub daedriche cattivissime ecc. ecc.
    il risultato è che la noia scolorisce e mi ritrovo, proprio alla fine, a fare le parti più sfiziose
    - quando critica il nuovo sistema di dialogo (senza la zoomata sull'interlocutore) che, personalmente, trovo un enorme passo avanti nella fluidità narrativa e nel.....
    realismo
    scusate la parola usata in questo contesto :emoji_blush:
    - non mi sembra di aver trovato la doverosa ira funesta nei confronti delle mappe che beth, dai tempi di F3, realizza in maniera indecente (a essere buoni), roba da querela
    infine:
    mi hanno molto intrigato alcune osservazioni su aspetti che, in centinaia d'ore, non avevo stupidamente notato, tipo quelle sulle hall of the dead (questa sì che è un'analisi!)
    e poi c'è l'osservazione definitiva:
    amen
     
  12. alaris

    alaris Supporter

    Messaggi:
    2.978
    Mi piace:
    689
    Mai letto recensioni crpg più complete,esaurienti e professionali delle tue
     
  13. lamascherariposta

    lamascherariposta Livello 1

    Messaggi:
    62
    Mi piace:
    55
    Ciao Metallo!
    Hai descritto molto bene quello che sono i TES e quello che offrono. Abbiamo, sembra, idee e sensibilità diverse al riguardo, ma è bello esprimerle così pacatamente e senza per forza voler imporre il proprio punto di vista.
    Fino a qualche tempo fa i forum sembravano popolati solo da assatanati disposti a riconoscerti come interlocutore solo se accettavi la loro 'verità'. Forse col tempo la guerra ha stancato. Sono curioso di vedere se ricomincerà con la pubblicazione di TES VI :)

    Orrore! I miei personaggi sono quel che sono dall'inizio alla fine: non c'entra essere "di pura razza ariana", c'entra la volontà di portare fino in fondo un certo archetipo. E se questi giochi vogliono davvero fare della libertà assoluta la loro bandiera, *devono* darmi la libertà di andare dove voglio a prescindere dalla gilda di appartenenza. Se tu obietti che le scelte reciprocamente escludenti sono "il ruolo", allora sei anche tu tra quelli secondo cui TES non è un GdR.

    Secondo te è un passo in avanti sulla strada del realismo vedere il padre a cui ho appena detto che sua figlia è morta continuare a lavorare sull'incudine voltandomi le spalle? Hai una strada idea di realismo.

    Dici che sono stato troppo buono? In effetti le mappe di Skyrim sono pessime, come del resto tutte le interfacce secondarie. In Oblivion le mappe mi sembravano ottime, però.

    Grazie! :)
    Mosè
     
    A alaris e Metallo piace questo messaggio.
  14. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    16.115
    Mi piace:
    5.585
    :emoji_grinning:
    allora non mi sono spiegato, anch'io naturalmente faccio così ma, a un certo punto comincio praticamente una nuova partita (apocrifa) e spremo tutto quello che il gioco può ancora darmi
    perché dovrei privarmi delle cose più divertenti per un "rigore morale" più adatto alla vita vera che a un videogioco?
    beh!
    quello può essere:
    - un errore nello script di quel determinato npc
    - il poveretto non riesce a capacitarsi della tragedia e sfoga la ira e impotenza sulla povera incudine
    - il mio personaggio ha approcciato il poveraccio senza la dovuta sensibilità e senza aspettare il momento più opportuno
    ecc.
    non trovavo migliori i faccioni fissi e inespressivi di oblivion, con questo sistema, invece, mi sento in dovere di scegliere per il mio personaggio la posizione più opportuna per agevolare il dialogo e, eventualmente, mi è più semplice e naturale interrompere la conversazione
    in fondo: soggusti!
     
  15. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    4.595
    Mi piace:
    1.480
    morrowind ha un construction character, uno sviluppo 'verticale', che skyrim non ha
    una curva di apprendimento e noviziato delle arti (skill e tratti psicofisici) che costituiscono un elemento primario, nel percorso esplorativo del gioco
    sia fisico che narrativo
    non si tratta (tanto o solo), di scegliere il guerriero paladino, il giocoliere mago, o di mettere in scena drammi e passioni
    ma di sopravvivenza e di sfida
    e skyrim ne è carente....
    skyrim non è un brutto gioco, è noioso (cosa probabilmente peggiore)
    parere
     
    Ultima modifica: 15 Luglio 2020
  16. lamascherariposta

    lamascherariposta Livello 1

    Messaggi:
    62
    Mi piace:
    55
    Appunto. Fu lo stesso Pete Hines (responsabile PR) a dire che avevano trasformato i dialoghi così era più facile saltarli. La motivazione è quella, non il "realismo": e che sia quella è evidentissimo. Ci sono tante cose che non ci sono e di cui sento il bisogno in Oblivion, ma saltare i dialoghi non è mai stata tra queste.

    Ma guarda, su questo potrei anche essere dire di essere d'accordo. Non trovo affatto che Skyrim sia noioso, ma sicuramente Morrowind ha un sistema di sviluppo del personaggio molto più dettagliato e appassionante, nonché un sistema di fazioni infinitamente più ricco.

    Mosè
     
  17. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    4.595
    Mi piace:
    1.480
    ok, almeno su questo siamo d'accordo :)
     
  18. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    16.115
    Mi piace:
    5.585
    e siamo d'accordo sul fatto che skyrim, malgrado i passi avanti "tecnici", resta il più debole tra gli ultimi TES?
     
    A alaris piace questo elemento.
  19. lamascherariposta

    lamascherariposta Livello 1

    Messaggi:
    62
    Mi piace:
    55
    Assolutamente sì. Ho rigiocato recentemente sia Oblivion sia Skyrim e l'esperienza mi ha ri-convinto della superiorità del primo sul secondo. Skyrim vince sulla costruzione delle ambientazioni e dei dungeon e ha i draghi che sono un colpo di genio non indifferente, ma Oblivion ha dalla sua un sistema di sviluppo del personaggio più dettagliato e appassionante e soprattutto l'assenza di qualsivoglia missione procedurale o 'miscellanea', la vera piaga di Skyrim. Personalmente poi ritengo l'interfaccia di Oblivion mille volte migliore di quella di Skyrim.

    Mosè
     
    A alaris piace questo elemento.
  20. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    4.595
    Mi piace:
    1.480
    certo che si,
    nonostante io abbia tenuto conto delle problematiche relative ai limiti hardware delle console dell'epoca
    situazione già nota e che ha influito anche sullo sviluppo di new vegas, un anno e mezzo prima
    (mamma mia, parlare di new vegas e skyrim nello stesso topic....:emoji_head_bandage:)
    però il compromesso finale è risultato essere un prezzo davvero molto alto, pagato alla grafica
    non solo rispetto a morrowind, ma più in generale anche con altri titoli contemporanei e del passato,
    dove la percezione della 'sfida' ai pericoli della sopravvivenza, che si ha, è più.... tangibile
    anche con un ark fatalis o un dark messiah, skyrim ne esce mortificato
    parere
     
    Ultima modifica: 16 Luglio 2020