Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Chiudi
RPG Italia è sbarcata su LiberaPay!

Ospite, se vuoi sostenerci donando anche 1€ al mese, questa è l'occasione giusta! RPG Italia non ha pubblicità e l'unica fonte di finanziamento deriva dalle donazioni.
Siate generosi!

Per aderire, diventa un donatore su LiberaPay! È una piattaforma italiana che consente grande flessibilità di pagamento!

La lingua italiana nei videogiochi

Discussione in 'Sezione generale' iniziata da f5f9, 15 Giugno 2020.

Condividi questa Pagina

  1. Metallo

    Metallo Saprofago LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    2.095
    Mi piace:
    825
    A me risulta solo Ego Draconis localizzato in italiano al lancio, ma forse mi sbaglio.
    Sono titoli usciti a metà che hanno deluso sia le aspettative dei giocatori che degli sviluppatori. Dubito che il loro primo pensiero che hanno avuto sia stato se hanno fatto bene o no a tradurre in italiano. Il punto è che la scelta della localizzazione la si fa quando quando si sa già qual'è il target. L'action RPG in terza persona ottimizzato per console (Divinity Ego Draconis) ha più possibilità di vendere in Italia piuttosto che il CRPG pieno di dialoghi e combattimento a turni in visuale isometrica giocato prevalentemente su PC (Divinity Original Sin).

    Anche io credo che la pirateria non sia più un grosso problema nel nostro paese grazie ai distributori digitali. Piuttosto attualmente il problema dell'industria è come evitare che le key economiche, vendute a paesi come Russia e Brasile, finiscano all'interno del circuito americano o europeo. Ma questo è un problema generale e non solo italiano.

    Hai ragione, non traducono per risparmiare soldi ma non perché ci sono gli amatoriali che lo fanno al posto loro, non è un fattore che un'azienda seria prenderebbe in considerazione. Piuttosto sacrificano la fetta di mercato italiana per investire il costo della localizzazione in altri modi che possono aumentare le vendite negli altri paesi.

    Per te il supporto console può essere una cazzata ma invece è un esempio perfetto di quanto ho appena scritto sopra. Ti perdi una piccola fetta di mercato ma garantisci più vendite e più supporto negli altri paesi. Non è una cazzata è una scelta che ha i suoi pro e i suoi contro. Metti che con 200000 ci aggiungo il doppiaggio in inglese oppure posso investire in qualche idea originale che mi era venuta in mente ma che ho dovuto accantonare per mancanza di tempo e fondi.
    Oppure ancora meglio permettere allo studio di essere finanziato per più tempo e rilasciare un gioco con meno bug e più bilanciamento possibile.
     
  2. alaris

    alaris Supporter

    Messaggi:
    3.392
    Mi piace:
    864
    Non ti sbagli;)
     
  3. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    16.572
    Mi piace:
    5.821
    da quattro o cinque anni siamo usciti dal novero delle nazioni "attenzionate" per la pirateria
    se hai voglia, qui:
    https://www.rpgitalia.net/editoriali/videogiochi-in-italiano-diritto-o-pretesa/
    c'era un polpettone proprio sulla storia delle traduzioni amatoriali (ma è vecchio, lacunoso e non aggiornato)
    sia il mitico primo che i secondo erano stati anche doppiati in italiano
    dopo le polemiche per le terrificanti voci del secondo, le espansioni erano uscite solo sottotitolate
    ha i sub nella nostra lingua
    è così, infatti in quelle nazioni pullulano ancora i retailer che vendono chiavi prese da confezioni fisiche
    ma, malgrado ciò, laggiù la pirateria continua a imperversare, la mentalità corrente è quella che avevamo qui vent'anni fa
    no, si sbaglia, ma di poco, la traduzione in italiano era arrivata dopo molti mesi (mi pare nove), lo ricordo perché 'sto gioco lo agognavo e andavo a vedere quasi giornalmente se la traduzione era arrivata
     
  4. alaris

    alaris Supporter

    Messaggi:
    3.392
    Mi piace:
    864
    Non ricordo questo particolare...ma mi fido sono passati anni, sono sicuro di averlo giocato in italiano ma non ricordo se al day one
     
  5. Metallo

    Metallo Saprofago LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    2.095
    Mi piace:
    825
    Davvero? Mi pare abbiano avuto lo stesso problema con DOS2 che nelle prime settimane era uscito solo in inglese e credo in francese, lasciando russi e tedeschi di sasso se non ricordo male.
    Beyond Divinity fu il loro primo gioco auto-pubblicato, quindi immagino i problemi che abbiano incontrato. Dopo Divinity Ego Draconis si sono ufficialmente slegati da qualsiasi publisher e hanno fatto tutto da soli. Anche per le localizzazioni ufficiali ci pensano loro e assumono dipendenti proprio per quello. Il bello è che lo fanno in tempo reale e la localizzazione va di pari passo con le varie modifiche fatte al gioco. Il fatto è che per come lavorano loro non si possono permettere di far partire la localizzazione troppo tardi altrimenti sono fregati, ma è il prezzo da pagare se non si vuole stare sotto le direttive di un publisher.
     
  6. Ivo Shandor

    Ivo Shandor Livello 1

    Messaggi:
    206
    Mi piace:
    48
    Beyond Divinity a differenza del primo Divinity è uscito in italiano.
    L'edizione in due cd è opera della Leader, ho l'edizione in box dvd.
    Se non mi credete, vi faccio una foto, inoltre è la versione con la maledetta Starforce....
    Il titolo soffriva di carenze che il primo gioco non aveva, un passo falso che i Larian hanno corretto con Ego Draconis.
    Purtroppo se hanno venduto poco, è un rischio che corre chiunque, ma togliere l'italiano dalle versioni digitali mi pare ben poco lungimirante (gog & steam).

    Spendere i soldi per la traduzione può portare a delle vendite in più in quel settore (PC) invece che fare una versione per console non localizzata.
    Se potevi fare la traduzione (decisa in partenza come obiettivo) ma hai deciso di fare altro (non richiesto) perchè hai raccolto tanti soldi, non giustifica la scelta fatta, è il caso di Inxile.
    Numenera poteva uscire in versione piccola, come avevano deciso all'inizio, ma sarebbe stato in italiano.
    Invece hanno fatto la discutibile scelta di fare cose non decise negli obiettivi, se tutti ragionano così, allora tanto vale mettere le localizzazioni come traguardi per un certo paese.

    La pirateria è un problema per i pubblisher e non per i traduttori, ma è stata usata come scusa per anni da quelle case che non avevano intenzione di fare giochi in italiano.
    Adesso c'è il problema delle key, quindi che fanno? Non traducono più in altre lingue?
    Il problema dei prezzi aggiustati negli store lo trovo una cosa disonesta, se l'italia non è considerato un mercato migliore della Polonia-Russia-Brasile come mai ci sono prezzi in certi casi alti?
    Non dovrebbero aggiustare in basso i prezzi per noi?
     
  7. Metallo

    Metallo Saprofago LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    2.095
    Mi piace:
    825
    Leader evidentemente era il distributore, ma la traduzione era a carico di Larian che si erano fatti publisher da soli occupandosi anche delle localizzazioni. Non so che problemi ci sono con gli store digitali ma molti giochi vecchi che erano stati tradotti all'uscita non sono più disponibili nella nostra lingua. Mi pare che qui sul forum qualcuno mi aveva risposto che la maggior parte delle traduzioni è in mano ai publisher e nel caso fallissero si perdono anche i diritti alle traduzioni stesse.

    La verità è che molti progetti di crowdfunding aggiungono delle milestone da sbloccare con le donazioni che avrebbero fatto comunque e lo fanno solo come tecnica per aumentare il numero in breve tempo. Quello che ha fatto inXile è imperdonabile. Promettere la localizzazione una volta raggiunta una quota e poi tirarsi indietro è stato un duro colpo. Era meglio se scartavano l'ipotesi direttamente a favore di altro prima di avere i soldi e non dopo.
    Capisco che si siano resi conto dopo che era meglio non localizzare e puntare su altro ma ormai il danno lo avevano fatto e dovevano conviverci. Invece sono stati proprio sfrontati.


    Sì, infatti i publisher sono quelli che ingaggiano i traduttori e i distributori. Ci credo che gli giravano le palle anni fa quando era pieno di negozi a ogni angolo che modificavano le console e vendevano i giochi masterizzati appena usciti. Avevano pure ragione, no?
    Ma ora il problema non si pone proprio. La pirateria non influisce più così negativamente per il mercato e il problema delle key non ha niente a che fare con le localizzazioni. L'avevo accennato come esempio simile alla pirateria e dannoso per l'industria ma non influsice su eventuali traduzioni.
    Se non traducono è perché non credono che in Italia possano vendere abbastanza copie per giustificare il rischio dei costi di localizzazione. Questo perché nel nostro paese di vendite di videogiochi ce ne sono a bizzeffe ma tendono ai giochi AAA e nello specifico per le console. Se stai aspettando un titolo di nicchia o un indie le probabilità di vederlo tradotto sono parecchio basse e se parli di titoli solo pc allora peggio.
    Prendi Paradox che attualmente pubblica quasi solo strategici, gestionali e qualche titolo rpg classico. Non ci vuole molto a capire perché non traducono nella nostra lingua. Che abbiano deciso di non tradurre più in italiano capisco che può sembrare un dispetto ma se lo fanno è perché non credono di guadagnarci abbastanza.
     
  8. Mesenzio

    Mesenzio Contemptor Deum Editore

    Messaggi:
    10.553
    Mi piace:
    2.109
    Immagino sia perché Brasile, Polonia e Russia hanno valute diverse. In Italia ti becchi il prezzo in Euro e quello è lo stesso in Lussemburgo e in Slovenia per quanto ne so.

    Alla fine tutta 'sta diatriba si riduce semplicemente a questo a parer mio.
     
    A Harkles e Metallo piace questo messaggio.
  9. Metallo

    Metallo Saprofago LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    2.095
    Mi piace:
    825
    Si, in pratica acquistano le key in quei paesi a costi bassi per via del cambio di valuta e poi li rivendono da noi a prezzi più alti. Chi lo fa diventa ricco, noi risparmiamo ma l'industria ci rimette. Soprattutto gli sviluppatori emergenti e chi non si affida a publisher. Ormai credo che ci siano gli strumenti per bloccare le vendite tra determinate regioni ma non so quanto siano affidabili.

    Eh lo so, ma ogni tanto si sentono certe storie surreali che non riesco a resistere... eppure è piuttosto semplice.
     
  10. Mesenzio

    Mesenzio Contemptor Deum Editore

    Messaggi:
    10.553
    Mi piace:
    2.109
    Il problema è che i siti di rivendita sono spesso registrati e hostati tipo in Nauru, e a meno che colossi come Ubisoft o EA non abbiamo voglia di spendere una vagonata di soldi in avvocati è un casino toccarli. Evidentemente per loro il gioco non vale la candela.
     
    A Metallo piace questo elemento.
  11. Metallo

    Metallo Saprofago LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    2.095
    Mi piace:
    825
    A loro magari non frega niente, ma i più piccoli ci possono rimettere un sacco di soldi in quedto modo purtroppo.
     
  12. Mesenzio

    Mesenzio Contemptor Deum Editore

    Messaggi:
    10.553
    Mi piace:
    2.109
    Assolutamente, ma proprio perché sono piccoli non hanno le risorse da investire per fermarli. Per questo è importante saperlo, spargere la voce e non comprare da quei siti.
     
  13. Darth Vader

    Darth Vader Colui che tutto vede Amministratore

    Messaggi:
    4.333
    Mi piace:
    1.666
  14. alaris

    alaris Supporter

    Messaggi:
    3.392
    Mi piace:
    864
  15. baarzo

    baarzo Supporter

    Messaggi:
    2.916
    Mi piace:
    926
    E perchè allora non accettare una traduzione amatoriale che chiedeva un paio di key in cambio? e poi quel publisher che giochi aveva tradotto? su steam i suoi sono tutti in inglese senza ita
     
  16. Metallo

    Metallo Saprofago LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    2.095
    Mi piace:
    825
    Perché magari gli danno due chiavi del gioco e quello non si fa più vedere?
    Non voglio fare la figura di quello che critica o bistratta i traduttori amatoriali ma non hanno di certo la credibilità di uno studio professionale. E poi si ritorna al discorso di prima, se un mercato non è proficuo non ci investi né tempo né denaro.
     
  17. baarzo

    baarzo Supporter

    Messaggi:
    2.916
    Mi piace:
    926
    d'accordo.

    Per le key gliele dai a fine traduzione
     
  18. Darth Vader

    Darth Vader Colui che tutto vede Amministratore

    Messaggi:
    4.333
    Mi piace:
    1.666
    In effetti. Ero partito dal presupposto che Not Tonight fosse stato tradotto in italiano, ma a quanto vedo non ce n'è nemmeno uno in italiano... resterà tra i misteri di questo universo credo.
     
  19. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    16.572
    Mi piace:
    5.821
  20. Ahriman

    Ahriman Livello 1

    Messaggi:
    237
    Mi piace:
    100
    Ed anche i tripla A cominciano ad abbandonare l'Italia...