Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Dragon Age 4 è in sviluppo e continuerà a focalizzarsi su storia e personaggi

Discussione in 'Dragon Age: Inquisition' iniziata da Myriamel, 26 Gennaio 2018.

Condividi questa Pagina

  1. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani

    Messaggi:
    4.239
    Mi piace:
    1.331
    sono d'accordo, per parlare dei difetti di DA2, bisognerebbe prendersi la serata libera :emoji_grinning:
    previo il fatto, però, che per essere stato sviluppato in meno di 16mesi,
    ....il risultato è sorprendente
    è più che un buon gioco, quasi ottimo se giudicato stand-alone
    parere
     
  2. Elfen Lied

    Elfen Lied Livello 1

    Messaggi:
    337
    Mi piace:
    134
    Non scherziamo dai.. Andromeda ha un livello di scrittura quasi amatoriale, non sembra nemmeno una sceneggiatura Bioware. I dialoghi sembrano scritti da un adolescente e i personaggi sembrano usciti direttamente da una fanfiction. DA2 ha un sacco di difetti che non sto nemmeno qui ad elencare, ma preferirei rigiocare 10 volte la storia di Hawke piuttosto che dover riaffrontare anche solo una volta i noiosissimi, vuotissimi e staticissimi mondi di Inquisition e Andromeda, con le loro 5 ore di contenuti interessanti e le rimanenti 200 ore di filler.
     
    Ultima modifica: 10 Novembre 2019
    A Maurilliano piace questo elemento.
  3. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    14.935
    Mi piace:
    5.110
    concordo su DA2, non fosse stato per il combat più citrullo nella storia dei vg, sarebbe diventato il fiore all'occhiello di bioware, sia per la narrativa che per le caratterizzazioni
    this
    action medio e spensierato per rilassarsi ogni tanto tra un gioco "serio" e un altro
     
    A Maurilliano e Elfen Lied piace questo messaggio.
  4. baarzo

    baarzo Livello 2

    Messaggi:
    2.159
    Mi piace:
    633
    infatti la "A" di ME:A doveva essere Adolescence ma poi hanno cambiato all'ultimo. Infatti la parte di relazione con l'equipaggio è una sotto trama di dawson creek
     
    A Elfen Lied piace questo elemento.
  5. kara.bina

    kara.bina Livello 1

    Messaggi:
    995
    Mi piace:
    366
    Personalmente a me DA2 è sempre piaciuto, fin dall'inizio, quando ancora in HW forum eravamo forse solo in 2 a difenderlo. Quello che mi ha colpito molto di quel titolo è la caratterizzazione dei personaggi, tutti, considerando poi che non leggo libri, altrimenti penso che mi sarebbe piaciuto ancora di più, magari a livello di Tolkien? Però è vero che è stato un riempitivo, senza alcun contatto con Origin fatto salvo per alcuni personaggi (ho giocato solo un DLC, che per me è grave visto il titolo. Anzi, magari me li compero proprio se non costano troppo), tutto girava attorno alle vicende dei pg, non ci fossero state quelle il titolo sarebbe durato una manciata di ore. Ma nonostante quello a me è piaciuto, quasi in toto, anche il respaw. Solo il riciclo delle location non ho tollerato, però devo dire a distanza di qualche anno ho provato a rigiocarlo e non ci sono riuscita, le meccaniche di gioco mi sembravano ingiocabili quando invece all'epoca manco ci avevo fatto caso. E' stranissima 'sta cosa, non trovate?
     
    A Elfen Lied piace questo elemento.
  6. Elfen Lied

    Elfen Lied Livello 1

    Messaggi:
    337
    Mi piace:
    134
    Ma secondo me quello non è un difetto di DA2, bensì un effetto derivato dal modo in cui è stata concepita la saga di Dragon Age, dove ogni capitolo prevede una location e un protagonista differente. Non è che Inquisition sia poi così meno slegato a DA:O rispetto a DA2. In ogni capitolo c'è sempre qualche elemento che fa da anello di congiunzione con quello successivo per porre una base di partenza, dopo la quale la storia se ne va per i fatti suoi. Tra DA:O e DA2 questa base comune è rappresentata dal Flagello e dalla guerra tra Maghi e Templari. Tra DA2 e Inquisition l'anello di congiunzione è Corypheus. Tra Inquisition e DA4 saranno molto probabilmente Solas e l'invasione dei Qunari. Ma vedrete che anche una volta che staremo giocando a DA4, guardandoci indietro, avremo probabilmente la stessa sensazione di "poca coesione" rispetto ai capitoli precedenti.
     
  7. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani

    Messaggi:
    4.239
    Mi piace:
    1.331
    a me, c'è voluto qualche anno per fare una analisi serena di DA2
    giocato poco dopo ME2...francamente, non si poteva proprio guardare
    cioè, tra DAO da un lato e ME2 dall'altro, è cascato proprio male, ma proprio proprio :emoji_grinning:
     
    Ultima modifica: 11 Novembre 2019
    A alym piace questo elemento.
  8. WillowG

    WillowG Ombra Grigia Ex staff

    Messaggi:
    4.714
    Mi piace:
    1.879
    Io invece al contrario, ricordavo DA2 meno peggio di quel che l'ho riscoperto giocandolo una seconda volta (per prepararmi a DAI, non me la sento di giocarlo una terza). Ricordavo la delusione della mia prima partita, ma ad anni di distanza pensavo di aver superato la delusione di non poter giocare con una nana o un'elfa, ma non riesco proprio a farmi piacere giocare con un pg umano in Dragon Age.
    Inoltre mi sono scoperta a non amare nessuno dei compagni a parte Varric e Aveline. Ho romanzato Fenris stringendo i denti (sia ringraziato il doppiatore che ha una voce davvero sexy e piacevole), mentre volevo prendere a sberle tutti. In compenso ho sviluppato un poco di simpatia verso Hawke, povera donna bloccata in una città (mai capito perchè tra atto 2 e 3 non se ne fosse andata, o non ci fosse data la chance di commentare sul volersene andare, perchè come ruolare, per me era l'unica cosa che la mia Hawke potesse volere) dove impazzisce gente ogni tre per due, manco la psicopatia fosse contagiosa, e costretta a girare con gente che odia.

    Non so, non sono mai riuscita a connettere con i compagni di DA2. Nè a provare simpatia per loro. Nella prima run avevo almeno la speranza di riavere alla fine l'Anders di Awakening, che amavo, o che la storia partisse, in un certo senso. Ho finito il gioco la prima volta sperando sempre che il plot partisse. Nella seconda ero già disillusa, e quindi non avevo più l'elemento "speranza" a farmi andare avanti.
     
  9. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani

    Messaggi:
    4.239
    Mi piace:
    1.331
    si, i personaggi sono un po' troppo spigolosi (in un senso o nell'altro), e i sedici mesi di sviluppo...non hanno cdi certo agevolato la cosa
    per essere sinceri, neanche DAO, brilla da questo punto di vista: sten, loghain mac tir, howe....
    e gli altri, leliana, zevran, morrigan...non erano, eccezionali
    forse, il meglio di sè, bioware lo ha dato su ME2, anche grazie a quest più profonde e dedicate
     
  10. Elfen Lied

    Elfen Lied Livello 1

    Messaggi:
    337
    Mi piace:
    134
    Io invece ho il problema opposto, nel senso che non riesco a giocare altro che umani in Dragon Age. E pensare che io da sempre sono un amante degli elfi, in qualsiasi altro gioco fantasy scelgo sempre e solo elfi (o tutt'al più mezz'elfi) per i miei personaggi. Ma gli elfi di Dragon Age non riesco proprio a digerirli, non mi piace come li hanno rappresentati, sotto tutti i punti di vista. La razza più altera, elegante e leggiadra di tutti gli universi fantasy ridotta a una marea di sfigati repressi ed emarginati. Bah !!! :emoji_unamused:

    I nani invece non mi sono MAI piaciuti, dai tempi di Tolkien, passando per la 1a edizione cartacea di Dungeons and Dragons fino ad arrivare ai giorni nostri li ho sempre trovati di una noia mortale! E il mondo di Dragon Age non fa eccezione.
     
    Ultima modifica: 12 Novembre 2019