Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Dragon Age 4 è in sviluppo e continuerà a focalizzarsi su storia e personaggi

Discussione in 'Dragon Age: Inquisition' iniziata da Myriamel, 26 Gennaio 2018.

Condividi questa Pagina

  1. sadasasd

    sadasasd Livello 1

    Messaggi:
    39
    Mi piace:
    10
    parole sante ma dal momento che Da:O fu iniziato a programmare 15 anni fa (per uscire solo cinque dopo) è innegabile che porti con sè tracce di quel periodo e quanto e come nel frattempo, il panorama VG sia mutato, commistionato.. penso alla componente action su tutte, basti citare lo stesso Mass Effect, di cui anche la saga DA si è intrisa... Per quello, riprodurre un altro Origins è senz'altro improbabile anche alla luce di questo. Personalmente reputo il primo dei tre un grandissimo gioco, ricordo le critiche ma soprattutto il concerto di lodi sperticate... i seguenti brillano molto meno eppure qualcosa era sempre da salvare..
    staremo a vedere, di sicuro a me non dispiace rimettere piede nel Thedas
     
  2. Lupercalex

    Lupercalex Chaotic Good

    Messaggi:
    347
    Mi piace:
    123
    Mi auguro che in Bioware (o nei piani alti EA, visto che sono al loro soldo) abbiano capito che in un singolo gioco non si puó accontentare tutti: amanti dei giochi story driven, degli open world, degli action e della strategia, basta ibridi e compromessi. :(
     
  3. scroc

    scroc Livello 1

    Messaggi:
    33
    Mi piace:
    1
    Più che altro il problema e la politica game as a service di EA:emoji_confused:
     
  4. Elfen Lied

    Elfen Lied Livello 1

    Messaggi:
    200
    Mi piace:
    80
    Se avete un paio d'ore di tempo c'è un lunghissimo reportage su Kotaku, dove attraverso la voce di numerosi dipendenti ed ex dipendenti Bioware vengono svelati in modo dettagliato i sette anni (infernali) trascorsi nello sviluppo di Anthem, le (terribii) condizioni nelle quali si ritrovano ad oggi i due team di sviluppo superstiti di Edmonton e Austin e le (inquietanti) prospettive per i progetti futuri. Ovviamente è tutto in inglese ma penso che con google translate il problema sia facilmente aggirabile.

    https://kotaku.com/how-biowares-anthem-went-wrong-1833731964
     
    Ultima modifica: 12 Aprile 2019
    A asari13, Lupercalex e Maurilliano piace questo messaggio.
  5. asari13

    asari13 Livello 1

    Messaggi:
    533
    Mi piace:
    86
    quelli di origins erano rigidi e legnosi e sarebbe vergognoso riproporli. Secondo me le location di inquisition vanno benissimo invece delle orribili mini mappe di origins o il riciclo continuo di da2 francamente voglio una migliore varietà di nemici sia dei prole oscura che dei draghi.
    --- MODIFICA ---
    di cosa si tratta????
     
    Ultima modifica: 17 Aprile 2019
  6. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani

    Messaggi:
    4.022
    Mi piace:
    1.271
    origins è uscito 10anni fa, i movimenti rigidi e legnosi potevano e dovevano essere già migliorati in DA2
    vorrei una roba tipo dragon's dogma, che ha le animazioni più belle che io abbia mai visto
    quelle dell'arco e melee, sono altrettanto superlative
    qui sono d'accordo, il problema di origins erano i troppi caricamenti
    ma ritengo fosse un limite dell'engine, davvero troppo vecchio già nel 2010
     
    Ultima modifica: 17 Aprile 2019
  7. Elfen Lied

    Elfen Lied Livello 1

    Messaggi:
    200
    Mi piace:
    80
    Quello che ho detto: è un reportage di Jason Schreier, famosa ed apprezzatissima penna del giornalismo legato al mondo dei videogame e soprattutto una delle voci più credibili all'interno del panorama videoludico. In sostanza, tramite i suoi contatti con fonti interne, fa luce sugli ultimi 7 anni di vita all'interno di Bioware, spiegando le ragioni che si nascondono dietro al flop di Andromeda e al poco convincente lancio di Anthem: parla degli errori di management e progettazione e dei continui ricambi all'interno del management stesso che hanno portato più e più volte a cestinare il lavoro e ripartire da zero, tanto che il VERO sviluppo di Anthem, almeno della versione finale rilasciata pochi mesi fa, non è avvenuto in sette anni ma nell'arco degli ultimi 18 mesi. Esattamente come successo con Andromeda hanno passato anni e anni a fare esperimenti che non portavano da nessuna parte, finchè si sono ritrovati a un anno e mezzo dall'uscita del gioco senza ancora avere iniziato di fatto lo sviluppo.

    Poi parla delle condizioni di stress che questa cosa ha portato all'interno dei dipendenti (per via dei turni massacranti a cui sono stati sottoposti una volta che si è reso necessario finire Anthem per tempo) con diverse persone che hanno dato le dimissioni per sopraggiunti problemi di natura mentale e altre ancora che hanno finito per mettersi in malattia per lunghi periodi, Inoltre vengono svelati alcuni particolari inquietanti, su tutti il fatto che c'è una sorta di mancata comunicazione fra i due studi di Austin e Edmonton per il fatto che i dipendenti di quest'ultimo si ritengano una sorta di "team di serie A" e non accettino in alcun modo di confrontarsi con gli altri, rendendo così ancora più difficoltosa la realizzazione dei giochi. Ma la cosa più allucinante di tutte è il fatto che ogni qualvolta venivano sollevate preoccupazioni per l'enorme ritardo che stava subendo Anthem i veterani minimizzavano la cosa sostenendo che in Bioware si è sempre fatto affidamento su quella che chiamano "Bioware Magic" ovvero il fatto che qualunque problema si potesse avere in fase di sviluppo alla fine tutto si sarebbe risolto per il meglio per una sorta di "destino favorevole" che li ha sempre accompagnati. Una sorta di "credenza comune" senza alcun fondamento di realtà e della quale gli ultimi due giochi realizzati hanno sicuramente confutato l'esistenza!

    Non mancano infine i soliti retroscena legati al motore grafico Frostbite che a quanto pare continua da anni ad essere una spina nel fianco per gli sviluppatori di Bioware, visto che poco si adatta alle loro esigenze. Qui le colpe secondo me si dividono a metà: da un lato trovo francamente difficile da spiegare il fatto che dopo 8 anni di utilizzo e 3 giochi creati su di esso non abbiano ancora preso le redini di questo motore grafico. Cioè, passi per i primi anni, ma poi non puoi ogni volta progettare un gioco per accorgerti solo in seguito che le caratteristiche che volevi introdurre non sono supportate dal motore grafico e quindi devi ogni volta rifare tutto da zero. E penso che dopo tanti anni dovresti avere un'idea di massima di cosa puoi fare con Frostbite e cosa no, e adottare dunque il processo di creazione inverso! Dall'altro lato però pare che la EA abbia creato un team di supporto interno per Frostbite piuttosto piccolo e che spesso e volentieri quest'ultimo non riesca a rispondere in tempi brevi a tutte le richieste di supporto che arrivano. In particolare alla Bioware si lamentano del fatto che spesso le loro richieste di supporto restavano senza risposta per tempi lunghissimi visto che il team DICE era impegnato fulltime a dare supporto a FIFA 19 (passato anche lui su Frostbite). Solo dopo l'uscita di FIFA e negli ultimi mesi di sviluppo hanno potuto spostare parte di queste risorse, ma ormai era tardissimo e Anthem è uscito di fatto in versione beta (che è un già un miracolo).

    Questo in breve quello che c'è scritto, ma ti assicuro che leggendolo scoprirai tanti altri dettagli che rendono il quadro complessivo ancora più allucinante di come l'ho descritto.
     
    Ultima modifica: 18 Aprile 2019
    A sadasasd e Maurilliano piace questo messaggio.
  8. Lupercalex

    Lupercalex Chaotic Good

    Messaggi:
    347
    Mi piace:
    123
    De gustibus, io impazzivo per le mini locations di Origins, stile BG 2, al contrario di quelle di Inquisition, trovate invece enormi ma "ripetitive", con un respawn continuo di nemici manco fossimo nel Truman Show, ovviamente son gusti. :)
     
    A sadasasd, kara.bina, Elfen Lied e 1 altro utente piace questo messaggio.
  9. Elfen Lied

    Elfen Lied Livello 1

    Messaggi:
    200
    Mi piace:
    80
    Con me sfondi una porta aperta. Io sono da sempre pro-aree ristrette. È ovvio però che nel momento in cui scegli la strada dell'open world devi per forza introdurre il respawn altrimenti dopo dieci ore di gioco il tuo mondo è diventato il deserto del Sahara. Certo, non dovrebbe essere ogni 2 minuti come avviene in DA:I. Ricordo benissimo le volte in cui stavo sclerando per trovare la via per arrampicarmi da qualche parte e ogni due per tre mi trovavo pure sto branco di lupi in mezzo ai maroni, cosa che incrementava in modo esponenziale la mia voglia di procedere al lancio della tastiera.
     
    A Lupercalex piace questo elemento.
  10. desfer

    desfer Mr. Roboto Ex staff

    Messaggi:
    4.704
    Mi piace:
    715
    Io credo che, aldilà di meccaniche di gioco o motori grafici, negli ultimi anni i giochi Bioware siano tutti affetti da uno sviluppo travagliato.
    Partiamo dal gioco che ha distrutto la mia innocenza videoludica, Mass Effect 3, sviluppato praticamente in contemporanea con SW:tOR il quale ha monopolizzato le risorse Bioware.
    Continuiamo con Dragon Age Inquisition, buon gioco ma non esaltante (lo stesso anno è uscito quel capolavoro di TW3...tanto per capirsi), palesemente pensato inizialmente come un MMORPG e poi trasformato in un titolo single player.
    Terminiamo con il dimenticabilissimo Mass Effect: Andromeda che, oltre a stuprare il lore di Mass Effect già abbondantemente agonizzante, è servito solo come banco di prova per Anthem.

    In pratica cosa voglio dire? Le SH come Bioware sono realtà che debbono proporre una visione artistica nei loro prodotti; questa visione negli ultimi anni è mancata, hanno navigato a vista, con poche idee e tutte confuse.
     
    A Maurilliano piace questo elemento.
  11. Elfen Lied

    Elfen Lied Livello 1

    Messaggi:
    200
    Mi piace:
    80
    Proprio cosi: nel momento in cui sono diventati uno studio per giochi triplaA hanno perso completamente la bussola e invece di fare il balzo qualitativo si sono avvitati in una spirale di errori in qualsiasi comparto: progettuale, gestionale e tecnico. E aggiungici pure l'aspetto legato alle pubbliche relazioni/rapporto coi fan, dove negli ultimi anni ne hanno imbroccate davvero ben poche: promesse non mantenute, rassicurazioni che puntualmente venivano smentite dai fatti, per arrivare all'incomprensibile decisione di chiudere i forum ufficiali, mossa che ha sancito la definitiva scollatura con il loro pubblico, o per lo meno con la parte "storica" del loro fandom.
     
    Ultima modifica: 18 Aprile 2019
    A Maurilliano piace questo elemento.
  12. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    14.289
    Mi piace:
    4.909
    non necessariamente, almeno un modo esiste
    cfr. i gothic e morrowind dove il respawn era quasi inesistente
     
  13. asari13

    asari13 Livello 1

    Messaggi:
    533
    Mi piace:
    86
    Ha me invece no per la totale mancanza di nemici nelle zone liberate come le selve degli elfi di Zarvian e altre zone non rurali in inquisition liberavano il giocatori esigenti di territori ampi e prede/nemici attivi nelle zone selvagge rimpiango solo gi non poter visitare Kirkuall dopo le azioni della mia Marian Havke
     
  14. Elfen Lied

    Elfen Lied Livello 1

    Messaggi:
    200
    Mi piace:
    80
    Personalmente lo trovo artificioso come sistema

    non ci ho giocato e non ci giocherò mai xD

    Premesso che non sono a priori un fan degli open world e del respawn in generale, però il succo del mio pensiero era che si può trovare quantomeno una giusta via di mezzo fra rendere il mondo un deserto e dover combattere 10 volte lo stesso gruppo di nemici mentre perlustri una zona, specialmente nel momento in cui rendi l'esplorazione difficoltosa come hanno fatto in Inquisition, che a volte ci metti un'ora solo per capire come recuperare un cavolo di shard. :emoji_angry:
     
  15. asari13

    asari13 Livello 1

    Messaggi:
    533
    Mi piace:
    86
    XD
     
  16. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    14.289
    Mi piace:
    4.909
    però funzionava
     
  17. Movarth

    Movarth Bodybuilder

    Messaggi:
    3.104
    Mi piace:
    1.041
    Ho veramente molta paura per il nuovo Dragon Age. :emoji_fearful:
    Inquisition mi piacque molto , ma Bioware dopo il flop con Andromeda e l'essersi buttata sul multiplayer con Anthem mi da l'idea che non tiri un buon vento da loro e i fan lo sanno bene . C'è da sperare che qualunque scelta prenderanno , (EA permettendo) sia una scelta che ascolti i fan e che si ritorni veramente alle origini come D.A.O. . Amo troppo questa serie per vedermela rovinata .

    Piccolo pensiero che non riesco a togliermi dalla testa : ma cosa pensavano quelli di Bioware quando scelsero le capigliature nell'editor di Inquisition? pensavano che ci piace avere i capelli tutti orribili e calvi? che ci piace andare in giro pelati come il buon Solas? o che abbiamo un feticismo per le teste rasate? :emoji_laughing:. , non credo che riuscirò a resistere se vedrò di nuovo tonnellate di capelli corti , calvi e schifosi nel prossimo D.A.
    Crearmi una Qunari wunderbar con capelli lunghi sarebbe stato il massimo :emoji_couplekiss:, ma mi hanno distrutto anche questo desiderio...:emoji_frowning:
     
    Ultima modifica: 29 Aprile 2019
  18. Elfen Lied

    Elfen Lied Livello 1

    Messaggi:
    200
    Mi piace:
    80
    Finché useranno Frostbite (e a quanto pare non sembrano esserci cambiamenti all'orizzonte sotto questo punto di vista) le opzioni sui capelli continueranno ad essere abbastanza limitate. Certo, faranno sicuramente qualche progresso rispetto ad Inquisition però ad esempio mi pare che avessero detto che l'effetto "svolazzamento" non si può riprodurre. Da qui la decisione di non utilizzare personaggi con i capelli lunghi per non accentuare ulteriormente il cosiddetto effetto "parrucca di plastica".
     
    Ultima modifica: 29 Aprile 2019
    A asari13 piace questo elemento.
  19. Movarth

    Movarth Bodybuilder

    Messaggi:
    3.104
    Mi piace:
    1.041
    mm, quindi è tutto un problema di Engine? Beh questo non lo pensavo però vabbe, a me basterebbe anche che mettano capelli lunghi senza effetto svolazzamento , mi basterebbe che li mettono e poi stanno "innaturalmente fermi" pur di coprire lo scempio di capigliature che ha Inquisition .

    Può sembrare una cosa banale ma il bello della scelta nella creazione del personaggio è proprio questo , scegliere ogni cosa da personalizzare e i capelli sono importanti per la personalizzazione, cambiano letteralmente l'appearence del personaggio, inoltre perchè non mettere semplicemente delle capigliature piu lunghe ,magari basati su quelli di Asha'belllanar? Poi se non si muovono pazienza ma almeno i nostri occhi non scoppiano nel vedere eroi calvi e rasati :emoji_smiley.
    Infatti Flemeth su Inquisition ha dei capelli più lunghi e sono belli da vedere. [​IMG]

    I modder su Pc invece sembrano aver risolto il problema, bastava aggiungere capigliature un po più lunghe e fregarsene dell'effetto vento :emoji_point_down::
    [​IMG]
     
  20. WillowG

    WillowG Ombra Grigia Ex staff

    Messaggi:
    4.621
    Mi piace:
    1.845
    Beh, con Andromeda abbiamo acconciature decisamente migliori che in DAI :emoji_sweat_smile: (sarà l'unica cosa buona di Andromeda)

    La cosa che non capisco di DAI, è la scelta delle acconciature: se sai che fare acconciature decenti (corte o lunghe) ti è impossibile, buttati sul modellare trecce e vari tipi di capelli raccolti! Oltretutto molto più in sintonia con il tema medieval fantasy che le rasature.
     
    A Movarth piace questo elemento.