Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Chiudi
RPG Italia è sbarcata su LiberaPay!

Ospite, se vuoi sostenerci donando anche 1€ al mese, questa è l'occasione giusta! RPG Italia non ha pubblicità e l'unica fonte di finanziamento deriva dalle donazioni.
Siate generosi!

Per aderire, diventa un donatore su LiberaPay! È una piattaforma italiana che consente grande flessibilità di pagamento!

Divinity: Original Sin 2, parte la titanica impresa di localizzazione italiana

Discussione in 'T.I.G.E.R. Team' iniziata da Darth Vader, 5 Ottobre 2017.

Condividi questa Pagina

Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.
  1. Darth Vader

    Darth Vader Braccio Destro Amministratore

    Messaggi:
    4.006
    Mi piace:
    1.540
    Ma la cosa illogica è "come si fa a rubare il lavoro ad un team di traduttori professionali se non vengono assunti per fare la traduzione"?  :D
     
  2. nightmorphis

    nightmorphis Livello 1

    Messaggi:
    845
    Mi piace:
    267
    Anche :D
     
  3. alaris

    alaris Supporter

    Messaggi:
    2.931
    Mi piace:
    671
    Un articolo non molto chiaro... esempio, Original Sin 2 i Larian non tradurranno mai ufficialmente il gioco e questo è chiaro,

    quindi a quali traduttori professionali avrebbero rubato il lavoro? Senza senso la cosa .

    L'articolo inizia bene e poi, a parer mio, finisce in maniera molto sospetta...leggete gli ultimi due periodi.

    Mi viene voglia di togliere dai miei preferiti, dove è presente da anni, il sito in questione.
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 13 Ottobre 2017
  4. Chantalion

    Chantalion Cavaliere Nero - Traduttore

    Messaggi:
    2.198
    Mi piace:
    1.295
    Secondo me a questo bisognerebbe rispondere per le rime e non è detto che non lo faccia.
     
    A nightmorphis, Darth Vader e Ahriman piace questo messaggio.
  5. Mesenzio

    Mesenzio Contemptor Deum Editore

    Messaggi:
    10.285
    Mi piace:
    1.995
    Fammi sapere così ti diamo spazio!
     
  6. Chantalion

    Chantalion Cavaliere Nero - Traduttore

    Messaggi:
    2.198
    Mi piace:
    1.295
    Sul sito online non è possibile rispondere. Ho commentato sul profilo Facebook dell'autore dell'articolo. Riporto il testo per vostra conoscenza:

    "Trovo l'articolo incoerente, parte in un modo e poi vira sparando nel mucchio su traduttori amatoriali e fruitori. Onestamente trovo irritante la generalizzazione fatta ed essendo uno dei traduttori di D:O.S. mi sento ingiustamente tirato per il bavero. 
    La verità è che, chi si prodiga per fare qualcosa, può anche sbagliare, chi invece non fa un tubo, è sempre dalla parte della ragione (lei, sig Colaneri, ha ammesso di aver usufruito del lavoro di altri in passato e ora, giustamente, sputa nel piatto in cui ha mangiato). Oltretutto riporta diverse inesattezze inerenti i Larian e la traduzione di D:OS. 
    E poi, li abbiamo abituati dove? Le traduzioni amatoriali arrivano quando non ci sono quelle ufficiali. Non togliamo il pane dalla bocca a nessuno, il problema è che spesso le SH non hanno nessun interesse a investire in un mercato di nicchia e l'Italia lo è, in particolare per i giochi Rpg. Ci divertiamo a tradurre un gioco per renderlo accessibile a chi non ne potrebbe usufruire. Occupiamo uno spazio che rimarrebbe vuoto. C'è qualcosa di diabolico in questo? 
    Sig. Giuseppe Colaneri, lei ha detto che "la barriera linguistica era per me insostenibile". Ebbene per molti lo è ancora. Sono d'accordo, sarebbe auspicabile conoscere l'inglese e non solo quello, ma non conoscerlo o non esserne padrone non è un crimine e lei non ha nessun diritto di offendere le persone. Invece di  mettere alla gogna chi traduce un videogioco per diletto, se la prenda con chi non crea vere opportunità lavorative per i giovani, traduttori e non. Quello sì... sarebbe un articolo da sottoscrivere".

    ok sono riuscito a pubblicare anche sotto l'articolo!

    articolo e risposta
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 13 Ottobre 2017
    A MOB2, baarzo, f5f9 e 6 altri utenti piace questo messaggio.
  7. Elfen89

    Elfen89 Livello 1

    Messaggi:
    78
    Mi piace:
    11
    Bravo Chanta
     
    A Chantalion piace questo elemento.
  8. Chantalion

    Chantalion Cavaliere Nero - Traduttore

    Messaggi:
    2.198
    Mi piace:
    1.295
    Che vespaio... ahahah

    Sono finito in una tana di traduttori professionisti che si stanno tirando la volata a vicenda. E io sono nel ruolo di Gianburrasca!

    Ho scoperto che la traduzione di DOS2 vale 100.000 euro e logicamente c'è chi pregusta il boccone. Peccato che manchi una cosa essenziale: il compratore! Nightmorphis, preparati che ti attendono al varco!

    Ora, sembrano persone in gamba e allora mi chiedo perché far scrivere un articolo così balordo a quel tipo, quando bastava esporre il loro punto di vista in modo aperto e cordiale? Alla fine il loro punto di vista (non quello dell'autore dell'articolo) lo comprendo e hanno solo preso un esempio che non calza. 

    A proposito, sono stati tirati in ballo anche i revisori (e sì sono cattivi soggetti anche quelli...) di BG2:EE.  ;)
     
  9. nightmorphis

    nightmorphis Livello 1

    Messaggi:
    845
    Mi piace:
    267
    AHAHAHAHAH!!!

    Se sono così bravi perché non si sono fatti avanti loro con Larian? Anche solo ai tempi della EE?

    Senza contare, come già detto, che la casa belga non si è mai affidata a traduttori ufficiali del paese in cui hanno commercializzato il gioco. Come il 90% delle SH al massimo cercano una sola ditta che faccia più lingue.

    Il prezzo lo davo a 80.000, mi fa piacere che in nemmeno un paio di anni il costo a parola sia lievitato da 8 a 10 cent e che fino a 4/5 anni fa quello medio fosse di 5 cent. Chissà perché le SH gli sputano in un occhio e vanno in Polonia o Germania a farsi tradurre... 

    Vorrà dire che il prossimo gruppo musicale o il prossimo articolo che avrà bisogno di una traduzione, saprò quanto farmi pagare ;)

    Comunque vorrei tanto vedere una "loro" traduzione e contare le cavolate che scrivono per poi mettermi le mani nei capelli e correggerle. Io e te ne sappiamo qualcosa, vero @Chantalion? :baby:
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 13 Ottobre 2017
    A Chantalion piace questo elemento.
  10. jefniro

    jefniro Livello 1

    Messaggi:
    99
    Mi piace:
    25
    Miiiiii....uno vuole fare del bene verso la società e niente, anche lì si vede del marcio! Ma dico io, questi pseudi professionisti allora che mettan su un progetto di traduzione con un obbiettivo finanziario e se riescono a finanziarsi che inizino pure a fare il loro lavoro e cioè tradurre! Direte voi "si, ma non puoi farti pagare per modificare un gioco" e io vi rispondo "ah! Non lo sapevo!" eheheheh...
     
    A nightmorphis piace questo elemento.
  11. improb@bile

    [email protected] Gli Allegri Buffoni

    Messaggi:
    169
    Mi piace:
    221
    @nightmorphis @chantalion

    Avete tutto il mio appoggio nonché i miei ringraziamenti. 

    E per rincarare la dose a breve farò uscire  anch'io un'altra traduzione ( di cui nessuno sa ancora nulla) :yes che spero verrà apprezzata.
     
    A baarzo, nightmorphis e Chantalion piace questo messaggio.
  12. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    16.009
    Mi piace:
    5.529
    A Darth Vader, nightmorphis e Chantalion piace questo messaggio.
  13. Chantalion

    Chantalion Cavaliere Nero - Traduttore

    Messaggi:
    2.198
    Mi piace:
    1.295
    Visto che la discussione su facebook ha avuto ulteriori spunti vi allego alcuni dei contenuti:

    Autore dell'articolo:

    Ciao Giuseppe (sono io n.d.r.). Diamoci del tu. Che il lei mi fa sentire tremendamente vecchio :) . Se ci sono imprecisazioni su Larian e la traduzione di D:OS fammele sapere, che sono lieto di conoscere. Perché dall'esterno quello che traspare è che loro hanno preso una traduzione amatoriale e l'hanno resa ufficiale, come si vede da questo video. Immagino contattati da voi di RPG Italia, ovvio, ma comunque (immagino) senza compenso. O magari sbaglio (me lo auguro per voi). https://www.youtube.com/watch?v=GzgR9cWhADE. Ora non ce l'ho direttamente con te, ma posso dire una cosa basata sulla mia esperienza: lavorare gratis fa solo danni. Sempre. Anche se fatto con genuina passione come la tua. Si finisce per danneggiare, anche solo indirettamente, altre persone. Si creano - ripeto, indirettamente - dei "casi tipo" che poi altri possono utilizzare in maniera ben poco genuina. Vedi anche il commento di cui sopra. Non è così solo nel settore delle traduzioni, ovviamente e no, non ho mai offeso chi non conosce l'inglese, anzi. Il mio preambolo serve proprio a ribadire questo: capisco gli utenti che non conoscono l'inglese e so che non è una loro "colpa", dipende da molti fattori tra cui la scarsa scuola italiana. La mia regola di vita è semplice: ognuno faccia ciò che vuole, ma sia consapevole delle proprie azioni. Io ad esempio ero consapevole che un articolo del genere avrebbe causato alcuni malcontenti. È vero, voi avete riempito un buco. Ma sia ben chiaro: è solo un palliativo che però non risolve il problema a monte. E fidati che non sto sputando nel piatto in cui ho mangiato. Anche perché, perdona la franchezza, mi pare che in quel piatto non ci ha mangiato proprio nessuno.

    Risposta mia:

    Giuseppe Colaneri (autore dell'articolo), "sputare nel piatto in cui hai mangiato" è un modo di dire. Significa che a te è andato bene l'utilizzo di mod per tradurre giochi in italiano (per pigrizia, imperizia o quel che ti pare) e ora ti permetti di sparare giudizi su chi fa la stessa cosa e magari l'inglese non lo conosce per niente. Per quanto riguarda i Larian la cosa è nata per puro gioco e poi è diventato qualcosa di più serio. Loro non avevano nessuna intenzione di tradurre DOS in italiano e comunque io non avrei chiesto soldi proprio per non fare torti a chi il traduttore lo fa per mestiere (vedi l'esempio della clinica fatto da Francesco). Ho chiesto e avuto qualche copia del gioco da dare agli amici. Come prima esperienza a me andava benissimo. Ho imparato a gestire file molto complessi e a coordinare un gruppo di lavoro. Ho conosciuto ragazzi splendidi e mi sono divertito moltissimo. Per me è stata una bella esperienza. Inoltre, il pensiero che molte persone abbiano potuto godere pienamente questo piccolo capolavoro anche grazie a quel che ho messo in piedi, mi appaga di tanti sforzi. Il video è venuto molto dopo ed è stato un omaggio e basta. Il discorso che fa Francesco può essere giusto in un settore videoludico che fa un mercato tipo FIFA, tipo CoD, non su questo tipo di giochi di ruolo. Hai idea di quante copie abbiano venduto di DOS2 in Italia? Fatti due conti. Ma secondo te con quelle cifre pagherebbero mai 100000 euro per una traduzione in italiano? Le valutazioni non si fanno solo con il conto delle parole da tradurre, ma anche con quello dei possibili guadagni. E al momento sono bassi. Poi mi interessa fino a un certo punto, perché non è mia intenzione prendere in esame questo progetto.

    Considerazioni Utente 1:

    Ciao Giuseppe (io), in coda all'altro Giuseppe (l'autore), cerco di farti capire meglio il nocciolo della questione con una prospettiva un po' più professionale. Come è facile immaginare, nel mondo del digitale ognuno si sente un po' libero di fare ciò che preferisce, tra questo anche tradurre un prodotto, genericamente parlando. Quello che però chi traduce amatorialmente non sa (e non capisce probabilmente) fino a quando rimane un amatore è che alla base di un sistema economico-culturale non c'è semplicemente il "capriccio altruista" di poter rendere un prodotto fruibile ad altri, ma ci sono strutture finanziarie e processi ben più complessi. Questo significa che accettare di caricarsi ciecamente l'onere di tradurre un prodotto di questa caratura (il concetto di nicchia non ha nulla a che vedere con il sistema traduttivo), di questa quantitativo di parole, significa partecipare attivamente a un processo implicito di svalutazione e impoverimento della nostra lingua sul mercato internazionale. In parole più semplici, se l'azione di uno sviluppatore di un certo livello di non tradurre un gioco in italiano viene giustificata dal fatto che tanto ci sono dei volontari (coraggiosi) disposti a tradurre gratuitamente, il trend di ignorare la nostra lingua potrebbe diventare pratica comune tra tutti gli altri sviluppatori, anche e soprattutto per via di continue conferme su quanto investire sul mercato italiano sia poco conveniente. Quello che quindi i traduttori amatoriali dovrebbero avere è sia una maggiore sensibilità sull'atto pratico, sia un miglior approccio al problema dell'assenza dell'italiano in un videogioco. È come se, su una barca, lo sviluppatore facesse dei buchi nella stiva degli italiani e i traduttori piazzassero una pezza. Il problema non è fermare l'acqua che entra dal buco, ma impedire che ne vengano fatti altri.  ;)  Parere totalmente personale: se tutti i traduttori amatoriali spendessero lo stesso tempo impiegato a tradurre nel cerca di capire e trovare piani e motivazioni di vantaggio per le software house, magari l'apporto economico-culturale sarebbe migliore.

    Una piccola nota sul togliere il pane di bocca: come già detto, non avete tolto niente a nessuno ma partecipate attivamente alla possibilità che venga fatto, ma giusto per tua informazione da chi realmente lavora in questo campo, invece di farlo per hobby, sappi che più o meno con la traduzione del nuovo Divinity si sta rinunciando a circa 100 mila euro.
    Se può aiutare, rigira il caso nel tuo contesto lavorativo: sei un veterinario e un ingegnere edile con alcuna competenza di medicina decide di aprire una clinica veterinaria gratuita nel paese vicino al tuo. Immagina i possibili scenari.

    Considerazioni utente 2:

    di base nessuno vuole mancare di rispetto al lavoro di appassionati. Ma il problema, che già altri hanno cercato di farti capire, è che lavorare gratis crea dei precedenti e mette nella merda tutti gli altri che lo stesso lavoro lo fanno facendosi pagare.

    Tu affermi che non hai tolto lavoro a nessuno per Divinity , e prendiamo anche questa affermazione per buona (in realtà no), ma ciò che contribuisci a creare è uno scenario in cui un domani arriva una società di videogiochi, contatta un gruppo di traduzione professionista italiano e quando si vedere dare un preventivo di 50mila euro risponde "nah, divinity è stato tradotto gratis, vi offriamo duemila e qualche copia del gioco".

    E questo , credimi, fa *leggermente* incazzare chi con le traduzioni ci lavora e ci vive. E vale in ogni campo, dall'editoria al giornalismo a chi ripara i computer, e un tecnico informatico che si sente dire "ma il figlio di mia cognata mi ha riparato il pc per 20 euro, perché devo darne 100 a te?" fa venire voglia di prenderla giusto leggermente male.

    Nessuno vi odia per ciò che avete fatto come gesto fine a se stesso. Ma nell'istante in cui viene presa in considerazione il contesto e le conseguenze... il discorso cambia.

    Considerazioni utente 3:

    Mi permetto di riportare una mia risposta allo stato dell'avanzamento dei lavori di traduzione di BG2:EE che postai al tempo sul forum di Beamdog.

    Background: Beamdog (nella persona di Andrea Colombo) aveva appena comunicato nel thread il numero di parole esatte da cui era composta la traduzione (previa mia richiesta) e nel thread la gente si lamentava, fondamentalmente, di come la traduzione tardasse ad arrivare (eufemismo).

    Questa la mia risposta:

    ************

    @AndreaColombo? L'informazione (numero di parole) non aggiunge molto a quanto è già stato detto?
    Permettimi di dissentire: quando si realizza una traduzione di qualsivoglia tipo, il numero di parole è il dato più importante per stabilire tempi e modalità della stessa e, di conseguenza, anche di discuterne con cognizione di causa.

    Dal momento che molti qui dentro sembrano non avere idea di come funzioni il workflow di una traduzione (men che meno di capire quanto "vale" il contributo volontario che stanno dando), penso che sia importante partire dai numeri (che non mentono mai) per far partire una discussione "sensata".

    Partiamo dalla cosa che sta più a cuore a tutti (tranne me, :D , a me sta più a cuore il punto 3): 
    1) TEMPI
    - Un traduttore professionale traduce circa 2500 parole in 8 ore.
    - 394.241 parole diviso 2.500 parole fa circa 158. Quindi siamo a 158 giornate lavoro per una singola persona che lavora FULLTIME.

    Più di 1260 ore di lavoro. E, ripeto, stiamo parlando di parole macinate da chi già lo fa per mestiere.

    Sono cifre alte, molto alte. Non stiamo parlando di tradurre un gioco indie in una settimana, ma di uno sforzo di lavoro -enorme-. A fronte di questi numeri, nessuno si sarebbe preso la briga di sindacare sul fatto che la traduzione non fosse ancora finita.

    Tutto questo si sapeva dall'inizio: reputo un (piccolo?) errore di comunicazione nei confronti della community non aver fatto capire l'entità dello sforzo di traduzione necessario da subito. Questo intendevo, quando dicevo che si sarebbero potute risparmiare molte parole a vuoto.

    2) COSTI
    Sapete quanto prende un traduttore (e sto usando tariffe bassine) per tradurre questa quantità di parole? Circa 20.000 Euro lordi. Sapete quanto paga il cliente per questo importo di parole, aggiungendo il fee per agenzia e revisione? 35.000-38.000 Euro.
    Sapete quanto viene danneggiata la figura del traduttore, quando c'è gente disposta a lavorare gratis per cifre che sfiorano i 40k Euro? Un valore imprecisato, ma sicuramente molto alto.

    3) CONSIDERAZIONI SPARSE
    Alla luce di quanto detto finora, trovo davvero strano che ci sia gente disposta a lavorare gratis per questo progetto, a fronte del numero di parole davvero improbo. Se fossero state 10.000 parole, TIE' VENTIMILA, allora ok, lo sforzo della community potrebbe essere stato compreso e addirittura apprezzato ma su 400k parole?

    Inoltre la dichiarazione di @AndreaColombo‌ di qualche tempo fa ""Beamdog si è da sempre assunta l'impegno di fornire alla community una traduzione di qualità per entrambi i capitoli della saga e intende portare questo impegno fino in fondo." è "strana". Beamdog si è impegnata? Ma allora questa è una fan translation o una official translation a costo zero? Il confine mi sembra labile in questo caso.

    Io sono il primo a salutare con entusiasmo traduzioni fatte dai fan di giochi vecchi. Si tratta nella maggior parte dei casi di prodotti che hanno terminato il proprio ciclo di vita commerciale, quindi ben vengano sforzi congiunti. Ma qui stiamo parlando di un gioco che ha generato/genererà vendite anche "grazie" alla traduzione. Sinceramente, non me la sento di appoggiare chi lavora gratis con queste premesse. Chi accetta di collaborare, insomma, (sicuramente facendolo in buona fede, magari senza pensare a questi aspetti) ha un grosso debito nei confronti di tutti quelli che lo fanno di mestiere. E non è una crociata contro "di voi" eh, ma una crociata a livello mondiale, oserei dire, perché proprio in questi giorni anche Wasteland 2 ha iniziato una sorta di crowdsourcing analogo.

    La scarsa percentuale di completamento è forse l'unico raggio di luce in tutta questa storia: la cosa che aiuta a capire che questa strada, semplicemente, non è sostenibile e che affidarsi "ai fan" su volumi così grandi significa correre il rischio che la traduzione non finisca MAI.

    Tutto questo sempre nel rispetto del lavoro di tutti. Quel qualcosa che però, di solito, si paga.

    ***************

    Risposta finale mia:

    Quindi i videogiochi in inglese o in altre lingue devono rimanere tali per non creare pericolosi precedenti per il vostro lavoro? Posso anche essere d'accordo,ma allora perché non aggirate l'iniziativa delle SH e non fate una stima dei costi mettendo su dei piani seri di crowfunding? Vediamo, se proponete un piano di traduzione serio per DOS2 a 90.000 euro raggiungete la cifra? O la gente non ci deve giocare nella speranza che le SH buttino soldi sul nostro esiguo mercato? Va bene, rispetto il vostro punto di vista anche se qui mi sembra che si siano espressi solo traduttori professionisti. Probabilmente se il confronto avesse visto la partecipazione di altri traduttori amatoriali come me (e non metto in mezzo chi compra i videogiochi per giocarli) sarebbero emersi pareri piuttosto diversi. Vi auguro tutto il bene possibile ma temo che i termini in cui ponete la cosa siano utopistici.

     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 14 Ottobre 2017
    A MOB2, sweeper77, Darth Vader e 1 altro utente piace questo messaggio.
  14. nightmorphis

    nightmorphis Livello 1

    Messaggi:
    845
    Mi piace:
    267
    Sono molto utopistici :D

    Ed è lampante che lo abbiano preso in considerazione (e solo ora) per due motivi:

    1- è famoso
    2- c'è tanto da tradurre = tanti soldi in cassa

    Ai tempi del primo D:OS tutto questo casino non c'è stato e, anche lì, non mi pare proprio che "traduttori professionisti" si siano sbracciati per lavorarci.

    Detto questo: io ho sempre ammesso che aspettavo Larian ed essere pagato per questo lavoro.
    Così, per ora, non è. In futuro chissà.

    E comunque: sul serio 2500 parole in 8 ore? Sto tenendo praticamente una media da professionista. Chissà come mai... ;)
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 14 Ottobre 2017
    A Darth Vader piace questo elemento.
  15. Ahriman

    Ahriman Livello 1

    Messaggi:
    198
    Mi piace:
    78
    Mi sembra che le opinioni di questi traduttori amatoriali non tengano conto in maniera adeguata dell'elemento TEMPO.
    Una società guadagna la maggior parte degli introiti nel periodo più vicino alla data di uscita di un prodotto. Più ci si allontana da quella data più il prodotto viene venduto a meno, in bundle, in saldo o simili (rari sono i titolo alla GTA V che ancora vendono a cannone). Ora, tenendo conto di questo, parlare di 158 giornate FULL TIME per tradurre equivale a mesi di lavoro amatoriale. Acquistare un prodotto MESI dopo la sua uscita è di interesse molto inferiore per una società produttrice. Se il mercato è ghiotto la traduzione esce subito. Se così non è la vendita di quel prodotto in quel determinato paese perde interesse e ne perde così tanto che ancora nessuno ha contattato Nightmorphis per accordarsi sulla traduzione.
     
  16. nightmorphis

    nightmorphis Livello 1

    Messaggi:
    845
    Mi piace:
    267
    Yup. Il titolo era in E.A. da metà settembre 2016. Il Kickstarter è addirittura dell'estate 2015.

    In oltre due anni non si è mai sentito di qualcuno possibilista tranne me e per un certo periodo Chant.

    Guarda caso saltano fuori proprio ora che volente o nolente ho avuto uno scoppio di notorietà che nemmeno mi aspettavo :)

    E ribadisco un concetto: se Larian si decide a farsi sentire non gliela lascio gratis la traduzione. Un riscontro economico, anche minimo (non mi aspetto di certo 100k e nemmeno gli 80 che preventivavo per la traduzione), lo voglio e ovviamente sarà diviso con chi mi darà una mano.
     
  17. GoatBoy

    GoatBoy Sciarada Team

    Messaggi:
    124
    Mi piace:
    46
    Ciao a tutti (Giuseppe in particolare!)
     

    Mi sento un po' tirato in ballo anch'io nella discussione e provo a dare un contributo, "invertendo" il punto di vista.

    Parto con una chiosa noiosa e pedante, che credo condividiamo tutti: l'ipotesi moralistica che gli sviluppatori "cattivi" non vogliano tradurre il gioco nella nostra lingua è da rifiutare, optando per una più semplice valutazione di costi e benefici.

    Si aprono quindi due scenari: o ridurre i costi della traduzione o aumentare i benefici (leggi: i guadagni, cioè grossomodo le copie vendute), giusto?

    Il primo obiettivo si può raggiungere in una maniera, eufemisticamente parlando, un filino sgradevole, cioè la svalutazione del lavoro del traduttore professionista (con il quale, come con tutti i lavoratori, e soprattutto in questo momento difficile, mi sento solidale).

    Il secondo obiettivo, invece, che ritengo più auspicabile, passa per una maggiore consapevolezza del genere RPG (sottogenere isometrico, con combattimento a turni, con una componente scritta importante) da parte dei videogiocatori italiani, quindi l'ampliamento del "bacino di utenza", quindi (idealmente) le vendite. In quest'ottica, il lavoro svolto da siti come quello in cui ora stiamo comunicando è decisivo, e potrebbe avere un impatto positivo anche la maggiore accessibilità data dalla traduzione nella nostra lingua.

    Mi spiego, con un esempio: ricorderemo tutti il lavoro magnifico svolto dal Morrowind ITP. Di sicuro non è stato l'unico fattore, ma penso che sia anche grazie a loro che oggi possiamo giocare Skyrim (che non è di sicuro paragonabile per scopo e ambizione, così come non sono paragonabili la Bethesda del 2002 e quella del 2011) in italiano fin dal primo giorno.

    Poi, tutto può essere: stiamo ragionando senza dati, quindi si può dire tutto e il suo contrario.
     
    A MOB2, f5f9, nightmorphis e 1 altro utente piace questo messaggio.
  18. jefniro

    jefniro Livello 1

    Messaggi:
    99
    Mi piace:
    25
    Ma di cosa stiamo parlando? dico io.... qui non centra niente la traduzione, il numero di parole, l'onere, la spesa, il gioco di nicchia, i professionisti ecc.. è pura e semplice matematica, equazione:

    La SH non ha intenzione alcuna di investire nella traduzione di un suo titolo nella lingua italiana, impostiamo la variabile $budgetdisponibile_ita=0

    La SH non ha MAI avuto intenzione di tradurre il suo titolo nella lingua italiana, impostiamo la variabile $possibilitaditradurre_ita=0

    Nessun traduttore "professionista" si è mai cagato questo genere e nello specifico di DOS, impostiamo la variabile $saltatefuorisoloadesso_ita=1000

    Quindi, vediamo cosa ci perdono in termini di soldoni questi professionisti:

    $budgetdisponibile_ita * $possibilitaditradurre_ita / $saltatefuorisoloadesso_ita = 0

    ..e ci aggiungo che non è mai successo che una EA Sports, una Blizzard o una Rockstar Games abbia lasciato al caso una possibile traduzione di un loro gioco magari tripla A (=dove dispongono di soldi e mercato per quel gioco) "perché tanto ci sono quelli che le fanno a gratis" e quindi i nostri cari professionisti possono dormire sonni tranquilli che tanto i Larian non li avrebbero mai pagati e qui mi riaggancio al risultato del calcolo sopra! Quindi, di cosa stiamo parlando?

    Piuttosto andate a litigare con quelli che hanno tradotto Call of Duty a gratis!! Come? Come dite? L'hanno fatto dei professionisti quello? Ma vaaaa???
     
    Ultima modifica da parte di un moderatore: 15 Ottobre 2017
    A kara.bina, nightmorphis e Chantalion piace questo messaggio.
  19. Chantalion

    Chantalion Cavaliere Nero - Traduttore

    Messaggi:
    2.198
    Mi piace:
    1.295
    @Goatboy ciaooooooooo, che bello risentirti doc, come va?
     
  20. nightmorphis

    nightmorphis Livello 1

    Messaggi:
    845
    Mi piace:
    267
    In realtà avrebbe tradotto... Se avessero venduto sulle 16/20k copie. Ma siamo ancora tra le 4 e le 5000. E non penso proprio che solo la mia traduzione o quella di espertoni che non hanno nemmeno idea di che gioco stiamo parlando possa quadruplicarne l'incasso, purtroppo.

    La mia speranza è che, come dice GoatBoy, si possa creare col tempo un buon bacino d'utenza e che in futuro Larian ed altri possano direttamente tradurre i loro titoli :)
     
    A Arrakis74 e jefniro piace questo messaggio.
Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.