Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Chiudi
RPG Italia è sbarcata su LiberaPay!

Ospite, se vuoi sostenerci donando anche 1€ al mese, questa è l'occasione giusta! RPG Italia non ha pubblicità e l'unica fonte di finanziamento deriva dalle donazioni.
Siate generosi!

Per aderire, diventa un donatore su LiberaPay! È una piattaforma italiana che consente grande flessibilità di pagamento!

Buone feste da RPG Italia

Discussione in 'Comunicazioni, suggerimenti e segnalazioni' iniziata da Darth Vader, 25 Dicembre 2020.

Condividi questa Pagina

  1. Darth Vader

    Darth Vader Colui che tutto vede Amministratore

    Messaggi:
    4.432
    Mi piace:
    1.734
    Sappiamo quanto delicato sia questo momento, sappiamo quanti sacrifici abbiamo compiuto per arrivare dove siamo e sappiamo anche di dover rinunciare alla compagnia di amici e familiari in questi giorni di feste, ma una cosa è certa: RPG Italia è e continuerà ad essere "una seconda casa" per tutti voi anche in questi tempi difficili.

    Auguriamo buone festività a tutti i nostri utenti, sperando in un futuro migliore sotto ogni punto di vista, da una salute di ferro ad una ricca varietà di GDR da giocare.

    Inoltre, cogliamo l'opportunità per ringraziare in particolar modo i nostri sostenitori LiberaPay, per averci aiutato a sostenere i costi di gestione del sito. Un sentito ringraziamento di cuore!

    Firmato
    Lo staff di RPG Italia
     
    A agg4361, NonTrovoUnNome22, f5f9 e 6 altri utenti piace questo messaggio.
  2. digia

    digia Redattore Redattore

    Messaggi:
    329
    Mi piace:
    177
    Mi associo con quanto detto da @Darth Vader e auguro a tutti un Natale sereno
     
    A agg4361 e Darth Vader piace questo messaggio.
  3. alaris

    alaris Supporter

    Messaggi:
    3.722
    Mi piace:
    1.014
    Buone feste a tutti!
     
    A agg4361 piace questo elemento.
  4. Lupercalex

    Lupercalex Spazzino di dungeons LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    1.032
    Mi piace:
    432
    Buone feste allo staff e a tutti gli utenti del forum. :)
     
    A agg4361 piace questo elemento.
  5. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    16.908
    Mi piace:
    6.006
    IDEM!
     
    A agg4361 piace questo elemento.
  6. f a b i o

    f a b i o Livello 1

    Messaggi:
    60
    Mi piace:
    43
    Auguri e un anno migliore a tutti
     
    A agg4361 piace questo elemento.
  7. Gibo

    Gibo Livello 1

    Messaggi:
    11
    Mi piace:
    4
    Buone feste a tutti :emoji_mrs_claus:
     
    A agg4361 piace questo elemento.
  8. agg4361

    agg4361 Sacerdote di Lord Vivec Ex staff

    Messaggi:
    1.569
    Mi piace:
    824
    Natale e santo Stefano son passati, ma chi se ne frega, vi faccio gli auguri lo stesso. Grazie infinite RPG Italia per rimanerci accanto anche in momenti difficili come questi.
    Ancora buone feste a tutti :) :)
     
    A alaris piace questo elemento.
  9. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    16.908
    Mi piace:
    6.006
    beh!
    speriamo che il 2021 sia un po' meno di m#[email protected] del funestissimo e bisestilissimo 2020
    .
    .
    :emoji_thinking: qualche margine per essere pari o peggiore ce l'avrà, ma dovrà proprio impegnarsi :emoji_rage:

    [​IMG]
     
  10. Darth Vader

    Darth Vader Colui che tutto vede Amministratore

    Messaggi:
    4.432
    Mi piace:
    1.734
    Buon anno gente!
     
  11. Lupercalex

    Lupercalex Spazzino di dungeons LiberaPay Supporter

    Messaggi:
    1.032
    Mi piace:
    432
    Tanti auguri di buon anno a tutti. :)
     
  12. -R-

    -R- Livello 1

    Messaggi:
    286
    Mi piace:
    337
    [​IMG]

    A Bresia, agli Spedali Civli ( i giornali non lo dicono mai, ma "ci tengo" e sono orgogliosio di ricordarlo, che siamo l'ospedale che in Europa ha curato più pazienti COVID), dopo i mesi primaverili è nato un movimento tra noi sanitari, un movimento di denuncia, si chiama "Siamo tutti Ippocrate".
    La pandemia ha messo a nudo le carenze e la cattiva gestione del nostro sistema sanitario , questa è una lettera che abbiamo sottoscritto e inviato al presidente Mattarella.

    Egregio Presidente Sergio Mattarella,
    dietro ai volti di questa foto non c’è la sofferenza di migliaia di medici e operatori sanitari che hanno curato e accudito con passione centinaia di migliaia pazienti-COVID durante la terribile pandemia, ma il dolore per essersi sentiti abbandonati ben prima dell’emergenza e soprattutto la preoccupazione di esserlo ancora di più dopo. Da troppi anni la politica ha rinunciato al suo ruolo di garante di due diritti fondamentali della nostra Costituzione: la salute e l’istruzione. Il risultato è, nella contingenza, migliaia di morti evitabili e un senso civico così scarso da ritenerlo padre delle sconcertanti «movide». I medici possono perdonare gli errori che la politica sanitaria ha commesso finora, nonostante i numerosi, preventivi richiami della classe medica, ma ora si aspettano una netta inversione di rotta rispetto alla cattiva gestione della sanità locale, regionale e nazionale degli ultimi decenni. Se per quella locale, che va dal medico di campagna al grande ospedale, il nostro impegno collaborativo con i dirigenti in loco può in parte permetterci di ricostruire una sanità migliore, abbiamo invece bisogno del Suo aiuto affinché si riorganizzino con risorse, capacità e indipendenza le Sanità Regionali (con la speranza di una gestione unitaria e non divisa in 21 feudi con regole e prestazioni differenti) e soprattutto quella Nazionale, molto sotto finanziata. Ora che l’alibi della mancanza di fondi è caduto, non possiamo tacere lo sconcerto che ha sopraffatto i sanitari italiani alla notizia del mortificante stanziamento di 9 miliardi di euro per la Sanità sui 196 totali del Recovery Plan. Per uno Stato che già da lustri stanzia per la sanità poco più della Grecia, e quasi la metà di Francia e Germania. Per un SSN che è stato uno dei principali motivi di orgoglio dell’Italia repubblicana a livello mondiale e che la pura abnegazione ippocratica dei medici (in carenza di strutture, organizzazione, finanziamenti, progetti; in surplus solo di burocrazia e col primato dell’amministrazione sulla medicina) ha permesso di mantenere negli anni a un livello di eccellenza riconosciuto nel mondo.
    Ora noi medici non ce la facciamo più. È triste che ce l’abbia ricordato un invisibile virus, quando solo i ciechi negli ultimi anni si ostinavano a ignorare lo smantellamento progressivo del Servizio sanitario nazionale. Da anni noi medici paventiamo un futuro della Sanità a due velocità: quella per i ricchi e quella per i poveri. Quando il malato potrà tornare a essere «paziente» di chi si prende cura di lui e non «cliente» dell’azienda che pare abbia messo al centro dell’interesse il profitto e non la cura? A quando un riproporzionamento tra sanità pubblica e privata?
    Non abbiamo la pretesa di riformare l’Italia. Non è nostro compito. Ma desideriamo curare i nostri pazienti e per farlo abbiamo bisogno che lo Stato ci aiuti. Un saggio motto recita che «quando c’è la salute c’è tutto». Non aspettiamo di perdere quel «tutto». Non ci interessa differenziarci tra medici ospedalieri e universitari, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, dipendenti o libero-professionisti, pubblici o privati: abbandonando chi si fa carico della salute, dalla cura alla ricerca, lo Stato sta abbandonando tutti i suoi figli più deboli. Egregio Presidente, dietro ai volti di questa foto non ci sono gli «eroi» della pandemia, ma professionisti che non ora, ma da anni non ce la fanno più. Che continueranno a mettere passione, professionalità e abnegazione: del tutto insufficienti senza adeguate risorse umane, strutturali ed economiche. I medici che Le stanno scrivendo non sono guidati da partiti né da sindacati, ma solo dalla deontologia professionale. E dall’amore per la vita e la salute degli altri. Ora più che mai siamo tutti bisognosi del Suo aiuto. Siamo tutti Ippocrate. In questo momento anche Lei. Caro Presidente, in occasione del nuovo anno vogliamo augurare a Lei e agli Italiani un Buon Sistema Sanitario Nazionale per il 2021 e gli anni a venire. Augurandoci che Lei ci aiuti a renderlo migliore.


    PS:
    al momento siamo quasi al collasso dei reparti No COVID.
    In attesa di una ripresa dei contagi che ipotizziamo avvenire dopo il 10 Gennaio non abbiamo smantellato i reparti COVID, i cui ricoveri sono in diminuzione ( 500 posti letto, al momento la metà occupati).
    I reparti No COVID, sono saturi, affollati, abbiamo 3 reparti chiusi per Cluster ( reparti in cui gli operatori e i malati si sono infettati, reparti No COVID diventati COVID), ho passato le "mie vacanze di Natale" in uno di questi Cluster, a stabilizzare i malati per poi trasferirli e svuotare i locali per essere bonificati e sanificati.
    Il personale è insufficiente. Non ci stiamo più dietro. Esiste una promiscuità tra lavorare in Covid e No Covid. Passo a coprire i turni dall'uno all'altro, folle e pericoloso.
    Non vedo la mia compagna e la mia famiglia dal 3 Novembre. Mi sento tutto tranne che Covid Free, non mi perdonerei mai di contagiare lei o qualcheduno a cui voglio bene. Da Settembre, faccio un tampone ogni 10 giorni, ho una compilation di referti negativi e zero anticorpi, ora si sta parlando di fare i tamponi a giorni alterni. La campagna di vaccinazione inizia il 4 Gennaio.
    Sono stanco. Psicologicamente stanco. il 2021 sarà ancora duro.
     
    Ultima modifica: 1 Gennaio 2021
    A alaris, f5f9 e Vitbull88 piace questo messaggio.