Benvenuto!

Registrati per poter accedere a tutte le funzioni del forum. Una volta iscritto ed effettuato il login, potrai aprire nuove discussioni, rispondere a discussioni già create, inserire aggiornamenti di status, seguire amici, inviare messaggi privati e molto altro ancora.

Bliss point, mistico come un punto G...

Discussione in 'Videogiochi' iniziata da Spido, 8 Giugno 2018.

Condividi questa Pagina

  1. Spido

    Spido Supporter

    Messaggi:
    468
    Mi piace:
    107
    Come di consueto un pizzico di provocazione mi piace crearela, per suscitare quel senso critico informativo che sfocia in discussioni profique e dettagliate in ciò che ci accomuna in questo forum.
    Prima dell'analisi vorrei chiarire il significato di Bliss Point a tutti:
    Nato come vocabolo nell'industria alimentare per significare il "punto di benedizione" di un cibo. Ogni cibo artificiale, adattandone quantità di zucchero e sale, arriva ad un punto dove il consumatore medio (o tipo) se ne innamora per sapidità e gusto. Superato questo punto, aggiungendo anche una minima quantità il prodotto diventa stucchevole, disgustoso e non apprezzabile.
    Gli studi introdotti da uno dei pionieri Howard Moskowitz agli inizi degli anni 80 hanno portato aziende colossali (come Pepsi) a trovare per la fascia di acquirenti il miglior compromesso di gusto. Tanto per darvi due cifre, un esperto di Bliss Point all'inizio degli anni 90 poteva percepire salari gia a 6 cifre data l'esperienza di chimica associata al business marketing.

    Questo termine poi è andato ad abbracciare tutto il settore produttivo, ed ora se ne abusa a volte il termine.
    Nell'ambito aziendale e produttivo un Bliss Point è una quantità di consumo dove, ogni anche minimo incremento successivo la reale richiesta, ne diminuirebbe qualità e soddisfazione (quindi con perdite azichè guadagni).

    Come in ongi ottima premiata ditta, le software house cercano di trovare il loro Bliss Point per i loro clienti tipo, dando loro non più features di quante ne fossero richieste, ma in una quantità tale da dare assuefazione e dipendenza.
    Purtroppo le aziende informatiche hanno un feedback che non rispecchia per la maggior parte delle volte il vero gusto personale dell'utente tipo data dall'analisi distorta che gli stessi utenti ritornano all'azienda.
    Se prendiamo ad esempio tutti gli haters o detrattori diventano giudicanti senza magari aver magari neanche provato il gioco stesso, influenzandone il loro pubblico altamente suscettibile visto che questi haters sono di norma youtubers con al seguito migliaia di utenze; si entra quindi in un meccanismo dove il bliss point non va più cercato e realizzato sull'utenza di larga massa o cliente tipo, ma su un target limitati e precisi: gli youtuber.

    Ultimamente molti giochi si sono spostati dalle abituali tendenze del passato, ed è un esempio il genere battle royale, portando un elemento survival dove una partita media si aggira esattamente per una durata di un video di ideal durata scelto dagli youtuber.

    Questo fa si che le case produttrici, dovendo per forza monetizzare il lavoro visto che non sono onlus o benefattori, creano archetipi di generi di giochi dedicati per essere incapsulati in un video gampeplay piuttosto che per dare un'esperienza ludica complessa.

    Lentamente la massa si adatta a questo e ne accetta le decisioni cambiando a volte anche il proprio bliss point e prefernedo queste nuove offerte ludiche senza avere un proprio senso critico.
    Pospongo una delucidazione: non tutte le case hanno una struttura come descritto, ne tutti i giochi ne vengono colpiti. Ma generalmente se valutate i "grandi successi" degli ultimi 2 anni tutti riflettono queste caratteristiche.

    Questo discorso contorto e diramato per chiedervi: quali software house secondo voi non seguono una vera tendenza di mercato e prediligono ancora oggi il cliente che il mercato?
    A voi la parola
     
  2. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    14.524
    Mi piace:
    4.977
    [​IMG] litigare un pochino fa bene alla salute
    appunto, il problema è che nella rete c'è tutto e il contrario di tutto, i pesi di hater e fanboy difficilmente riescono a trovare un equilibrio
    il risultato è quell'aberrazione di metacritic
    i casi topici sono quelli di bethesda e bioware (ma anche le diatribe sui vari COD, FIFA, GTA ecc. non scherzano): quando si parla delle SH di maggior successo si scatenano macchine del fango che convincono i più sprovveduti a sentirsi fighi ed elitari se ne parlano male
    e, il grave, è che sono in buona fede!
    lo stesso avviene, anche se specularmente, per i fanboy che si offendono alla minima critica (prova a sottolineare una pecca in un qualche the witcher, ti divorano vivo [​IMG] )
    in fondo sono le stesse meccaniche del tifo calcistico e del dibattito politico, l'obiettività non esiste e il doppiopesismo imperversa
     
    A Spido piace questo elemento.
  3. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani

    Messaggi:
    4.126
    Mi piace:
    1.290
    certamente per spiegare è necessario anche considerare che, questo 'bliss point' è un fenomeno piuttosto vecchio, ed applicato ad un mercato (quello video ludico), decisamente molto più giovane, come esso non sia in grado di generare quei meccanismi di difesa, quegli anticorpi
    cosa che, invece, nell'esempio del mercato alimentare, ce ne sono 'diversi' (anche a livello legislativo)
    ma esiste di fatto una 'cultura' che ci mette in guardia dal cibo-spazzatura, supportato anche da ricerche e studi scientifici
    e cosa ancora più importante, per quanto forte il condizionamento, difficilmente riuscirà a fare breccia in quello che è di fatto una abitudine consolidata quotidiana
    es. al di là di tutti i '4 salti in padella' (rigatoni alla marinara, abbacchi a scottadito, budini, etc), la maggior parte delle persone,
    per la maggior parte delle volte,
    si cucina la pastasciutta in modo tradizionale, così come la carne, la verdura, eccetera eccetera
    cioè nelle dispense della cucina, ci sono comunque questi prodotti, ma hanno un ruolo 'circoscritto'
    nel mercato dei videogame, la 'forzatura' è oltremodo evidente e invasiva,
    che come ho detto nell'altro messaggio, non ha 'eguali', in nessun altro ambito
    un esempio?
    come fanno moltissimi titoli AAA, a passare 'indenni' dalle maglie del controllo qualità?....forse nel 2050 gli storici (a bocce ferme) ce lo spiegheranno
    perchè è evidente, che in qualsiasi altro ambito, la gente, i consumatori, non accetterebbe questo
    ma dico te lo immagini, acquisti un telefonino, un automobile, un paio di jeans....e magari mancano le cuciture?
    e quello ti dice: evvabè, mo il sarto te li rammenda, te li fixa, li patcha
    tu gli rispondi: aho, ma de chè!! io sto comprando una cosa nuova, 'nuova' hai capito??!
    gli utenti dei vg, al contrario...si fanno dare in c**o (scusate la franchezza)
     
    Ultima modifica: 19 Giugno 2018
    A Spido piace questo elemento.
  4. Spido

    Spido Supporter

    Messaggi:
    468
    Mi piace:
    107
    Concordo con te al 100%...
    ma allora mi nasce un altro quesito: non è che essendo il videogioco dedicato ad un pubblico più acerbo di età, questo abbia meno senso critico e accetta con adattamento questo tipo di prodotto?

    Negli ultimi anni, ci sono stati capolavori come nel passato?
    Parlo come Mario Bros, o i titoli della SSI o TSR, o qualsiasi titolo di quei tempi che fu innovativo e completo...inoltre non c'era internet per divulgare patch... quindi, il gioco era bello e stabile di suo.

    Questa tendenza andrà a peggiorare secondo te?
    Io davvero vedo giochi con immenso potenziale...ma invece che svilupparlo preferiscono lasciarlo li... e farlo morire, tanto venduto è stato venduto...
    non so... non capisco la direzione di queste case che dettano il mercato.
     
  5. baarzo

    baarzo Livello 2

    Messaggi:
    2.007
    Mi piace:
    588
    vedi mass effect Andromeda, buon potenziale distrutto da shit storm e abbandonato...
     
    A Spido piace questo elemento.
  6. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani

    Messaggi:
    4.126
    Mi piace:
    1.290
    be, fino alla 7a generazione di console, non si è mai visto un gioco rotto
    io ho avuto la ps1 e la ps3, e neanche il titolo peggiore si avvicina 'vagamente' agli Andromeda, KCD, mafia 3, batman AK, tanto per citarne alcuni (per non parlare poi dei titoli ubisof, FC5, WD, ACUnity)
    nel giro di una generazione è cambiato tutto,
    sembra che il mercato dei vg abbia ereditato il 'peggio' delle rispettive piattaforme: giochi da console con problemi di stabilità, tipica dei pc-game :emoji_confounded:
    prima o poi la situazione si normalizzerà, e a quel punto ritroveremo sh che faranno ottimi titoli, titoli mediocri o insignificanti, come da regola
    :emoji_grinning: probabilmente però, la situazione 'peggiorerà' prima di migliorare :emoji_sweat_smile:
     
  7. Attilax

    Attilax Dateci un ME4 con Shepard

    Messaggi:
    2.420
    Mi piace:
    890
    Per me la tendenza peggiorerà per le SH maggiori, perchè per definizione necessitano di maggiori introiti per mantenersi, mentre le minori cercheranno di farsi strada proponendo giochi di qualità come è stato per i CD-P, quindi niente di nuovo sotto il sole.
    Una SH nasce e prova a fare buoni giochi, se fa buoni giochi cresce, se cresce tanto inizia a fare giochi commerciali, se cresce tantissimo fa solo giochi estremamente (o demenzialmente) commerciali.
    Vedi Bioware citata da @baarzo

    Comunque baarzo avere un buon potenziale non significa che il gioco non fosse mediocre, come erede della trilogia era penoso e come gioco a se stante era da 7/8 niente di trascendentale.
    Non mi stancherò mai di dirlo, quando si vuole fare qualcosa che piaccia a tutti, alla fine non si accontenta nessuno.
     
    A Maurilliano piace questo elemento.
  8. baarzo

    baarzo Livello 2

    Messaggi:
    2.007
    Mi piace:
    588
    Quoto in toto. Il problema principale del gioco era il nome, poi con un buon DLC che rilanciasse la storia e qualche idea nuova si poteva pensare ad un seguito fatto con i crismi. Ma il fatto che ci fosse un DLC sui Quarian abbandonato per timore degli heaters è scandaloso per una big SH.
     
  9. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani

    Messaggi:
    4.126
    Mi piace:
    1.290
    prima o poi dovrò giocarlo sto titolo, perchè il combatS e il gameplay in generale, sviluppo pg e inventari, non sembrano male
    ma prima devo recuperare ME3 che ho giocato solo una volta e senza dlc
     
    A Attilax piace questo elemento.
  10. baarzo

    baarzo Livello 2

    Messaggi:
    2.007
    Mi piace:
    588
    condividono solo il LORE il resto centrano poco l'uno con l'altro
     
  11. Spido

    Spido Supporter

    Messaggi:
    468
    Mi piace:
    107
    Vi adoro..davvero
    Penso che questo forum sia una nicchia ti teste ben pensanti fuoriuscite dalla massa e calamitate qui dentro..
    E' la prima volta che dopo anche solo 2gg sto bene in un forum perchè non pieno di fanaticihatersmikiachesbavanoperuntitolosoloperchètriplaA
    eheh
    Adoro il senso critico, adoro che provate prima di sputare... e adoro che cercate di trovare una nota positiva.
    Grazie.

    Detto questo.. io invece non mi capacito di una cosa (e sono programmatore, e scusate la modestia, non di medio/basso livello..) i giochi sono passati da 12k a 100gb... ora... non entro in merito di grafica o altro..ma sono incappato per una collaborazione 2 anni fa con una nota casa italiana che sviluppa dei titoli corsisti (non faro' il nome...) e giuro..che sono rabbrividito alla visone del codice.

    Routine senza algoritmi pensati, tonnellate di eccezioni, sprite e path buttate in motori grafici senza ottimizzazione, riuso di codice di terze parti senza pulizia (ho visto una libreria da 1.5gb USATA PER UNO SCRIPT da 12 righe......... ASSURDO....) cioe'...secondo me c'e' anche da dire che le software house non hanno piu' le capacità di una volta...
    Quindi capite che i bug sono dietro l'angolo.. ci sono talmente tante librerie sovrapposte che qualcosa sfugge.. tutto è approssimato..
    Vi racconto questa: oggetto che non riuscivano a debuggare, lavorato dalla mia compagnia (da me in persona) era di 1800 righe approssimativamente con all'interno ben 172 TRY di errore....

    Oggetto riscritto in meno di 200 righe con un try di errore.....ora... io non sono JESUS CHRIST, ma Gesù pensaci tu e fai qualcosa....

    Nella mia vita ricordo che le patch erano più che altro features migliorate...ora...le patch sono perchè tutto è un colabrodo...
    Comunque crediamo nella rinascita di qualche gioco di settore, di qualità e fatto non per la massa...
    Secondo voi, chi è la SH di più alta qualità come giochi oggigiorno? (piccola o mastodontica essa sia)
     
    A Maurilliano piace questo elemento.
  12. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani

    Messaggi:
    4.126
    Mi piace:
    1.290
    bella domanda!
    per me è difficile identificare uno studios AAA, anche perchè l'ultimo titolo AAA che mi è piaciuto giocare...francamente, neanche me lo ricordo: forse LOTR SoM o Xcom2?
    del primo ho giocato anche il capitolo successivo, shadow of war (in prova), ritengo sia un buon titolo, ma forse avendo lo stesso combatS del primo, e avendo giocato questi per tante ore, non avevo voglia di ricominciare
    ma probabilmente è un titolo che recupererò (prima o poi)
    su Xcom2....chapeau!
    xcom è probabilmente la novità più interessante degli ultimi anni, un brand che ha riportato in auge il combattimento a turni
    il secondo capitolo poi....l'ha migliorato in tutto e per tutto, se Firaxis si prende il 'suo' tempo, nella prossima generazione xcom3 potrebbe essere il titolo tecnicamente/meccanicamente più ingegnoso tra tutti
    nonchè il più importante e singolare :emoji_smiley
    ...ah, però :emoji_astonished:
    :) è pericoloso fare questa rivelazione qui, ci sono i 'falchetti' delle mod
    se ti sente @f5f9 ti mette subito a lavorare su qualcosa (schiavista :emoji_angry:)
     
    Ultima modifica: 20 Giugno 2018
    A Spido piace questo elemento.
  13. Spido

    Spido Supporter

    Messaggi:
    468
    Mi piace:
    107
    ahhaha
    SI ma il problema che costo carissssssssimo :p millemilamille franchi al secondo ....(ho la tariffa al secondo....e sono generoso hahahaha)

    Cmq se avrà bisogno, beh... aiutare non fa mai male no? ;)

    Discorso FIRAXIS... beh, sono di parte perchè amo Sid Meier da sempre... anche Civ VI che, se pur con alcune scelte non apprezzate rispetto al 5, l'ho adorato e lo adoro.. ci gioco ogni tanto... e mi piace...
    Xcom 2....che dire... sono appassionato dalla serie sin dal 1994 quando uscì Enemy Unknow.. capolavoro.
    ma ......(e qui ammetto la mia limitazione) xcom2 non ho trovato questa "ENORME" innovazione che tutti trovano.. me la sono persa?
    Ammetto anche che l'ho giocato (solo 50%) su console, e mi veniva il nervoso perchè ogni caricamento era biblico....
    probabilmente su pc è un'altra storia... devo dargli un'altra chances?

    Una casa che invece ammiro è Amplitude Studios. Ha fatto dei bei titoli, secondo me il problema che non approfondisce la storia...
     
    A BOB KING piace questo elemento.
  14. baarzo

    baarzo Livello 2

    Messaggi:
    2.007
    Mi piace:
    588
    io gioco ai CIV dal secolo scorso e secondo me con il VI hanno dovuto fare una scelta drastica e coraggiosa, ormai il gameplay "classico" era stato sfruttato all'osso e non potevano andare avanti con un "more of the same" per sempre, l'unica pecca dei CIV, e spero che con il prossimo capitolo si dedichino solo a questo, è la AI sulla diplomazia, sempre senza senso o a senso unico ed è un peccato perchè è il 50% del gioco...

    molto bello però ti sconsiglio di usare la mod long war osannata da tutti i modders perchè più che long diventa infinite war, io ho il gioco installato con la suddetta mod e sono a 3/4 della storia ma l'ho accantonato perchè non mi passava più... questa estate provo a finirlo e poi dovrò iniziare war of the chosen
     
  15. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani

    Messaggi:
    4.126
    Mi piace:
    1.290
    no, pietà! non ha proprio un significato quella mod
    xcom2 va 'rigorosamente' giocato con i personaggi della saga di ME
    come vedi dal menù, ci sono proprio tutti: da Vrex a Solus, Joker, Jack....e donne di cuori :emoji_heart_eyes:
    comunque le mod sono tantissime, ma il rischio di compromettere il bilanciamento del gioco è palese
    io mi limiterei a quelle grafiche, ci sono moltissimi altri personaggi, thor, spiderman e chi più ne ha più ne metta
    non saprei...comunque io è dal primo xcom che ho iniziato a preferirlo all'altra serie Civilization :)
     
  16. Spido

    Spido Supporter

    Messaggi:
    468
    Mi piace:
    107
    La diplomazia in Civ VI è ridicola ... anche se con Rise and Fall hanno fixato alcune cose..ricordo che all'uscita era sufficente stare accanto per un turno con una milizia ad un altra civilità e entravi in guerra..ehhehe
    Io lo adoro... e Rise and Fall mi piace... ma sicuramente ad oggi, preferisco ancora CIV V. Speriamo nel futuro.

    Per XCOM 2...lo compro per pc..e vediamo se è meglio che su ps4... perchè su ps4 davvero odiavo i caricamenti biblici... come detto, se sid meier mi fa un gioco "la cacca volante" probabilmente lo comprerei.........................heeeheh
     
    A Maurilliano piace questo elemento.
  17. WillowG

    WillowG Ombra Grigia Ex staff

    Messaggi:
    4.668
    Mi piace:
    1.865
    Quello che noto, è che ora come ora ci sono due trend: l'ibridizzazione di genere, e cura approfondita nelle esclusive.
    Di innovativo molto poco al di fuori dei giochi indie (che però sono davvero un campo minato: davvero difficile trovare i fiori in mezzo al letame, ma quelli che si trovano son stupendi).

    Direi che è facile anche trovare le spiegazioni a questo fenomeno: i titoli multipiattaforma costano molto di più di quelli sviluppati per una sola, e devono raccogliere molto più incasso: e per incassare di più, si deve aumentare il bacino di utenza.
    E per aumentare il bacino di utenza, che si fa? Si cerca di aggiungere quegli elementi cari a differenti utenze.
    Così abbiamo un AC odissey che si vuole acchiappare la fetta di giocatori lasciati un pò orfani da BioWare, o che comunque tendevano a rivolgersi a giochi indie, e gli amanti degli action GDR, cercando di mantenere il feeling per l'utenza classica. Se ci siano tiusciti ad accontentare tutti, lo vedremo.

    Al contrario, le esclusive si ritagliano una fetta ben delineata di utenza, e su quella giocano. Forti di non dover recuperare spese di budjet e tempo forti in ottimizzazioni varie, possono concentrarsi su altri elementi.
    Ovvio che c'è una "corsa alla moda" anche qui: l'open world fa capolino un pò ovunque, ma in media è molto più curato, e usato per evitare caricamenti, uno strumento per rendere l'esperienza di gioco scorrevole e immersiva.

    I giochi esclusive si lanciano o in vere e proprie sperimentazioni (vedi Dream per Sony) o prodotti davvero di nicchia (come Detroit: became human) che non saranno azzardati come gli indie, ma almeno cercano di mantenere più "fresco" e variegato il bacino di utenza.

    Insomma, in soldoni: i grandi tripla A multipiatta cercano di accontentare tutti i gusti per ampliare l'utenza, risultando spesso dispersivi o poco affidabili, le esclusive si dividono in serie fidelizzate che cercano di restare sempre più o meno uguali a sè stesse con pochi cambiamenti (vedi i giochi Nintendo o i vari Uncharted) e qualche miglioramento di gioco in gioco, o sperimentazioni molto di nicchia.
    Gli indie sono una giungla spaventosa.

    La speranza è che ci sia un ritorno alla suddivisione di genere, e quindi alla specializzazione. (E riuscirò a terminare questo post, che sono già stata interrotta quintordici volte!?! :emoji_cold_sweat: se il tutto è sconnesso, sapete perchè...:emoji_cry:)
     
    A Maurilliano piace questo elemento.
  18. f5f9

    f5f9 si sta stirando Ex staff

    Messaggi:
    14.524
    Mi piace:
    4.977
    naaaaaa
    il problema è che gli hater fanno più baccano, le persone equilibrate che giocano e si divertono se ne fottono e non si fanno trascinare in polemiche sterili (non dimentichiamo che l'imbecillità non ha età)
    [​IMG] mi conoscete troppo bene, devo diventare meno trasparente
    è che ormai è quasi impossibile innovare, sono quasi quindici anni che i "fondamentali" nei vg restano gli stessi, ma solo perché una frotta di geni creativi, con incredibile entusiasmo per questo nuovo medium, aveva già inventato tutto....
    di nuovo c'è il comparto tecnico/grafico che consente risultati che quindici anni fa erano sì irrealizzabili, ma sempre già primitivamente reperibili in tanti giochi "vecchi"
    e anche il gameplay si è affinato, per esempio con la benedetta standardizzazione dei comandi e i salvataggi non più messi a capocchia
    Nota: a questo proposito considero heavy rain l'unico vg veramente innovativo dell'ultimo decennio (ed è anche per questo che mi ha così colpito e mi fa considerare Cage un genio assoluto)
    [​IMG] evviva!
    per una volta non sono del tutto d'accordo con te! (era ora)
    l'ibridazione tra i generi ha prodotto meraviglie da sempre, shadowman e outcast (anni '90) restano action ma sono impreziositi da elementi da rpg (lore, main + sub ecc) e il primo, addirittura, ha anche un po' di crescita del personaggio...
    e ottimi "meticci" continuano a uscire
     
    A WillowG piace questo elemento.
  19. Maurilliano

    Maurilliano DadoMani

    Messaggi:
    4.126
    Mi piace:
    1.290
    no, non esattamente si intendeva quello, il punto è che tra le grandi produzioni....escono 'solo' ibridacci
    i titoli di 'genere' (rpg, nello specifico) si limitano a produzioni con budget medio-bassi (o bassissimi per gli standard di GTA & Co)
    a meno che PillarsOE2 o DivinityOS2 siano costati 40mln di euro, cosa che a me non risulta
     
  20. WillowG

    WillowG Ombra Grigia Ex staff

    Messaggi:
    4.668
    Mi piace:
    1.865
    :emoji_astonished: incredibile!!! Per una volta non siamo del tutto d'accordo! Ubisoft si metterà a fare GDR di questo pass...ops...:emoji_cold_sweat:

    Tornando seri...hai ragione anche te! Forse quello che intendo è più una..."spacializzazione" nel target di utenza: questo soprattutto vedendo alcune cose dette su Anthem dagli sviluppatori...del tipo scelte solo binarie "per non spaventare i nuovi giocatori" :emoji_expressionless: ergo, castriamo ciò che piace ai giocatori attratti dalle storie con scelte multiple e di ruolo per i giocatori "pew pew-bang bang".
    Il rischio sarà di annoiare comunque i giocatori più propensi allo spara-spara compulsivo, e inacidire quelli più "ruolisti".

    Poi io considero l'action RPG un genere ormai a sè stante ed affermato, sin dai tempi della PS2.

    L'ibridizzazione di genere ci sta tutta, anche solo per dare differenti tipi di esperienze attraverso il gameplay. Per dire, io amerei un Elder Scroll che mi lasci sbloccare abilità per arrampicarmi su torri e alberi come in AC, ma non vorrei un Elder Scroll che mi forzi a giocare solo alla Gilda Dei ladri.

    Insomma, prendere da altri giochi sì, ma il target dei giocatori dovrebbe essere preso di mira in maniera più attenta: e con i videogiochi sempre più mainstream, non la vedo una cosa proprio distante: tanti clienti, vuol dire tanti gusti, tante richieste da esaudire, più possibilità di tagliarsi una fetta di mercato senza doversi strozzare per accontentare tutti :)