EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

  • Old world blues copertina

    Old World Blues: la mod che rende Fallout uno strategico alla Paradox

Old World Blues: la mod che rende Fallout uno strategico alla Paradox

Old World Blues (da non confondere con l’omonimo add-on per Fallout: New Vegas) è sostanzialmente una mod, o per meglio dire una total conversion ambientata nell’universo di Fallout per Hearts of Iron IV, strategico della Paradox pubblicato nel 2016.

Il set è la zona centro occidentale dell’America del Nord nell’anno 2265, ma in una linea temporale differente da quella canonica (in quanto avremo -da subito ed ovviamente- la facoltà di stravolgere il corso degli eventi storici).
A capo di una delle fazioni stanziate nei poco ospitali Stati Uniti del dopoguerra atomico (sono numerosissime e tutte modellate esteticamente e culturalmente su quelle presenti nei titoli canonici), avremo il compito di sopravvivere all’apocalisse nucleare espandendo la nostra egemonia sulle fazioni rivali. Non ci sarà infatti alcuna possibilità di ricercare una soluzione diplomaticamente pacifica ai nostri grossi e nucleari problemi di sopravvivenza, perché le fazioni nemiche, numerose ed agguerritissime, ci condurranno inevitabilmente ad uno stato di perenne conflitto armato.

Costruito sulle basi del gameplay di Hearts of Iron IV, anche Old World Blues è ascrivibile al genere della Grand Strategy. Il termine, coniato dalla stessa Paradox per categorizzare i prodotti videoludici nei quali si è specializzata, descrive un gameplay strategico nel quale, giostrandosi mouse alla mano su una mappa politica degli Stati Uniti del dopobomba, avremo il controllo macroscopico delle risorse militari ed economiche di una nazione nella sua interezza. Nessuna possibilità dunque di impartire ordini a singole truppe da combattimento in una determinata battaglia (un po’ come accade nei Total War, che infatti alternano alla gestione strategica sulla mappa, una tattica durante le battaglie). Le nostre decisioni influenzeranno le sorti di interi settori industriali o militari e non avremo la possibilità di rimediare ai nostri errori correggendo la rotta in corso d’opera.

World War Blues Mod-Mappa politica 2

Con decine e decine di fazioni pronte a contendersi le 94 nazioni cui è ripartita la West Coast del Nord America (gli sviluppatori hanno promesso che prima o poi la mappa di gioco comprenderà gli interi Stati Uniti) ogni appassionato del brand avrà di che essere contento. Il lavoro di ricostruzione dell’aspetto antropologico-culturale della società falloutiana è notevole ed ogni fazione avrà il proprio particolare design, ogni leader il proprio artwork personalizzato e le unità militari, mutanti o meno, saranno le stesse che abbiamo imparato a massacrare (in 3D) nelle aride Wastelands.

Il cuore di Old World Blues ruota tuttavia attorno alla gestione degli alberi dello sviluppo. Le fazioni in guerra avranno un proprio focus tree tramite il quale pianificare in quali settori economici, industriali, militari o politici specializzeremo la nostra illuminata amministrazione. Scegliere un ramo migliorerà drasticamente le nostre possibilità di primeggiare sulle fazioni rivali in quel determinato settore ma ci precluderà inevitabilmente ad altri processi evolutivi. Non avremo dunque mai la possibilità di primeggiare sul nemico in ogni aspetto e la sensazione di trovarsi sempre in bilico sul baratro del disastro sarà costante. I focus trees principali saranno nove ed ad appannaggio delle fazioni principali (NCR e la Legione di Cesare, per citarne due) mentre le restanti tribù seguiranno tre modelli fissi di ramificazione.

worLD war blues-focus tree

Se siete amanti dell’universo falloutiano e credete di riuscire a sopravvivere al trauma del passaggio da una visuale soggettiva alla visualizzazione a schermo della mappa politica del Nord America, non potete farvi sfuggire Old World Blues il quale, attualmente, si trova solamente alla versione alpha di sviluppo e verrà probabilmente, anche se con molta calma, ampliata di nuovi territori, fazioni e focus trees.

2018-07-13T16:53:36+00:00

3 Commenti

  1. Fallo Fuori 10 luglio 2018, 23:33

    Pare un must to play per gli amanti del genere e dell'ambientazione ma meglio attendere, da giocatore pigro, una versione più completa.

    Unico appunto: "universo falloutiano ideato da Bethesda". Beh, no, anche perché per ora si parla proprio della West Coast.

  2. f5f9 12 luglio 2018, 21:14
    Fallo Fuori

    "universo falloutiano ideato da Bethesda".

    più che altro non l'ha inventato bethesda [​IMG]

  3. hobisognodiunarma 12 luglio 2018, 23:15

    Ops, un errore piuttosto grave da parta mia…

Commenta

This site uses XenWord.
Vai alla barra degli strumenti