NOTA: Per procedere nella vostra ascesa all’interno dei Compagni, sarà necessario svolgere alcune missioni dette “radiali”. A seconda del compagno che ve le affida, cambiano nel luogo e nei nemici da sconfiggere. Per proseguire è tuttavia irrilevante quali di queste si svolgono e in quale ordine.

 

Chiamata alle Armi

Per unirvi ai Compagni, dovrete innanzitutto raggiungere l’edificio chiamato Jorrvaskr a Whiterun.
Cercate Kodlak; lo troverete seduto e intento a parlare con i suoi Fratelli e Sorelle di Scudo nelle residenze al di sotto dell’edificio.
Dopo aver parlato con lui, vi dirà di andare con Vilkas per vedere cosa sapete fare. Rivolgetevi a Vilkas e seguitelo nel cortile, dove chiederà di colpirlo. Fatelo un po’ di volte e vi darà il benvenuto nei Compagni.

Jorravkr, la sede dei compagni a Whiterun.

Jorravkr, la sede dei compagni a Whiterun.

Il vostro primo compito come recluta consiste nel prendere la spada di Vilkas e portarla ad affilare. Non rientrate all’interno; salite piuttosto le scale alla destra dell’edificio. In cima ci sarà la forgia. Parlate a Eorlund Manto Grigio, il quale vi chiederà di portare uno scudo ad Aela. Prendete lo scudo con voi e andate nelle residenze di Jorrvaskrin modo da consegnarlo ad Aela. Lei chiederà a Farkas di mostrarvi il vostro alloggio.

Per passare alla missione Prova d’Onore, sarà necessario affrontare almeno una delle missioni radiali che vi affidano i Compagni. Ogni personaggio vi affiderà una missione differente e non importa quale andrete a svolgere.

 

Missione Radiale – Guai a Skyrim

NOTANomi e luoghi possono variare, ma lo svolgimento della missione rimane lo stesso.

Sarà Farkas a darvi questo incarico. Dovrete dirigervi a sud di Morthal per arrivare al Digiuno di Rannveig. É abbastanza semplice da raggiungere, quindi se state cercando di arrampicarvi tra le rocce, state facendo la cosa sbagliata. Giunti a destinazione, sarete accolti da alcuni fantasmi. Le armi fisiche funzionano ed il fuoco è piuttosto efficace. Fatevi strada fino alle scale e attraversate il portone.

Il dungeon è piuttosto lineare senza tante stanze laterali. Andate avanti finché non vedrete un baule su un piedistallo. Invece di salire al centro per aprirlo, salite dal lato. Dopo aver imparato un Urlo dal Muro, andate ad aprire il forziere. In seguito, camminando lungo il corridoio centrale, cadrete in una trappola. Mentre un pazzo vi parla, oltrepassate il suo assistente morto e cercate nella borsa vicina al corpo.
Prendete la chiave, aprite la porta e uccidete il vostro rapitore. Ricordate di cercare nel suo corpo prima di andarvene. L’uscita è ad est.

Quando vedrete la porta alla vostra destra, entrateci per uscire. In alternativa, andate a sinistra per tornare nella grande stanza (nel caso non aveste ancora imparato l’Urlo).
Oltre quella porta, dovrete oltrepassarne un’altra sul lato sinistro del corridoio. Vi servirà la chiave che avete usato per uscire fuori dalla cella. Proseguendo, entrerete in una stanza dalla quale potrete raggiungere una porta che vi condurrà fuori. Usate il viaggiare veloce per Whiterun e fate rapporto a Farkas.

 

Prova d’Onore

Parlate con Skjor. Dopo averlo fatto, tornate da Farkas e conferite nuovamente con lui. Ditegli che lo incontrerete alla locazione indicata, dopodichè viaggiate fino al Tumulo degli Scheletri a nord ovest di Whiterun. Una volta arrivati, entrateci. Proseguite lungo il tunnel (dovrete combattere diversi Draugr) sino ad arrivare ad una stanza piuttosto grande. Scendete le scale e attraversate il solo cancello che è aperto; azionate la leva e godetevi la scena! Una volta che sarete di nuovo liberi, proseguite attraverso l’altro cancello.
Incontrerete parecchi nemici, ma gli scontri saranno abbastanza semplici. Quando arriverete ad una porta doppia chiusa e non potrete più proseguire, cercate la chiave nel baule nella parte rialzata della stanza. Prendete la chiave e aprite la porta.

Dopo aver attraversato la stanza successiva, arriverete in una sala bloccata. Dovrete quindi usare una stanza laterale per aggirare il blocco.
Entrateci e proseguite attraverso l’altra porta presente. Potrà sembrare che le due estremità della sala siano bloccate, ma in realtà c’è un piccolo corridoio vicino a uno dei mucchi di detriti.
Dovrete farvi strada combattendo contro alcuni ragni, ma alla fine arriverete in una lunga sala con un muro all’estremità opposta che presenta delle iscrizioni. Dopo aver imparato un nuovo Urlo, raccogliete il frammento dal tavolo.

Ciò fatto, dovrete combattere i Draugr che verranno fuori dalle bare lungo i muri.
Dopo averli sconfitti tutti, salite le scale. Una delle bare dovrebbe avere un buco nella parte posteriore. Uscite e usate il viaggiare veloce per tornare a Whiterun. Seguite Vilkas nel retro di Jorrvaskr.
Per poter passare alla missione La Mano d’Argento sarà necessario affrontare un’altra missione radiale. Parlate con un compagno qualsiasi per farvi affidare una missione.

 

Missione Radiale – Muscoli a Pagamento

NOTA: Nomi, luoghi e persone possono variare, ma lo svolgimento della missione rimane lo stesso.

Dopo aver parlato con Farkas, dirigetevi alla locazione indicata. Arrivati, parlate all’uomo indicato. Se la vostra abilità nel combattimento a mani nude è abbastanza alta, l’uomo rimarrà intimidito e non dovrete combattere. Diversamente, riponete l’arma e affrontatelo.
Quando avrà esaurito la Salute, riparlategli. Tornate quindi da Farkas.

 

La Mano d’Argento

Inizierete questa missione parlando a Farkas, il quale vi dirà di conferire con Skjor.
Questi vi chiederà di incontrarlo alla Forgia Terrena (sotto la Forgia Celeste).
Dovete attendere fino al calare della notte (ovvero dalle 06:00 PM alle 08:00 AM), dopodichè uscite dalla porta che va sul cortile e dirigetevi alla Forgia Celeste. Quando vedrete Skjor, parlategli. Vi spiegherà che per entrare nella Forgia Terrena dovrete diventare un Licantropo. Ritornate alla Forgia Terrena e uscite dal corridoio posteriore. Quando avrete ripreso coscienza, Aela vi riferirà nel dettaglio il vostro party a sorpresa.

Si accede alla Forgia Terrena da una porta nascosta nella parete sotto quella Celeste.

Si accede alla Forgia Terrena da una porta nascosta nella parete sotto quella Celeste.

Dirigetevi verso l’obiettivo ed entrate nell’edificio. Dentro la prima stanza, tirate la leva nel pilastro centrale per aprire la grata del cancello.
Nella stanza successiva andate a sud. Fatevi strada attraverso i corridoi fino ad arrivare ad una stanza con delle scale.
Salitele e proseguite: vi imbatterete in Krev lo Scuoiatore. Uccidetelo.
Dopo averlo fatto, Aela vi dirà che ci sono dei Mano d’Argento a Whiterun, dove dovrete dirigervi.

La mappa della Roccia dell'Impiccato.

La mappa della Roccia dell’Impiccato.

Per passare alla successiva missione, Sangue e Onore, sarà necessario completare due missioni radiali per Aela.

 

Missione Radiale – La Ricerca

NOTANomi e luoghi possono variare, ma lo svolgimento della missione rimane lo stesso.

Per arrivare al luogo designato, dovrete avvicinarvi da sud e attraversare un ponte per raggiungerlo.
Se avete scoperto la Roccia di Guldun, usate il viaggiare veloce per lì e dirigetevi giù costeggiando il fiume.
Salite la torre da questo lato, attraversate il ponte e poi salite dall’altra parte del fiume.
In un forziere vicino alla cima c’è il frammento che state cercando, ma attenzione alle frecce.
Ritornate a Whiterun con il frammento.

 

Missione Radiale – Dritto al Cuore

NOTANomi e luoghi possono variare, ma lo svolgimento della missione rimane lo stesso.

Questo incarico prevede che uccidiate il capo della Mano d’Argento. Dal momento che si tratta di una missione radiale, può non essere nello stesso posto in cui l’abbiamo trovato noi.
Nel nostro caso dovrete andare a Orotheim, a nord est di Rorikstead. Il capo è lì.

 

Sangue e Onore

Parlate ad Aela per sapere che Kodlak vi sta cercando. Questi vi dirà che dovrete andare a caccia di streghe. Raggiungete il dungeon indicatovi.
Entrati nella grotta, troverete la prima strega nella prima stanza.
Noterete che ci sono parecchi marcatori d’obiettivi che mostreranno tutte le streghe presenti. Uccidete la strega e prendete la sua testa.

Una delle streghe di Glenmoril.

Una delle streghe di Glenmoril.

Sebbene non sia necessario, potrete uccidere anche le altre. Le teste delle streghe, infatti, vi torneranno utili in seguito (per curarvi dalla licantropia o per curare altri Compagni), quindi conviene eliminarle tutte subito e ricordarsi di conservare le teste. Ogni strega è in una stanza a sé; ogni stanza è a un passo dalla stanza principale.
Non appena avrete finito, tornate a Whiterun e parlate a Vilkas.

 

Adorata Vendetta

Parlate a Vilkas e dirigetevi a nord per avere vendetta. Fatevi strada fino al Riparo di Driftshade e liberatevi dei nemici all’esterno.
Una volta entrati, scendete le scale. Incontrerete alcuni Mano d’Argento nella prima stanza.
Attraversate l’uscita verso ovest e seguite i corridoi attraverso varie piccole stanzette sino ad arrivare su un balcone che dà su una grande stanza.
Scendete le scale per arrivarci.

Uscite attraverso la porta a nord. Esplorate le stanze su entrambi i lati e continuate dritto fino a una stanza con una porta sbarrata sull’altro lato.
Uccisi i nemici, attivate la leva che è proprio a destra della porta.
Scendete le scale e oltrepassate la porta che vi conduce alla Cantina di Driftshade.
Fatevi strada attraverso i sotterranei, facendo attenzione alle trappole sul pavimento.
Arriverete infine in una distilleria. Uccidete la guardia e andate a nord nella caverna innevata. Arriverete così in una stanza dove dovrete affrontare alcuni nemici. Dopo averli eliminati, uscite dall’altra parte (non liberate il Licantropo, altrimenti vi attaccherà). Muovetevi attraverso la caverna, lontani dalla neve, ed entrate in una stanza con un balcone.
Sbarazzatevi dei nemici e scendete al livello inferiore. Lasciate la stanza passando a sud. Entrate nella doppia porta.
Salite le scale fino alla prossima stanza e troverete una coppia di nemici seduti a mangiare.
Uccideteli e recuperate i frammenti rubati sul tavolo. Attraversate la porta posteriore e tornate a Whiterun.

 

Gloria ai Morti

Andate alla Forgia Celeste per il funerale. Vi verrà chiesto di recuperare l’ultimo frammento dalla stanza di Kodlak e di portarlo alla Forgia Celeste.
Riunitevi con il Circolo nella Forgia Terrena e ascoltate ciò che hanno da dire. A conversazione finita, recatevi alla tomba di Ysgramor. Usate il viaggiare veloce per Winterhold e poi scendete il dirupo a sinistra del ponte per l’Accademia.
Per arrivarci, attraversate il fiume e girate intorno al lato dell’isola.

Il rito funebre di Kodlac.

Il rito funebre di Kodlac.

Restituite l’ascia alla statua di Ysgramor (una volta aperta la porta potete anche riprenderla) e dirigetevi a nord, uccidendo fantasmi mentre proseguite.
Non appena Farkas se ne sarà andato, dovrete combattere dei ragni. Raggiunta la stanza con il cancello che blocca il vostro cammino, dovrete aprilo azionando la catena appena a sinistra del suddetto.
Dopo averlo oltrepassato, sarete nelle cripte, dove ci saranno ancora più fantasmi da affrontare.
Fatevi strada tra essi fino al prossimo cancello, dove troverete l’interruttore nella parte anteriore della stanza (per la precisione, su un piedistallo).

Entrati nel grande salone aperto, parlate a Kodlak. Vi dirà di buttare la testa della strega nel fuoco. Dopo averlo fatto, dovrete combattere con lo spirito-lupo di Kodlak.
Uccidetelo e parlate di nuovo con Kodlak, ponendo così fine alla missione.
Salite le scale dalla parte posteriore del salone e girate a destra per vedere l’uscita. La catena per aprire il cancello è a destra di esso.
Congratulazioni per essere diventati il nuovo capo dei Compagni. Non siamo sicuri di come funzioni visto che non c’è nessun vero capo tra di essi, ma non importa.

 

Missioni Secondarie

Guai a Skyrim

Parlate ad Aela, a Farkas o a Vilkas per ricevere questa missione (quelli che chiameremo “i membri del Circolo” d’ora in poi). A quanto pare, un gruppo di vampiri ha causato problemi nell’Eastmarch, quindi dovrete ripulire il Laghetto dell’Occhio di Mara.
NOTA: I nemici in questione sono vampiri, pertanto se non volete contrarre la loro malattia, portate con voi pozioni di “Cura Malattia”. Il Laghetto dell’Occhio di Mara è poco a est della Roccia dell’Impiccato (o a sudovest della grande città di Windhelm). É in mezzo a un lago accessibile da una botola: astuto!
Dopo averla trovata, entrateci. Dentro ci sono un vampiro e un vampiro inesperto. Non sono degli ossi duri, anche se cercheranno di evocare un servitore e diminuire la vostra Salute. Fateli fuori ed esplorate il posto per trovare ogni sorta di gioiello. Ci sono inoltre due forzieri da scassinare, come anche alcune gabbie sott’acqua.
Eliminati gli avversari e saccheggiato ogni bene, ritornate da qualunque membro del Circolo vi abbia dato la missione per completarla. Sarete ricompensati con 300 monete d’oro.

 

Purezza

Anche Farkas vorrebbe essere curato dalla Licantropia, ragion per cui dovrete viaggiare nuovamente verso la Tomba di Ysgramor per eseguire la stessa cerimonia compiuta per Kodlak. Accettando di aiutarlo, egli diventerà vostro compagno in questa missione.
NOTA: Virkas è un altro Compagno che potrebbe affidarvi questo incarico. Infatti, se continuate a prendere ordini dal Circolo, vi chiederanno entrambi di completare questa missione.
NOTA: Se avete un compagno, questi viene rimandato a casa vostra.
NOTA: Avrete bisogno della testa di una strega di Glenmoril per completare questa missione. Ci auguriamo che abbiate seguito il nostro consiglio quando avete cacciato quelle per Kodlak, cioè ucciderle tutte!
Questa missione è facile. In realtà è mille volte più facile: questa volta, ifatti, non dovrete andare attraverso l’intera rovina. Sarà sufficiente dirigersi alla Tomba di Ysgramor e prendere il cammino a est verso il fuoco.
Buttando una testa di strega sul fuoco farete comparire lo spirito-lupo di Farkas. Uccidetelo per liberare Farkas dalla Licantropia e completerete la missione. Oh, riceverete anche 300 monete d’oro! Eccellente.

 

Il Latitante

Sembra che alcuni criminali siano scappati da Riften. Sorpresa, sorpresa. Dovrete trovarli e ucciderli. Suona piuttosto semplice come cosa.
Le persone che caccerete si chiamano semplicemente “Criminali” e sono situate proprio a ovest di Riften. Dal momento che si sposteranno, usate il viaggiare veloce per le Stalle di Riften e date loro la caccia.
Dovreste raggiungerli piuttosto in fretta. Visto che non sono particolarmente ostici, li ucciderete in un batter d’occhio.
NOTA: Questa è una missione radiale, pertanto i criminali possono essere ovunque sulla mappa.
In ogni caso, non fa differenza: usate semplicemente il viaggiare veloce per il posto più vicino e cercate di dar loro la caccia per completare la missione.
Fate rapporto a un membro del Circolo a lavoro svolto per avere la vostra ricompensa di 300 monete d’oro.

 

S.O.S.

Pare che qualcuno sia stato rapito, ragion per cui verrete assunti per salvarlo. In questa missione vi verrà chiesto di trovare Vulwulf Snow-Shod nella Grotta della Nebbia Luccicante, situata poco a nord-est di Whiterun.
Entrate nella grotta e uccidete ogni singolo Ragno di Ghiaccio sul vostro cammino.
Proseguendo, troverete Vulwulf in una stanza. Se volete, potrete uccidere il Falmer in alto, ma non colpite assolutamente l’uomo con il marcatore puntato su di lui!
Parlategli e inizierà a seguirvi. Dovrete scortarlo fino a Riften.
Uscite quindi dalla grotta e viaggiate veloce per Riften. Una volta arrivati, parlategli di nuovo per lasciarlo andare.
Tornate dal membro del Circolo che vi ha assegnato questa missione per completarla, ottenendo una ricompensa di 300 monete d’oro.

Autore:

Giocatore sin dai tempi in cui a stupire era la grafica di Alone in the Dark, tra un videogioco e l’altro si occupa delle recensioni su RPG Italia. Quando non gioca per piacere trova il modo di farlo per lavoro, insegnando storia del design con Assassin's Creed II e cercando scuse accademiche per usare videogiochi un po' ovunque, dagli ospedali alle università.